fbpx
GORGO

Buscando la verdad: Il murale di Jade Rivera a Santiago del Cile

Barrio Arte è un progetto di arte pubblica a Santiago del Cile promosso da una serie di istituzioni pubbliche come il museo delle Belle Arti, il museo d’Arte Contemporáneo MAC, il museo Artes visuales MAVI e la Galleria di arte Pubblica LIRA con il sostegno di Tuborg. Il progetto prevede la realizzazione di 6 murales su grande scala nel quartiere Bohemio a Santiago del Cile.
Jade Rivera è stato invitato a prendere parte al progetto per il quale ha realizzato un nuovo murale dal titolo “Buscando la verdad”. L’artista Peruviano a distanza di 10 anni torna in Cile dipingendo un opera caratterizzata dalla peculiare poetica pittorica.
Nelle sue opere Jade Rivera si concentra sulla rappresentazione di situazioni della vita quotidiana attraverso un immaginario che abbraccia le emozioni e la spiritualità dell’essere umano. Egli utilizza la strada anzitutto come strumento di comunicazione, stimolando riflessioni oppure sollevando domande sull’esistenza e sulla vita in generale.
Per chi si trovasse in zona, l’opera può essere vista su Merced 390 a Santiago del Cile.

Photo Credit: The Artist

Buscando la verdad: Il murale di Jade Rivera a Santiago del Cile

Barrio Arte è un progetto di arte pubblica a Santiago del Cile promosso da una serie di istituzioni pubbliche come il museo delle Belle Arti, il museo d’Arte Contemporáneo MAC, il museo Artes visuales MAVI e la Galleria di arte Pubblica LIRA con il sostegno di Tuborg. Il progetto prevede la realizzazione di 6 murales su grande scala nel quartiere Bohemio a Santiago del Cile.
Jade Rivera è stato invitato a prendere parte al progetto per il quale ha realizzato un nuovo murale dal titolo “Buscando la verdad”. L’artista Peruviano a distanza di 10 anni torna in Cile dipingendo un opera caratterizzata dalla peculiare poetica pittorica.
Nelle sue opere Jade Rivera si concentra sulla rappresentazione di situazioni della vita quotidiana attraverso un immaginario che abbraccia le emozioni e la spiritualità dell’essere umano. Egli utilizza la strada anzitutto come strumento di comunicazione, stimolando riflessioni oppure sollevando domande sull’esistenza e sulla vita in generale.
Per chi si trovasse in zona, l’opera può essere vista su Merced 390 a Santiago del Cile.

Photo Credit: The Artist