fbpx
GORGO

Clemens Behr “Small Works” at Mini Galerie (Recap)

Con Clemens Behr, prosegue la bella programmazione della Mini Galerie di Amsterdam, aperta infatti lo scorso 21 Febbraio andiamo a dare un occhiata a “Small Works”, ultima fatica del grande artista Tedesco nonché primo show assoluto in Olanda.
Dopo Samples and Variations aperta lo scorso Ottobre presso gli spazi della UnderDogs Gallery di Lisbona, Clements Behr torna quindi con una nuovo percorso espositivo portando in dote tutta la sua particolare ricerca astratta. Come ribadito più volte le radici dell’attuale sviluppo artistico dell’interprete vanno imputate al lavoro in strada come writer ed al personale interesse verso il design, la scultura e la culture skate in genere. Attraverso questi differenti emisferi, le produzioni firmate dall’autore tedesco vanno a sviluppare una indagine autoriale, un indagine sulle differenti sfaccettature dell’architettura urbana e le sue varie declinazioni. A caratterizzare le opere troviamo la cosciente volontà di sperimentare soluzioni e soprattutto medium e materiali differenti. Dal legno, alla carta passando per i materiali da costruzione, Behr gioca con questi differenti elementi andando a sviluppare intrecci di forme e figure geometriche, articolando piano dimensionali e scandendo gli stessi attraverso una forte percettività.
Le opere subiscono un percorso di decostruzione e costruzione in funzione delle percezioni e degli stimoli che attraversano l’interprete durante le fasi di lavoro, di ciò che l’artista ha di fronte, entrando quindi a contatto con il paesaggio ed il panorama circostante per mezzo di una personale riflessione. Questi interventi sono intrise di una forte sintomo tridimensionale e bidimensionale, giocano con l’equilibrio intrinseco della forma e della loro stessa sostanza, impulsi che di conseguenza investono lo spettatore attraverso lo sviluppo di veri e propri collage, alimentati da colori e materiali eterogenei, producendo sensazioni e percezioni di volta in volta nuove ed inaspettate.
Raccogliendo appieno tutto la personale esperienza artistica, Clemens Behr piomba all’interno degli spazi della bella galleria di Amsterdam portando in dote un nuovo e caratteristico corpo di lavoro. L’idea alla base di “Small Works”, come suggerisce il titolo stesso dell’esibizione, è quella di proiettare gli interventi tipici di Behr attraverso una dimensione ridotta in opposizione ai suoi dipinti ed alle sue sculture monumentali. Partendo quindi da quelli che sono gli impulsi tipici del proprio operato, il Tedesco va confrontarsi con una dinamica dimensionale totalmente differente, attraverso concetti e tecniche proprie, l’autore si confronta con la difficoltà nell’inserire dettagli in opere così ridotte, così come la costante lotta con la gravità e l’equilibrio viene affrontata in modo differente.
Null’altro da aggiungere, se vi trovate in zona vi ricordiamo che avete l’opportunità di andare a dare un occhiata allo show fino al prossimo 28 Marzo, nel frattempo noi vi lasciamo ad una bella ed intensa serie di scatti, dateci un occhiata, è tutto dopo il salto!

The Mini Galerie proudly presents Small Works, the very first exhibition by Clemens Behr in The Netherlands.

The Mini Galerie formed the point of departure for Small Works. Exclusively for this exhibition Behr developed a new body of small-scaled works in opposition to his monumental paintings and sculptures. By taking on a new approach to size he challenges previous concepts and techniques. Consequently shifting his focus from battling the laws of gravity towards fighting the devil that hides in the details.

Mini Galerie
Kinkerstraat 12A
1053 DT Amsterdam

Thanks to The Gallery for The Pics

Clemens Behr “Small Works” at Mini Galerie (Recap)

Con Clemens Behr, prosegue la bella programmazione della Mini Galerie di Amsterdam, aperta infatti lo scorso 21 Febbraio andiamo a dare un occhiata a “Small Works”, ultima fatica del grande artista Tedesco nonché primo show assoluto in Olanda.
Dopo Samples and Variations aperta lo scorso Ottobre presso gli spazi della UnderDogs Gallery di Lisbona, Clements Behr torna quindi con una nuovo percorso espositivo portando in dote tutta la sua particolare ricerca astratta. Come ribadito più volte le radici dell’attuale sviluppo artistico dell’interprete vanno imputate al lavoro in strada come writer ed al personale interesse verso il design, la scultura e la culture skate in genere. Attraverso questi differenti emisferi, le produzioni firmate dall’autore tedesco vanno a sviluppare una indagine autoriale, un indagine sulle differenti sfaccettature dell’architettura urbana e le sue varie declinazioni. A caratterizzare le opere troviamo la cosciente volontà di sperimentare soluzioni e soprattutto medium e materiali differenti. Dal legno, alla carta passando per i materiali da costruzione, Behr gioca con questi differenti elementi andando a sviluppare intrecci di forme e figure geometriche, articolando piano dimensionali e scandendo gli stessi attraverso una forte percettività.
Le opere subiscono un percorso di decostruzione e costruzione in funzione delle percezioni e degli stimoli che attraversano l’interprete durante le fasi di lavoro, di ciò che l’artista ha di fronte, entrando quindi a contatto con il paesaggio ed il panorama circostante per mezzo di una personale riflessione. Questi interventi sono intrise di una forte sintomo tridimensionale e bidimensionale, giocano con l’equilibrio intrinseco della forma e della loro stessa sostanza, impulsi che di conseguenza investono lo spettatore attraverso lo sviluppo di veri e propri collage, alimentati da colori e materiali eterogenei, producendo sensazioni e percezioni di volta in volta nuove ed inaspettate.
Raccogliendo appieno tutto la personale esperienza artistica, Clemens Behr piomba all’interno degli spazi della bella galleria di Amsterdam portando in dote un nuovo e caratteristico corpo di lavoro. L’idea alla base di “Small Works”, come suggerisce il titolo stesso dell’esibizione, è quella di proiettare gli interventi tipici di Behr attraverso una dimensione ridotta in opposizione ai suoi dipinti ed alle sue sculture monumentali. Partendo quindi da quelli che sono gli impulsi tipici del proprio operato, il Tedesco va confrontarsi con una dinamica dimensionale totalmente differente, attraverso concetti e tecniche proprie, l’autore si confronta con la difficoltà nell’inserire dettagli in opere così ridotte, così come la costante lotta con la gravità e l’equilibrio viene affrontata in modo differente.
Null’altro da aggiungere, se vi trovate in zona vi ricordiamo che avete l’opportunità di andare a dare un occhiata allo show fino al prossimo 28 Marzo, nel frattempo noi vi lasciamo ad una bella ed intensa serie di scatti, dateci un occhiata, è tutto dopo il salto!

The Mini Galerie proudly presents Small Works, the very first exhibition by Clemens Behr in The Netherlands.

The Mini Galerie formed the point of departure for Small Works. Exclusively for this exhibition Behr developed a new body of small-scaled works in opposition to his monumental paintings and sculptures. By taking on a new approach to size he challenges previous concepts and techniques. Consequently shifting his focus from battling the laws of gravity towards fighting the devil that hides in the details.

Mini Galerie
Kinkerstraat 12A
1053 DT Amsterdam

Thanks to The Gallery for The Pics