fbpx
GORGO

Alfano x Geometricbang for Enziteto Real Estate

Chiudiamo il cerchio sull’ottimo Enziteto Real Estate, il progetto tutto Barese realizzato da Pigment Workroom, con l’opera di Alfano e Geometricbang ancora una volta riuniti per il loro interessante e vivacissimo Funky Horror Vacui Project.
Per la rassegna, il Funky Horror Vacui Project, torna alla grandissima con una parete enorme su cui poter far esplodere tutto l’approccio tipico dei due interpreti riuniti all’interno di un progetto che fin dal suo esordio ci aveva assolutamente colpito e scosso positivamente – qui potete darci un occhiata – e che a distanza di mesi trova in questa parete Barese il suo naturale proseguo.
I differenti impianti visivi di Alfano e Geometricbang, così come un approccio al muro decisamente personale di ciascuno dei due artista, trovano una simbiosi perfetta attraverso un progetto che ha come punto focale una pittura e decorazione ossessiva che abbraccia e trasforma completamente la totalità della superfice di lavoro. Il mezzo espressiva di questo spunto avviene attraverso la creazione di una vera e propria massa cromatica che mira ad ottenere un impatto sicuramente potente e ricercato ed al contempo un armonia ed un equilibrio visivo con tutto ciò che circonda lo spot. In questo senso è importante sottolineare come un impostazione così forte e ricca riesca letteralmente ad inglobare sentimenti ed emozioni, ci ritroviamo piccoli a vagare tra le forme e le sfilettate di colore, completamente immersi in un bagno onirico che non smette di scuoterci.
L’opera realizzata da Geometricbang ed Alfano racchiude alla perfezioni l’impulso del loro progetto, al contempo, oltre a trasformare completamente la facciata ed a continuare sulla linea diretta di impatto e comunicazione con gli abitanti del quartieri di San Pio, riesce attraverso un grande ricchezza cromatica a suggerire differenti alterazioni emotive. In questo senso osservando il risultato finale veniamo accolti da una ragnatela di configurazioni e forme di colore differenti, all’interno delle stesse emerge un volto, appena accennato negli occhi che da una parte ci fa fantasticare sul resto dei lineamenti del viso, dall’altra nello sguardo basso sembra proprio rivolgersi a chi, in uno slancio passionale, si è fermato a contemplarlo. Si anima così un opera che si pone sfacciatamente in uno stretto legame con l’osservatore, sguardo contro sguardo, occhi contro occhi, quasi impauriti dalla grandezza e dalla profondità della visione che ci si para difronte ed attraverso la stessa persi in un mare di sogni e di sensazioni differenti ed altalenanti, un piccolo grande viaggio per evadere da una realtà che proprio qui troppo spesso si fa difficile, complicata e dolorosa. Il risultato finale è quindi un opera densissima di carattere di opportunità, che si scaglia contro la superfice cambiandone completamente le fattezze e rivendicando una sospensione emotiva, un opportunità di evasione.
Non aggiungiamo altro, vi lasciamo piuttosto ad un bella ed intesa selezione di scatti con tutti i dettagli dell’intervento realizzato in aggiunta a qualche immagine durante le fasi di realizzazione del lavoro, il consiglio è quello di darci un occhiata e se vi siete persi qualcosa qui trovate tutti i precedenti interventi.

Alfano x Geometricbang for Enziteto Real Estate

Chiudiamo il cerchio sull’ottimo Enziteto Real Estate, il progetto tutto Barese realizzato da Pigment Workroom, con l’opera di Alfano e Geometricbang ancora una volta riuniti per il loro interessante e vivacissimo Funky Horror Vacui Project.
Per la rassegna, il Funky Horror Vacui Project, torna alla grandissima con una parete enorme su cui poter far esplodere tutto l’approccio tipico dei due interpreti riuniti all’interno di un progetto che fin dal suo esordio ci aveva assolutamente colpito e scosso positivamente – qui potete darci un occhiata – e che a distanza di mesi trova in questa parete Barese il suo naturale proseguo.
I differenti impianti visivi di Alfano e Geometricbang, così come un approccio al muro decisamente personale di ciascuno dei due artista, trovano una simbiosi perfetta attraverso un progetto che ha come punto focale una pittura e decorazione ossessiva che abbraccia e trasforma completamente la totalità della superfice di lavoro. Il mezzo espressiva di questo spunto avviene attraverso la creazione di una vera e propria massa cromatica che mira ad ottenere un impatto sicuramente potente e ricercato ed al contempo un armonia ed un equilibrio visivo con tutto ciò che circonda lo spot. In questo senso è importante sottolineare come un impostazione così forte e ricca riesca letteralmente ad inglobare sentimenti ed emozioni, ci ritroviamo piccoli a vagare tra le forme e le sfilettate di colore, completamente immersi in un bagno onirico che non smette di scuoterci.
L’opera realizzata da Geometricbang ed Alfano racchiude alla perfezioni l’impulso del loro progetto, al contempo, oltre a trasformare completamente la facciata ed a continuare sulla linea diretta di impatto e comunicazione con gli abitanti del quartieri di San Pio, riesce attraverso un grande ricchezza cromatica a suggerire differenti alterazioni emotive. In questo senso osservando il risultato finale veniamo accolti da una ragnatela di configurazioni e forme di colore differenti, all’interno delle stesse emerge un volto, appena accennato negli occhi che da una parte ci fa fantasticare sul resto dei lineamenti del viso, dall’altra nello sguardo basso sembra proprio rivolgersi a chi, in uno slancio passionale, si è fermato a contemplarlo. Si anima così un opera che si pone sfacciatamente in uno stretto legame con l’osservatore, sguardo contro sguardo, occhi contro occhi, quasi impauriti dalla grandezza e dalla profondità della visione che ci si para difronte ed attraverso la stessa persi in un mare di sogni e di sensazioni differenti ed altalenanti, un piccolo grande viaggio per evadere da una realtà che proprio qui troppo spesso si fa difficile, complicata e dolorosa. Il risultato finale è quindi un opera densissima di carattere di opportunità, che si scaglia contro la superfice cambiandone completamente le fattezze e rivendicando una sospensione emotiva, un opportunità di evasione.
Non aggiungiamo altro, vi lasciamo piuttosto ad un bella ed intesa selezione di scatti con tutti i dettagli dell’intervento realizzato in aggiunta a qualche immagine durante le fasi di realizzazione del lavoro, il consiglio è quello di darci un occhiata e se vi siete persi qualcosa qui trovate tutti i precedenti interventi.