fbpx
GORGO

Borondo for POW! WOW! Hawaii

Dopo il recente exploit in India (Leggi l’editoriale), Borondo si è spostato ad Honolulu per prendere parte ai lavori della nuova edizione del POW! WOW! Hawaii Festival.
Questa nuova opera prosegue il filone inaugurato dal grande autore Spagnolo proprio in occasione della precedente partecipazione allo St+art Delhi 2016. Lavorando su due distinti spazi adiacenti tra loro, Borondo realizza una nuova e sensibile pittura. Ancora una volta non sono presenti figure umane, quanto piuttosto paesaggi, scenari e location in una nuova contrapposizione che mantiene inalterata la tipica sensibilità poetica che accompagna le produzioni dell’interprete.
Nella parte sinistra Borondo dipinge un corridoio, ponendo nel mezzo la sagoma di un animale, nella parete destra l’autore traccia l’aspetto di un bosco, dove in mezzo vediamo una sedia.
L’opera ancora una volta si presta a differenti e personali chiavi di lettura, sottolineando la capacità dell’interprete di stuzzicare e toccare, nuovamente, le corde più sensibili. Un nuovo viaggio introspettivo che siamo liete di continuare a percorrere.

Borondo for POW! WOW! Hawaii

Dopo il recente exploit in India (Leggi l’editoriale), Borondo si è spostato ad Honolulu per prendere parte ai lavori della nuova edizione del POW! WOW! Hawaii Festival.
Questa nuova opera prosegue il filone inaugurato dal grande autore Spagnolo proprio in occasione della precedente partecipazione allo St+art Delhi 2016. Lavorando su due distinti spazi adiacenti tra loro, Borondo realizza una nuova e sensibile pittura. Ancora una volta non sono presenti figure umane, quanto piuttosto paesaggi, scenari e location in una nuova contrapposizione che mantiene inalterata la tipica sensibilità poetica che accompagna le produzioni dell’interprete.
Nella parte sinistra Borondo dipinge un corridoio, ponendo nel mezzo la sagoma di un animale, nella parete destra l’autore traccia l’aspetto di un bosco, dove in mezzo vediamo una sedia.
L’opera ancora una volta si presta a differenti e personali chiavi di lettura, sottolineando la capacità dell’interprete di stuzzicare e toccare, nuovamente, le corde più sensibili. Un nuovo viaggio introspettivo che siamo liete di continuare a percorrere.