fbpx
GORGO

CHEAP Festival 2016 – Call for Artists

In programma dall’1 all’8 maggio 2016, la quarta edizione di CHEAP Street Poster Art Festival riproporrà la consueta struttura di base interpolata su due direttrici parallele, che hanno come comune denominatore l’utilizzo del supporto carta e la collocazione nello spazio urbano. Da un lato, verranno infatti realizzati interventi site specific su grandi superfici murarie ad opera di un ristretto gruppo di street artist invitati dall’organizzazione del Festival; dall’altro verranno affissi sulle tabelle affissive in disuso del centro storico – concesse a CHEAP dal Comune di Bologna – i poster selezionati tra tutti quelli che perverranno attraverso lo strumento della Call for Artist.

Per il terzo anno consecutivo Cheap ha deciso di tematizzare la Open Call, invitando street artist, illustratori fotografi e grafici a cimentarsi con il linguaggio del poster a partire da una suggestione di base: il tema del “limite”.

Open Call 2016: il limite
Quest’anno Cheap vuole provare a raccontare per immagini il tema del “limite”, inteso non solo come confine geografico tra stati territoriali, ma anche come livello massimo al di sopra e al di sotto del quale si praticano azioni, si vivono emozioni, si innalzano ostacoli e si costruiscono possibilità di cambiamento.
Parlare di limite premette un concetto di misura, che nell’aritmetica del progetto di Cheap on Board coincide di fatto con la cornice di ogni singola bacheca su cui viene installato il lavoro di un artista selezionato tramite la Open Call e con il significato variabile che acquisisce il singolo poster quando è inserito in una cornice comune.
Il limite è quindi inteso da Cheap come il margine oltre il quale la fantasia trova respiro, in una narrazione collettiva sui flussi migratori e sui mutamenti culturali, politici ed emozionali che innescano nelle nostre società.
Il tema della Call di quest’anno vuole attivare due movimenti, cognitivi ed esperienziali: da un lato il ripudio del confine come linea divisoria tra popolazioni; dall’altro considerare il limite come punto strategico di osservazione per individuare nessi inattesi, seguire piste improbabili, giungere a immaginare nuove forme di socialità e convivenza multi culturale.
Davanti a una sequenza di spazi espositivi statici e definiti, ci auguriamo che ogni sconfinamento inneschi una rete di possibilità espressive e relazionali.

Requisiti per la partecipazione
La call è aperta a tutti coloro che vogliano proporre progetti di poster art. La partecipazione, gratuita, può avvenire singolarmente o in gruppo; i collettivi verranno comunque considerati come persone singole.

Modalità di partecipazione e termini di consegna
Ciascun candidato o gruppo può partecipare proponendo da uno a tre progetti, che devono pervenire all’organizzazione del Festival entro e non oltre le 24.00 (ora italiana) dell’11 aprile 2016. I lavori devono essere inseriti – insieme al compilato e firmato,scaricabile dal sito – in una cartella nominata con il nome del singolo artista o del collettivo. I file posso essere inviati a artisti@cheapfestival.it con una semplice email o attraverso un programma di file sharing.

Specifiche tecniche dei progetti
I poster, che devono essere tassativamente in bianco e nero (tutta la scala di grigi compresa), possono essere realizzati con le seguenti tecniche: grafica vettoriale, illustrazione, fotografia. Ciascun partecipante può inviare da 1 a 3 poster (opere). I poster devono essere tassativamente in bianco e nero (tutta la scala di grigi compresa).Ciascun file deve pervenire in formato .pdf o .jpg. Le dimensioni del formato devono essere tassativamente 70×100 cm (verticale) oppure 100×70 cm (orizzontale). La risoluzione del file 300 dpi. Ciascun file deve essere nominato come da esempio: numero immagine, nome artista, misura.
01_mario_rossi_70x100 (nel caso il formato sia in verticale)
01_mario_rossi_100x70 (nel caso il formato sia in orizzontale)
È richiesto a tutti i partecipanti l’inserimento del logo di “cheap on board” in ogni poster inviato. Sul sito sarà possibile scaricare una cartella che contiene oltre al modulo d’adesione, il logo “cheap on board” e due file di esempio per il posizionamento del logo all’interno del poster.

Selezione
Lo staff di CHEAP si riserva il diritto di selezionare i lavori caratterizzati da originalità e spiccate caratteristiche estetiche e comunicative.

Esclusione
I progetti verranno esclusi se perverranno oltre i termini di consegna e/o se non saranno conformi alle specifiche tecniche richieste.

Progetti selezionati
I progetti selezionati saranno resi noti entro 15 giorni dal termine di chiusura dell’open call, attraverso la pubblicazione del nome dell’autore in un’apposita sezione del sito www.cheapfestival.it.

Utilizzo dei progetti selezionati
I progetti selezionati verranno stampati a spese dell’organizzazione del Festival e affissi in alcune aree urbane della città di Bologna durante i giorni di svolgimento del Festival stesso.

Diritti
Gli autori dei singoli progetti sono gli esclusivi titolari dei relativi diritti di proprietà delle opere, della cui originalità si fanno garanti. Partecipando alla open call, gli autori accettano inoltre implicitamente le regole della call stessa, ossia l’esposizione temporanea delle opere all’interno degli spazi urbani e l’utilizzo delle stesse da parte dell’organizzazione per la promozione delle attività non commerciali dell’associazione CHEAP.

CHEAP Festival 2016 – Call for Artists

In programma dall’1 all’8 maggio 2016, la quarta edizione di CHEAP Street Poster Art Festival riproporrà la consueta struttura di base interpolata su due direttrici parallele, che hanno come comune denominatore l’utilizzo del supporto carta e la collocazione nello spazio urbano. Da un lato, verranno infatti realizzati interventi site specific su grandi superfici murarie ad opera di un ristretto gruppo di street artist invitati dall’organizzazione del Festival; dall’altro verranno affissi sulle tabelle affissive in disuso del centro storico – concesse a CHEAP dal Comune di Bologna – i poster selezionati tra tutti quelli che perverranno attraverso lo strumento della Call for Artist.

Per il terzo anno consecutivo Cheap ha deciso di tematizzare la Open Call, invitando street artist, illustratori fotografi e grafici a cimentarsi con il linguaggio del poster a partire da una suggestione di base: il tema del “limite”.

Open Call 2016: il limite
Quest’anno Cheap vuole provare a raccontare per immagini il tema del “limite”, inteso non solo come confine geografico tra stati territoriali, ma anche come livello massimo al di sopra e al di sotto del quale si praticano azioni, si vivono emozioni, si innalzano ostacoli e si costruiscono possibilità di cambiamento.
Parlare di limite premette un concetto di misura, che nell’aritmetica del progetto di Cheap on Board coincide di fatto con la cornice di ogni singola bacheca su cui viene installato il lavoro di un artista selezionato tramite la Open Call e con il significato variabile che acquisisce il singolo poster quando è inserito in una cornice comune.
Il limite è quindi inteso da Cheap come il margine oltre il quale la fantasia trova respiro, in una narrazione collettiva sui flussi migratori e sui mutamenti culturali, politici ed emozionali che innescano nelle nostre società.
Il tema della Call di quest’anno vuole attivare due movimenti, cognitivi ed esperienziali: da un lato il ripudio del confine come linea divisoria tra popolazioni; dall’altro considerare il limite come punto strategico di osservazione per individuare nessi inattesi, seguire piste improbabili, giungere a immaginare nuove forme di socialità e convivenza multi culturale.
Davanti a una sequenza di spazi espositivi statici e definiti, ci auguriamo che ogni sconfinamento inneschi una rete di possibilità espressive e relazionali.

Requisiti per la partecipazione
La call è aperta a tutti coloro che vogliano proporre progetti di poster art. La partecipazione, gratuita, può avvenire singolarmente o in gruppo; i collettivi verranno comunque considerati come persone singole.

Modalità di partecipazione e termini di consegna
Ciascun candidato o gruppo può partecipare proponendo da uno a tre progetti, che devono pervenire all’organizzazione del Festival entro e non oltre le 24.00 (ora italiana) dell’11 aprile 2016. I lavori devono essere inseriti – insieme al compilato e firmato,scaricabile dal sito – in una cartella nominata con il nome del singolo artista o del collettivo. I file posso essere inviati a artisti@cheapfestival.it con una semplice email o attraverso un programma di file sharing.

Specifiche tecniche dei progetti
I poster, che devono essere tassativamente in bianco e nero (tutta la scala di grigi compresa), possono essere realizzati con le seguenti tecniche: grafica vettoriale, illustrazione, fotografia. Ciascun partecipante può inviare da 1 a 3 poster (opere). I poster devono essere tassativamente in bianco e nero (tutta la scala di grigi compresa).Ciascun file deve pervenire in formato .pdf o .jpg. Le dimensioni del formato devono essere tassativamente 70×100 cm (verticale) oppure 100×70 cm (orizzontale). La risoluzione del file 300 dpi. Ciascun file deve essere nominato come da esempio: numero immagine, nome artista, misura.
01_mario_rossi_70x100 (nel caso il formato sia in verticale)
01_mario_rossi_100x70 (nel caso il formato sia in orizzontale)
È richiesto a tutti i partecipanti l’inserimento del logo di “cheap on board” in ogni poster inviato. Sul sito sarà possibile scaricare una cartella che contiene oltre al modulo d’adesione, il logo “cheap on board” e due file di esempio per il posizionamento del logo all’interno del poster.

Selezione
Lo staff di CHEAP si riserva il diritto di selezionare i lavori caratterizzati da originalità e spiccate caratteristiche estetiche e comunicative.

Esclusione
I progetti verranno esclusi se perverranno oltre i termini di consegna e/o se non saranno conformi alle specifiche tecniche richieste.

Progetti selezionati
I progetti selezionati saranno resi noti entro 15 giorni dal termine di chiusura dell’open call, attraverso la pubblicazione del nome dell’autore in un’apposita sezione del sito www.cheapfestival.it.

Utilizzo dei progetti selezionati
I progetti selezionati verranno stampati a spese dell’organizzazione del Festival e affissi in alcune aree urbane della città di Bologna durante i giorni di svolgimento del Festival stesso.

Diritti
Gli autori dei singoli progetti sono gli esclusivi titolari dei relativi diritti di proprietà delle opere, della cui originalità si fanno garanti. Partecipando alla open call, gli autori accettano inoltre implicitamente le regole della call stessa, ossia l’esposizione temporanea delle opere all’interno degli spazi urbani e l’utilizzo delle stesse da parte dell’organizzazione per la promozione delle attività non commerciali dell’associazione CHEAP.