GORGO

Basik x 2501 x Luca Zamoc – New Mural in Rimini Part II

Un pò a sorpresa scopriamo che l’interessante collaborazione che vede coinvolti 2501, Basik e Luca Zamoc ha un seguito, dopo la bella facciata di qualche giorno fà (qui) i tre grandi artisti escono all’aperto per scatenare tutta lo loro energia su questa parete a Rimini.
A differenza del precedente lavoro qui il trio ha a disposizione molto più spazio, estendendosi in orizzontale nel pezzo assistiamo ad una nuova unione dei tre differenti stili di ogni singolo artista, ancora una volta non si tratta di una semplice summa ma piuttosto di un intricato lavoro dove Basik, 2501 e Luca Zamoc vanno ad inserire il proprio personale punto di vista interagendo tra di loro e dando vita ad un lavoro ricco di sfaccettature e splendidi dettagli.
Un figura nera avvolge tutta la superficie, si tratta di uno dei personaggi mistici di Basik avvolto in un mantello nero ricoperto di stelle, cela soltanto il proprio viso, qui esplode la tavolozza di colori dove vengono riposti gli occhi stanchi dell’uomo, scrutano l’osservatore e l’accompagnano lungo il proprio corpo, qui un’apertura a punta apre le porte, 2501 spinge sull’acceleratore facendoci perdere nei meandri e nei labirinti delle sue linee, calme, silenziose danzano sul bianco, si piegano, si accartocciano su se stesse, fino a formare nuove configurazioni e nuove forme per poi perdersi di nuovo nel nero, nella magia dell’oro e delle stelle, nel mezzo le mani che tengono in grembo una creatura, Luca Zamoc nelle viscere della figura dipinge una grande cavalletta, uno spirito animale dolcemente cullato ed protetto. Il risultato finale ci lascia a bocca aperta, il livello di dettaglio, la grande forza onirica del dipinto scuote le membra e ci accompagna in un sogno ad occhi aperti, ma è tutto vero, lì, fermo, immobile ad accoglierci nel suo universo.

Thanks to The Artists for The Pics

Basik x 2501 x Luca Zamoc – New Mural in Rimini Part II

Un pò a sorpresa scopriamo che l’interessante collaborazione che vede coinvolti 2501, Basik e Luca Zamoc ha un seguito, dopo la bella facciata di qualche giorno fà (qui) i tre grandi artisti escono all’aperto per scatenare tutta lo loro energia su questa parete a Rimini.
A differenza del precedente lavoro qui il trio ha a disposizione molto più spazio, estendendosi in orizzontale nel pezzo assistiamo ad una nuova unione dei tre differenti stili di ogni singolo artista, ancora una volta non si tratta di una semplice summa ma piuttosto di un intricato lavoro dove Basik, 2501 e Luca Zamoc vanno ad inserire il proprio personale punto di vista interagendo tra di loro e dando vita ad un lavoro ricco di sfaccettature e splendidi dettagli.
Un figura nera avvolge tutta la superficie, si tratta di uno dei personaggi mistici di Basik avvolto in un mantello nero ricoperto di stelle, cela soltanto il proprio viso, qui esplode la tavolozza di colori dove vengono riposti gli occhi stanchi dell’uomo, scrutano l’osservatore e l’accompagnano lungo il proprio corpo, qui un’apertura a punta apre le porte, 2501 spinge sull’acceleratore facendoci perdere nei meandri e nei labirinti delle sue linee, calme, silenziose danzano sul bianco, si piegano, si accartocciano su se stesse, fino a formare nuove configurazioni e nuove forme per poi perdersi di nuovo nel nero, nella magia dell’oro e delle stelle, nel mezzo le mani che tengono in grembo una creatura, Luca Zamoc nelle viscere della figura dipinge una grande cavalletta, uno spirito animale dolcemente cullato ed protetto. Il risultato finale ci lascia a bocca aperta, il livello di dettaglio, la grande forza onirica del dipinto scuote le membra e ci accompagna in un sogno ad occhi aperti, ma è tutto vero, lì, fermo, immobile ad accoglierci nel suo universo.

Thanks to The Artists for The Pics