GORGO

Broken Fingaz – “All That” New Mural in London

Nei giorni scorsi i Broken Fingaz sono tornati a Londra dove hanno da poco terminato di dipingere questa nuova pittura, caratterizzata da un inedito approccio grafico.

Caratterizzate da un immaginario crudo, folle, legato a temi e visioni splatter, da un impeto grafico vicino al pop, le produzioni dei Broken Fingaz appaiono sempre piuttosto riconoscibili. Il collettivo Israeliano porta avanti un immaginario narrativo zeppo di spunti ed influenze eterogenee, un setting votato all’esagerazione, con contenuti trash, di carattere sessuale, scritte e gli immancabili elementi splatter ad intensificare la visione d’insieme. Questa esplosione di spunti diversi dà vita ad un tratto fortemente illustrativo attraverso il quale gli interpreti danno vita a personaggi, situazioni e composizione sempre sopra le righe. Si tratta di una sorta di follia lucida scandita tra interventi in bianco e nero e da lavori caratterizzati da tinte e tonalità acide, characters dalla pelle viola, corpi nudi, scene di sesso, scheletri, raggi laser che partono dagli occhi, giusto per citare alcuni degli elementi distintivi dell’operato degli interpreti.

Per questa loro ultima uscita i Broken Fingaz si confrontano con lo spazio di questa piccola parete. A caratterizzare l’opera troviamo un approccio pittorico maggiormente libero, con gli elementi ed i personaggi raffigurati privi di outlines, per un impostazione ancora più vicina al mondo illustrato. Ci piace.

Consueta galleria di immagini ad accompagnare le nostre parole, dateci un occhiata e tornate a trovarci, siamo infatti curiosi di scoprire se questa nuovo filone grafico avrà oppure no un proseguo.

Pics by The Artists

Broken Fingaz – “All That” New Mural in London

Nei giorni scorsi i Broken Fingaz sono tornati a Londra dove hanno da poco terminato di dipingere questa nuova pittura, caratterizzata da un inedito approccio grafico.

Caratterizzate da un immaginario crudo, folle, legato a temi e visioni splatter, da un impeto grafico vicino al pop, le produzioni dei Broken Fingaz appaiono sempre piuttosto riconoscibili. Il collettivo Israeliano porta avanti un immaginario narrativo zeppo di spunti ed influenze eterogenee, un setting votato all’esagerazione, con contenuti trash, di carattere sessuale, scritte e gli immancabili elementi splatter ad intensificare la visione d’insieme. Questa esplosione di spunti diversi dà vita ad un tratto fortemente illustrativo attraverso il quale gli interpreti danno vita a personaggi, situazioni e composizione sempre sopra le righe. Si tratta di una sorta di follia lucida scandita tra interventi in bianco e nero e da lavori caratterizzati da tinte e tonalità acide, characters dalla pelle viola, corpi nudi, scene di sesso, scheletri, raggi laser che partono dagli occhi, giusto per citare alcuni degli elementi distintivi dell’operato degli interpreti.

Per questa loro ultima uscita i Broken Fingaz si confrontano con lo spazio di questa piccola parete. A caratterizzare l’opera troviamo un approccio pittorico maggiormente libero, con gli elementi ed i personaggi raffigurati privi di outlines, per un impostazione ancora più vicina al mondo illustrato. Ci piace.

Consueta galleria di immagini ad accompagnare le nostre parole, dateci un occhiata e tornate a trovarci, siamo infatti curiosi di scoprire se questa nuovo filone grafico avrà oppure no un proseguo.

Pics by The Artists