fbpx
GORGO

Andy Rementer and Fulvia Mendini – “The Age of Innocence” Show (Recap)

Andiamo con piacere a dare uno sguardo approfondito a “The Age of Innocence”, bel duo show firmato Andy Rementer e Fulvia Mendini negli spazi della Antonio Colombo Gallery.
Lo show è caratterizzato da un dialogo tra i due artisti, un confronto tra le storie urbane tipiche dell’immaginario di Andy Rementer e le allegorie riflessive di Fulvia Mendini. Nonostante una comune matrice grafica ed estetica, con ad esempio la comune predilezione per i colori piatti ed accesi, ambedue gli autori sviluppato riflessioni e percorsi differenti.
Andy Rementer continua ad essere legato ad un approccio visivo indubbiamente influenzato dal design, dal fumetto e dai cartoni animati, arrivando a sviluppare una narrativa diretta ed efficace basata sul quotidiano. D’altro canto Fulvia Mendini porta avanti uno stile anche esso caratterizzato dalla summa di esperienze e stimoli estetici differenti. L’autrice italiana sviluppa un percorso altamente simbolico ed iconografico che sfocia nei particolari ritratti, arrivando infine ad una caratterizzazione naturale scandita da elementi fantastici.
Dall’unione di questi due universi scaturisce un mondo ipotetico, preciso e diretto nella forma, capace di attecchire al reale e scostarsi dallo stesso per giungere verso dimensioni solo immaginate.
Presenti nell’allestimento circa trenta differenti lavori, tra disegni, acquarelli e dipinti, acrilici su tela, tavola e carta. In mostra fino al prossimo 2 Aprile.

Antonio Colombo Gallery
Via Solferino, 44,
20121 Milano

Thanks to The Gallery for The Pics

Andy Rementer and Fulvia Mendini – “The Age of Innocence” Show (Recap)

Andiamo con piacere a dare uno sguardo approfondito a “The Age of Innocence”, bel duo show firmato Andy Rementer e Fulvia Mendini negli spazi della Antonio Colombo Gallery.
Lo show è caratterizzato da un dialogo tra i due artisti, un confronto tra le storie urbane tipiche dell’immaginario di Andy Rementer e le allegorie riflessive di Fulvia Mendini. Nonostante una comune matrice grafica ed estetica, con ad esempio la comune predilezione per i colori piatti ed accesi, ambedue gli autori sviluppato riflessioni e percorsi differenti.
Andy Rementer continua ad essere legato ad un approccio visivo indubbiamente influenzato dal design, dal fumetto e dai cartoni animati, arrivando a sviluppare una narrativa diretta ed efficace basata sul quotidiano. D’altro canto Fulvia Mendini porta avanti uno stile anche esso caratterizzato dalla summa di esperienze e stimoli estetici differenti. L’autrice italiana sviluppa un percorso altamente simbolico ed iconografico che sfocia nei particolari ritratti, arrivando infine ad una caratterizzazione naturale scandita da elementi fantastici.
Dall’unione di questi due universi scaturisce un mondo ipotetico, preciso e diretto nella forma, capace di attecchire al reale e scostarsi dallo stesso per giungere verso dimensioni solo immaginate.
Presenti nell’allestimento circa trenta differenti lavori, tra disegni, acquarelli e dipinti, acrilici su tela, tavola e carta. In mostra fino al prossimo 2 Aprile.

Antonio Colombo Gallery
Via Solferino, 44,
20121 Milano

Thanks to The Gallery for The Pics