fbpx
GORGO

Alfano – A Series of New Pieces in Lodi

Nuovo aggiornamento per Alfano, il grande artista Italiano ha da poco terminato a Lodi una nuova ed intensa serie di interventi, un nuovo progetto caratterizzano da uno spirito spontaneo e soprattutto emotivo.
Questa nuova serie di lavori, ci permette di tornare ad approfondire uno degli artisti a cui maggiormente ci sentiamo legati, con l’opportunità di cogliere ancora una volta gli aspetti unici della sua pittura e del suo particolare immaginario. L’impatto con le produzioni firmate dall’artista ha sempre saputo risvegliare i noi impulsi, visioni ed immagini latenti, un contatto diretto con la parte più emotiva, il nostro io inconscio, ancora un po’ bambino, che così fortemente viene attratto da quel tratto ruvido e viscerale che ne caratterizza le produzioni. Non è semplice confrontarsi con le immagini sviluppate da Alfano, si tratta di un bagno cosciente, catartico all’interno del quale veniamo spogliati da preconcetti, da impostazioni stilistiche, per abbandonarci piuttosto nella più totale spontaneità, nella gestualità più istintiva, raccogliendo il risultato di una rappresentazione di un idea o concetto, immediata, diretta ed incisiva. L’interprete raccoglie dalla proprie esperienze, dagli stimoli ricevuti da bambino, componendo un immaginario denso, capace di rifarsi ad esempio ai miti dei cartoni animati di una volta, di approfondire dinamiche e meccanismi mentali, il tutto attraverso una visione volutamente inesatta, primitiva e deforme nell’aspetto.
Questa nuova serie di interventi, ben rappresenta il particolare momento dell’artista. L’autore sceglie di affidarsi, qui più che mai, ad una impostazione totalmente spontanea. Non ci sono bozzetti e contenuti pensati per comporre il risultato finale, quanto piuttosto l’idea di un lavoro legato agli automatismi del gesto e del processo creativo. Se questa rappresenta una componente rilevante, che attraversa buona parte delle produzioni dell’autore, appare chiaro come l’idea sia di quella di sviluppare un contenuto latente. Si tratta quindi di un impulso pittorico veicolato dal gesto, spontaneo e crudo si, ma soprattutto emotivo. Alfano viene spinto dalle sensazioni e dagli stimoli del momento, esercitando e dando forma e sostanza attraverso la propria gestualità, a ciascuno di questi interventi.
Ognuna delle opere, realizzate a Lodi dal 10 di Aprile ad oggi, prende vita nella totale illegalità. Elemento fondamentale quest’ultimo, è legato a due distinti fattori. Il primo é che questo genere di cose non piacciono e quindi non vengono di fatto commissionate (almeno attualmente), il secondo è che lo stesso autore si sente ancora molto legato al graffito vecchia scuola, un approccio questo che continua a gratificarlo molto.
Scrollate giù, in calce al nostro testo potete trovare una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, mettetevi comodi e dateci un occhiata, siamo certi infatti che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Thanks to The Artist for The Pics

Alfano – A Series of New Pieces in Lodi

Nuovo aggiornamento per Alfano, il grande artista Italiano ha da poco terminato a Lodi una nuova ed intensa serie di interventi, un nuovo progetto caratterizzano da uno spirito spontaneo e soprattutto emotivo.
Questa nuova serie di lavori, ci permette di tornare ad approfondire uno degli artisti a cui maggiormente ci sentiamo legati, con l’opportunità di cogliere ancora una volta gli aspetti unici della sua pittura e del suo particolare immaginario. L’impatto con le produzioni firmate dall’artista ha sempre saputo risvegliare i noi impulsi, visioni ed immagini latenti, un contatto diretto con la parte più emotiva, il nostro io inconscio, ancora un po’ bambino, che così fortemente viene attratto da quel tratto ruvido e viscerale che ne caratterizza le produzioni. Non è semplice confrontarsi con le immagini sviluppate da Alfano, si tratta di un bagno cosciente, catartico all’interno del quale veniamo spogliati da preconcetti, da impostazioni stilistiche, per abbandonarci piuttosto nella più totale spontaneità, nella gestualità più istintiva, raccogliendo il risultato di una rappresentazione di un idea o concetto, immediata, diretta ed incisiva. L’interprete raccoglie dalla proprie esperienze, dagli stimoli ricevuti da bambino, componendo un immaginario denso, capace di rifarsi ad esempio ai miti dei cartoni animati di una volta, di approfondire dinamiche e meccanismi mentali, il tutto attraverso una visione volutamente inesatta, primitiva e deforme nell’aspetto.
Questa nuova serie di interventi, ben rappresenta il particolare momento dell’artista. L’autore sceglie di affidarsi, qui più che mai, ad una impostazione totalmente spontanea. Non ci sono bozzetti e contenuti pensati per comporre il risultato finale, quanto piuttosto l’idea di un lavoro legato agli automatismi del gesto e del processo creativo. Se questa rappresenta una componente rilevante, che attraversa buona parte delle produzioni dell’autore, appare chiaro come l’idea sia di quella di sviluppare un contenuto latente. Si tratta quindi di un impulso pittorico veicolato dal gesto, spontaneo e crudo si, ma soprattutto emotivo. Alfano viene spinto dalle sensazioni e dagli stimoli del momento, esercitando e dando forma e sostanza attraverso la propria gestualità, a ciascuno di questi interventi.
Ognuna delle opere, realizzate a Lodi dal 10 di Aprile ad oggi, prende vita nella totale illegalità. Elemento fondamentale quest’ultimo, è legato a due distinti fattori. Il primo é che questo genere di cose non piacciono e quindi non vengono di fatto commissionate (almeno attualmente), il secondo è che lo stesso autore si sente ancora molto legato al graffito vecchia scuola, un approccio questo che continua a gratificarlo molto.
Scrollate giù, in calce al nostro testo potete trovare una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, mettetevi comodi e dateci un occhiata, siamo certi infatti che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Thanks to The Artist for The Pics