GORGO

Broken Fingaz – New Piece in Shikmona Beach, Haifa

Nuovo aggiornamento per i Broken Fingaz, il collettivo Israeliano ha da poco terminato un nuovo intervento nei pressi di Shikmona Beach ad Haifa.

Dopo il recente exploit inglese (Covered), i Broken Fingaz tornano quindi in patria per un nuovo ‘quick piece’ che ancora una volta eredita tutto il particolare immaginario che da sempre ne contraddistingue le produzioni in strada.

L’operato dei Broken Fingaz destabilizza, i ragazzi di Tel Avid sono riusciti a sviluppare un personalissimo stile andando a miscelare elementi differenti all’interno di una trama ricca di stimoli visivi e tematici. L’idea del quartetto è quella di esagerare, sia dal punto di vista visivo che tematico, attraverso un collage di immagini, sequenze, figure, simboli ed elementi eterogenei. Insieme questi sviluppano un corposo Meltin pot che capace di raccogliere nei temi, nei colori e nei differenti approcci, tutta la passione e le differenti influenze che caratterizzano gli autori.

Dallo stile che richiama elementi pop, alla fortissima inflessione horror, ma sopratutto i controversi contenuti a carattere sessuale, le visioni degli interpreti commutano il trash, la disinibizione più totale attraverso costanti richiami allo splatter ed al pop, riferimenti velati, lettering, colori forti ed acidi.

Osservando i lavori emerge quindi una sorta di vera e propria esplosione visiva che raccoglie in unica trama spunti diversi dando vita ad un tratto fortemente personale attraverso il quale i Broken Fingaz realizzano le iconiche situazioni e riferimenti sempre sopra le righe .

In attesa di scoprire aggiornamenti più sostanziosi, vi lasciamo agli scatti in calce al nostro testo, dateci un occhiata siamo certi che non mancherete di apprezzare.

Pics by The Artists

Broken Fingaz – New Piece in Shikmona Beach, Haifa

Nuovo aggiornamento per i Broken Fingaz, il collettivo Israeliano ha da poco terminato un nuovo intervento nei pressi di Shikmona Beach ad Haifa.

Dopo il recente exploit inglese (Covered), i Broken Fingaz tornano quindi in patria per un nuovo ‘quick piece’ che ancora una volta eredita tutto il particolare immaginario che da sempre ne contraddistingue le produzioni in strada.

L’operato dei Broken Fingaz destabilizza, i ragazzi di Tel Avid sono riusciti a sviluppare un personalissimo stile andando a miscelare elementi differenti all’interno di una trama ricca di stimoli visivi e tematici. L’idea del quartetto è quella di esagerare, sia dal punto di vista visivo che tematico, attraverso un collage di immagini, sequenze, figure, simboli ed elementi eterogenei. Insieme questi sviluppano un corposo Meltin pot che capace di raccogliere nei temi, nei colori e nei differenti approcci, tutta la passione e le differenti influenze che caratterizzano gli autori.

Dallo stile che richiama elementi pop, alla fortissima inflessione horror, ma sopratutto i controversi contenuti a carattere sessuale, le visioni degli interpreti commutano il trash, la disinibizione più totale attraverso costanti richiami allo splatter ed al pop, riferimenti velati, lettering, colori forti ed acidi.

Osservando i lavori emerge quindi una sorta di vera e propria esplosione visiva che raccoglie in unica trama spunti diversi dando vita ad un tratto fortemente personale attraverso il quale i Broken Fingaz realizzano le iconiche situazioni e riferimenti sempre sopra le righe .

In attesa di scoprire aggiornamenti più sostanziosi, vi lasciamo agli scatti in calce al nostro testo, dateci un occhiata siamo certi che non mancherete di apprezzare.

Pics by The Artists