fbpx
GORGO

Alberonero – New Pieces in Abandoned Factory near Lodi

Di Alberonero aspettavo con ansia il prossimo lavoro, dopo aver avuto il piacere di parlarvi di questo giovane artista, se ve lo siete perso potete leggere tutto sul THE BOOST a lui dedicato, attendevo che terminasse il prossimo pezzo per parlarvene nuovamente.
Recentemente l’artista si è spostato in una fabbrica abbandonata nei pressi di Lodi, uno di quelle location solitarie e tranquille dove poter sperimentare e far uscire fuori tutto il proprio talento nonchè uno dei suoi luoghi preferiti.
L’idea alla base di questa serie di lavori è quella di creare elementi sensoriali che possano essere in stretto legame tra loro, ci spiega, un legame invisibile che possa spiazzare il fruitore. I lavori, due su muro ed un altro su tela, risultano in forte simbiosi l’uno con l’altro, andando a creare un unica opera, specialmente per i primi due, che si muove si sposta, provocando un gioco di prospettive e un senso di profondità unico.
Ancora una volta il tratto distintivo di Alberonero è facilmente apprezzabile, tratto acceso e colori primari, dipinto come se fosse stato partorito dalla mente di un bambino, il lavoro offre una riflessione sugli spazi e sul modo unico di concepire l’arte.

Thanks to the artist for the pics

Alberonero – New Pieces in Abandoned Factory near Lodi

Di Alberonero aspettavo con ansia il prossimo lavoro, dopo aver avuto il piacere di parlarvi di questo giovane artista, se ve lo siete perso potete leggere tutto sul THE BOOST a lui dedicato, attendevo che terminasse il prossimo pezzo per parlarvene nuovamente.
Recentemente l’artista si è spostato in una fabbrica abbandonata nei pressi di Lodi, uno di quelle location solitarie e tranquille dove poter sperimentare e far uscire fuori tutto il proprio talento nonchè uno dei suoi luoghi preferiti.
L’idea alla base di questa serie di lavori è quella di creare elementi sensoriali che possano essere in stretto legame tra loro, ci spiega, un legame invisibile che possa spiazzare il fruitore. I lavori, due su muro ed un altro su tela, risultano in forte simbiosi l’uno con l’altro, andando a creare un unica opera, specialmente per i primi due, che si muove si sposta, provocando un gioco di prospettive e un senso di profondità unico.
Ancora una volta il tratto distintivo di Alberonero è facilmente apprezzabile, tratto acceso e colori primari, dipinto come se fosse stato partorito dalla mente di un bambino, il lavoro offre una riflessione sugli spazi e sul modo unico di concepire l’arte.

Thanks to the artist for the pics