GORGO

2501 for Do ArT Foundation in Los Angeles

2501 si trova ancora negli States, il grande artista italiano negli scorsi giorni si trovava a Los Angeles, qui, al lavoro per Do ArT Foundation, ha da poco terminato di realizzare questa prima e lunghissima pittura.

La grande lunghezza dello spazio a disposizione, permette all’autore di innescare una pittura in divenire dove, scandendo ogni sezione attraverso intense composizioni, l’artista va a riflettere sulla metamorfosi del mondo. Frame dopo frame, l’opera viene quindi sviluppata attraverso una costante escalation di elementi, forme e figure differenti, dai microorganismi all’essere umano, il tutto condito da una forte presenza di elementi naturali.

Dopo le recenti incursioni, scandite da un tratto maggiormente spontaneo ed all’intersecarsi di tracce pittoriche differenti, quest’opera rappresenta per 2501 la possibilità di un (quasi) ritorno ad un approccio maggiormente pulito, come sempre scandito dalle iconiche linee nere a contrasto con i dettagli color oro.

Ad accompagnare il nostro testo le immagini ed i dettagli di quest’ultima fatica, nei prossimi giorni daremo invece un occhiata al lavoro di dimensioni maggiori. Stay tuned.

Thanks to The Artist for The Pics
Pics by Phill Sanchez and The Artist

2501 for Do ArT Foundation in Los Angeles

2501 si trova ancora negli States, il grande artista italiano negli scorsi giorni si trovava a Los Angeles, qui, al lavoro per Do ArT Foundation, ha da poco terminato di realizzare questa prima e lunghissima pittura.

La grande lunghezza dello spazio a disposizione, permette all’autore di innescare una pittura in divenire dove, scandendo ogni sezione attraverso intense composizioni, l’artista va a riflettere sulla metamorfosi del mondo. Frame dopo frame, l’opera viene quindi sviluppata attraverso una costante escalation di elementi, forme e figure differenti, dai microorganismi all’essere umano, il tutto condito da una forte presenza di elementi naturali.

Dopo le recenti incursioni, scandite da un tratto maggiormente spontaneo ed all’intersecarsi di tracce pittoriche differenti, quest’opera rappresenta per 2501 la possibilità di un (quasi) ritorno ad un approccio maggiormente pulito, come sempre scandito dalle iconiche linee nere a contrasto con i dettagli color oro.

Ad accompagnare il nostro testo le immagini ed i dettagli di quest’ultima fatica, nei prossimi giorni daremo invece un occhiata al lavoro di dimensioni maggiori. Stay tuned.

Thanks to The Artist for The Pics
Pics by Phill Sanchez and The Artist