fbpx
GORGO

Chazme for Memorie Urbane 2017

Al lavoro per le strade di Formia per il Memorie Urbane Festival, Chazme ha da poco terminato di dipingere questa grande pittura.
I più attenti ricorderanno come l’artista Polacco già avuto modo di partecipare al festival lo scorso con uno splendido intervento congiunto in compagnia di Sepe (Covered), peraltro tra i nostri preferiti. Questo suo ritorno coincide con un opera in solitaria, caratterizzata da un spiccata interazione con le peculiarità architettoniche dello spazio a disposizione.
La ricerca di Chazme risulta legata ad una personale riflessione sulla città e sullo spazio urbano. L’habitat cittadino, il suo costante e dinamico sviluppo, vengono sintetizzati da forme e volumi monolitici, asettici nell’aspetto e capaci di cambiare in modo totale la percezione di uno specifico spazio. Le composizioni astratte dell’artista suggeriscono una sensazione di spazio chiuso, un senso di soffocamento dove l’essere umano non è presente, è un assenza colmata da chi osserva che diviene in questo modo parte attiva dell’opera e non solo semplice fruitore.
“Silence in EUR”, questo il titolo di quest’ultima fatica, rappresenta la perfetta sintesi della ricerca dell’autore Polacco. Chazme dà forma ad una intensa combinazione di forme ed elementi differenti, come architetture, finestre e volumi, capaci di cambiare in modo totalizzante non solo l’aspetto dell’intera struttura ma la sua stessa percezione, aprendo a nuove ed inaspettate percorsi sensoriali.
Scrollate giù, ad attendervi dopo il salto una lunga e ricca galleria di scatti con tutti i dettagli e le fasi del making of di quest’ultima fatica. Dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti dal festivl e sul lavoro dell’artista.

Thanks to The Festival for The Pics
Pics by Flavia Fiengo

Chazme for Memorie Urbane 2017

Al lavoro per le strade di Formia per il Memorie Urbane Festival, Chazme ha da poco terminato di dipingere questa grande pittura.
I più attenti ricorderanno come l’artista Polacco già avuto modo di partecipare al festival lo scorso con uno splendido intervento congiunto in compagnia di Sepe (Covered), peraltro tra i nostri preferiti. Questo suo ritorno coincide con un opera in solitaria, caratterizzata da un spiccata interazione con le peculiarità architettoniche dello spazio a disposizione.
La ricerca di Chazme risulta legata ad una personale riflessione sulla città e sullo spazio urbano. L’habitat cittadino, il suo costante e dinamico sviluppo, vengono sintetizzati da forme e volumi monolitici, asettici nell’aspetto e capaci di cambiare in modo totale la percezione di uno specifico spazio. Le composizioni astratte dell’artista suggeriscono una sensazione di spazio chiuso, un senso di soffocamento dove l’essere umano non è presente, è un assenza colmata da chi osserva che diviene in questo modo parte attiva dell’opera e non solo semplice fruitore.
“Silence in EUR”, questo il titolo di quest’ultima fatica, rappresenta la perfetta sintesi della ricerca dell’autore Polacco. Chazme dà forma ad una intensa combinazione di forme ed elementi differenti, come architetture, finestre e volumi, capaci di cambiare in modo totalizzante non solo l’aspetto dell’intera struttura ma la sua stessa percezione, aprendo a nuove ed inaspettate percorsi sensoriali.
Scrollate giù, ad attendervi dopo il salto una lunga e ricca galleria di scatti con tutti i dettagli e le fasi del making of di quest’ultima fatica. Dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti dal festivl e sul lavoro dell’artista.

Thanks to The Festival for The Pics
Pics by Flavia Fiengo