fbpx
GORGO

The Abstract Painters Gathering: Una conversazione astratta dipinta su muro

Le collaborazioni tra artisti da sempre fanno parte del DNA di tutto ciò che viene dipinto in strada. Special modo nei graffiti, e di conseguenza nelle diverse e successive forme della pittura in strada, questa tipologia di approccio è figlia della condivisione e del dialogo, della volontà di sperimentare in comunione lasciando che diverse contaminazioni esterne influenzino il processo pittorico. A beneficare di tutto ciò sono gli artisti stessi che attraverso il lavoro congiunto hanno modo di confrontarsi e di conseguenza evolvere e sviluppare la propria ricerca.

Partendo da questi concetti nasce The Abstract Painters Gathering, un evento pubblico per tutti coloro che portano avanti un ricerca pittorica astratta. Il progetto ha visto riunirsi a Berlino diverse personalità per dipingere le pareti della vecchia caserma dei pompieri di Kreuzberg.
Il progetto fa suoi i principi legati alla collaborazione tra artisti differenti, amplificandone però gli intenti. Vi è infatti volontà di gettare le basi per una vera e propria conversazione pittorica basata sulle differenti e personali espressioni artistiche di ciascuno dei partecipanti.
Ad unire Kidcash, Blazej Rusin, Ludwig Schult, Iaro Kusch, Jack Coyle, Sascha Missfeldt, Daniel Hahn e Johannes Mundinger è senza dubbio una comune matrice astratta riconducibile ai graffiti e caratterizzata da differenti e peculiari ricerche pittoriche.
Il gruppo ha lavorato su uno spazio comune, coniugando le differenti identità attraverso un confronto ed un processo condiviso e spontaneo, lavorando per addizione e sottrazione fino ad arrivare al risultato finale.

The Abstract Painters Gathering: Una conversazione astratta dipinta su muro

Le collaborazioni tra artisti da sempre fanno parte del DNA di tutto ciò che viene dipinto in strada. Special modo nei graffiti, e di conseguenza nelle diverse e successive forme della pittura in strada, questa tipologia di approccio è figlia della condivisione e del dialogo, della volontà di sperimentare in comunione lasciando che diverse contaminazioni esterne influenzino il processo pittorico. A beneficare di tutto ciò sono gli artisti stessi che attraverso il lavoro congiunto hanno modo di confrontarsi e di conseguenza evolvere e sviluppare la propria ricerca.

Partendo da questi concetti nasce The Abstract Painters Gathering, un evento pubblico per tutti coloro che portano avanti un ricerca pittorica astratta. Il progetto ha visto riunirsi a Berlino diverse personalità per dipingere le pareti della vecchia caserma dei pompieri di Kreuzberg.
Il progetto fa suoi i principi legati alla collaborazione tra artisti differenti, amplificandone però gli intenti. Vi è infatti volontà di gettare le basi per una vera e propria conversazione pittorica basata sulle differenti e personali espressioni artistiche di ciascuno dei partecipanti.
Ad unire Kidcash, Blazej Rusin, Ludwig Schult, Iaro Kusch, Jack Coyle, Sascha Missfeldt, Daniel Hahn e Johannes Mundinger è senza dubbio una comune matrice astratta riconducibile ai graffiti e caratterizzata da differenti e peculiari ricerche pittoriche.
Il gruppo ha lavorato su uno spazio comune, coniugando le differenti identità attraverso un confronto ed un processo condiviso e spontaneo, lavorando per addizione e sottrazione fino ad arrivare al risultato finale.