GORGO

Alexis Diaz – New Mural for Art Basel 2013

Torniamo a Miami, in occasione dell’Art Basel 2013 un altro dei big della scena internazionale, Alexis Diaz del duo La Pandilla, scende in campo proponendo un nuovo ed esaltante pezzo proseguendo di fatto sulla strada tracciata in questi ultimi mesi.

Ancora una volta rimaniamo sorpresi nell’osservare la costanza ed il dettaglio di lavoro di Alexis Diaz, il grande artista Portoricano sviluppa le sue creazioni avvalendosi di una pittura minuziosa e dettagliata, attraverso una serie di piccoli pennelli l’interprete realizza piccoli segmenti che vanno mano a mano a comporre le figure designate. Oltre alla grande pazienza di lavoro ed al risultato assolutamente realistico quello che impressiona sono i soggetti scelti dall’interprete, un vero e proprio mash-up che si sviluppa dall’unione di differenti componenti, si va dalle parti di corpo umano, come le mani ad esempio od i teschi piuttosto ricorrenti, oppure a vere e proprie parti di animali differenti che si uniscono tra loro creando nuovi essere fantastici, infine osserviamo l’inserimento di paesaggi e scorci urbani che vengono letteralmente poggiati sui corpi e sulle sezioni dell’intervento. Il risultato finale è un opera dettagliatissima, assolutamente immersiva e che viene infine legata ad una serie di figure e forme dalla maggiore inflessione geometrica, come più triangoli concentrici che di fatto catturano l’attenzione incanalandola in un unico punto del dipinto, nota finale per i colori, caldi ed avvolgenti che riescono a trasmettere una forte e inclina cadenza emotiva a tutta l’opera.

Per quest’ultimo lavoro Alexis Diaz prende possesso di questa grande parete, l’artista sviluppa una intricatissima forma prendendo parti differenti di animali ed incanalandole in una serie di triangolo giusto appena accennati. Nella parte centrale un grande calamaro che viene letteralmente avvolto da due grandi pesci, a differenza dei precedenti interventi quest’opera non vede una grande fusione di corpi e sezioni differenti, piuttosto la nostra attenzione si sposta verso l’incredibile effetto cromatico con il lavoro che attraversa tre tinte differenti andando mano a mano che la parete si conclude a cambiare colore e rendendo l’opera finale assolutamente riuscita

Dopo il salto trovate una serie di scatti con i dettagli dell’intervento e qualche immagini del making of, dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti da Miami e dalla grande kermesse statunitense.

Pics via Street Art News

Alexis Diaz – New Mural for Art Basel 2013

Torniamo a Miami, in occasione dell’Art Basel 2013 un altro dei big della scena internazionale, Alexis Diaz del duo La Pandilla, scende in campo proponendo un nuovo ed esaltante pezzo proseguendo di fatto sulla strada tracciata in questi ultimi mesi.

Ancora una volta rimaniamo sorpresi nell’osservare la costanza ed il dettaglio di lavoro di Alexis Diaz, il grande artista Portoricano sviluppa le sue creazioni avvalendosi di una pittura minuziosa e dettagliata, attraverso una serie di piccoli pennelli l’interprete realizza piccoli segmenti che vanno mano a mano a comporre le figure designate. Oltre alla grande pazienza di lavoro ed al risultato assolutamente realistico quello che impressiona sono i soggetti scelti dall’interprete, un vero e proprio mash-up che si sviluppa dall’unione di differenti componenti, si va dalle parti di corpo umano, come le mani ad esempio od i teschi piuttosto ricorrenti, oppure a vere e proprie parti di animali differenti che si uniscono tra loro creando nuovi essere fantastici, infine osserviamo l’inserimento di paesaggi e scorci urbani che vengono letteralmente poggiati sui corpi e sulle sezioni dell’intervento. Il risultato finale è un opera dettagliatissima, assolutamente immersiva e che viene infine legata ad una serie di figure e forme dalla maggiore inflessione geometrica, come più triangoli concentrici che di fatto catturano l’attenzione incanalandola in un unico punto del dipinto, nota finale per i colori, caldi ed avvolgenti che riescono a trasmettere una forte e inclina cadenza emotiva a tutta l’opera.

Per quest’ultimo lavoro Alexis Diaz prende possesso di questa grande parete, l’artista sviluppa una intricatissima forma prendendo parti differenti di animali ed incanalandole in una serie di triangolo giusto appena accennati. Nella parte centrale un grande calamaro che viene letteralmente avvolto da due grandi pesci, a differenza dei precedenti interventi quest’opera non vede una grande fusione di corpi e sezioni differenti, piuttosto la nostra attenzione si sposta verso l’incredibile effetto cromatico con il lavoro che attraversa tre tinte differenti andando mano a mano che la parete si conclude a cambiare colore e rendendo l’opera finale assolutamente riuscita

Dopo il salto trovate una serie di scatti con i dettagli dell’intervento e qualche immagini del making of, dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti da Miami e dalla grande kermesse statunitense.

Pics via Street Art News