fbpx
GORGO

BR1 – New Pieces in Berlin

In occasione dell’apertura del suo nuovo show, il nostro BR1 si trova a Berlino dove ha realizzato questa nuova serie di interventi.
In questo particolare momento storico, sociale e politico, l’operato di BR1 è senza dubbio attuale. Il confronto con le produzioni dell’artista Italiano passa per la volontà dello stesso di sviluppare una propria ricerca e riflessione sulla diversità e disparità. Raccogliendo l’eredità degli studi personali sulla cultura islamica, affrontando temi impegnati ed importanti come l’immigrazione, il problema dei rifugiati, la disparità dei sessi, il ruolo della donna araba e la loro posizione della società odierna, in quella che presto è divenuta una personale riflessione sulle contraddizioni ed i paradossi che si verificano, all’intersecarsi di culture differenti. La mole di spunti coglie differenti aspetti, l’ipocrisia e la discriminazione della cultura occidentale ed europea, la figura della donna Araba, vero e proprio epicentro delle sue produzioni per molto tempo.
Attraverso la propria sensibilità BR1 inevitabilmente ha dirottato la propria attenzione sulle difficoltà dei rifugiati. In particolare l’interprete si è voluto ‘bagnare’ attraverso le storie difficili di vita di tutti colori che attraversano il mare Mediterraneo in cerca di una nuova possibilità. Si tratta di vicende difficili, capaci però di far emerge uno spirito umano unico, capace di suscitare compassione e spirito di uguaglianza.
La visione dell’artista passa ancora una volta per gli abiti. Se dapprima il velo islamico ha rappresentato il simbolo e l’ideale volano per le riflessione dell’interprete, ecco ora le classiche coperte d’emergenza ha simboleggiare al meglio la vita di queste persone.
Chi attraversa il mare arriva in un nuovo paese con un ‘vestito nuovo’. È una donna, che indossa un insieme di coperte d’emergenza, è riuscita a fuggire dal proprio paese, è sollevata, si sente libera e con un nuovo vestito glamour fatto con l’oro.
Continuando quindi a portare avanti la propria indagine, BR1 propone qui una nuova serie di lavori caratterizzati dall’utilizzo della fotografia. Abituati a confrontarci con disegni saturi e flat, l’autore sceglie qui un setting di maggiore impatto, lavorando e raccogliendo l’eredità di volti, sguardi diretti ed incisivi, ed evolvendo il proprio lavoro verso un approccio certamente più d’impatto. Ci piace.
Molto curiosi di vedere ciò che l’autore ha proposto per la sua “The stranger arrives with a new dress”, nuova esibizione ospitata negli spazi della Open Walls Gallery di Berlino, vi lasciamo alle immagini di questa nuova serie di lavori. Dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo, nei prossimi giorni ad attendervi un corposo recap sullo show proposto dal autore Italiano. Stay tuned.

Thanks to The Artist for The Pics

BR1 – New Pieces in Berlin

In occasione dell’apertura del suo nuovo show, il nostro BR1 si trova a Berlino dove ha realizzato questa nuova serie di interventi.
In questo particolare momento storico, sociale e politico, l’operato di BR1 è senza dubbio attuale. Il confronto con le produzioni dell’artista Italiano passa per la volontà dello stesso di sviluppare una propria ricerca e riflessione sulla diversità e disparità. Raccogliendo l’eredità degli studi personali sulla cultura islamica, affrontando temi impegnati ed importanti come l’immigrazione, il problema dei rifugiati, la disparità dei sessi, il ruolo della donna araba e la loro posizione della società odierna, in quella che presto è divenuta una personale riflessione sulle contraddizioni ed i paradossi che si verificano, all’intersecarsi di culture differenti. La mole di spunti coglie differenti aspetti, l’ipocrisia e la discriminazione della cultura occidentale ed europea, la figura della donna Araba, vero e proprio epicentro delle sue produzioni per molto tempo.
Attraverso la propria sensibilità BR1 inevitabilmente ha dirottato la propria attenzione sulle difficoltà dei rifugiati. In particolare l’interprete si è voluto ‘bagnare’ attraverso le storie difficili di vita di tutti colori che attraversano il mare Mediterraneo in cerca di una nuova possibilità. Si tratta di vicende difficili, capaci però di far emerge uno spirito umano unico, capace di suscitare compassione e spirito di uguaglianza.
La visione dell’artista passa ancora una volta per gli abiti. Se dapprima il velo islamico ha rappresentato il simbolo e l’ideale volano per le riflessione dell’interprete, ecco ora le classiche coperte d’emergenza ha simboleggiare al meglio la vita di queste persone.
Chi attraversa il mare arriva in un nuovo paese con un ‘vestito nuovo’. È una donna, che indossa un insieme di coperte d’emergenza, è riuscita a fuggire dal proprio paese, è sollevata, si sente libera e con un nuovo vestito glamour fatto con l’oro.
Continuando quindi a portare avanti la propria indagine, BR1 propone qui una nuova serie di lavori caratterizzati dall’utilizzo della fotografia. Abituati a confrontarci con disegni saturi e flat, l’autore sceglie qui un setting di maggiore impatto, lavorando e raccogliendo l’eredità di volti, sguardi diretti ed incisivi, ed evolvendo il proprio lavoro verso un approccio certamente più d’impatto. Ci piace.
Molto curiosi di vedere ciò che l’autore ha proposto per la sua “The stranger arrives with a new dress”, nuova esibizione ospitata negli spazi della Open Walls Gallery di Berlino, vi lasciamo alle immagini di questa nuova serie di lavori. Dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo, nei prossimi giorni ad attendervi un corposo recap sullo show proposto dal autore Italiano. Stay tuned.

Thanks to The Artist for The Pics