fbpx
GORGO

Conor Harrington – New Mural for Los Muros Hablan Part 2

Continuiamo il nostro coverage sull’eccellente Los Muros Hablan Festival di Porto Rico con le immagini del secondo lavoro firmato da Conor Harrington, l’artista Irlandese fà così il bis con l’ideale continuo della sequenza di combattimento già vista nella precedente pittura.
La rassegna continua il suo cammino offrendo al grande artista un secondo spazio dove poter dipingere e dove poter chiudere così il cerchio sulla storia già accennata nella precedente opera. Dal titolo “San Juan Fight Club Part II” con questo lavoro Conor Harrington prosegue la sua campagna pittorica, lo stile che accompagna questa nuova produzione mette in mostra nuovamente tutto lo stile unico che distingue da sempre le opere dell’artista. Spazio quindi ancora una volta qui all’utilizzo di pitture esclusivamente in bianco e nero atte ad aumentare l’effetto ‘finestra nel passato’, Harrington nelle sue opere ci regala infatti la sensazione di trovarci di fronte ad uno scorcio del passato, una vera e propria fotografia. I corpi vacui risultano quasi appannati nel loro agitarsi sulla parete, sono istantanee di lotta le visioni di Conor Harrington direttamente ispirate a piene mani dalle battaglie tra gentiluomini dei secoli scorsi, tema centrale, questo, che da sempre ne ha caratterizza l’operato negli anni.
La ricerca attuata da Conor Harrington si sviluppa quindi su temi dal sapore storico, la pittura però rappresenta il vero punto di forza delle creazioni dell’artista, la sensibilità visiva è supportata da un grande senso evocativo che esplode in tutta la forza dei colpi dipinti, nel movimento degli arti, nelle stoccate passando per gli sguardi di rabbia e violenza che si leggono negli occhi dei suoi personaggi, sono opere vere che esaltano la capacità dell’irlandese di superare la barriera di cemento ed entrare direttamente in contatto con chi osserva le sue creazioni.
Per questa seconda interpretazione Conor Harrington ci mostra una seconda sequenza della battaglia precedente, le due figure questa volta escono letteralmente fuori dalla parete, dipinte esclusivamente per metà busto elevandosi sopra alcuni graffiti di qualche locale, le colate di colore qui si fanno decisamente maggiori e sottili regalando un forte senso di movimento e di apice emotivo all’ottimo risultato finale.

Pics by San

Conor Harrington – New Mural for Los Muros Hablan Part 2

Continuiamo il nostro coverage sull’eccellente Los Muros Hablan Festival di Porto Rico con le immagini del secondo lavoro firmato da Conor Harrington, l’artista Irlandese fà così il bis con l’ideale continuo della sequenza di combattimento già vista nella precedente pittura.
La rassegna continua il suo cammino offrendo al grande artista un secondo spazio dove poter dipingere e dove poter chiudere così il cerchio sulla storia già accennata nella precedente opera. Dal titolo “San Juan Fight Club Part II” con questo lavoro Conor Harrington prosegue la sua campagna pittorica, lo stile che accompagna questa nuova produzione mette in mostra nuovamente tutto lo stile unico che distingue da sempre le opere dell’artista. Spazio quindi ancora una volta qui all’utilizzo di pitture esclusivamente in bianco e nero atte ad aumentare l’effetto ‘finestra nel passato’, Harrington nelle sue opere ci regala infatti la sensazione di trovarci di fronte ad uno scorcio del passato, una vera e propria fotografia. I corpi vacui risultano quasi appannati nel loro agitarsi sulla parete, sono istantanee di lotta le visioni di Conor Harrington direttamente ispirate a piene mani dalle battaglie tra gentiluomini dei secoli scorsi, tema centrale, questo, che da sempre ne ha caratterizza l’operato negli anni.
La ricerca attuata da Conor Harrington si sviluppa quindi su temi dal sapore storico, la pittura però rappresenta il vero punto di forza delle creazioni dell’artista, la sensibilità visiva è supportata da un grande senso evocativo che esplode in tutta la forza dei colpi dipinti, nel movimento degli arti, nelle stoccate passando per gli sguardi di rabbia e violenza che si leggono negli occhi dei suoi personaggi, sono opere vere che esaltano la capacità dell’irlandese di superare la barriera di cemento ed entrare direttamente in contatto con chi osserva le sue creazioni.
Per questa seconda interpretazione Conor Harrington ci mostra una seconda sequenza della battaglia precedente, le due figure questa volta escono letteralmente fuori dalla parete, dipinte esclusivamente per metà busto elevandosi sopra alcuni graffiti di qualche locale, le colate di colore qui si fanno decisamente maggiori e sottili regalando un forte senso di movimento e di apice emotivo all’ottimo risultato finale.

Pics by San