fbpx
GORGO

BLU’s Murals buffed in Berlin

Torniamo a parlarvi di BLU, il grande artista italiano ha infatti deciso di coprire due dei suoi interventi più famosi, in segno di protesta per la gentrificazione selvaggia che sta colpendo la zona di Cuvrystraße a Berlino.
Realizzati nel 2007 e 2008 a Berlino le due opere, quella con l’uomo con le catene sugli orologi e quella delle due figure speculari, rappresentavano tra gli interventi più famosi tra quelli presenti a Berlino, nonché tra le opere più iconiche dell’interprete Italiano. La zona circostante, che rappresenta uno degli epicentri della gentrificazione che sta colpendo Berlino, sta lentamente mutando il proprio aspetto ed il proprio carattere sociale. Classico esempio in cui l’arte sempre più viene utilizzata come stimolo per portare a compimento un cambio sociale all’interno di una specifica zona urbana. Gentrificazione (dall’Inglese gentrification derivante da gentry, ovvero piccola nobiltà, middle class) è quel processo per cui i decadenti quartieri popolari delle città vengono trasformati attraverso interventi specifici (ristrutturazioni, ammodernamento e pacificazione dell’area) coadiuvati da ingente capitale privato. Con l’aumentare dei prezzi nell’area segue il successivo insediamento di una classe sociale medio borghese – la nuova gentry appunto – per cui i precedenti abitanti, gli originari, sono costretti a spostarsi in nuovo zone popolari.
BLU non accetta queste dinamiche e sceglie quindi di cancellare il proprio lavoro, anzitutto come segno di processo, in secondo luogo per evitare che i propri lavori vengano utilizzati per questi scopi.
Al posto delle due grandi figure che in precedenza si ergevano sulle facciate dei due palazzi ecco comparire grandi blocchi neri che ne hanno completamente coperto l’aspetto. Chicca finale, BLU scegli di lasciare unicamente la scritta ‘your city’ quasi a voler dare una risposta chiara e diretta rispetto a queste folli dinamiche.
In calce al nostro testo potete trovare alcuni scatti durante le fasi di copertura degli interventi e l’immagini dei due lavori nello stato precedente, dateci un occhiata e fateci sapere cosa ne pensate attraverso la nostra apposita sezione commenti.

BLU’s Murals buffed in Berlin

Torniamo a parlarvi di BLU, il grande artista italiano ha infatti deciso di coprire due dei suoi interventi più famosi, in segno di protesta per la gentrificazione selvaggia che sta colpendo la zona di Cuvrystraße a Berlino.
Realizzati nel 2007 e 2008 a Berlino le due opere, quella con l’uomo con le catene sugli orologi e quella delle due figure speculari, rappresentavano tra gli interventi più famosi tra quelli presenti a Berlino, nonché tra le opere più iconiche dell’interprete Italiano. La zona circostante, che rappresenta uno degli epicentri della gentrificazione che sta colpendo Berlino, sta lentamente mutando il proprio aspetto ed il proprio carattere sociale. Classico esempio in cui l’arte sempre più viene utilizzata come stimolo per portare a compimento un cambio sociale all’interno di una specifica zona urbana. Gentrificazione (dall’Inglese gentrification derivante da gentry, ovvero piccola nobiltà, middle class) è quel processo per cui i decadenti quartieri popolari delle città vengono trasformati attraverso interventi specifici (ristrutturazioni, ammodernamento e pacificazione dell’area) coadiuvati da ingente capitale privato. Con l’aumentare dei prezzi nell’area segue il successivo insediamento di una classe sociale medio borghese – la nuova gentry appunto – per cui i precedenti abitanti, gli originari, sono costretti a spostarsi in nuovo zone popolari.
BLU non accetta queste dinamiche e sceglie quindi di cancellare il proprio lavoro, anzitutto come segno di processo, in secondo luogo per evitare che i propri lavori vengano utilizzati per questi scopi.
Al posto delle due grandi figure che in precedenza si ergevano sulle facciate dei due palazzi ecco comparire grandi blocchi neri che ne hanno completamente coperto l’aspetto. Chicca finale, BLU scegli di lasciare unicamente la scritta ‘your city’ quasi a voler dare una risposta chiara e diretta rispetto a queste folli dinamiche.
In calce al nostro testo potete trovare alcuni scatti durante le fasi di copertura degli interventi e l’immagini dei due lavori nello stato precedente, dateci un occhiata e fateci sapere cosa ne pensate attraverso la nostra apposita sezione commenti.