fbpx
GORGO

2501 x Aris – New Mural in Certaldo

Come parte dei lavori per il Local Art Walls Project, 2501 e Aris hanno realizzato questa bella pittura unendo le rispettive e differenti ricerche pittoriche.
Tra i nomi di spicco della scena Italiana, i due interpreti miscelano qui alla perfezione il proprio impianti stilistico, lavorando attraverso una comune scelta cromatica, basata sul bianco e sul nero. La grande e lunga superficie viene letteralmente investita da una serie di grandi figure, volti e forme irregolari, tipiche della visione di Aris. A far capolino tra queste, bilanciando la pittura, troviamo il consueto approccio lineare di 2501, caratterizzato da intermezzi crudi e spontanei e dall’utilizzo di pennelli differenti, atti a sviluppare un canovaccio visivo sfaccettato ed irregolare.
ll risultato finale trasforma completamente la percezione dello spazio di lavoro, si tratta delle facciata della scuola di musica Polis, rilevando letture differenti e personali, ponendo in contrasto la profondità e la pulizia cromatica di Aris con l’approccio in divenire di 2501.
Ad accompagnare il nostro testo gli scatti con i dettagli di questa grande opera, in aggiunta ad un serie di interventi realizzati su alcuni vagone dei treni, tipiche del percorso di Aris. Mettetevi comodi e dateci un occhiata, presto nuovi aggiornamenti sul lavoro di entrambi gli autori.

Thanks to The Artists for The Pics

2501 x Aris – New Mural in Certaldo

Come parte dei lavori per il Local Art Walls Project, 2501 e Aris hanno realizzato questa bella pittura unendo le rispettive e differenti ricerche pittoriche.
Tra i nomi di spicco della scena Italiana, i due interpreti miscelano qui alla perfezione il proprio impianti stilistico, lavorando attraverso una comune scelta cromatica, basata sul bianco e sul nero. La grande e lunga superficie viene letteralmente investita da una serie di grandi figure, volti e forme irregolari, tipiche della visione di Aris. A far capolino tra queste, bilanciando la pittura, troviamo il consueto approccio lineare di 2501, caratterizzato da intermezzi crudi e spontanei e dall’utilizzo di pennelli differenti, atti a sviluppare un canovaccio visivo sfaccettato ed irregolare.
ll risultato finale trasforma completamente la percezione dello spazio di lavoro, si tratta delle facciata della scuola di musica Polis, rilevando letture differenti e personali, ponendo in contrasto la profondità e la pulizia cromatica di Aris con l’approccio in divenire di 2501.
Ad accompagnare il nostro testo gli scatti con i dettagli di questa grande opera, in aggiunta ad un serie di interventi realizzati su alcuni vagone dei treni, tipiche del percorso di Aris. Mettetevi comodi e dateci un occhiata, presto nuovi aggiornamenti sul lavoro di entrambi gli autori.

Thanks to The Artists for The Pics