fbpx
GORGO

Aryz – New Mural in Casablanca, Marocco

Prosegue il bel periodo produttivo di Aryz, il grande artista Spagnolo si è da poco spostato a Casablanca in Marocco dove ha da poco terminato di dipingere questa nuova grande parete portando avanti nuovi ed interessanti sperimentazioni.
Nell’indagine e nella ricerca portata avanti da Aryz in quest’ultimo periodo stiamo osservando un radicale capovolgimento di quelle che sono le dinamiche ‘standard’ delle produzioni firmate dall’autore Spagnolo, l’artista sta infatti insistendo su una sperimentazione a 360 gradi capace di raccogliere tutta l’eredità ed il background appartenente allo stesso con il risultato di sviluppare intervento differenti e sfaccettati. Un periodo quindi di grande sperimentazione che sta portando l’interprete a riflettere sulle dinamiche stesse del proprio operato ed in generale del lavoro in strada. Quest’ultima fatica ancora una volta mischia le carte in tavola, nella sua nuova riflessione l’artista pensa alla difficoltà di mantenere le proporzioni sugli spazi gradi, special modo per quelle opere che si compongono di linee e pochi effetti cromatici, sceglie quindi, per questa grande parete, un approccio più casuale e più diretto, senza fronzoli diciamo raccogliendo tutta l’eredità di quelli che sono gli schizzi ed i bozzetti che l’autore elaborato quotidianamente. L’idea è quella di riprodurre proprio gli ‘errori’ e le linee casuali proponendo un lavoro basico ed al tempo stesso legato indissolubilmente al particolare immaginario, senza filtri, senza giochi ed effetti particolari per nascondere gli sbaglio, ma piuttosto un unica grande pittura diretta ed incisiva.
Si erge in questo senso su questa grande parete, un intervento ancora una volta differente da quello che siamo abiurati aspettarci da Aryz, niente personaggi bizzarri o ritratti iper realistici che tanto ci avevano impressionato, piuttosto una nuova sequenza, un frame ripetuto realizzato attraverso lo scheletro di un cammello dipinto di un rosso caldo e pastello. Pochi dettagli, giusto qualche effetto di ombra e poche altre forme che gravitano intorno alle figure intervallate ed accompagnate da una serie di grandi x realizzate incrociando le ossa per un risultato finale semplice d’effetto e particolarmente riuscito, pollice in su!
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella selezione di scatti con tutti i dettagli dell’intervento, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete, stay tuned!

I always thought that the most difficult thing of painting in big formats was too keep the line gesture and the proportions like in the sketches. My sketches have a lot of mistakes and random lines, and somehow I wanted to reproduce that on a wall.
The more effects and colors you use on your work, the more you can hide the mistakes and catch the viewer’s attention… when you use the line and not much more, the mistakes can be easily seen….

Thanks to all the guys that made this wall happen.

Pics by The Artist

Aryz – New Mural in Casablanca, Marocco

Prosegue il bel periodo produttivo di Aryz, il grande artista Spagnolo si è da poco spostato a Casablanca in Marocco dove ha da poco terminato di dipingere questa nuova grande parete portando avanti nuovi ed interessanti sperimentazioni.
Nell’indagine e nella ricerca portata avanti da Aryz in quest’ultimo periodo stiamo osservando un radicale capovolgimento di quelle che sono le dinamiche ‘standard’ delle produzioni firmate dall’autore Spagnolo, l’artista sta infatti insistendo su una sperimentazione a 360 gradi capace di raccogliere tutta l’eredità ed il background appartenente allo stesso con il risultato di sviluppare intervento differenti e sfaccettati. Un periodo quindi di grande sperimentazione che sta portando l’interprete a riflettere sulle dinamiche stesse del proprio operato ed in generale del lavoro in strada. Quest’ultima fatica ancora una volta mischia le carte in tavola, nella sua nuova riflessione l’artista pensa alla difficoltà di mantenere le proporzioni sugli spazi gradi, special modo per quelle opere che si compongono di linee e pochi effetti cromatici, sceglie quindi, per questa grande parete, un approccio più casuale e più diretto, senza fronzoli diciamo raccogliendo tutta l’eredità di quelli che sono gli schizzi ed i bozzetti che l’autore elaborato quotidianamente. L’idea è quella di riprodurre proprio gli ‘errori’ e le linee casuali proponendo un lavoro basico ed al tempo stesso legato indissolubilmente al particolare immaginario, senza filtri, senza giochi ed effetti particolari per nascondere gli sbaglio, ma piuttosto un unica grande pittura diretta ed incisiva.
Si erge in questo senso su questa grande parete, un intervento ancora una volta differente da quello che siamo abiurati aspettarci da Aryz, niente personaggi bizzarri o ritratti iper realistici che tanto ci avevano impressionato, piuttosto una nuova sequenza, un frame ripetuto realizzato attraverso lo scheletro di un cammello dipinto di un rosso caldo e pastello. Pochi dettagli, giusto qualche effetto di ombra e poche altre forme che gravitano intorno alle figure intervallate ed accompagnate da una serie di grandi x realizzate incrociando le ossa per un risultato finale semplice d’effetto e particolarmente riuscito, pollice in su!
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella selezione di scatti con tutti i dettagli dell’intervento, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete, stay tuned!

I always thought that the most difficult thing of painting in big formats was too keep the line gesture and the proportions like in the sketches. My sketches have a lot of mistakes and random lines, and somehow I wanted to reproduce that on a wall.
The more effects and colors you use on your work, the more you can hide the mistakes and catch the viewer’s attention… when you use the line and not much more, the mistakes can be easily seen….

Thanks to all the guys that made this wall happen.

Pics by The Artist