fbpx
GORGO

Chazme – New Mural in Washington DC

Da poco conclusa anche la parete dipinta da Chazme a Washington DC in occasione dei lavori per il District Walls curato da ArtWhino.
Stiamo seguendo con interesse gli sviluppi del bel progetto Statunitense che sta ospitando alcuni dei nomi più interessanti della scena Europea. Tra questi anche Chazme che, al confronto con questo grande spazio, si esalta proponendo una delle sue iconiche pitture.
Nelle sue produzioni Chazme porta avanti una personale riflessione sullo spazio urbano, sulla città e sullo sviluppo costante e dinamico di quest’ultima, ed indirettamente, gli effetti di essa sull’uomo moderno e sulla sua qutodianità. Quest’ultimo non è infatti presente fisicamente, si tratta di un vuoto colmato dallo stesso spettatore che, in un certo senso, diviene parte attiva dell’intervento.
Partendo da ciò, il grande autore Polacco riflette sulla città, ponendo lo spazio cittadino come vivo, con le aree metropolitane che divengono veri e propri organismi, in costante trasformazione grazie ai progetti di panificazione urbana, per certi versi fuori controllo. Al tempo stesso nelle visioni dell’interprete, c’è senso di spazio chiuso, quasi di soffocamento, laddove gli elementi e le forme vengono sviluppati attraverso enormi monoliti, freddi ed asettici, atti proprio ad impattare le corde più sensibili di chi osserva.
Per il progetto Statunitense Chazme presenta “Concrete Contrasts”. L’opera è caratterizzata da una palette cromatica basata che si rifà, con toni certamente più cupi, a quelli della bandiera degli USA.
Null’altro da aggiungere, ad accompagnare le nostre parole una bella e ricca serie di scatti con tutti dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata siamo certi che non mancherete di apprezzare e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sulla rassegna.

Thanks to The Artist for The Pics

Chazme – New Mural in Washington DC

Da poco conclusa anche la parete dipinta da Chazme a Washington DC in occasione dei lavori per il District Walls curato da ArtWhino.
Stiamo seguendo con interesse gli sviluppi del bel progetto Statunitense che sta ospitando alcuni dei nomi più interessanti della scena Europea. Tra questi anche Chazme che, al confronto con questo grande spazio, si esalta proponendo una delle sue iconiche pitture.
Nelle sue produzioni Chazme porta avanti una personale riflessione sullo spazio urbano, sulla città e sullo sviluppo costante e dinamico di quest’ultima, ed indirettamente, gli effetti di essa sull’uomo moderno e sulla sua qutodianità. Quest’ultimo non è infatti presente fisicamente, si tratta di un vuoto colmato dallo stesso spettatore che, in un certo senso, diviene parte attiva dell’intervento.
Partendo da ciò, il grande autore Polacco riflette sulla città, ponendo lo spazio cittadino come vivo, con le aree metropolitane che divengono veri e propri organismi, in costante trasformazione grazie ai progetti di panificazione urbana, per certi versi fuori controllo. Al tempo stesso nelle visioni dell’interprete, c’è senso di spazio chiuso, quasi di soffocamento, laddove gli elementi e le forme vengono sviluppati attraverso enormi monoliti, freddi ed asettici, atti proprio ad impattare le corde più sensibili di chi osserva.
Per il progetto Statunitense Chazme presenta “Concrete Contrasts”. L’opera è caratterizzata da una palette cromatica basata che si rifà, con toni certamente più cupi, a quelli della bandiera degli USA.
Null’altro da aggiungere, ad accompagnare le nostre parole una bella e ricca serie di scatti con tutti dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata siamo certi che non mancherete di apprezzare e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sulla rassegna.

Thanks to The Artist for The Pics