fbpx
GORGO

Brad Downey at Public Art in Horsens, Denmark

Continuiamo molto interessati a seguire gli sviluppi del bel festival Public Art Horsens che si sta svolgendo in questi giorni nell’omonima cittadina danese. Come abbiamo avuto modo di vedere in questi ultimi giorni la rassegna sta proponendo una serie di interessanti lavori sia dal punto di vista prettamente pittorico sia con approcci non convenzionali che si stanno rivelando il vero fiore all’occhiello dell’evento.
A fare la sua comparsa è Brad Downey che si è divertito ad elaborare due nuovi pezzi, continuando con gli stessi a portare avanti il proprio personalissimo approccio urbano attraverso interessanti opere concettuali. Ebbene si, non si tratta questa volta di osservare l’abilità pittorica dell’artista, Brad Downey lavora con quello che vede e sente, si riappropria della strada e lo fa letteralmente staccando intere porzioni del manto stradale e scambiandole tra loro, creando così una vera e propria frattura visibile allo sguardo e che fa sorgere una serie di punti interrogativi a chi ci si trova di fronte. L’altro lavoro è decisamente più criptico è vede l’artista cimentarsi con una serie di pesantissime sfere in cemento che formano in aria un ipotetica fila galleggiante come nei vecchi videogame ad 8-bit.
Trovate tutti i dettagli di queste due nuove realizzazioni nella galleria dopo il salto, dateci un occhiata e restate qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro di Brad Downey.

Pics by Hernik Haven

Brad Downey at Public Art in Horsens, Denmark

Continuiamo molto interessati a seguire gli sviluppi del bel festival Public Art Horsens che si sta svolgendo in questi giorni nell’omonima cittadina danese. Come abbiamo avuto modo di vedere in questi ultimi giorni la rassegna sta proponendo una serie di interessanti lavori sia dal punto di vista prettamente pittorico sia con approcci non convenzionali che si stanno rivelando il vero fiore all’occhiello dell’evento.
A fare la sua comparsa è Brad Downey che si è divertito ad elaborare due nuovi pezzi, continuando con gli stessi a portare avanti il proprio personalissimo approccio urbano attraverso interessanti opere concettuali. Ebbene si, non si tratta questa volta di osservare l’abilità pittorica dell’artista, Brad Downey lavora con quello che vede e sente, si riappropria della strada e lo fa letteralmente staccando intere porzioni del manto stradale e scambiandole tra loro, creando così una vera e propria frattura visibile allo sguardo e che fa sorgere una serie di punti interrogativi a chi ci si trova di fronte. L’altro lavoro è decisamente più criptico è vede l’artista cimentarsi con una serie di pesantissime sfere in cemento che formano in aria un ipotetica fila galleggiante come nei vecchi videogame ad 8-bit.
Trovate tutti i dettagli di queste due nuove realizzazioni nella galleria dopo il salto, dateci un occhiata e restate qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro di Brad Downey.

Pics by Hernik Haven