fbpx
GORGO

Alice Pasquini – New Mural in Berlin, Germany

A distanza di tempo torniamo ad approfondire il lavoro di Alice Pasquini, l’artista italiana si sposta a Berlino dove dopo circa una settimana di lavoro ha da poco terminato un nuovo intervento che segna il proseguo del suo percorso visivo.
Allontanandosi dai raid in strada con i piccoli stencil che ne avevano segnato le produzioni negli anni passati, Alice Pasquini continua ad impegnarsi con pareti di dimensione maggiore spingendo sui temi a lei più cari e su uno stile pittorico ricco di colori e dettagli visivi.
Proprio il progressivo allontanarsi da una dialettica visiva maggiormente legata alle influenze di altri artisti si sta rivelando la mossa vincente nel percorso dell’interprete, più caratteristico e decisamente più personale il lavoro che si fregia così di una cadenza emotiva maggiore, più sensibile, più legato a temi passionali e sopratutto sviluppato attraverso un intelligente scelta di ripetere lo stesso soggetto da differenti angoli, come una sorta di inquadratura ripetuta da differenti posizioni in modo da coinvolgere maggiormente chi osserva andando a toccare le corde più sensibili dello spettro emozionale.
Per “Suspended”, questo il titolo dell’intervento, l’interprete sceglie di replicare su vasta scala una sorta di sketchbook, emerge così un immagine di una donna ripetuta e realizzata in differenti pose ed inquadrature, dai primi piani passando per intere riprese di tutto il corpo, l’artista elabora così una sorta di frame continuo dove attraverso la stessa scala cromatica si diverte a proporci istanti di vita differenti. Ancora una volta quindi Alice Pasquini scegli un approccio viscerale raccontandoci una nuova storia ed alimentano i toni emotivi e fantasiosi che ne hanno da sempre caratterizzato il lavoro. Il tratto è marcato e ripetuto come se si trattasse di uno schizzo su carta, i colori si alternano tra vivacità e tinte più morbide segnando lo spazio attraverso una bella dose di dettagli, dalle ombre ai giochi di luce fino all’eccellente panorama finale che risulta assolutamente in simbiosi con lo spazio circostante.
Un intervento riuscitissimo che vi diamo modo di apprezzare al meglio attraverso una fitta serie di scatti che documentano anche il making of, il consiglio è quello di darci un occhiata per cogliere appieno tutto l’approccio dell’artista italiana, è tutto dopo il salto, scrollate giù e godetevi lo spettacolo, ma restate sintonizzati presto nuovi aggiornamenti sul suo lavoro qui sul Gorgo.

Pics by Jessica Stewart

Alice Pasquini – New Mural in Berlin, Germany

A distanza di tempo torniamo ad approfondire il lavoro di Alice Pasquini, l’artista italiana si sposta a Berlino dove dopo circa una settimana di lavoro ha da poco terminato un nuovo intervento che segna il proseguo del suo percorso visivo.
Allontanandosi dai raid in strada con i piccoli stencil che ne avevano segnato le produzioni negli anni passati, Alice Pasquini continua ad impegnarsi con pareti di dimensione maggiore spingendo sui temi a lei più cari e su uno stile pittorico ricco di colori e dettagli visivi.
Proprio il progressivo allontanarsi da una dialettica visiva maggiormente legata alle influenze di altri artisti si sta rivelando la mossa vincente nel percorso dell’interprete, più caratteristico e decisamente più personale il lavoro che si fregia così di una cadenza emotiva maggiore, più sensibile, più legato a temi passionali e sopratutto sviluppato attraverso un intelligente scelta di ripetere lo stesso soggetto da differenti angoli, come una sorta di inquadratura ripetuta da differenti posizioni in modo da coinvolgere maggiormente chi osserva andando a toccare le corde più sensibili dello spettro emozionale.
Per “Suspended”, questo il titolo dell’intervento, l’interprete sceglie di replicare su vasta scala una sorta di sketchbook, emerge così un immagine di una donna ripetuta e realizzata in differenti pose ed inquadrature, dai primi piani passando per intere riprese di tutto il corpo, l’artista elabora così una sorta di frame continuo dove attraverso la stessa scala cromatica si diverte a proporci istanti di vita differenti. Ancora una volta quindi Alice Pasquini scegli un approccio viscerale raccontandoci una nuova storia ed alimentano i toni emotivi e fantasiosi che ne hanno da sempre caratterizzato il lavoro. Il tratto è marcato e ripetuto come se si trattasse di uno schizzo su carta, i colori si alternano tra vivacità e tinte più morbide segnando lo spazio attraverso una bella dose di dettagli, dalle ombre ai giochi di luce fino all’eccellente panorama finale che risulta assolutamente in simbiosi con lo spazio circostante.
Un intervento riuscitissimo che vi diamo modo di apprezzare al meglio attraverso una fitta serie di scatti che documentano anche il making of, il consiglio è quello di darci un occhiata per cogliere appieno tutto l’approccio dell’artista italiana, è tutto dopo il salto, scrollate giù e godetevi lo spettacolo, ma restate sintonizzati presto nuovi aggiornamenti sul suo lavoro qui sul Gorgo.

Pics by Jessica Stewart