fbpx
GORGO

Alberonero – A New Mural in Crema

Con piacere torniamo ad volgere il nostro sguardo sul lavoro di Alberonero (The Boost), l’artista ha da poco terminato una nuova parete a Crema in Pronvincia di Cremona continuando a portare avanti il personale percorso di sperimentazioni cromatiche e visive.
Anche in quest’ultimo intervento Alberonero prosegue la sua ricerca che ne sta fortemente influenzando l’operato in questi ultimi mesi, è chiaro ormai come l’interprete abbia definitivamente abbandonato le grandi caselle di colore che ne hanno contraddistinto le opere, per concentrare i propri sforzi piuttosto su composizioni più criptiche e molto più ridotte, anziché focalizzarsi su grandi configurazioni infatti l’interprete sceglie di scomporre le proprie visioni, i quadrati si fanno più piccoli e soprattutto i colori scelti entrando direttamente in contatto con il panorama circostante alimentando un forte simbiosi visiva. Alberonero sembra attuare una manipolazione della forma più ragionata e disciplinata, le tinte seguendo una scala cromatica che va, con il proseguire e con lo sviluppo del pezzo, a cambiare passo dopo passo, un sali e scendi nel quale casella dopo casella il colore si trasforma fino a cambiare tinta.
Il carattere riflessivo di questo nuovo percorso adottato dall’interprete spingono ad una analisi più soggettiva dando di fatto in pasto a chi osserva l’opportunità di una chiave di lettura del tutto personale, in quest’ultimo lavoro in particolare l’artista inserisce la sua visione all’interno di una parete che già accoglie un forte elemento visivo, il rampicante avvolge letteralmente lo spazio dando molto all’artista di mettere in piedi un interessante e ragionato rapporto. Osserviamo così l’onda di caselle partire dalla parte più alta campionando la tinta stessa del muro, per poi scendere a capofitto perdendosi nel bianco ed all’interno del cuore naturale, qui la vediamo riuscire in un celeste che va figura dopo figura a trasformarsi in un verde per poi spegnersi nuovamente in un bianco intenso.
Ogni tonalità scelta da Alberonero è mutevole, dai colori più scuri fino a quelli più chiari fino a subire l’inevitabile concentrazione nel bianco, un lavoro interessante questo che vi diamo modo di apprezzare al meglio attraverso gli scatti in galleria, enjoy it.

Thanks to The Artist for The Pics

Alberonero – A New Mural in Crema

Con piacere torniamo ad volgere il nostro sguardo sul lavoro di Alberonero (The Boost), l’artista ha da poco terminato una nuova parete a Crema in Pronvincia di Cremona continuando a portare avanti il personale percorso di sperimentazioni cromatiche e visive.
Anche in quest’ultimo intervento Alberonero prosegue la sua ricerca che ne sta fortemente influenzando l’operato in questi ultimi mesi, è chiaro ormai come l’interprete abbia definitivamente abbandonato le grandi caselle di colore che ne hanno contraddistinto le opere, per concentrare i propri sforzi piuttosto su composizioni più criptiche e molto più ridotte, anziché focalizzarsi su grandi configurazioni infatti l’interprete sceglie di scomporre le proprie visioni, i quadrati si fanno più piccoli e soprattutto i colori scelti entrando direttamente in contatto con il panorama circostante alimentando un forte simbiosi visiva. Alberonero sembra attuare una manipolazione della forma più ragionata e disciplinata, le tinte seguendo una scala cromatica che va, con il proseguire e con lo sviluppo del pezzo, a cambiare passo dopo passo, un sali e scendi nel quale casella dopo casella il colore si trasforma fino a cambiare tinta.
Il carattere riflessivo di questo nuovo percorso adottato dall’interprete spingono ad una analisi più soggettiva dando di fatto in pasto a chi osserva l’opportunità di una chiave di lettura del tutto personale, in quest’ultimo lavoro in particolare l’artista inserisce la sua visione all’interno di una parete che già accoglie un forte elemento visivo, il rampicante avvolge letteralmente lo spazio dando molto all’artista di mettere in piedi un interessante e ragionato rapporto. Osserviamo così l’onda di caselle partire dalla parte più alta campionando la tinta stessa del muro, per poi scendere a capofitto perdendosi nel bianco ed all’interno del cuore naturale, qui la vediamo riuscire in un celeste che va figura dopo figura a trasformarsi in un verde per poi spegnersi nuovamente in un bianco intenso.
Ogni tonalità scelta da Alberonero è mutevole, dai colori più scuri fino a quelli più chiari fino a subire l’inevitabile concentrazione nel bianco, un lavoro interessante questo che vi diamo modo di apprezzare al meglio attraverso gli scatti in galleria, enjoy it.

Thanks to The Artist for The Pics