fbpx
GORGO

Las pandereteras: Il murale dei Colectivo Licuado a Oviedo

Il Parees Festival di Oviedo in Spagna promuove murales contestualizzati, partecipativi e strettamente legati alla comunità. Alla base del progetto c’è infatti la volontà di intervenire nello spazio pubblico in modo sensato istaurando un rapporto tra comunità e artista. Questi ultimi sono accompagnati da mediatori locali che facilitano gli incontri con persone ed entità significative del territorio. In questo modo da una parte gli artisti sviluppano il loro lavoro sulla base di informazioni dettagliate e contatti con la comunità che vive all’interno di uno specifico ambiente, dall’altra la comunità sperimenta in prima persona il processo creativo aiutando l’artista ha svilupparlo.
Il risultato finale è un lavoro collettivo capace di generare dibattito e promuovere il legame tra i cittadini e il quartiere in cui vivono trasformando l’artista in un agente del cambiamento.

Ad inaugurare il festival la pittura realizzata dal duo uruguagio Colectivo Licuado, i due artisti hanno dipinto un nuovo murale incentrato sulla rivendicazione delle donne.
Gli artisti hanno avuto l’opportunità di incontrare un grande gruppo di donne che si incontrano per suonare il tamburello e che con le loro canzoni salvano la lingua asturiana affrontando temi femministi. Per queste donne il tamburello diventa un scusa per un incontro personale e collettivo e per connettersi con il loro lato femminile.

Photo credit: Fer Alcalá and Mirahaciaatrás

Las pandereteras: Il murale dei Colectivo Licuado a Oviedo

Il Parees Festival di Oviedo in Spagna promuove murales contestualizzati, partecipativi e strettamente legati alla comunità. Alla base del progetto c’è infatti la volontà di intervenire nello spazio pubblico in modo sensato istaurando un rapporto tra comunità e artista. Questi ultimi sono accompagnati da mediatori locali che facilitano gli incontri con persone ed entità significative del territorio. In questo modo da una parte gli artisti sviluppano il loro lavoro sulla base di informazioni dettagliate e contatti con la comunità che vive all’interno di uno specifico ambiente, dall’altra la comunità sperimenta in prima persona il processo creativo aiutando l’artista ha svilupparlo.
Il risultato finale è un lavoro collettivo capace di generare dibattito e promuovere il legame tra i cittadini e il quartiere in cui vivono trasformando l’artista in un agente del cambiamento.

Ad inaugurare il festival la pittura realizzata dal duo uruguagio Colectivo Licuado, i due artisti hanno dipinto un nuovo murale incentrato sulla rivendicazione delle donne.
Gli artisti hanno avuto l’opportunità di incontrare un grande gruppo di donne che si incontrano per suonare il tamburello e che con le loro canzoni salvano la lingua asturiana affrontando temi femministi. Per queste donne il tamburello diventa un scusa per un incontro personale e collettivo e per connettersi con il loro lato femminile.

Photo credit: Fer Alcalá and Mirahaciaatrás