GORGO

La scultura di Andreco a Venezia per il CLIMATE Project “Sea Level Rise”

Chiudiamo il cerchio sugli interventi realizzati da Andreco a Venezia per il CLIMATE Project.
Presentato a Parigi durante la COP21, la conferenza sui cambiamenti climatici delle nazioni unite, il progetto si è spostato a Bologna e Bari, fino a questa quarta tappa veneziana.

CLIMATE Project interseca arte e scienza per stimolare una riflessione ed azione attiva sulle conseguenze del cambiamento climatico. Se il tema rappresenta uno dei grandi argomenti di questo periodo storico, la realizzazione del progetto è legata ad una serie di interventi differenti, come installazioni e pitture murali, incontri e seminari, capaci di sottolineare quelle specifiche vulnerabilità legate al territorio in cui le azioni e gli interventi vanno ad inserirsi.

“Sea Level Rise”, quarta tappa del progetto, ha visto Andreco presentare una pittura murale, un seminario sui cambiamenti climatici analizzati attraverso la disciplina artistica e scientifica, ed infine un installazione.
La pittura murale – realizzata a pochi passi dalla stazione di Venezia Santa Lucia, lato Piazzale Roma – Ponte di Calatrava – è basata sulle ricerche condotte da IPCC, Delta Committee o WGBU e dagli studi pubblicati dal Prof. Rahmstorf e dai ricercatori del CNR-ISMAR in merito agli effetti dell’innalzamento del mare nel mondo e soprattutto a Venezia.
L’installazione, che ospita alcune piante autoctone, è invece figlia di una riflessione sui benefici ambientali delle piante costiere ed il loro contributo all’adattamento e mitigazione dei cambiamenti climatici e nella salvaguardia della città. Secondo gli studi e le previsioni effettuate Venezia è potenzialmente destinata ad essere sommersa dall’innalzamento del livello del mare. Nelle immagini tutti i dettagli dell’opera.

Thanks to The Artist for The Pics
Photo Credit: Giovanni Fiamminghi e Like Agency

La scultura di Andreco a Venezia per il CLIMATE Project “Sea Level Rise”

Chiudiamo il cerchio sugli interventi realizzati da Andreco a Venezia per il CLIMATE Project.
Presentato a Parigi durante la COP21, la conferenza sui cambiamenti climatici delle nazioni unite, il progetto si è spostato a Bologna e Bari, fino a questa quarta tappa veneziana.

CLIMATE Project interseca arte e scienza per stimolare una riflessione ed azione attiva sulle conseguenze del cambiamento climatico. Se il tema rappresenta uno dei grandi argomenti di questo periodo storico, la realizzazione del progetto è legata ad una serie di interventi differenti, come installazioni e pitture murali, incontri e seminari, capaci di sottolineare quelle specifiche vulnerabilità legate al territorio in cui le azioni e gli interventi vanno ad inserirsi.

“Sea Level Rise”, quarta tappa del progetto, ha visto Andreco presentare una pittura murale, un seminario sui cambiamenti climatici analizzati attraverso la disciplina artistica e scientifica, ed infine un installazione.
La pittura murale – realizzata a pochi passi dalla stazione di Venezia Santa Lucia, lato Piazzale Roma – Ponte di Calatrava – è basata sulle ricerche condotte da IPCC, Delta Committee o WGBU e dagli studi pubblicati dal Prof. Rahmstorf e dai ricercatori del CNR-ISMAR in merito agli effetti dell’innalzamento del mare nel mondo e soprattutto a Venezia.
L’installazione, che ospita alcune piante autoctone, è invece figlia di una riflessione sui benefici ambientali delle piante costiere ed il loro contributo all’adattamento e mitigazione dei cambiamenti climatici e nella salvaguardia della città. Secondo gli studi e le previsioni effettuate Venezia è potenzialmente destinata ad essere sommersa dall’innalzamento del livello del mare. Nelle immagini tutti i dettagli dell’opera.

Thanks to The Artist for The Pics
Photo Credit: Giovanni Fiamminghi e Like Agency