fbpx
GORGO

Awer, Nocci, Tenia, Traine, Pin – New Mural at Acheronte 2013

Acido ed ancora acido, quello che ti entra nelle ossa, quello inalato a tua insaputa mentre cammini per strada, quello che respiri se ti trovi a Taranto e vivi all’interno di Rione Tamburi ed hai come vicino scomodo, mastodontico e dannatamente nocivo, l’ILVA, un pachiderma che sa di fabbrica della morte, veleno nell’aria che ha ucciso la gente che ci vive intorno, dagli anziani ai bambini, senza risparmiare nessuno, trasformando la zona nel luogo più inquinato d’Europa. La diossina come strumento della morte, il colore come risposta sfacciata e dirompente, nasce così Acheronte 3, un progetto urbano che ha voluto fortemente imprimere colore su tre facciate differenti all’interno del famoso quartiere di Taranto, l’idea è quella di donare un po’ di felicità alla gente del luogo ma allo stesso tempo porre un forte accento sulla questione attraverso l’approdo di una bella flotta di artisti pronti a sviscerare il proprio immaginario sui grandi spazi a disposizione.
Awer, Nocci, Tenia, Traine, Pin uniscono i propri sforzi dirottando sul muro una sequenza spaventosa di dettagli, un piccolo ecosistema rilasciato attraverso l’utilizzo di tinte decisamente acide, e siamo sicuri non sia un caso, alternate a pennellate più morbide. I dettagli impressi sono svariati e molteplici prestando l’opera del gruppo a svariate chiavi di lettura. A nostro avviso Awer, Nocci, Tenia, Traine, Pin, utilizzano un paragone piuttosto forte portando al limite del grottesco la situazione degenerativa che la grande fabbrica sta alimentando, dipingendo un mondo subacqueo fortemente contaminato, tra bestie impossibili, piccoli pesci e crostacei completamente mutati, una flora interamente assorbita dall’inquinamento, emerge un chiaro segnale di irreversibilità, ma soprattutto un contempo un monito che se non ascoltato farà ancora di più degenerare la già critica situazione attuale.

Acheronte 3 is a urban project that put colors on 3 facades of buildings in Rione Tamburi, one district of Taranto next to ILVA, the death factory who put poison in the air of the city killin lot of peoples lives there from young to old with all the dioxin issued in the air and in the sea of this city, rione Tamburi is the most polluted district in Europe, this project is just some happiness for peoples who lives there, nothing more, but the world have to know that peoples need to fight for close this fuckin death factory!

Awer, Nocci, Tenia, Traine, Pin – New Mural at Acheronte 2013

Acido ed ancora acido, quello che ti entra nelle ossa, quello inalato a tua insaputa mentre cammini per strada, quello che respiri se ti trovi a Taranto e vivi all’interno di Rione Tamburi ed hai come vicino scomodo, mastodontico e dannatamente nocivo, l’ILVA, un pachiderma che sa di fabbrica della morte, veleno nell’aria che ha ucciso la gente che ci vive intorno, dagli anziani ai bambini, senza risparmiare nessuno, trasformando la zona nel luogo più inquinato d’Europa. La diossina come strumento della morte, il colore come risposta sfacciata e dirompente, nasce così Acheronte 3, un progetto urbano che ha voluto fortemente imprimere colore su tre facciate differenti all’interno del famoso quartiere di Taranto, l’idea è quella di donare un po’ di felicità alla gente del luogo ma allo stesso tempo porre un forte accento sulla questione attraverso l’approdo di una bella flotta di artisti pronti a sviscerare il proprio immaginario sui grandi spazi a disposizione.
Awer, Nocci, Tenia, Traine, Pin uniscono i propri sforzi dirottando sul muro una sequenza spaventosa di dettagli, un piccolo ecosistema rilasciato attraverso l’utilizzo di tinte decisamente acide, e siamo sicuri non sia un caso, alternate a pennellate più morbide. I dettagli impressi sono svariati e molteplici prestando l’opera del gruppo a svariate chiavi di lettura. A nostro avviso Awer, Nocci, Tenia, Traine, Pin, utilizzano un paragone piuttosto forte portando al limite del grottesco la situazione degenerativa che la grande fabbrica sta alimentando, dipingendo un mondo subacqueo fortemente contaminato, tra bestie impossibili, piccoli pesci e crostacei completamente mutati, una flora interamente assorbita dall’inquinamento, emerge un chiaro segnale di irreversibilità, ma soprattutto un contempo un monito che se non ascoltato farà ancora di più degenerare la già critica situazione attuale.

Acheronte 3 is a urban project that put colors on 3 facades of buildings in Rione Tamburi, one district of Taranto next to ILVA, the death factory who put poison in the air of the city killin lot of peoples lives there from young to old with all the dioxin issued in the air and in the sea of this city, rione Tamburi is the most polluted district in Europe, this project is just some happiness for peoples who lives there, nothing more, but the world have to know that peoples need to fight for close this fuckin death factory!