fbpx
GORGO

Blaqk – A New Mural in Athens, Greece

A distanza di qualche settimana torniamo ad approfondire il lavoro dei Blaqk, il solido duo greco formato da da Greg Papagrigoriou e Simek prosegue il suo personale cammino visivo proponendoci un nuovo parete bella prega di stile in quel di Atene.
Il particolare approccio visivo che da sempre ne contraddistingue gli interventi, in particolare nelle ultime opere, ha subito una forte sferzata, i Blaqk attraverso la propria visione danno vita ad una personale alchimia tra forme illusorie e lettere, tra calligrafia e tipografia, istinto e ordine si intersecano, avanzano così le figure e le configurazioni desiderate, un fusione tra due elementi che sa di relazione forte ed intrinseca e che dà l’opportunità ai due interpreti di sviluppare, sebbene su percorsi diversi, un rapporto visivo unico nel suo genere che ci ha fin da subito colpito per ricerca e stile.
Dopo l’eccellente infornata di lavori (qui), gli artisti continuano a sperimentare con un nuovo intervento dal forte personalità, il lavoro viene sviluppato infatti su questa piccola porzione di parete andando di fatto a coprire i graffiti precedenti. Il duo qui però sceglie un approccio più movimentato, il background in bianco infatti non va completamente a cancellare i disegni ma piuttosto con rapide passate di vernice ne copre sommariamente la superficie, sulla stessa poi gli interpreti decidono di elaborare un nuova sequenza, equamente divisa tra il tratto calligrafico, nella parte superiore, è quello più ordinato e preciso nella parte inferiore dove esattamente come per il bianco, anche il nero che dà vita al pezzo viene sviscerato con passate rapide ed più istintive. Il risultato finale rappresenta quindi una novità per i Blaqk, abituati a vederli alle prese con una pulizia impeccabile sulla quale concentrano tutte le loro produzioni, qui cambiano le carte in tavola, parte dei colori emerge dalle lettere e dalle figure realizzate, tra le passate di nero ed ancora con più efficacia dal bianco che fa da sfondo. La sensazione è di un lavoro diretto e senza troppi fronzoli ma che mantiene comunque tutte le caratteristiche tipiche delle produzioni dei due, i Blaqk cambiano registro per abbracciare un tratto maggiormente istintivo con un lavoro che abbiamo tutta la sensazione essere stato dipinto rapidamente ed in completa illegalità, we like it.

Pics by The Artist

Blaqk – A New Mural in Athens, Greece

A distanza di qualche settimana torniamo ad approfondire il lavoro dei Blaqk, il solido duo greco formato da da Greg Papagrigoriou e Simek prosegue il suo personale cammino visivo proponendoci un nuovo parete bella prega di stile in quel di Atene.
Il particolare approccio visivo che da sempre ne contraddistingue gli interventi, in particolare nelle ultime opere, ha subito una forte sferzata, i Blaqk attraverso la propria visione danno vita ad una personale alchimia tra forme illusorie e lettere, tra calligrafia e tipografia, istinto e ordine si intersecano, avanzano così le figure e le configurazioni desiderate, un fusione tra due elementi che sa di relazione forte ed intrinseca e che dà l’opportunità ai due interpreti di sviluppare, sebbene su percorsi diversi, un rapporto visivo unico nel suo genere che ci ha fin da subito colpito per ricerca e stile.
Dopo l’eccellente infornata di lavori (qui), gli artisti continuano a sperimentare con un nuovo intervento dal forte personalità, il lavoro viene sviluppato infatti su questa piccola porzione di parete andando di fatto a coprire i graffiti precedenti. Il duo qui però sceglie un approccio più movimentato, il background in bianco infatti non va completamente a cancellare i disegni ma piuttosto con rapide passate di vernice ne copre sommariamente la superficie, sulla stessa poi gli interpreti decidono di elaborare un nuova sequenza, equamente divisa tra il tratto calligrafico, nella parte superiore, è quello più ordinato e preciso nella parte inferiore dove esattamente come per il bianco, anche il nero che dà vita al pezzo viene sviscerato con passate rapide ed più istintive. Il risultato finale rappresenta quindi una novità per i Blaqk, abituati a vederli alle prese con una pulizia impeccabile sulla quale concentrano tutte le loro produzioni, qui cambiano le carte in tavola, parte dei colori emerge dalle lettere e dalle figure realizzate, tra le passate di nero ed ancora con più efficacia dal bianco che fa da sfondo. La sensazione è di un lavoro diretto e senza troppi fronzoli ma che mantiene comunque tutte le caratteristiche tipiche delle produzioni dei due, i Blaqk cambiano registro per abbracciare un tratto maggiormente istintivo con un lavoro che abbiamo tutta la sensazione essere stato dipinto rapidamente ed in completa illegalità, we like it.

Pics by The Artist