fbpx
GORGO

Boris DELTA Tellegen – New Installation in Amsterdam

Ci spostiamo ad Amsterdam, qui a distanza di tempo torniamo ad approfondire il lavoro di Boris DELTA Tellegen che nei giorni scorsi ha portato a termine questa nuova e splendida installazione all’interno del “De Verdieping” , seminterrato del Club Trouw.
È l’opportunità questa per tornare ad approfondire il lavoro di uno degli interpreti di maggiore spessore della scena internazionale attraverso un nuovo intervento capace di ereditare tutto lo spessore di una produzione ed una ricerca mai ferma e sazia. Come visto più volte una delle peculiarità del percorso del grande autore, è la capacità dello stesso di confrontarsi di volta in volta con progetti, superfici e medium differenti, lasciando tuttavia inalterata l’essenza stessa del proprio lavoro. Osservando le produzioni di DELTA appare chiaro come la totalità degli interventi viva di un particolare connubio tra una forte e radicata influenza dal mondo dei graffiti ed il suo successivo sviluppo geometrico. L’artista ha saputo declinare al meglio gli studi sulla decostruzione, sull’isometria, sulle tecniche di stratificazione, fino a far emergere uno stile proprie naturale eredità di questa personale ricerca e dei precedenti lavori sui lettering tridimensionali che ne hanno accomapagnato il cammino in strada agli albori.
Il valore astratto delle produzioni dell’autore si sviluppa attraverso un percorso di distruzione, costruzione e disintegrazione, in grado di dialogare attraverso differenti impulsi, dagli effetti ottici passando per quelli tridimensionali e di profondità. Il background acquisito in strada alimenta quindi la ricerca costante dell’autore fino a far emergere le incredibili installazioni.
Approfondendo il suo percorso, appare chiaro come l’approccio dell’artista sia legato a discipline diverse in funzione di una ricerca atta ad approfondire le differenti applicazioni ed alterazioni della materia. Quest’ultimo spunto rappresenta di fatto il cuore stesso delle produzioni dell’autore, con lo stesso che costantemente sceglie applicazioni ed impostazioni lavorative eterogenee. Boris DELTA Tellegen si muove con disinvoltura tra lavori di collage, alla scultura, disegni ed installazioni come quest’ultimo intervento. Attraverso questi differenti ambiti applicativi l’autore sviluppa l’identità del proprio lavoro, ricerca un equilibrio tra elementi pianificati e casuali in una rappresentazione viva e tangibile di una sorta di caos schematico. L’idea è quindi quella di una simulazione visiva in grado di suggerire a chi osserva la sensazione di disordine ed al tempo stesso pianificazione, in un ideale percorso che si pone in equilibrio tra due universi di fatto opposti.
Il lavoro realizzato all’interno del club olandese eredita quindi tutta l’efficacia delle produzioni targate DELTA, un percorso scandito da una sempre più maggiore decostruzione, un accensione graduale di elementi e composizioni differenti che ha nella sua parte finale, nell’esplosione di colori, figure e strati differenti la sua ideale e spettacolare conclusione. Affascinante.
In calce al nostro testo potete apprezzare una bella serie di immagini con tutti i dettagli ed il risultato finale di questa nuova fatica firmata dal grande artista, dateci un occhiata, siamo certi infatti che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics by The Artist

Boris DELTA Tellegen – New Installation in Amsterdam

Ci spostiamo ad Amsterdam, qui a distanza di tempo torniamo ad approfondire il lavoro di Boris DELTA Tellegen che nei giorni scorsi ha portato a termine questa nuova e splendida installazione all’interno del “De Verdieping” , seminterrato del Club Trouw.
È l’opportunità questa per tornare ad approfondire il lavoro di uno degli interpreti di maggiore spessore della scena internazionale attraverso un nuovo intervento capace di ereditare tutto lo spessore di una produzione ed una ricerca mai ferma e sazia. Come visto più volte una delle peculiarità del percorso del grande autore, è la capacità dello stesso di confrontarsi di volta in volta con progetti, superfici e medium differenti, lasciando tuttavia inalterata l’essenza stessa del proprio lavoro. Osservando le produzioni di DELTA appare chiaro come la totalità degli interventi viva di un particolare connubio tra una forte e radicata influenza dal mondo dei graffiti ed il suo successivo sviluppo geometrico. L’artista ha saputo declinare al meglio gli studi sulla decostruzione, sull’isometria, sulle tecniche di stratificazione, fino a far emergere uno stile proprie naturale eredità di questa personale ricerca e dei precedenti lavori sui lettering tridimensionali che ne hanno accomapagnato il cammino in strada agli albori.
Il valore astratto delle produzioni dell’autore si sviluppa attraverso un percorso di distruzione, costruzione e disintegrazione, in grado di dialogare attraverso differenti impulsi, dagli effetti ottici passando per quelli tridimensionali e di profondità. Il background acquisito in strada alimenta quindi la ricerca costante dell’autore fino a far emergere le incredibili installazioni.
Approfondendo il suo percorso, appare chiaro come l’approccio dell’artista sia legato a discipline diverse in funzione di una ricerca atta ad approfondire le differenti applicazioni ed alterazioni della materia. Quest’ultimo spunto rappresenta di fatto il cuore stesso delle produzioni dell’autore, con lo stesso che costantemente sceglie applicazioni ed impostazioni lavorative eterogenee. Boris DELTA Tellegen si muove con disinvoltura tra lavori di collage, alla scultura, disegni ed installazioni come quest’ultimo intervento. Attraverso questi differenti ambiti applicativi l’autore sviluppa l’identità del proprio lavoro, ricerca un equilibrio tra elementi pianificati e casuali in una rappresentazione viva e tangibile di una sorta di caos schematico. L’idea è quindi quella di una simulazione visiva in grado di suggerire a chi osserva la sensazione di disordine ed al tempo stesso pianificazione, in un ideale percorso che si pone in equilibrio tra due universi di fatto opposti.
Il lavoro realizzato all’interno del club olandese eredita quindi tutta l’efficacia delle produzioni targate DELTA, un percorso scandito da una sempre più maggiore decostruzione, un accensione graduale di elementi e composizioni differenti che ha nella sua parte finale, nell’esplosione di colori, figure e strati differenti la sua ideale e spettacolare conclusione. Affascinante.
In calce al nostro testo potete apprezzare una bella serie di immagini con tutti i dettagli ed il risultato finale di questa nuova fatica firmata dal grande artista, dateci un occhiata, siamo certi infatti che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics by The Artist