GORGO

2501 X Speto – New Mural in São Paulo

Anche 2501 e Speto al lavoro per l’eccellente O.Bra Festival di São Paulo, il duo ha terminato di dipingere queste enorme parete intrecciando le rispettive e differenti ricerche stilistiche.

Come abbiamo avuto modo di vedere, il festival Sudamericano sta offrendo enormi spazi di lavoro innescando intense ed inedite collaborazioni tra artisti di primissimo livello, ultima questa tra il leggendario artista Brasiliano ed il grande autore italiano.

L’opera prende vita su questa lunghissima parete e vede i due artisti amalgamare al meglio le rispettive fascinazioni. 2501 continua la personale ricerca astratta, insistendo nel proporre una pittura spontanea e ‘sporca’, scandita dalle iconiche linee nere e dai dettagli in color oro. L’artista realizza quindi una serie di forme enormi irregolari che vanno cambiare completamente l’aspetto della parete. Attivo da trent’anni in strada, Speto porta avanti una pittura caratterizzata da una forte fascinazione per le tradizioni, il folklore e la cultura Brasiliana. L’artista nel proprio lavoro si ispira alle immagini appartenenti alla letteratura Cordel, poesia popolare brasiliana, rielaborando personaggi e storie in funzione di emozioni e sensazioni personali.

Lavorando quindi attraverso una comune scelta cromatica i due autori realizzano una delle opere di maggior impatto di tutta la rassegna.

2501 X Speto – New Mural in São Paulo

Anche 2501 e Speto al lavoro per l’eccellente O.Bra Festival di São Paulo, il duo ha terminato di dipingere queste enorme parete intrecciando le rispettive e differenti ricerche stilistiche.

Come abbiamo avuto modo di vedere, il festival Sudamericano sta offrendo enormi spazi di lavoro innescando intense ed inedite collaborazioni tra artisti di primissimo livello, ultima questa tra il leggendario artista Brasiliano ed il grande autore italiano.

L’opera prende vita su questa lunghissima parete e vede i due artisti amalgamare al meglio le rispettive fascinazioni. 2501 continua la personale ricerca astratta, insistendo nel proporre una pittura spontanea e ‘sporca’, scandita dalle iconiche linee nere e dai dettagli in color oro. L’artista realizza quindi una serie di forme enormi irregolari che vanno cambiare completamente l’aspetto della parete. Attivo da trent’anni in strada, Speto porta avanti una pittura caratterizzata da una forte fascinazione per le tradizioni, il folklore e la cultura Brasiliana. L’artista nel proprio lavoro si ispira alle immagini appartenenti alla letteratura Cordel, poesia popolare brasiliana, rielaborando personaggi e storie in funzione di emozioni e sensazioni personali.

Lavorando quindi attraverso una comune scelta cromatica i due autori realizzano una delle opere di maggior impatto di tutta la rassegna.