GORGO

Aris for ALTrove Festival 2016

Con quest’ultima pittura del grande Aris, continuiamo a mostrarvi i lavori realizzati durante l’ultima edizione dell’ALTrove Festival di Catanzaro.
Da sempre affascinati dalla particolare pittura di Aris, questa sua ultima fatica riporta l’interprete al lavoro su parete dopo le eccellenti realizzazioni ed intermezzi della sua Freight Train Series. A caratterizzare e distinguere le produzioni del grande interprete Italiano, è la particolare ricerca sulla forma che lo stesso porta avanti da tempo. L’artista plasma le proprie visioni attraverso un sovrapposizione di livelli differenti che, nel loro insieme, vanno a formare vorticose macchie cromatiche. Queste si presentano a chi osserva come figure criptiche, irregolari, frastagliante, capaci di raccogliere gli stati percettivi, le emozioni e le sensazioni del momento, stuzzicando le corde più sensibili e assumendo forma e significati differenti e soggettivi.
La pittura realizzata da Aris per l’ALTrove Festival, ben rappresenta la dinamicità e la profondità dell’operato dell’interprete. L’autore sceglie qui di lavorare attraverso una precisa scala cromatica, sulla quale vediamo svilupparsi le iconiche figure irregolari. Tra volti appena accennati, corpi liquidi che si aprono e restringono, sagome che si intrecciano e scontrano, notiamo la presenza di una serie di elementi geometrici. Quest’ultimi restituiscono un forte senso di profondità, alimentando la sensazioni di trovarci di fronte a livelli, interpretativi e visivi, eterogenei.
In attesa di scoprire nuovi aggiornamenti sul lavoro del grande autore Italiano, vi invitiamo a dare uno sguardo alle immagini in calce al nostro testo con tutti i dettagli di questa sua ultima fatica. Presto nuovi aggiornamenti da Catanzaro.

Thanks to The Festival for The Pics
Pics by Angelo Jaroszuk Bogasz

Aris for ALTrove Festival 2016

Con quest’ultima pittura del grande Aris, continuiamo a mostrarvi i lavori realizzati durante l’ultima edizione dell’ALTrove Festival di Catanzaro.
Da sempre affascinati dalla particolare pittura di Aris, questa sua ultima fatica riporta l’interprete al lavoro su parete dopo le eccellenti realizzazioni ed intermezzi della sua Freight Train Series. A caratterizzare e distinguere le produzioni del grande interprete Italiano, è la particolare ricerca sulla forma che lo stesso porta avanti da tempo. L’artista plasma le proprie visioni attraverso un sovrapposizione di livelli differenti che, nel loro insieme, vanno a formare vorticose macchie cromatiche. Queste si presentano a chi osserva come figure criptiche, irregolari, frastagliante, capaci di raccogliere gli stati percettivi, le emozioni e le sensazioni del momento, stuzzicando le corde più sensibili e assumendo forma e significati differenti e soggettivi.
La pittura realizzata da Aris per l’ALTrove Festival, ben rappresenta la dinamicità e la profondità dell’operato dell’interprete. L’autore sceglie qui di lavorare attraverso una precisa scala cromatica, sulla quale vediamo svilupparsi le iconiche figure irregolari. Tra volti appena accennati, corpi liquidi che si aprono e restringono, sagome che si intrecciano e scontrano, notiamo la presenza di una serie di elementi geometrici. Quest’ultimi restituiscono un forte senso di profondità, alimentando la sensazioni di trovarci di fronte a livelli, interpretativi e visivi, eterogenei.
In attesa di scoprire nuovi aggiornamenti sul lavoro del grande autore Italiano, vi invitiamo a dare uno sguardo alle immagini in calce al nostro testo con tutti i dettagli di questa sua ultima fatica. Presto nuovi aggiornamenti da Catanzaro.

Thanks to The Festival for The Pics
Pics by Angelo Jaroszuk Bogasz