fbpx
GORGO

Crisa x Ciredz x Tellas – New Mural in Cagliari

A distanza di parecchi mesi Crisa, Ciredz e Tellas tornano a lavorare insieme, a differenza delle precedenti incursioni all’interno di paesaggi e location completamente immerse nel silenzio della natura, per questo nuovo intervento il trio si sposta a Cagliari per pagare il proprio tributo al quartiere di Sant’Elia.
Ci sono zone notoriamente considerate come quartieri in stato di degrado, in abbandono, scampoli di società dalle quali stare alla larga e da cui tenersi in disparte, culle di storie e racconti al limite del reale che alimentano le dicerie e con esse la paura, Sant’Elia rappresenta per Cagliari e per molta della sua gente tutto ciò, una location bistratta e poca amata se non dagli stessi abitanti, ma non per gli artisti che considerano la zona come parte integrante del tessuto cittadino e per questo decidono di porre qui la loro firma, un piccolo omaggio che possa in qualche modo sovvertire il marchio inciso a fuoco su queste strade.
A differenza delle precedenti incursioni Crisa, Ciredz e Tellas in quest’ultimo elaborato piuttosto che concentrarsi su una forma ciascuno decidono di elaborare un unica e grande figura tridimensionale alternando di fatto quelle che sono le personali visioni ed il personale tratto pittorico. Quella che emerge è quindi una lunga e camaleontica immagine che abbraccia a piene mani tutto l’immaginario di ogni interprete partecipante al lavoro, le due estremità, dove emergono le lettere e la scritta del quartiere, sono affidate a Crisa e Tellas, con l’intermezzo di Ciredz che agisce da cuore centrale nell’opera.
Si parte con i consueti grovigli dove Crisa continua a portare avanti il rapporto tra uomo, la natura e l’urbano, tematiche di assoluta rilevanza e sempre al centro del suo lavoro, Ciredz invece nel suo intermezzo prosegue la personale visione cromatica e stilistica dipingendo una nuova scala di grigi che va partendo dal nero mano a mano schiarendosi fino ad accogliere l’operato di Tellas, quest’ultimo conclude l’intervento con il canonico intrecci di foglie ed elementi naturali.
Un lavoro che sà di accoglienza e che cela nelle sue viscere tutto l’attaccamento alla propria terra ed ai suoi luoghi, vi lasciamo in compagnia degli splendidi scatti, se volete approfondire qui trovate il video che documenta tutto il processo creativo, dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti sul lavoro dei tre artisti.

Thanks to The Artists for The Pics
Pics and Video by Eva Ligas

Crisa x Ciredz x Tellas – New Mural in Cagliari

A distanza di parecchi mesi Crisa, Ciredz e Tellas tornano a lavorare insieme, a differenza delle precedenti incursioni all’interno di paesaggi e location completamente immerse nel silenzio della natura, per questo nuovo intervento il trio si sposta a Cagliari per pagare il proprio tributo al quartiere di Sant’Elia.
Ci sono zone notoriamente considerate come quartieri in stato di degrado, in abbandono, scampoli di società dalle quali stare alla larga e da cui tenersi in disparte, culle di storie e racconti al limite del reale che alimentano le dicerie e con esse la paura, Sant’Elia rappresenta per Cagliari e per molta della sua gente tutto ciò, una location bistratta e poca amata se non dagli stessi abitanti, ma non per gli artisti che considerano la zona come parte integrante del tessuto cittadino e per questo decidono di porre qui la loro firma, un piccolo omaggio che possa in qualche modo sovvertire il marchio inciso a fuoco su queste strade.
A differenza delle precedenti incursioni Crisa, Ciredz e Tellas in quest’ultimo elaborato piuttosto che concentrarsi su una forma ciascuno decidono di elaborare un unica e grande figura tridimensionale alternando di fatto quelle che sono le personali visioni ed il personale tratto pittorico. Quella che emerge è quindi una lunga e camaleontica immagine che abbraccia a piene mani tutto l’immaginario di ogni interprete partecipante al lavoro, le due estremità, dove emergono le lettere e la scritta del quartiere, sono affidate a Crisa e Tellas, con l’intermezzo di Ciredz che agisce da cuore centrale nell’opera.
Si parte con i consueti grovigli dove Crisa continua a portare avanti il rapporto tra uomo, la natura e l’urbano, tematiche di assoluta rilevanza e sempre al centro del suo lavoro, Ciredz invece nel suo intermezzo prosegue la personale visione cromatica e stilistica dipingendo una nuova scala di grigi che va partendo dal nero mano a mano schiarendosi fino ad accogliere l’operato di Tellas, quest’ultimo conclude l’intervento con il canonico intrecci di foglie ed elementi naturali.
Un lavoro che sà di accoglienza e che cela nelle sue viscere tutto l’attaccamento alla propria terra ed ai suoi luoghi, vi lasciamo in compagnia degli splendidi scatti, se volete approfondire qui trovate il video che documenta tutto il processo creativo, dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti sul lavoro dei tre artisti.

Thanks to The Artists for The Pics
Pics and Video by Eva Ligas