fbpx
GORGO

CT for Artmossphere Biennale of Urban Art Moscow

Socialism.

Pubblicato da Matt Cercas su lunedì 29 agosto 2016

Tra i rappresentanti Italiani all’Artmossphere Biennale of Urban Art di Mosca, c’è CT che per la rassegna Russa ha presentato questo bell’intervento.
Il lavoro di CT continua ad evolversi e svilupparsi verso nuove ed inedite rappresentazioni, fermo restando la tematica principale della sua ricerca, che continua a rimanere invariata. In strada l’artista subisce le influenze dello spot, dell’ambiente di lavoro e di tutti quegli stimoli esterni, che entrano prepotentemente in collisione con la sua particolare fascinazione astratta.
L’idea dell’autore Italiano è quella di una costante variazione visiva delle lettere C e T. Da lettera a forma in una costante ricerca che vede queste due, scomporsi, aprirsi, miscelarsi, distruggersi e ricomporsi sotto una nuova ed inedita veste grafica. Di volta in volta differente, la fisionomia delle lettere nel suo aspetto finale ci spinge ad affrontare un percorso inverso, di costruzione, cercando di leggere i segni, di assecondarne il movimento, criptico ed impenetrabile, per giungere infine alla risposta in totale armonia con il circondario. Per la Biennale, CT dipinge questa grande parete portando in dote uno delle sue ultime evoluzioni più riuscite.
In attesa di mostrarvi i prossimi aggiornamenti sul grande autore Italiano, vi lasciamo ai dettagli dell’intervento presentato per la Biennale Russa, ma restate sintonizzati qui sul Gorgo, nei prossimi giorni continueremo la nostra full immersion tra le meraviglie presentate per Artmossphere.

Thanks to The Artist for The Pics

CT for Artmossphere Biennale of Urban Art Moscow

Socialism.

Pubblicato da Matt Cercas su lunedì 29 agosto 2016

Tra i rappresentanti Italiani all’Artmossphere Biennale of Urban Art di Mosca, c’è CT che per la rassegna Russa ha presentato questo bell’intervento.
Il lavoro di CT continua ad evolversi e svilupparsi verso nuove ed inedite rappresentazioni, fermo restando la tematica principale della sua ricerca, che continua a rimanere invariata. In strada l’artista subisce le influenze dello spot, dell’ambiente di lavoro e di tutti quegli stimoli esterni, che entrano prepotentemente in collisione con la sua particolare fascinazione astratta.
L’idea dell’autore Italiano è quella di una costante variazione visiva delle lettere C e T. Da lettera a forma in una costante ricerca che vede queste due, scomporsi, aprirsi, miscelarsi, distruggersi e ricomporsi sotto una nuova ed inedita veste grafica. Di volta in volta differente, la fisionomia delle lettere nel suo aspetto finale ci spinge ad affrontare un percorso inverso, di costruzione, cercando di leggere i segni, di assecondarne il movimento, criptico ed impenetrabile, per giungere infine alla risposta in totale armonia con il circondario. Per la Biennale, CT dipinge questa grande parete portando in dote uno delle sue ultime evoluzioni più riuscite.
In attesa di mostrarvi i prossimi aggiornamenti sul grande autore Italiano, vi lasciamo ai dettagli dell’intervento presentato per la Biennale Russa, ma restate sintonizzati qui sul Gorgo, nei prossimi giorni continueremo la nostra full immersion tra le meraviglie presentate per Artmossphere.

Thanks to The Artist for The Pics