fbpx
GORGO

ABSTRACT Group Show at BC Gallery (Recap)

Aperta lo scorso 26 Settembre andiamo a dare un occhiata ad ABSTRACT, sontuoso group show con i lavori di Clemens Behr, HENSE, MOMO, il nostro Moneyless, Nelio, Ahmed Abdellatif, Nural Moser, Severin Gruner, Stohead all’interno degli spazi della BC Gallery di Berlino.
Riapre la stagione della bella galleria berlinese con un group show ispirato, come il titolo stesso suggerisce, al lavoro di quegli artisti che hanno fatto dell’astrattismo il loro principale stimolo lavorativo, nove interpreti di fama internazionale tutti legati da una comune predilezione ma che, attraverso il loro peculiare lavoro, portano avanti direzioni e stimoli differenti.
In questo senso è importante sottolineare come per tutti gli autori di ABSTRACT sia importante lanciare un messaggio visivo allo spettatore ponendolo di fronte ad una decostruzione sensata e personale di forme e geometrie, spinta da una ricerca personale e mai ferma che spinge gli stessi interpreti a cercare soluzioni sempre differenti lasciando inalterato quella che è l’identità stessa del loro percorso, lavorando con i colori ed indirizzi cromatici differenti, fino a far emergere e raggiungere una sorta di purezza della forma per quella che è un ottica strettamente connessa con i movimenti artistici del 20^ secolo applicati attraverso le differenze esperienze e background di ciascuno degli autori.
Lo show vuole quindi essere una sorta di punto fermo, una possibilità di osservare come l’arte non figurativa si sia evoluta raccogliendo e sperimentando declinazioni differenti, percorsi nuovi con i quali gli interpreti si confrontano tutti i giorni, materiali differenti, tensioni visive, passando per i bilanciamenti e gli equilibri del bianco e del nero, e ancora, lo sviluppo di componenti cromatiche attraverso un applicazione in forme divergenti, giochi percettivi con i quali entriamo in un dimensione differente, e tutto quel variegato universi che ha scelto di distaccarsi dal figurativo.
In calce al nostro testo potete trovare una bella serie di scatti con tutti i dettagli dell’allestimento proposto, il consiglio è quello di darci un occhiata e se vi trovate in zona vi ricordiamo che c’è tempo fino al prossimo 1 Novembre per andare a darci un occhiata approfondita di persona, noi ve l’abbiamo detto.

After summer break BC Gallery continues the exhibition season with a group show presenting nine international artists. The show titled ‘ABSTRACT’ opens it’s doors on September 26th and is on display until November 1st.

Leaving a clear optical message to the viewer, picking up the early avantgarde thoughts of the deconstruction of shapes and geometry, filtering colors until they appear in their purest form the artist’s works do not only reflect but also advance several 20th century art movements from early constructivism to pop-art related styles. It is the ‘innocence of the eye’, a term used by Ernst Gombrich to describe that whenever we look at a figurative painting our view is dependent on prior knowledge and therefore not ‘innocent’. This is not the case when we look at non-figurative artworks that come in shapes we cannot relate to. Working with various different materials the artists also create tension trough out all dimensions. From balancing and energizing the canvas with the anti-colors black and white, over experimenting with pure colors and shapes, to leaving the canvas completely – and entering the 3rd dimension by creating abstract installations, the artists present a wide range of what is possible in non-figurative art.

BC Gallery
Libauer Str. 14
10245 Berlin

Thanks to The Gallery for The Pics

ABSTRACT Group Show at BC Gallery (Recap)

Aperta lo scorso 26 Settembre andiamo a dare un occhiata ad ABSTRACT, sontuoso group show con i lavori di Clemens Behr, HENSE, MOMO, il nostro Moneyless, Nelio, Ahmed Abdellatif, Nural Moser, Severin Gruner, Stohead all’interno degli spazi della BC Gallery di Berlino.
Riapre la stagione della bella galleria berlinese con un group show ispirato, come il titolo stesso suggerisce, al lavoro di quegli artisti che hanno fatto dell’astrattismo il loro principale stimolo lavorativo, nove interpreti di fama internazionale tutti legati da una comune predilezione ma che, attraverso il loro peculiare lavoro, portano avanti direzioni e stimoli differenti.
In questo senso è importante sottolineare come per tutti gli autori di ABSTRACT sia importante lanciare un messaggio visivo allo spettatore ponendolo di fronte ad una decostruzione sensata e personale di forme e geometrie, spinta da una ricerca personale e mai ferma che spinge gli stessi interpreti a cercare soluzioni sempre differenti lasciando inalterato quella che è l’identità stessa del loro percorso, lavorando con i colori ed indirizzi cromatici differenti, fino a far emergere e raggiungere una sorta di purezza della forma per quella che è un ottica strettamente connessa con i movimenti artistici del 20^ secolo applicati attraverso le differenze esperienze e background di ciascuno degli autori.
Lo show vuole quindi essere una sorta di punto fermo, una possibilità di osservare come l’arte non figurativa si sia evoluta raccogliendo e sperimentando declinazioni differenti, percorsi nuovi con i quali gli interpreti si confrontano tutti i giorni, materiali differenti, tensioni visive, passando per i bilanciamenti e gli equilibri del bianco e del nero, e ancora, lo sviluppo di componenti cromatiche attraverso un applicazione in forme divergenti, giochi percettivi con i quali entriamo in un dimensione differente, e tutto quel variegato universi che ha scelto di distaccarsi dal figurativo.
In calce al nostro testo potete trovare una bella serie di scatti con tutti i dettagli dell’allestimento proposto, il consiglio è quello di darci un occhiata e se vi trovate in zona vi ricordiamo che c’è tempo fino al prossimo 1 Novembre per andare a darci un occhiata approfondita di persona, noi ve l’abbiamo detto.

After summer break BC Gallery continues the exhibition season with a group show presenting nine international artists. The show titled ‘ABSTRACT’ opens it’s doors on September 26th and is on display until November 1st.

Leaving a clear optical message to the viewer, picking up the early avantgarde thoughts of the deconstruction of shapes and geometry, filtering colors until they appear in their purest form the artist’s works do not only reflect but also advance several 20th century art movements from early constructivism to pop-art related styles. It is the ‘innocence of the eye’, a term used by Ernst Gombrich to describe that whenever we look at a figurative painting our view is dependent on prior knowledge and therefore not ‘innocent’. This is not the case when we look at non-figurative artworks that come in shapes we cannot relate to. Working with various different materials the artists also create tension trough out all dimensions. From balancing and energizing the canvas with the anti-colors black and white, over experimenting with pure colors and shapes, to leaving the canvas completely – and entering the 3rd dimension by creating abstract installations, the artists present a wide range of what is possible in non-figurative art.

BC Gallery
Libauer Str. 14
10245 Berlin

Thanks to The Gallery for The Pics