GORGO

CANEMORTO – A Series of New Pieces near Milano

Dopo qualche settimana di silenzio, per aprire nel migliore dei modi il nuovo anno anche i CANEMORTO si sono da subito messi al lavoro, il collettivo tutto italiano ha infatti da poco terminato una serie di nuovi interventi nei pressi di Milano, volti squarciati, pittura fortemente istintiva ancora una volta a segnarne l’operato.
Proseguendo sul personale e particolare percorso, i CANEMORTO continuano a tracciare una personale e peculiare visione umana, i soggetti risultano vibranti, decisi, le pennellate si fanno rapide e scalfiscono lo spazio attraverso una pittura veloce, fortemente radicata nell’istinto stesso degli artisti. Emerge così ancora una volta tutto il carattere fortemente emotivo del lavoro degli interpreti, gli stessi danno l’impressione di volersi concentrare su profondità tematica impegnandosi senza filtri a liberare il personale immaginario atto a rappresentare con quanta più crudezza un lato nuovo ed in parte inesplorato dell’animo umano. Ci si ritrova così a confrontarsi con immagini distorte, sporche e cupe, figlie di una malinconia interiore che abbraccia la realtà della fisionomia, i corpi si trasformano in tessuti raggrinziti, gli sguardi si perdono tra i solchi profondi delle difficoltà della vita apparendo in una chiara e disinibita rappresentazione in totale opposizione con l’immagine collettiva della donna e dell’uomo perfetto, è forse questa la peculiarità maggiore del lavoro dei CANEMORTO una cosciente esposizione della natura umana esattamente per quello che è, figlia dei tempi e delle difficoltà che ne stanno segnando la vita di tutti i giorni, muovendosi in una direzione totalmente opposta dal sogno di bellezza e perfezione fisionomica con i quali siamo bombardati costantemente, il tutto raccolto in una metodologia che esalta l’istinto, ed in particolare la velocità di lavoro, utilizzando lo stesso mezzo del bombardamento ma attraverso un approccio inverso ed impattante. In questo senso è sintomatica la scelta di lavorare, in un uno di questi ultimi tre interventi su un cartellone pubblicitario ribaltando ancora una volta con maggiore efficacia e convinzione tutti la visione ed il dictat con i quali siamo soliti imbatterci, aprendo nuove strade e mettendoci più che mai di fronte ad un ipotetico specchio.
Dopo il salto vi lascia ad una bella selezione di scatti con tutti i dettagli di questa nuova infornata di lavori, dateci un occhiata siamo certi infatti che non mancherete di apprezzare tutto il particolare stile del collettivo italiano.

Thanks to The Artists for The Pics

CANEMORTO – A Series of New Pieces near Milano

Dopo qualche settimana di silenzio, per aprire nel migliore dei modi il nuovo anno anche i CANEMORTO si sono da subito messi al lavoro, il collettivo tutto italiano ha infatti da poco terminato una serie di nuovi interventi nei pressi di Milano, volti squarciati, pittura fortemente istintiva ancora una volta a segnarne l’operato.
Proseguendo sul personale e particolare percorso, i CANEMORTO continuano a tracciare una personale e peculiare visione umana, i soggetti risultano vibranti, decisi, le pennellate si fanno rapide e scalfiscono lo spazio attraverso una pittura veloce, fortemente radicata nell’istinto stesso degli artisti. Emerge così ancora una volta tutto il carattere fortemente emotivo del lavoro degli interpreti, gli stessi danno l’impressione di volersi concentrare su profondità tematica impegnandosi senza filtri a liberare il personale immaginario atto a rappresentare con quanta più crudezza un lato nuovo ed in parte inesplorato dell’animo umano. Ci si ritrova così a confrontarsi con immagini distorte, sporche e cupe, figlie di una malinconia interiore che abbraccia la realtà della fisionomia, i corpi si trasformano in tessuti raggrinziti, gli sguardi si perdono tra i solchi profondi delle difficoltà della vita apparendo in una chiara e disinibita rappresentazione in totale opposizione con l’immagine collettiva della donna e dell’uomo perfetto, è forse questa la peculiarità maggiore del lavoro dei CANEMORTO una cosciente esposizione della natura umana esattamente per quello che è, figlia dei tempi e delle difficoltà che ne stanno segnando la vita di tutti i giorni, muovendosi in una direzione totalmente opposta dal sogno di bellezza e perfezione fisionomica con i quali siamo bombardati costantemente, il tutto raccolto in una metodologia che esalta l’istinto, ed in particolare la velocità di lavoro, utilizzando lo stesso mezzo del bombardamento ma attraverso un approccio inverso ed impattante. In questo senso è sintomatica la scelta di lavorare, in un uno di questi ultimi tre interventi su un cartellone pubblicitario ribaltando ancora una volta con maggiore efficacia e convinzione tutti la visione ed il dictat con i quali siamo soliti imbatterci, aprendo nuove strade e mettendoci più che mai di fronte ad un ipotetico specchio.
Dopo il salto vi lascia ad una bella selezione di scatti con tutti i dettagli di questa nuova infornata di lavori, dateci un occhiata siamo certi infatti che non mancherete di apprezzare tutto il particolare stile del collettivo italiano.

Thanks to The Artists for The Pics