fbpx
GORGO

BLU – New Mural at Alexis in Rome

Continua il legame tra gli edifici occupati e il grande BLU, l’artista italiano sempre molto sensibile ai temi sociali e politici, torna a dipingere, e così dopo l’incredibile pimpaggio dell’Acrobax (qui) e quella del Liceo Classico Socrate di Bari (qui), torna a Roma e mette le mani sulla facciata esterna del Ex Acea in Via Ostiense 124.

L’edificio viene regalato da Acea al Comune di Roma, la società non ha i soldi per la ristrutturazione che si rende necessaria dopo l’abbattimento di un palazzo adiacente sostituito da un altro più lussuoso e confortevole. Come spesso accade le società in crisi regalano edifici al comune, lo stesso a causa dei tagli imposti non ha la possibilità di ristrutturare e dare nuova vita allo stabile che finisce così in mani private, abbattuto e ricostruito come nuova serie di case ed uffici. Chi si fa carico di queste operazioni è avvantaggiato dalle solite leggi per i furbi che offrono ingenti premi a chi trasforma in case vecchi palazzi fatiscenti, a questi personaggi quindi si aprono le porte del guadagno facile attraverso manovre decisamente discutibili moralmente.
L’ex Acea così è stato occupato di studenti, che ne hanno preso possesso, l’hanno ribattezzato Alexis e hanno iniziato un piano di recupero dal basso, facendo leva sulla partecipazione cittadina e sull’autofinanziamento e impegnandosi loro stessi ed altri volontari ad effettuare i lavori per la messa in agibilità del locale.

BLU ha preso parte al progetto offrendo il talento alla facciata dell’edificio che è stata completamente dipinta con una catena di automobili incastrate tra di loro e tenute ferme da un gigantesco lucchetto.
Dopo il salto gli scatti del lavoro ultimato e del making of.

Pics by The Artist

BLU – New Mural at Alexis in Rome

Continua il legame tra gli edifici occupati e il grande BLU, l’artista italiano sempre molto sensibile ai temi sociali e politici, torna a dipingere, e così dopo l’incredibile pimpaggio dell’Acrobax (qui) e quella del Liceo Classico Socrate di Bari (qui), torna a Roma e mette le mani sulla facciata esterna del Ex Acea in Via Ostiense 124.

L’edificio viene regalato da Acea al Comune di Roma, la società non ha i soldi per la ristrutturazione che si rende necessaria dopo l’abbattimento di un palazzo adiacente sostituito da un altro più lussuoso e confortevole. Come spesso accade le società in crisi regalano edifici al comune, lo stesso a causa dei tagli imposti non ha la possibilità di ristrutturare e dare nuova vita allo stabile che finisce così in mani private, abbattuto e ricostruito come nuova serie di case ed uffici. Chi si fa carico di queste operazioni è avvantaggiato dalle solite leggi per i furbi che offrono ingenti premi a chi trasforma in case vecchi palazzi fatiscenti, a questi personaggi quindi si aprono le porte del guadagno facile attraverso manovre decisamente discutibili moralmente.
L’ex Acea così è stato occupato di studenti, che ne hanno preso possesso, l’hanno ribattezzato Alexis e hanno iniziato un piano di recupero dal basso, facendo leva sulla partecipazione cittadina e sull’autofinanziamento e impegnandosi loro stessi ed altri volontari ad effettuare i lavori per la messa in agibilità del locale.

BLU ha preso parte al progetto offrendo il talento alla facciata dell’edificio che è stata completamente dipinta con una catena di automobili incastrate tra di loro e tenute ferme da un gigantesco lucchetto.
Dopo il salto gli scatti del lavoro ultimato e del making of.

Pics by The Artist