fbpx
GORGO

Andreco – New Show at SETUP Art Fair 2014

Volgiamo il nostro sguardo sull’ultima meraviglia realizzata dal grande Andreco in occasione dell’ultima edizione di SETUP Art Fair, uno show presso lo spazio di Adiacenze curato da Daniela Tozzi e che raccoglie e prosegue tutta la ricerca dell’artista sul rapporto tra uomo e natura.
Per il suo allestimento Andreco porta quindi avanti le tematiche già esposte in Nomadic Landscape Elements riavvolgendole e ripresentando i concetti attraverso la creazione di una differente struttura e di una nuova serie di quadri di recentissima produzione, il tutto raccolto in una esibizione dal titolo “Climate change adaptation intervention”.
Dapprima ci scopriamo ad osservare il binomio tra quanto idealmente incollato al muro e quanto invece sospeso nel mezzo, approfondendo in realtà ciò che abbiamo di fronte emerge uno show che poggia in realtà le sue basi tematiche non tanto in ciò che abbiamo difronte, con una grande doppia struttura centrale formata questa volta da due ken tie giganti letteralmente appese al soffitto, ma piuttosto dai meccanismi naturali ed impercettibili che avvengono proprio tra le piante e l’uomo stesso. Andreco torna quindi a riflettere sull’uomo come sorgente inquinante rapportandolo alle piante, appositamente scelte dell’artista per il loro più alto fattore di assorbimento di CO2, in uno studio che mira a far prendere coscienza dei meccanismi naturali, di ciò che è già esistente e con il quale inconsciamente conviviamo tutti i giorni, più che mai contano quindi i concetti espressi e con essi l’evoluzione stilistica dell’artista che ne accompagna la comprensione e lo sviluppo in una profondità tematica densa ed avvolgente. Ci ritroviamo quindi ad indagare sul nostro personale rapporto, su come conviviamo e ci rapportiamo con la natura, emerge un idea di convivenza e di come questo mondo disponga di tutti gli strumenti, di tutte le capacità, attraverso meccanismi invisibili e delicati di sopravvivere, sta a noi coglierne tutti gli aspetti e calandoci al loro interno riuscire a coesistere in pace senza distruggerne la fitta rete di ingranaggi che ne sostiene lo sviluppo.
Scrollate giù, dopo il salto una bella serie di scatti che documentano tutto l’allestimento realizzato dall’artista, dateci un occhiata per coglierne appieno tutto il significato e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul suo lavoro.

Thanks to The Artist for The Pics
Pics by Mario Lotti

Andreco – New Show at SETUP Art Fair 2014

Volgiamo il nostro sguardo sull’ultima meraviglia realizzata dal grande Andreco in occasione dell’ultima edizione di SETUP Art Fair, uno show presso lo spazio di Adiacenze curato da Daniela Tozzi e che raccoglie e prosegue tutta la ricerca dell’artista sul rapporto tra uomo e natura.
Per il suo allestimento Andreco porta quindi avanti le tematiche già esposte in Nomadic Landscape Elements riavvolgendole e ripresentando i concetti attraverso la creazione di una differente struttura e di una nuova serie di quadri di recentissima produzione, il tutto raccolto in una esibizione dal titolo “Climate change adaptation intervention”.
Dapprima ci scopriamo ad osservare il binomio tra quanto idealmente incollato al muro e quanto invece sospeso nel mezzo, approfondendo in realtà ciò che abbiamo di fronte emerge uno show che poggia in realtà le sue basi tematiche non tanto in ciò che abbiamo difronte, con una grande doppia struttura centrale formata questa volta da due ken tie giganti letteralmente appese al soffitto, ma piuttosto dai meccanismi naturali ed impercettibili che avvengono proprio tra le piante e l’uomo stesso. Andreco torna quindi a riflettere sull’uomo come sorgente inquinante rapportandolo alle piante, appositamente scelte dell’artista per il loro più alto fattore di assorbimento di CO2, in uno studio che mira a far prendere coscienza dei meccanismi naturali, di ciò che è già esistente e con il quale inconsciamente conviviamo tutti i giorni, più che mai contano quindi i concetti espressi e con essi l’evoluzione stilistica dell’artista che ne accompagna la comprensione e lo sviluppo in una profondità tematica densa ed avvolgente. Ci ritroviamo quindi ad indagare sul nostro personale rapporto, su come conviviamo e ci rapportiamo con la natura, emerge un idea di convivenza e di come questo mondo disponga di tutti gli strumenti, di tutte le capacità, attraverso meccanismi invisibili e delicati di sopravvivere, sta a noi coglierne tutti gli aspetti e calandoci al loro interno riuscire a coesistere in pace senza distruggerne la fitta rete di ingranaggi che ne sostiene lo sviluppo.
Scrollate giù, dopo il salto una bella serie di scatti che documentano tutto l’allestimento realizzato dall’artista, dateci un occhiata per coglierne appieno tutto il significato e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul suo lavoro.

Thanks to The Artist for The Pics
Pics by Mario Lotti