fbpx
GORGO

Artmossphere, Biennale of Street Art – Group Show (Recap)

Dopo avervi mostrato alcuni dei lavori realizzati in strada durante quest’ultimo mese, andiamo finalmente e con piacere a dare un occhiata al gigantesco group show allestito per Artmossphere, Biennale of Street Art di Mosca in Russia.
Con una imponente macchina organizzativa quest’anno la città di Mosca ha ospitato la prima Biennale riservata all’arte in strada, Artmossphere non è stata pensata unicamente come un gigantesco palcoscenico, piuttosto l’idea è quella di un confronto e soprattutto un momento di riflessione sugli elementi che distinguono l’arte urbana oggi, partendo dagli artisti stessi, circa 25 provenienti da tutto il mondo ed oltre 30 direttamente di nazionalità Russa, continuando con personalità di spicco come organizzatori di Festival, presenti Angelo Milano di FAME, Davide Rossillo di Memorie Urbane, Monica Campana di Living Walls e Monica Domanska del Traffic Design, Terese Latuszewska-Syrda di Urban Forms, Jesse James di Walk&Talk, e proseguendo con nomi illustri della scena come Martha Cooper o personalità del mondo dell’editoria web come Dima Aske di CODERED.
Al tempo stesso è un occasione di condivisione grazie alla presenza degli interpreti e soprattutto all’opportunità di ammirare in un sontuoso e gigantesco group show organizzato all’interno dell’ Artplay Design Center di Mosca con artisti del calibro di 108, 3ttman, Agostino Iacurci, Clemens Behr, Elian, Eltono, Erosie, MOMO, Nelio, Okuda, Tellas, Zedz, 1010, Moneyless, SatONE, Ekta, Nicola Barrome, 2501, Hell’O Monsters, EIME, Jan Kalab, Hyuro, Sixe Paredes, Flirt, Aske, Kislow, Alexey Luka, Petro AES, Wais One, ZukClub, giusto per citarne alcuni. Un occasione per vedere la nuova spinta propulsiva dell’arte urbane in un contesto che per la prima volta accoglie questa tipologia di arte e che vuole al meglio capirne gli aspetti e le dinamiche di base.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli dell’allestimento proposto da alcuni degli artisti più importanti, dateci un occhiata siamo certi infatti che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Artmossphere, Biennale of Street Art – Group Show (Recap)

Dopo avervi mostrato alcuni dei lavori realizzati in strada durante quest’ultimo mese, andiamo finalmente e con piacere a dare un occhiata al gigantesco group show allestito per Artmossphere, Biennale of Street Art di Mosca in Russia.
Con una imponente macchina organizzativa quest’anno la città di Mosca ha ospitato la prima Biennale riservata all’arte in strada, Artmossphere non è stata pensata unicamente come un gigantesco palcoscenico, piuttosto l’idea è quella di un confronto e soprattutto un momento di riflessione sugli elementi che distinguono l’arte urbana oggi, partendo dagli artisti stessi, circa 25 provenienti da tutto il mondo ed oltre 30 direttamente di nazionalità Russa, continuando con personalità di spicco come organizzatori di Festival, presenti Angelo Milano di FAME, Davide Rossillo di Memorie Urbane, Monica Campana di Living Walls e Monica Domanska del Traffic Design, Terese Latuszewska-Syrda di Urban Forms, Jesse James di Walk&Talk, e proseguendo con nomi illustri della scena come Martha Cooper o personalità del mondo dell’editoria web come Dima Aske di CODERED.
Al tempo stesso è un occasione di condivisione grazie alla presenza degli interpreti e soprattutto all’opportunità di ammirare in un sontuoso e gigantesco group show organizzato all’interno dell’ Artplay Design Center di Mosca con artisti del calibro di 108, 3ttman, Agostino Iacurci, Clemens Behr, Elian, Eltono, Erosie, MOMO, Nelio, Okuda, Tellas, Zedz, 1010, Moneyless, SatONE, Ekta, Nicola Barrome, 2501, Hell’O Monsters, EIME, Jan Kalab, Hyuro, Sixe Paredes, Flirt, Aske, Kislow, Alexey Luka, Petro AES, Wais One, ZukClub, giusto per citarne alcuni. Un occasione per vedere la nuova spinta propulsiva dell’arte urbane in un contesto che per la prima volta accoglie questa tipologia di arte e che vuole al meglio capirne gli aspetti e le dinamiche di base.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli dell’allestimento proposto da alcuni degli artisti più importanti, dateci un occhiata siamo certi infatti che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.