fbpx
GORGO

AK – “Gradient” New Mural in Torino Part III

Continuiamo ad immergerci all’interno del lavoro di AK con questo terzo lavoro portato a termine dell’artista per la sua nuova serie “Gradient” che ne sta caratterizzando gli interventi in queste ultime settimane.
Il coinvolgimento degli interventi di AK è tale da invogliarci a scrutare bene e nel dettaglio quanto l’artista sta cercando di mostrarci, lo sviluppo del suo personale percorso visivo ha subito, in particolare in queste settimane una sostanziale e decisa sferzata, con un numero sempre crescente di lavori attraverso i quali continuare la personale sperimentazione visiva e soprattutto geometrica. Come spesso ribadito il fulcro e cardine del lavoro di AK risiede e si sviluppa nella figura triangolo rettangolo isoscele, è l’equilibrio caratterizzato da questa forma a muovere la visione artistica dell’interprete unisce le peculiarità della forma ad una forte caratterizzazione visiva. Oltre che la propensione ad esplorare le zone in stato di degrado, quei luoghi al limite delle società abbandonati a loro stessi, è proprio quest’ultima peculiarità a caratterizzare tutte le opere fin qui viste in “Gradient” , la serie si distingue per l’intento dell’artista di disciplinare la figura a lui cara attraverso una visione ipnotica della stessa, è un vero e proprio gioco con la nostra vista che muove le viscere dell’intervento, un inganno alimentato da effetti traslucidi ed una continua e latente sensazione di moto perpetuo.
AK attraverso uno studio ben ragionato, ancora una volta in questo intervento fa muovere le linee che compongono le sue figure, a differenza del precedente intervento il lavoro risulta più equilibrato nonché più pulito, non ci troviamo di fronte infatti a giochi di figure su figure, ma piuttosto notiamo l’intenzione dell’interprete di cambiare la partenza dell’effetto spostando il suo apice nella linea centrale delle tre figure con il risultato di uno sviluppo duplice nelle sue due estremità.
In attesa di scoprire il prossimo step di questo bel progetto, ci godiamo la immagini di quest’ultimo lavoro, dateci un occhiata siamo certi che anche voi ne rimarrete piacevolmente coinvolti.

Thanks to The Artist for The Pics

AK – “Gradient” New Mural in Torino Part III

Continuiamo ad immergerci all’interno del lavoro di AK con questo terzo lavoro portato a termine dell’artista per la sua nuova serie “Gradient” che ne sta caratterizzando gli interventi in queste ultime settimane.
Il coinvolgimento degli interventi di AK è tale da invogliarci a scrutare bene e nel dettaglio quanto l’artista sta cercando di mostrarci, lo sviluppo del suo personale percorso visivo ha subito, in particolare in queste settimane una sostanziale e decisa sferzata, con un numero sempre crescente di lavori attraverso i quali continuare la personale sperimentazione visiva e soprattutto geometrica. Come spesso ribadito il fulcro e cardine del lavoro di AK risiede e si sviluppa nella figura triangolo rettangolo isoscele, è l’equilibrio caratterizzato da questa forma a muovere la visione artistica dell’interprete unisce le peculiarità della forma ad una forte caratterizzazione visiva. Oltre che la propensione ad esplorare le zone in stato di degrado, quei luoghi al limite delle società abbandonati a loro stessi, è proprio quest’ultima peculiarità a caratterizzare tutte le opere fin qui viste in “Gradient” , la serie si distingue per l’intento dell’artista di disciplinare la figura a lui cara attraverso una visione ipnotica della stessa, è un vero e proprio gioco con la nostra vista che muove le viscere dell’intervento, un inganno alimentato da effetti traslucidi ed una continua e latente sensazione di moto perpetuo.
AK attraverso uno studio ben ragionato, ancora una volta in questo intervento fa muovere le linee che compongono le sue figure, a differenza del precedente intervento il lavoro risulta più equilibrato nonché più pulito, non ci troviamo di fronte infatti a giochi di figure su figure, ma piuttosto notiamo l’intenzione dell’interprete di cambiare la partenza dell’effetto spostando il suo apice nella linea centrale delle tre figure con il risultato di uno sviluppo duplice nelle sue due estremità.
In attesa di scoprire il prossimo step di questo bel progetto, ci godiamo la immagini di quest’ultimo lavoro, dateci un occhiata siamo certi che anche voi ne rimarrete piacevolmente coinvolti.

Thanks to The Artist for The Pics