fbpx
GORGO

Borondo – New Piece in Cotignola, Ravenna Part 2

Dopo la discussa esperienza su alcune balle di fieno di cui vi abbiamo parlato nei giorni scorsi (qui) Borondo fà il bis dipingendo un secondo pezzo, concedendosi questa volta su parete, in quel di Cotignola.
Diversamente dal lavoro precedente Borondo torna a proporre le tonalità e le tematiche che ne hanno decretato il successo, i tratti distintivi figli quindi di una tecnica e di uno stile assolutamente mozzafiato, qui una piccola parete viene presa così d’assalto dal grande artista spagnolo attraverso una nuova rivisitazione dei toni sensibili e profondi che da sempre ne caratterizzano i lavori. Attraverso una serie di caselle colorate, sovrapposte e mano a mano sempre più mescolate tra di loro, Borondo fà emergere due volti, perfettamente in sincronia, il primo si mostra con gli occhi sbarrati e mascelle aperte, l’altro sornione ed impassibile, viceversa. Sono l’ennesimo specchio di un anima stracciata, instabile, tetra e triste, sguardo spento e bocca spalancata, un nuovo monito, una nuova vita interrotta e lì, ad osservarci a ricordarci, ad instaurare un nuovo dialogo diretto e profondo che tocca le viscere dei sentimenti, nei meandri più profondi ed intricati dell’animo di ognuno di noi.

Pics by San

Borondo – New Piece in Cotignola, Ravenna Part 2

Dopo la discussa esperienza su alcune balle di fieno di cui vi abbiamo parlato nei giorni scorsi (qui) Borondo fà il bis dipingendo un secondo pezzo, concedendosi questa volta su parete, in quel di Cotignola.
Diversamente dal lavoro precedente Borondo torna a proporre le tonalità e le tematiche che ne hanno decretato il successo, i tratti distintivi figli quindi di una tecnica e di uno stile assolutamente mozzafiato, qui una piccola parete viene presa così d’assalto dal grande artista spagnolo attraverso una nuova rivisitazione dei toni sensibili e profondi che da sempre ne caratterizzano i lavori. Attraverso una serie di caselle colorate, sovrapposte e mano a mano sempre più mescolate tra di loro, Borondo fà emergere due volti, perfettamente in sincronia, il primo si mostra con gli occhi sbarrati e mascelle aperte, l’altro sornione ed impassibile, viceversa. Sono l’ennesimo specchio di un anima stracciata, instabile, tetra e triste, sguardo spento e bocca spalancata, un nuovo monito, una nuova vita interrotta e lì, ad osservarci a ricordarci, ad instaurare un nuovo dialogo diretto e profondo che tocca le viscere dei sentimenti, nei meandri più profondi ed intricati dell’animo di ognuno di noi.

Pics by San