fbpx
GORGO

Archive for aprile, 2013

La Pandilla – New Mural in San Juan, Puerto Rico

30/04/2013

la-pandilla-new-mural-in-san-juan-01

Alexis Diaz del duo La Pandilla, dopo una bella sessione durata diverse settimane ha da poco portato a termine un altro dei suoi meravigliosi dipinti.
La tecnica è sempre quella un efficacissimo lavoro concluso con il consueto set di piccolissimi pennelli per dar vita ad un pezzo ricchissimo di dettagli e dalla qualità spaventosa.
Alexis per questa sua nuova incarnazione per le strade della sua San Juan a Porto Rico, si distacca un pochino dal consueto immaginario che caratterizza i lavori de La Pandilla, non troviamo mash-up di animali diversi, niente ibridi quindi ma piuttosto un grande e realistico teschio con in testa un sombrero semi distrutto che fà spazio ad un interessante serie di dettagli. Se guardate bene è possibile scorgere in alto la bandiera nazionale, unita nella parte sinistra ad una serie di silhouette urbane, con piccole casupole e lampioni e palme, dall’altra parte invece uno scorcio naturale con montagne, alberi ed un grande uccello.
Ancora una volta un lavoro certosino con minuscole pennellate che mano a mano creano il disegno desiderato, il pazzesco risultato con relativi dettagli lo potete apprezzare al meglio attraverso gli scatti in gallery, ma restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti.

Pics by The Artist

la-pandilla-new-mural-in-san-juan-03

Xabier XTRM – New Piece in Tolosa

30/04/2013

xabier-xtrm-new-piece-in-tolosa-01

Xabier XTRM è stata una piacevole scoperta, l’artista ha recentemente completato un nuovo lavoro a Tolosa nella zona dei Paesi Baschi in Spagna. Quello che sorprende dell’approccio dell’interprete è la capacità di unire diversi medium per produrre opere di spessore abbracciando tecniche ed accorgimenti diversi, ed alcune volti distanti, andando a creare un unico pezzo, il risultato finale è un lavoro mutevole e camaleontico, dotato di fortissima personalità che impatta la parete, si eleva grazie alla tridimensionalità e percuote l’animo dello spettatore.
Xabier XTRM usa di tutto, si va dalla vernice con la quale la sua mano disegna scenari astratti miscelando diverse colorazioni, per passare poi a fili ed installazioni. I fili guidano lo spettatore attraverso i cambi di tonalità e stile, aprendosi e trasformandosi poi in solidità maggiore con il legno che viene direttamente applicato su parete delimitando il corpo dipinto ma facendolo anche uscire dalle due dimensioni canoniche, e ancora all’interno di queste geometrie il fruitore vede le pennellate dell’artista, un vortice di colori intensi ed ipnotizzanti, magnifico.
Un lavoro dettagliato e ricchissimo dotato di diverse chiavi di lettura che vi diamo l’opportunità di apprezzare al meglio attraverso l’ampia gallery dopo il salto, godetene e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti circa il lavoro dell’artista.

Thanks to The Artist for The Pics

xabier-xtrm-new-piece-in-tolosa-02

Martina Merlini at Cheap Festival | Preview

30/04/2013

martina-merlini-at-cheap-festival-preview-01

In attesa di vederla alle prese sui muri di Gaeta, Martina Merlini collabora con Officine della Stampa per realizzare una serie di lavori all’interno del bel Cheap Festival di Bologna.
Il Cheap Festival nasce per dare voce ed ampio spazio ad una delle pratiche più diffuse in strade, la poster art che grazie alla sua accessibilità ha avuto negli ultimi anni un impennata di interpreti ed esponenti diversi. La rassegna parte da questa consapevolezza diffondendo, offrendo e coinvolgendo un pubblico ancora più vasto, sensibilizzando cittadini e le istituzioni verso il fenomeno, il tutto mettendo in mostra una serie di lavori scelti attraverso una vera e propria chiamata alle arti.
Dal 9 al 11 Maggio all’interno dei quattro quartieri di San Vitale, San Donato, Navile, Porto, prenderanno vita i lavori scelti da un apposita giuria composta da esperti, artisti e curatori.
Martina Merlini quindi attraverso una residenza di quattro giorni darà vita ad una installazione su parete ed un edizione xilografica limitata di venti copie a due colori, noi vi proponiamo alcuni scatti del making of più un bel video preview, ma voi tornate a trovarci per uno sguardo decisamente più approfondito dei lavori portati a termine.

Thanks to The Artist for Video e Pics

JAZ x Moneyless – New Mural In Berlin, Germany

30/04/2013

jaz-moneyless-new-mural-in-berlin-germany-01

JAZ dopo la piccola facciata di qualche giorno fà (qui) si sposta a Berlino, in città si trova anche Moneyless e tra i due grandi interpreti c’è scappata la facciata in combo.
Il maestro Franco Fasoli su questa facciata agisce come consuetudine apportando i suoi animali e dipingendo con vernici non convenzionali, Moneyless invece propone uno dei suoi classici vortici, bianco a contrasto con nero per andare ad inserirsi e convogliare le due tigri dipinte dal primo.
Il lavoro è ricco di sensazioni, la duplicità degli animali di JAZ viene ampliata dalle forme proposte da Moneyless, un moto perpetuo che spinge i due felini stessi, c’è una sensazione di movimento eppure si avverte anche l’inossidabilità, la forza della natura di restare ferma a vedere girare tutto il resto.
Dopo il salto trovate alcune immagini con i dettagli del bel lavoro portato a termine dai due, ma restate sintonizzati per nuovi e succosi aggiornamenti dai due artisti.

Pics by San

jaz-moneyless-new-mural-in-berlin-germany-03

Hyuro – New Mural at Memorie Urbane Festival

30/04/2013

hyuro-mural-at-memorie-urbane-01

La presenza di Hyuro per questa seconda edizione del bel Memorie Urbane Festival è decisamente profonda, si tratta di un immersione vera e propria all’interno della mente, dell’immaginario e della capacità dell’artista di saper cogliere sensazioni ed emozioni vere trasferendole su parete. Il personale rapporto con il medium non è visto da Hyuro come un mero strumento di sfogo ma piuttosto l’artista spagnola vuole dirci qualcosa, vuole imporre una riflessione e lo fà attraverso un tratto dolce e delicato ma tagliente come la più affilata lama, vedi, comprendi e viene completamente travolto, un segno indelebile e sopratutto un arricchimento per la mente, non è cosa da tutti.
E’ il caso di soffermarvi di fronte all’ultima meraviglia dell’artista che dopo Gaeta approda a Terracina dipingendo questa intensa sequenza, la nascita, la crescita, lo scambio dei ruoli e la morte, attraverso gli occhi di una madre e poi della propria figlia. Emozione.

Pics by The Artist

hyuro-mural-at-memorie-urbane-06

Ciredz – New Mural at Katowice Street Art Festival

30/04/2013

ciredz-mural-at-katowice-street-art-festival-01

Tra le mille meraviglie e grandi artisti che stanno animando questa edizione del Katowice Street Art Festival ce n’era uno che stavamo aspettando ardentemente di vedere all’opera sicuri dell’esaltante risultato, a rappresentare l’Italia gli organizzatori hanno chiamato Ciredz e il risultato ci ha lasciato più che mai a bocca spalancata, un vero e proprio scossone emotivo.
Su una delle enormi facciate offerte dalla rassegna all’interno della città, l’artista mette mano alla sua proponendo il consueto studio delle forme accompagnato dalla canonica scala di colori grigi, ma non si ferma Ciredz. L’artista risponde tono su tono al grigiore del cemento che invade le strade di Katowice con la sua scala di tinte, un botta e risposta fatto di punte e riverberi, già i riverberi loro abbracciano tutta la superficie del disegno, una gigantesca vibrazione che si ripercuote anche sul corpo stesso dell’opera, dalla parete agli occhi a tutto il corpo, è una scossa che invade la mente e ogni singolo centimetro di pelle, immenso.
Prendetevi cinque minuti per scorrere le immagini in galleria ed apprezzare appieno l’impianto che Ciredz è riuscito a creare, per carpire e sentire il sussulto visivo ed interiore.

Thanks to The Artist for The Pics

ciredz-mural-at-katowice-street-art-festival-08

Nils Muller – “Vandals” New Book

29/04/2013

Nils Muller -

Quanto ci piacciono le pubblicazioni belle pregne di stile e carattere, l’ultima perla la lancia Nils Muller che ha da poco fatto uscire “Vandals”, la sua ultima fatica.
Nils Muller è un ex graffiti artist, all’interno della sua esperienza in strada ha avuto modo di imparare a scattare fotografie, all’inizio per immortalare i propri lavori, per poi passare a quelli degli altri. A differenza di molti la sua lente non si sofferma sul risultato finale ma piuttosto cerca di catturare lo stato emozionale del durante elevando la fotografia e cogliendo le personalità e gli stati d’animo dei raffigurati.
Il libro racconta e documenta non tanto il risultato delle incursioni di graffiti artist sui treni ma piuttosto tutte lo storie dietro, tutto il processo con emozioni, paure e tutto quel caleidoscopio di sensazioni che solo una pratica illegale può farti accarezzare. Ben 192 pagine dove sono racchiuse l’atmosfera, la tensione emotiva e soprattutto la passione ed il lavoro di squadra dietro ogni segno.
Da avere assolutamente, qui la vostra copia.

Vandals is Nils Müller’s new book. Like his first publication, Blütezeit, it depicts the curiously global phenomenon of graffiti on trains – a movement that remains illegal even as it penetrates the world of mainstream art.

Vandals provides insight into a hidden movement that is dangerously appealing. Instead of simply photographing the finished works, Müller documents the process behind it. Across 192 pages, Vandals reveals the atmosphere, emotional tension, passion and teamwork behind each act of urban vandalism.

nils-muller-vandals-new-book-06

Poesia x SatONE x Nawer x Velvet x Pener – Mural in Paris

29/04/2013

poesia-satone-nawer-vlevet-pener-mural-in-paris-06

Solo i nomi dei presenti ad un lavoro del genere mettono i brividi, il risultato poi se possibile ha dell’incredibile Poesia, SatONE, Nawer, Velvet, Pener approfittano della incursione Parigina per l’apertura di Graffuturism in terra francese per dare vita ad un pazzesco lavoro in combo.
Appartenenti tutti ad un immaginario astratto gli artisti hanno messo mano a questa parete proponendo un interessante evoluzione, partendo ognuno dal proprio approccio assistiamo ad una cambiamento vero e propria della forma, una trasformazione che passa attraverso il particolare e caratteristico modo di intendere la parete di ogni artista, veniamo accolti tra colori forme, velocità e schianti di linee diversi, un passaggio che sà di viaggio denso e ricco all’interno della mente di ogni esponente per poi spostarsi al successivo. Si inizia con SatONE, Poesia, per poi via via assistere alle pennellate di ogni interprete diverso.
Da ammirare i dettagli nella galleria con le fasi di creazione e l’incredibile risultato finale, noi dove questa carrellata di lavori parigini nei prossimi giorni vi mostreremo finalmente le immagini dello show aperto dagli artisti all’interno della Open Space Gallery.

poesia-satone-nawer-vlevet-pener-mural-in-paris-02

Seikon – New Murals near Opoczno, Poland

29/04/2013

seikon-new-mural-near-opoczno-poland-01

Continuiamo a seguire da vicino l’evoluzione di Seikon, l’artista polacco porta avanti il proprio personalissimo approccio con quest’ultimo lavoro dipinto all’interno di un vecchio giacimento minerario nei pressi di Opoczno.
Andando direttamente ad interagire con le particolari rocce dell’area Seikon ci propone un nuovo esaltante reticolato di forme colori. Assestando il suo tema astratto su alcune colorazioni di blu, l’artista prima occupa la roccia più alta con un interessante forma che si apre mano mano che scende verso il fondo, si passa dai reticolati neri fino ad una serie di triangoli che si aprono e viaggiano su tutta la superficie della parete.
Nel secondo lavoro invece Seikon si è divertito ad elaborare una forma, sfruttando sempre come partenza il triangolo, proprio nel mezzo di due vecchie figure dipinte in precedenza da altri interpreti.
Dopo il salto in galleria trovate tutti i dettagli dei due lavori portati a termine in questa bella cornice, ma restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’artista.

Thanks to The Artist for The Pics

SONY DSC

Seth x Interesni Kazki – New Mural in Kiev

29/04/2013

seth-interesni-kazki-new-mural-in-kiev-04

Non nuovi a collaborazioni insieme Seth e Waone del duo Interesni Kazki, si sono dati appuntamento a Kiev per mettere mano a questa porzione di facciata presso l’università nazionale di Kiew Mohyla Academy.
Interessante vedere come due immaginari legati da tematiche sognanti che vengono però espressi con stili e accorgimenti visivi completamente diversi, riescano ad interagire veramente bene. I personaggi classici di Seth si ritagliano ancora una volta il loro posto su parete, due bambini intenti a leggere, immersi completamente nel racconto che va a costruirsi attraverso la classica nuvoletta, qui interviente Waone che si esalta proponendo uno dei suoi fantastici ed irreali cosmi e micro cosmi. Il risultato finale di questo pezzo, oltre a mostrare le grandi capacità realizzative dei due, nasconde un significato più profondo, il sognare, il materializzarsi della propria fantasia attraverso le pagine di un libro.
Date un occhiata alle immagine per apprezzare tutto l’amalgama dello stile inconfondibile dei due esponenti e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti.

Pics by The Artist

seth-interesni-kazki-new-mural-in-kiev-11

Eltono – New Mural at Katowice Street Art Festival

29/04/2013

eltono-new-mural-at-katowice-street-art-festival-12

Eltono, è lui a continuare ad animare il Katowice Street Art Festival, dopo esserci occupati di lavori a tema sociale, con l’artista francese ma con base in Spagna, cambiamo completamente direzione abbracciando una street art decisamente più astratta.
Il lavoro di Eltono si sviluppa attraverso l’installazione di piccole opere in strada, sono forme colorate ed astratte riviste attraverso il fitto immaginario dell’artista che si interroga sulla superficie, sulla prospettiva e sullo spot, trasformandone completamente l’inquadratura visiva. Se l’artista è solito utilizzare nastro adesivo colorato o lavorare attraverso gli stencil, quando abbraccia superfici decisamente più grandi, come questa messa a disposizione per il festival, non si fà alcuno scrupolo anzi riporta il suo approccio urbano delineando e rivisitando anche queste grandi pareti.
Il risultato finale appassiona per l’impossibilità di carpirne la chiave di lettura, forme diverse si accomunano tra di loro, si sovrappongono formando come un nuovo alfabeto, un nuovo metodo di comunicazione, trasformando definitivamente la parete e lasciando lo spettatore ad interrogarsi sull’effettivo significato.
Come sempre ampissima gallery con tutte le fasi del making of fino al bel risultato finale, ma restate su Gorgo per poter vedere da vicino gli altri lavori della rassegna polacca, c’è anche una gradita sorpresa che siamo sicuro vi piacerà.

Pics by Bartek Barczyk

eltono-new-mural-at-katowice-street-art-festival-11

Conor Harrington x Maser – New Mural in London

29/04/2013

conor-harrington-maser-new-mural-in-london-01

Conor Harrington dopo averci deliziato con il piccolo lavoro di qualche giorno fa (qui) si trova ancora a Londra dove ha da poco portato a termine un nuovo pezzo questa volta in compagnia con Maser.
Due stili completamente diversi, da una parte Conor Harrington con i suoi personaggi pescati da un universo sfarzoso e ottocentesco dall’altra invece Maser, l’artista irlandese che fà ampio sfoggio di texture astratte con le quale disegna forme, scritte o personaggi.
Il risultato è un interessante lavoro che si poggia su questa portone metallico, un groviglio di colori e cambi di tonalità su più cerchi mano a mano sempre più piccoli, a fare da sfondo la scritta HERE ed in mezzo il volto dipinto da Harrigton con il corpo lasciato alle mani dell’altro artista.
Scrollate giù per la galleria, cliccate e godetevi i dettagli di questa ultima realizzazione ma restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti.

conor-harrington-maser-new-mural-in-london-02

Weekly Overview 32 | 22-04 to 28-04

28/04/2013

Weekly Overview-32-post

Weekly Overview è l’appuntamento del Week-End dove vi presentiamo una selezione delle migliori news settimanali sul GORGO.

jr-wrinkles-of-the-city-t-galerie-henrik-springmann-04

JR – “Wrinkles of the City” Exhibition at Galerie Henrik Springmann

Ruggge -A-New-Series-of-Postcards-01

Ruggge – “Cartoline” A New Series of Postcards

EmaJons – A Series of New Murals

spy-mural-at-katowice-street-art-festival-01

SPY – New Mural at Katowice Street Art Festival

axel-void-life-mural-palermo-par2-01

Axel Void – “LIFE” New Mural in Palermo Part II

SPIDERTAG_PIRINEOS_SNOW_2013

Spidertag – New Piece in Spanish Pyrenees

hense-new-mural-in-lima-peru-01

Hense – New Mural in Lima, Perù

hyuro-new-mural-at-memorie-urbane-festival-01

Hyuro – “L’ Attesa” New Mural at Memorie Urbane Festival

futura-2000-new-mural-in-mexico-city-00

Futura 2000 – New Mural in Mexico City

remed-new-mural-in-marseille-01

Remed – New Stunning Mural in Marseille

a-dub-new-mural-at-5-pointz-07

A.Dub – New Mural at 5 Pointz New York City

Moneyless-Struttura Over 011-1

Moneyless – “Struttura Over 011″ New Installation in Rome

Axel Void – “DOG” New Mural in Palermo

28/04/2013

axel-void-dog-new-mural-in-palermo-01

Axel Void ci ha preso gusto, l’artista si trova ancora in Italia a Palermo, dove continua a sfornare un pezzo dietro l’altro, ora dopo averci fatto sognare con la bella serie LIFE, Void presenta quest’ultimo intricato lavoro.
Sebbene le colorazioni scelte si assestino sempre su tinte scure, il lavoro questa volto mostra un duplice volto, due facce della stessa medaglia possiamo dire, in “DOG” da una parte veniamo presi di soprassalto osservando la figura del cane immobile, ferma, chiaramente non viva amplificata dalla mano dell’artista che dipinge dettagli e profondità muscolari con grande maestria e dal cupo che emerge dal suo sguardo e dalla posizione stessa delle zampe. Di contro però assistiamo nella morte alla nascita di qualcosa, il corpo del cane come simbolo di decadenza vero, ma al suo centro un bianco accecante fà la sua comparsa, si erge, è un pianta, esplode nella sua forza, simboleggia la rinascita, la vita.
Un nuova vena poetica per Axel Void che ci stupisce, ci lascia spiazzati, se ad un primo impatto si può restare basiti di fronte al cruento dell’animale dall’altra analizzando più affondo l’opera ci si accorge che in realtà è un inno alla speranza, all’andare avanti, al risvegliarsi dal torpore ed affrontare il buio e le tenebre ad affrontare la morte.

Thanks to The Artist for The Pics

axel-void-dog-new-mural-in-palermo-02

Skount – “Five Worry dolls” New Mural in Greece

28/04/2013

skount-five-worry-dolls-new-mural-in-greece-01

Dopo il lungo vagare in terra Olandese, Skount mette piede in Grecia, non perde tempo l’artista che ha da poco terminato il suo ultimo pezzo “Five Worry Dolls”.
Tornano i suoi canonici personaggi dipinti questa volta come piccole bambole da mettere alle dita, l’artista ci spiega che questa sua ultima realizzazione è un omaggio alla Grecia o meglio ai suoi cittadini ed alla loro difficile situazione economica, politica e sopratutto sociale, prendendo spunto da quelle che sono le comunemente note Worry Dolls. Le bambole sono un usanza Sudamericana, vengono indossate da chi si trova affranto da una serie di preoccupazioni e di conseguenza non riesce a dormire, così sfoga le sue perplessità e le proprie paure alle bambole che sono pensate per preoccuparsi al posto delle persone, così quando ci si sveglia torna la calma e la serenità.
Skount con questa intelligente realizzazione si dimostra molto sensibile alla situazione greca, gli offre una ipotetica valvola di sfogo, l’opportunità di dormire tranquilli, un nuovo sogno, una nuova spensieratezza che tarda ad arrivare dipinta secondo quelli che sono i toni e le caratteristiche visive dell’artista. Niente da aggiungere.

Worry dolls: Are small and colorfull dolls traditionally made in Guatemala but you can find in all South America. A person who cannot sleep due to worrying can express their worries to a doll before going to sleep. The doll is thought to worry in the person´s place, thereby the person to sleep peacefully. The person will wake up without their worries, which haven taken away by the doll during the night

I painted this piece because of the current economic situation in Greece, i think maybe the Greeks can’t sleep so well because of all their worries so they probably need at least 5 dolls.

Pics by The Artist

skount-five-worry-dolls-new-mural-in-greece-02

Remi Rough x Nawer x LxOne – New Mural in Paris

28/04/2013

nawer-remi-rough-new-mural-in-paris-01

Come sappiamo i ragazzi di Graffuturism con relativa esibizione si trovano a Parigi per aprire il proprio show all’interno della bella Open Space Gallery, dopo aver visto alcuni lavori nei giorni scorsi, Nawer, Remi Rough e LxOne calano l’asso proprio nei pressi della galleria.
Occupando la facciata orizzontale di questo piccolo sottopassaggio i tre artisti hanno elaborato un nuovo intricato pezzo, ovviamente il tema astratto pervade tutta la parete, ogni singolo artista ha instillato il proprio personale tocco. I colori risultano belli carichi, le grandi forme si aprono e si accartocciano su se stesse, un botta e risposta con le linee più sottili, piccoli tagli su superfici e poligoni diversi, cambi di colore, sfumature, ombre, c’è un intero universo da guardare scrutare e sopratutto c’è da rimanere sbalorditi da quanto LxOne, Remi Rough e Nawer sono riusciti a concepire.
Date un occhiata al bel risultato finale e restate sintonizzati per vedere le immagini dell’allestimento interno alla mostra.

Pics by The Artists

nawer-remi-rough-new-mural-in-paris-02

JR – “Wrinkles of the City” Exhibition at Galerie Henrik Springmann

27/04/2013

jr-wrinkles-of-the-city-t-galerie-henrik-springmann-04

Dopo le scorribande in giro per le strade di Berlino per il suo progetto più rappresentativo “The Wrinkles in The City”, se vi siete persi qualcosa date un occhiata agli archivi in basso, JR ha avuto modo di aprire anche un interessante mostra proprio sulla sua efficace permanenza in terra tedesca.
E’ la Galerie Henrik Springmann ad ospitare “Wrinkles of The City – Berlin”, lo show vede in mostra una serie di tele e fotografie circa i lavori eseguiti dal grande artista francese e la sua crew durante il mese di Aprile, oltre a questo anche alcune interessanti installazioni in legno con le incisioni delle immagini utilizzate per la tappa Berlinese. Uno spettacolo denso che se vi capita di passare per la capitale tedesca potete visitare fino al 25 di Maggio, nel frattempo scrollate giù per una serie di scatti dell’allestimento interno.

In April 2013 JR is working on over 15 buildings in the Berlin city limits, within the context of his project ‘The Wrinkles of the City’. Just as he has already done in Cartagena, Shanghai, Los Angeles und Havana, JR is now portraying here older people who have lived through the changes and upheavals of their city. Their individual life stories and what they have gone through show up in their facial features just as Berlin’s history does on the buildings where the artist posts up the portraits.

Galerie Henrik Springmann
Gipsstrasse 14
10119 Berlin

jr-wrinkles-of-the-city-t-galerie-henrik-springmann-03

Via

El Seed – “The Lost Walls” Video Episode 1

27/04/2013

El Seed rappresenta uno degli artisti più rappresentativi del panorama nord africano, il suo approccio su parete è data dal particolare stile di lettering fortemente influenzato dalla scritture medio-orientali, ora l’artista continua il suo feeling con la macchina da presa, così dopo avervi mostrato Tacapes andiamo a dare un occhiata all’ultima fatica dello street artist.
Si intitola “The Lost Walls” ed è l’ultimo progetto di El Seed, una mini serie di video che vedono l’artista cercare e coprire spot insoliti difficili da aggredire, come dei muri persi nella memoria, inavicinabili e per questo ancora più importanti per la loro singolarità.
Nel primo di questa speriamo lunga serie vediamo l’artista alla prese con una facciata ad Al Shamal in Qatar, imbarcazione di furtuna in mezzo al mare per raggiungere e coprire questa lunga e sperduta piccola parete.
Mettetevi comodi e date un occhiata al video con la promessa di tenervi aggiornati su tutti i prossimi episodi, enjoy it.

el-seed-the-lost-walls-video-episode-1-01

Miss Van – New Murals in Sao Paulo, Brazil Part II

27/04/2013

miss-van-murals-in-sao-paulo-part2-19

La permanenza di Miss Van in Brasile si è protratta per parecchio tempo, viaggiando tra le strade e viuzze di San Paolo, la grande artista ha avuto modo di dipingere una bella serie di nuovi pezzi.
Il suo personalissimo stile, le sue donne feline così mistiche e sensuali, attraverso la loro folta chioma invadono le strade e le facciate di San Paolo, l’artista viene accompagnata anche da Ciro e Marcio Duarte si è divertita a coprire un nutrito gruppo di pareti non risparmiandosi anche da alcune interessanti combo.
Noi non vi facciamo mancare nulla, dopo il salto ampia galleria con tutti i dettagli dei lavori portati a termine e bel video che trovate qui sotto, prendetevi due minuti per apprezzare il tutto al meglio e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti.

Pics by AM

Via

Jetsonorama – “Jackie’s Wedding” at The Painted Desert Project

27/04/2013

jetsonorama-jackies-wedding-piece-01

Jetsonorama continua la sua permanenza e sopratutto il suo supporto al bel The Painted Desert Project, il progetto che vede diversi artisti internazionali mettere le mani sulla riserva navajo nel deserto dell’Arizona.
Lo scopo finale è quello di attrarre turisti aumentando le interazioni tra viaggiatori e la popolazione locale aiutadando l’economia, ma anche coinvolgere i giovani incoraggiandoli all’arte e creando laboratori e rendendoli parte attiva del progetto. Il risultato è stupefacente, il panorama già di per se mozzafiato viene amplificato dalle belle opere propeste trasformando il posto in un luogo unico.
Jetsonorama ormai si trova completamente immerso con la gente del posto o con lo splendido panorama e continua incessante il proprio personalissimo lavoro, spulciando dai propri archivi personali l’artista tira fuori una foto ricordo del matrimonio dell’amico Jackie, nell’immagine vediamo due bambini che portano le fedi ed i fiori.

Pics by The Artist

jetsonorama-jackies-wedding-piece-04

BTOY and Uriginal – Exhibition at Traffic Gallery Recap

26/04/2013

btoy-and-uriginal-exhibition-traffic-gallery-recap-10

Come annunciato la stencil artist BTOY ha aperto la sua personale all’interno della Traffic Gallery di Bergamo. Lo show, il secondo per la spagnola in Italia, è stato condito con il lavoro di Uriginal, un corpo della mostra a quattro mani quindi che ha visto una serie di lavori inediti creati con l’interazione visiva tra i due interpreti iberici, un dialogo che ha nei colori e nel folle immaginario il proprio filo conduttore.
Immaginario Pop al potere con personaggi e personalità appartenenti all’immaginario collettivo, la forza dei colori e delle tinte accese e sature, passando attraverso una serie di tele realizzate con tecniche miste di stencil ed acrilico, tutto racchiuso in una mostra che si lascia scoprire ed apprezzare per la sua eccentricità visiva.
Se siete interessati allo spettacolo c’è la possibilità di andare a darci un occhiata fino al 15 Giugno, nel frattempo noi vi lasciamo in compagnia di alcuni scatti dell’allestimento interno.

Traffic Gallery
Via San Tomaso, 92
24121 Bergamo

Thanks to The Gallery for The Pics

btoy-and-uriginal-exhibition-traffic-gallery-recap-07

Kid Acne – New “Stabbies” in East End, London

26/04/2013

kid-acne-new-stabbies-in-east-end-london-01

Kid Acne tra il suo progetto animato Zebra Face e gigantesche facciata per il bel Village Underground’s Wall Project, trova anche il tempo di tornare in strada e tappezzare le vie di Londra con le sue cononiche Stabby Womens. L’ultima invasione risale a davvero parecchi mesi fa con Vienna e Venezia prese d’assalto, ora eccole riaffiorare per i muri cittadini, loro che sono un vero e proprio tributo dell’artista alle amazzoni e che con il tempo si sono ritagliate un ruolo importante in tutte le produzioni di Kid Acne.
Le donne guerriere vengono così attaccate per le vie dell’East End, Londinese, sono tante armate e fanno paura, perciò scrollalate in basso per vedere da vicino le altre opere installate per le viuzze londinesi e restate sintonizzati per nuovi e succosi aggiornamenti, enjoy it.

Pics by The Artist

kid-acne-new-stabbies-in-east-end-london-02

Turbosafary – New Piece at Overlight Event

26/04/2013

turbosafary-new-piece-at-overlight-event-18

E’ sempre interessante vedere come diversi artisti uniscano i propri sforzi, collidono dando vita a progetti nuovi e belli freschi, Turbosafary è l’unione di diverse realtà, diversi approcci e menti, troviamo al suo interno Cripsta, Dilen, Tybet, Hand e Est Her, alcuni sono nomi noti per voi lettori delle nostre news quotidiane altri invece aspettano di essere messi sotto la nostra lente e non mancheremo di farlo.
I ragazzi si mettono in mostra per la prima volta in un live painting con un eccellente e camaleontico risultato finale, organizzato dal collettivo Overlight • Arti Incrociate, progetto personale di Cristina Lorenzi, allo Spazio Concept durante il Fuorisalone del Mobile di Milano.
Turbosafary è abbracciare un immaginario fitto dove la natura, dove uomini, animali, geometrie, numeri e lettere si mescolano e danno vita a qualcosa di nuovo, Turbosafary è camminare nel selvaggio, svegliarsi attorniati da fitti fili che collegano tutto, addentrarsi nei colori, passare per le bestie siano esse uomini od animali veri e propri, ed emergere tra alberi, terra e natura
Dopo il salto vi proponiamo una bella serie di scatti con gli artisti al lavoro sulla parete affidata ed infine con il bel risultato finale, ma restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti dal collettivo.

Thanks to The Artists for The Pics

turbosafary-new-piece-at-overlight-event-16

Ruggge – “Cartoline” A New Series of Postcards

26/04/2013

Ruggge - A New Series of Postcards

Continuiamo a seguire gli sviluppi del lavoro portato avanti da Ruggge, l’eclettico artista si muove tra svariate discipline producendo e mettendo in cantiere una sequenza infinita di opere e lavori diversi, si passa dal teatro alla belle pubblicazioni della Museruola Edizioni, passando per lavori su muro ed esibizioni.
In costante moto perpetuo Ruggge presenta ora “Cartoline”, il progetto in verità trova le sue fondamenta in una raccolta spasmodica di una serie di cartoline promocard, perlopiù quelle della absolut vodka, a caso con l’idea in seguito di farci qualcosa. La riscoperta della vasta collezione ne scatena l’indole creativa, la voglia di coprire i grandi brand e le loro pubblicità assillanti e martellanti, la voglia di raccontare qualcosa senza vendere, solo per il gusto di farlo.
il risultato sono una serie di piccoli lavori unici, colore sopra, qualche spennellata ed in aggiunta una breve storia, come a completare il disegno, un incastro perfetto tra parole ed immagini, fronte e retro che si completano a vicenda.
Chapeau.

Thanks to The Artist for The Pics

Ruggge - A New Series of Postcards

Moneyless – “Structures” New Wonderful Video

26/04/2013

Aspettando di vedere da vicino i nuovi lavori di Londra, torniamo con molto piacere a parlarvi di Moneyless, direttamente dal canale Vimeo di Martina Merlini andiamo a dare un occhiata a “Structures”.
La telecamera di Manuel Muccio accompagna l’artista all’interno di un vecchio edificio abbandonato, qui Moneyless può sperimentare, trovare nuove soluzioni e portare alla luce i suoi intricati lavori, si guarda intorno scruta e trova la parete o l’angolo più adatto, cammina tra i ciottoli, si fà largo tra la muffa e le pareti scrostate e qui fà nascere i suoi lavori.
Per noi invece è un occasione interessante per vedere da vicino tutte le fasi di produzione delle opere dell’artista, sia quelle su muro che le superbe installazioni, come si evolve il suo lavoro e come lo stesso riesca attraverso i propri pezzi a dare nuovo spolvero e linfa fresca al panorama che lo circonda.
Mettetevi comodi e fatevi ammaliare dalla musica e dalla immagini, clicca play ed enjoy it.

EmaJons – A Series of New Murals

26/04/2013

EmaJons - A Series of New Murals

EmaJons è stata una piacevole sorpresa, l’artista fà parte di quella nutrita flotta di interpreti che non si limita al mero e puro disegno figurativo, dai suoi personaggi, dipinti spesso a testa in giù, emerge una ricercatezza, l’artista vuole dire qualcosa e vuole farlo attraverso il canale più diretto ed impattante, emergono le brutture e le difficoltà, gli sfasci della vita, il tutto rappresentato attraverso un tratto unico, non c’è una perfetta riproduzione, qui il disagio te lo sbattono in faccia creando un feeling nuovo, un collegamento con la gente comune che si ritrova ad impersonare i volti e le fattezze di questi “mostri”.
Un contatto con la realtà, il dipingere il vero senza maschere e filtri attraverso la parete con colori morbidi in netto contrasto con il contenuto disegnato.
L’artista recentemente ha portato a termine una nuova serie di lavori, alcuni in solitaria altri invece con collaborazioni d’eccellenza come il riuscitissimo pezzo con Aris o il bel lavoro in combo con Tilf, dopo il salto trovate tutte le immagini con i relativi dettagli, mettetevi comodi, scrutate e lasciatevi rapire dal suo inconfondibile stile, enjoy it.

Thanks to The Artist for The Pics

EmaJons - A Series of New Murals

SPY – New Mural at Katowice Street Art Festival

25/04/2013

spy-mural-at-katowice-street-art-festival-01

Entriamo nel vivo del Katowice Street Art Festival, dopo il divertente lavoro di Mobstr (qui) andiamo a dare un occhiata ad un altro intelligente lavoro di SPY.
L’artista spagnolo utilizza diversi medium di espressione, si passa dalla pittura vera e propria fino ad arrivare ad interessanti installazioni, partito come graf artist nella prima metà degli anni ’80 presto evolve il proprio personale approccio attraverso una appropriazione degli spazi urbani trasformandone il contesto. Una riflessione urbana ed un utilizzo della strada non come palcoscenico ma piuttosto come componente vera e propria del lavoro finale, l’attenzione al contesto, l’atteggiamento costruttivo, l’umorismo e la riflessione sono le basi salde delle sue produzioni.
Per il bel festival SPY elabora su questa gigantesca parete un enorme scritta a contrasto bianco su nero, un “THINK” che si propaga per le vie cittadine, il pensare come unica via di riflessione e di superamento di preconcetti e barriere sociali, un lavoro che può sembrare semplice nella sua forma ma che nasconde nelle sue intenzioni e nel suo messaggio tutta la profondità dell’artista.
Come sempre ampia galleria con le immagini del making of e dell’eccellente risultato finale, restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti sul Festival, c’è tanto da vedere e da scoprire.

Pics by Bartek Barczyk

spy-mural-at-katowice-street-art-festival-16

Cripsta – A Series of Amazing Pieces

25/04/2013

cripsta-a-series-of-amazing-pieces-01

Cripsta sà come farci salire l’ansia, come andare a stuzzicare le nostre paure, il nostro disagio interiore, i suoi lavori sono avvolti da una fitta coltre di tenebre, squarci intestinali, ricordi avviliti di memorie antiche e che nonostante si sia cercato di eliminare tornano a galla, si trasferiscono su parete ed impattano con il nostro sguardo facendoci ripiombare all’interno di angosce sopite e paure mai superate.
Le pupille bianche come specchio di noi stessi, le pieghe della pelle per ricordarci gli eventi passati, le lacrime accennate per riportare a galla il nostro dolore, è tutto lì, scorci di sguardi muti, silenziosi, senza parole, uno spunto per una riflessione interiore con il nostro io, non si sente nulla si rimane fermi lì ad osservare.
Qui potete vedere da vicino l’ultimo trittico portato a termine dell’artista all’interno del solito spazio abbandonato, lasciatevi andare, trasalire e affrontate il vostro inconscio faccia a faccia, tremo.

Thanks to The Artist for The Pics

cripsta-a-series-of-amazing-pieces-11

Pener – New Mural for Association Le M.u.r.

25/04/2013

pener-new-mural-for-association-le-mur-01

E’ passato parecchio tempo dall’ultima volta che ci siamo occupati del progetto messo in piedi dall’Association Le M.u.r., con Pener riprendiamo il filo del discorso interrotto andando a dare un occhiata al lavoro ultimato dall’artista per il famoso muro gestito dall’Associazione in quel di Parigi.
Uno degli spot più importanti quello in Rue Oberkampf 107, si tratta di un grande cartellone pubblicitario che l’associazione offre di volta in volta ad un artista diverso e che ha visto tra gli altri passare di qui nomi come quelli di Sten & Lex, Ever, Shaka, KASHINK, giusto per citarne un paio di rilevanti.
Pener ha avuto modo così di applicare il proprio personalissimo stile alla facciata, un bello tocco di astrattismo attraverso una bella scala di gialli, intervallati da bianco e nero, a completare il tutto un interessante gioco pixelloso sulla sinistra.
Scrollate giù e date un occhiata alla gallery per vedere da vicino le fasi del making of ed il risultato finale di questa bella realizzazione dell’artista, e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti.

Pics by The Project

pener-new-mural-for-association-le-mur-07

Nelio – A Series of New Pieces in Paris and Lyon, France

25/04/2013

nelio-a-series-of-new-pieces-in-paris-01

Ci siamo definitivamente appassionati al lavoro di Nelio, l’artista francese ci piace per la grande passione che i suoi colori e le sue forme riescono a trasmetterci, un intricato puzzle di figure e pattern differenti che si slanciano dalla parete per impattare direttamente con i nostri sensi.
L’artista francese fa parte della grande famiglia di Graffuturism, proprio in questi giorni lo show ha da poco aperto i battenti presso la Openspace Gallery di Parigi che con l’occasione ha voluto organizzare una bella sessione di pittura in strada a tutti gli artisti partecipanti.
Scopriamo così che Nelio, Kenor, Pez e Gilbert1 si sono occupati di questa sensazionale facciata, fondo nero magistralmente arricchito da una incredibile sequenza di forme geometriche, linee e figure astratte proposte dagli artisti.
Non contento Nelio poi si è lanciato in strada in solitaria per andare a coprire questo piccolo spot per le strade della capitale francese, last but not least l’ultimo aggiornamento invece riguarda una bella figura geometrica concepita dall’artista nella sua Lione per il group show “Lignes de turbulence”
Date un occhiata agli scatti in galleria con questo bel trittico di lavori portati a termine durante i giorni scorsi, ma restate sintonizzati per nuovi e succosi aggiornamenti con un tra gli altri un attesissimo recap dell’evento in galleria.

Pics by The Artist

nelio-a-series-of-new-pieces-in-paris-04

Axel Void – “LIFE” New Mural in Palermo Part II

25/04/2013

axel-void-life-mural-palermo-par2-01

Axel Void continua la propria permanenza in Italia, dipingendo questo suo secondo lavoro ancora una volta per le strade di Palermo. Facendo seguito alla sua prima incarnazione (qui) Void continua il suo percorso di racconto di storie di vita attraverso questa nuova interpretazione di “LIFE”.
Staccandosi un pochino da quelli che sono le sue canoniche impressioni su parete, Axel Void con la sua mini serie ci mostra nuove istantanee di vita, diverse dai personaggi crudi e brutali di cui è solito raccontarci ma piuttosto dipinge scatti di vita vissuta, sempre in bianco e nero ma questa volta senza appannaggi, senza filtri, uno sguardo oltre l’ostacolo per vedere ed apprezzare momenti e situazioni di intimità o di riflessione.
Questo suo ultimo lavoro dipinto a Piazza Garraffello, desta scalpore per la profondità che trasmette, due giovani figure femminili vengono accompagnate dalla frase “La maturità si perde con l’età”, sincero e poetico, una carezza in volto ed un iniezione di sensibilità in testa.

Pics by The Artist

axel-void-life-mural-palermo-par2-05

Alice Pasquini – New Mural at Memorie Urbane Festival

25/04/2013

alice-pasquini-new-mural-at-memorie-urbane-06

Continuiamo il nostro viaggio all’interno del bel Memorie Urbane con il primo lavoro di Alice Pasquini, si tratta di un lunghissimo lavoro su panello che andrà ad arricchire in permanenza le collezioni della Pinacoteca Comunale d’Arte Contemporanea “Giovanni da Gaeta”.
Se avete passeggiato per Roma vi sarete certamente imbattuti nella moltitudine di stencil che l’artista ha creato nel corso degli anni, negli ultimi tempi però Alicè si è progressivamente lasciata andare all’utilizzo della parete nella sua più totale interezza, andando a riproporre con modalità diverse e sopratutto con molto più spazio quello che è il suo fitto immaginario. Il risultato sono spaccati di vita spensierata, scatti di giornate, di amori e di abbracci passati, bambini che giocano, personaggi che guardano e scrutano pensierosi i passanti, sorrisi e sguardi di felicità sospesi tra sogno e realtà. Una contrapposizione forte con il periodo non certo facile, una luminosa istantanea atta a far dimenticare a far immergere il passante, anche per soli pochi minuti, all’interno di questo sogno ad occhi aperti raccontato attraverso colori vivi ed elettrici, una iniezione di colore per la mente e per lo sguardo.
In attesa di vedere Alice Pasquini alle prese con il suo primo muro in quel di Gaeta vi lasciamo in compagnia di una grassissima galleria per apprezzare al meglio e nel dettaglio tutto il lavoro portato a termine, enjoy it.

Thanks to The Festival for The Pics

alice-pasquini-new-mural-at-memorie-urbane-02

C215 – New Amazing Piece in Paris, France

24/04/2013

c215-new-amazing-piece-in-paris-01

Come detto dopo il periodo passato ad Haiti con una bella sequenza di lavori (qui), C215 è tornato in madrepatria ed a Parigi ha da poco terminato un nuovo emozionante lavoro.
Diviso tra opere di stencil sempre più dettagliate e ricercate, il grande artista francese trova il tempo di occupare grandi spazi proponendo i suoi splendidi ritratti anche su dimensioni maggiori ed i risultati sono spesso emozionanti.
C215 per il suo ritorno in Francia ha avuto modo di occuparsi di questa enorme facciata presso il 13^ Arrondissement Parigino, il pezzo fà parte di un progetto a più ampio raggio intitolato “Le Parcours Street Art du 13e” organizzato dalla Galerie Itinerrance che vuole creare un vero e proprio percorso urbano con gli interventi dei migliori artisti internazionali.
Il risultato è un enorme e dettagliatissimo volto di gatto che prende vita all’angolo della strada, un opera maestosa che vi consigliamo di scoprire nel dettaglio attraverso i bei scatti in gallery.

Pics by Théo David

c215-new-amazing-piece-in-paris-02

Spidertag – New Piece in Spanish Pyrenees

24/04/2013

Spidertag mi ha lasciato perplesso, l’artista spagnolo abbandona i luoghi convenzionali per addentrarsi all’interno di zone inesplorate, poco frequentate dove poter stabilire un contatto con la natura, con il luogo e con le meraviglie del silenzio e dei suoni, invece di una parete in strada si lancia alla scoperta dei Pirenei aragonesi, vicino al confine francese dove scopre diversi vecchi punti di difesa militare abbandonati, un luogo tragico per la pesante storia che si porta alla spalle, pregno di sangue e martellante nella memoria. A fare da cornice a questo viaggio una giornata grigia, l’ambientazione scura intervallata unicamente dai candidi fiocchi di neve che cadono incessantemente come se volessero spazzare via la tristezza e le brutture, bel tentativo ma non riesce.
Spidertag accompagnata dalla sua musica popolare, si abbandona a sensazioni e riverberi sonori che si mischiano tra scricchiolii e versi di animali, questa atmosfera surreale poggia le basi per il suo ultimo lavoro, sceglie la vernice spray, medium insolito per lui, incastra i fermi nel muro e unisce il disegno geometrico con delle fini geometrie di lana, si volta e lascia un altro segno questa volta più marcato, graffia il muro, pone la sua firma, una lacrima su parete, tagging.

Thanks to The Artist for Video e Pic

spider-tag-new-piece-in-french-pyrenees

Mobstr – New Mural at Katowice Street Art Festival

24/04/2013

mobstr-new-mural-at-katowice-street-art-festival-01

E’ Mobstr il secondo interprete ad accendere le luci al Katowice Street Art Festival, grande personaggio come sempre, l’artista ha coperto questa spaziosissima facciata con uno dei suoi divertenti lavori.
Non ci sono forme oppure figure, come da tradizione Mobstr porta avanti il proprio lavoro attraverso delle semplici scritte, alcune volte si tratta di proclami, esclamazioni o divertenti prese in giro, lo scopo finale dell’artista è infatti instaurare un rapporto tra i suoi pezzi e i fruitori che ci si trovano di fronte, e ci riesce benissimo, portando chi ci si trova di fronte a sorridere oppure a domandarsi cosa abbia voluto dire l’artista stesso.
Un impiego non canonico della strada quindi da parte di Mobstr che atterra a Katowice per dipingere “Made You Look”, fondo nero, quattro frecce che indicano su ed infine nella parte finale la divertente scritta che può essere tradotta con Ti ho fatto guardare, insomma avete capito con chi avete a che fare?
Date uno sguardo alle galleria con i bei scatti dei dettagli del lavoro portato a termine e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti dalla rassegna.

Pics by The Festival

mobstr-new-mural-at-katowice-street-art-festival-06

Phlegm – “Fossils” New Mural in Sheffield

24/04/2013

phlegm-fossils-new-mural-sheffield-01

Mr Phlegm è tornato in strada, la bella stagione, il completamento del libro che vedrà a breve la luce, ma sopratutto la voglia di tornare a dipingere dell’artista ci regalano il “primo”, speriamo, di una lunga serie di questo 2013 un pochino fiacco per il tanto bel lavoro portato avanti in studio ma che comunque ci ha regalato alcune facciate paurose.
Privo questa volta dei suoi canonici personaggi, o quasi, l’ultimo lavoro dell’artista si intitola “Fossils” e mostra un gigantesco scheletro di un animale con all’interno della pancia quello di un uomo, ad aumentare l’impatto scenico del lavoro ci pensa la location, il muro che delimita una fiumiciattolo sporco.
Presente il tratto caratteristico di Phlegm con quel sapore illustrativo che tanto ci piace, con la cura maniacale per il dettaglio, ed il magistrale utilizzo di colorazioni neutre, il tutto accompagnato da un flebile ironia.
Date un occhiata alle immagini per scoprire tutti i dettagli dell’opera, ora che è partito ne vogliamo ancora ed ancora.

Pics by The Artist

phlegm-fossils-new-mural-sheffield-05

Hense – New Mural in Lima, Perù

24/04/2013

hense-new-mural-in-lima-peru-01

Ci siamo ricascati, bocca spalancata e occhio allucinato davanti all’ultima creazione di Hense, lui sà come farci rimanere di sasso e come trasformare il grigio del cemento in un esplosione di colori e texture diversi.
Partito come graffiti artist Hense affina la sua tecnica passando ad uno stile più astratta ma memore dei tempi da graf inietta nei suoi lavori le proprie influenze portando i suoi interventi su superfici sempre più grandi, ricordate la monumentale chiesa dipinta a Washington DC? (qui).
Qui l’artista ripropone il consueto caleidoscopio di colori pastello alternandoli ad interessanti giochi di forme e texture tutte diverse, un esplosione di configurazioni diverse che ci lascia attoniti in balia del colore, gli occhi non sanno dove guardare traditi da una profondità e dalla ricchezza della tela, uno spettacolo visivo che vibra, acceca il paesaggio e sconquassa il panorama urbano.
Un opera epica, un lavoro pauroso che vi diamo modo di apprezzare al meglio attraverso l’ampissima gallery con gli scatti dell’opera terminata nel dettaglio e di tutte le fasi del making of, enjoy it.

hense-new-mural-in-lima-peru-14

Via

Hyuro – “L’ Attesa” New Mural at Memorie Urbane Festival

24/04/2013

hyuro-new-mural-at-memorie-urbane-festival-01

“L’Attesa” che è anche il titolo del nuovo lavoro di Hyuro, è davvero finita, siamo catapultati all’interno di Memorie Urbane è come era prevedibile immaginare siamo già storditi. Dopo aver apprezzato lo starter firmato da Domenico Romeo (qui) diamo un occhiata al bel lavoro terminato dalla street artist spagnola.
Hyuro fà parte della scuola valenciana, lei ed Escif da anni riproducono su parete le sofferenze di un animo umano squarciato da problemi sociali ed economici, schiacciato dagli stereotipi, dalle bugie e dai potenti, Hyuro però dimostra di avere una particolare predilezione per i temi legati all’universo femminile, all’immaginario che colloca la donna succube dell’uomo, che la vuole schiava di un ruolo familiare, richiusa nella propria casa a sfaccendare ed a badare ai propri figli. L’artista non ci stà e pone l’accento su queste posizioni sociali, denunciandole con affilati lavori di rara sensibilità, alcune volte criptici altre un vero e proprio schiaffo in faccia come il memorabile pezzo cancellato in quel di Atlanta (qui).

Per Memorie Urbane l’artista elabora questo lunghissimo lavoro, emblematico il titolo ancora di più il significato, la donna nell’attesa di essere trattata alla pari o di avere gli stessi diritti non solo legali ma anche sociale dell’uomo, inganna l’attesa con un sedia, poesia pura.
Nella galleria trovate tutte le immagini con il risultato finale e tutto il making of della bella opera portata a termine, godetene.

Thanks to The Festival for The Pics

hyuro-new-mural-at-memorie-urbane-festival-33

Martha Cooper – “Making an Appearance” Show Recap

23/04/2013

martha-cooper-making-an-appearance-recap-13

Come annunciato Martha Cooper con “Making an Appearance” sbarca a Milano per proporre una corposissima selezione di foto dal suo archivio personale.
Se stavate cercando uno spaccato veritiero di quella che è l’evoluzione negli anni dell’arte in strada, Martha Cooper è la risposta, la fotografa attraverso un lavoro lungo quasi quarant’anni ha catturato con il suo obiettivo praticamente tutti i più importanti esponenti del movimento, ha documentato e scritto sul argomento, insomma una vera e propria istituzione che arriva a Milano con un carico di 170 fotografie vero e proprio corpo dello show. Si passa dal mondo dei graffiti alla street art passando per tutte le diverse declinazioni, uno spettacolo unico messo in piedi da Bloop Festival che porta anche qui da lo show messo in piedi ad Ibiza per l’ultima edizione della rassegna.
Dopo il salto in galleria trovate alcuni scatti presi durante la serata di inaugurazione, ma se siete in zona avete tempo per andare a vedere con i vostri occhi tutte le fotografie fino al 29 di Aprile, enjoy it.

Spazio Via Dante
Via Dante 14
Milano

Pics by Montana

martha-cooper-making-an-appearance-recap-16

Elliot Tupac x El Decertor – New Piece at Gran Teatro Nacional

23/04/2013

elliot-tupac-el-decertor-new-piece-teatro-02

E’ sempre interessante vedere cosa accade al di là dell’oceano, il Sudamerica vive di colore e esperienze forti, dure e sensibili, i suoi artisti immettono su pareti il proprio personale rapporto con la propria terra, con la propria gente e con la moltitudine di difficoltà a carattere sociale, economico. In un territorio duro ed aspro come questo però fioriscono incredibili fiori, realizzazioni pazzesche che si uniscono al tessuto urbano ed a quello sociale esaltandone i luoghi, la cultura e le meraviglie, gli artisti vengono chiamati a raccontare storie e a far vivere di altro le gente.
L’ultima realizzazione di Elliot Tupac e El Decertor prende vita all’interno del Gran Teatro Nacional di Lima, si tratta di un pazzesco allestimento interno palco realizzato dai due artisti direttamente sul palco.
Aldilà del talento espresso dai due, di cui più volte vi abbiamo raccontato, osserviamo meravigliati l’utilizzo unico di una intensa scala di grigi per tutto il lavoro, via il colore quindi ma lo spettacolo è garantito grazie al bel ritratto tridimensionale di El Decertor e al bel font messo in piedi da Elliot Tupac a completare il tutto una serie di figure geometriche alle spalle del volto.
Intenso.

Pics by The Artist

elliot-tupac-el-decertor-new-piece-teatro-01

Herakut – “What Was Before Is In Us – Still” New Mural in Freiburg

23/04/2013

herakut-what-was-before-is-in-us-still-mural-01

Dei veri e propri globetrotter, il duo tedesco Herakut dopo la facciata dipinta a Johannesburg (qui) torna in madre patria e non perde tempo, a Freiburg infatti i due artisti hanno da poco terminato questo nuovo lavoro.
Si chiama “What Was Before Is In Us – Still”, quest’ultimo lavoro non fà parte del filone del The Giant Storybook Project ma mostra piuttosto uno dei canonici personaggi accovacciato pensieroso su un vecchio tronco, a fare da vero e proprio albero sono i rami/capelli del character stesso, infine presenti i tocchi di classe che caratterizzano il lavoro degli Herakut, un tratto illustrativo arricchito dai consueti occhi iper elaborati dipinti dagli artisti.
Un nuovo passo, una nuova passione, un nuovo messaggio di profondità lasciato attraverso lo sguardo ed il disegno proposto, la vena poetica che accompagna i lavori dei due artisti pervade la parete, si instilla nelle profondità dell’intonaco, lasciando aldilà dell’immagine, del disegno, un concetto, forte e chiaro.

Pics by The Artist

herakut-what-was-before-is-in-us-still-mural-02

Futura 2000 – New Mural in Mexico City

23/04/2013

futura-2000-new-mural-in-mexico-city-00

Un altro grande Festival ha riaperto i battenti, stiamo parlando del All City Canvas, la rassegna di Mexico City è pronta ad infiammarvi. Lo scorso anno gli organizzatori hanno messo in piedi una delle kermesse meglio riuscite con grandi nomi presenti ed enormi spazi da riqualificare, alcuni anche storici, affidati alle sapienti mani di star internazionali.
Quest’anno il Festival non promette certo di meno anzi, per scaldare al meglio i motori scende in pista la leggenda vivente Futura 2000 che ha da poco portato a termine un enorme lavoro su una delle facciate nel centro cittadino.

L’artista rappresenta un pò il simbolo del passaggio di molti ex graffiti artist ad un approccio più astratta, Futura 2000 inizia il suo percorso nei primi anni ’70, si avete letto bene, facendo la storia del movimento dissociandosi completamente dal comune lettering che affliggeva la maggioranza dei graffiti artist e lavorando piuttosto ad un approccio più astratto, guadagnando rispetto e popolarità. Un personaggio ancora in crescita, nell’ultimi periodo ha presentato una serie di show e collaborazioni importanti come quella per Hennessy che lo aveva visto customizzare una delle loro famose bottiglie di Cognac.
Proprio Hennessy porta Futura 2000 in Messico per la rassegna della capitale, qui l’artista ha occupato tutta la facciata a disposizione con un pazzesco motivo astratto, eccezion fatta per la parte centrale dove troviamo un uomo in posa con al posto del volto un trittico di teschi.

Nella galleria trovate le immagini del making of e del risultato finale, se siete curiosi qui potete vedere da vicino il bel video recap dell’edizione scorsa, stay tuned per nuovi aggiornamenti dal Messico.

Pics by The Festival

futura-2000-new-mural-in-mexico-city-02

Remed – New Stunning Mural in Marseille

23/04/2013

remed-new-mural-in-marseille-01

Lo spagnolo Remed dopo i lavori proposti a Cape Town in Sud Africa (qui), si rimette al lavoro in quel di Marsiglia andando ad occupare una spaventosa facciata di dieci per sessanta metri.
Diversamente da quanto ci si potrebbe aspettare l’artista non fà sfoggio delle sue geometrie e motivi iper colorati, Remed questa volta ci stupisce mostrandoci un pattern grafico realizzato esclusivamente con una bel lettering astratto, i colori sono presenti certamente, ma il punto esclamativo lo mettiamo sulla calligrafia adottata.
Armato di bomboletta lo street artist ha coperto giorno per giorno tutta l’enorme facciata, le lettere proposte sono una serie di forme sinuose e dolci, al loro interno vengono legati i colori accesi tipici dell’artista mentre sotto ognuna sono presenti altre forme ancora più piccole, il tutto ripetuto all’infinito su parete alternando per ogni lettera i colori all’interno.
Un lavoro simbolico ed un ritorno ai vecchi fasti di graffiti artist per Remed, un gesto infinito che offre uno scorcio visivo mozzafiato e che personalmente ci ha parecchio colpito.
Dopo il salto trovate gli scatti del making of e alcune immagini da vicino della bella opera porta a termine, ma restate con noi per nuovi aggiornamenti dell’artista.

Pics by The Artist

remed-new-mural-in-marseille-02

JAZ – New Mural in Shoreditch, London

23/04/2013

jaz-new-mural-in-shoreditch-london-01

La zona di Shoreditch continua ad attrarre grandi artisti, saranno le pareti, sarà l’aria che si respira ma in quel di Londra sono passati praticamente tutti, lasciando il proprio segno permanente e dando vita col tempo ad uno dei musei urbani a cielo aperto più belli. L’ultimo della lista è il grande Franco Fasoli aka JAZ che mette piede in Inghilterra e armato dei consueti materiali da pittura non convenzionali come la vernice asfaltica, ha dato vita a questo nuovo entusiasmante lavoro.
Un incanto, un viscerale ed unico modo di approcciarsi alla parete, una profondità del colore incredibile aumentata dalla qualità e ricercatezza del dettaglio, sono figure uniche quelle proposte da JAZ, toni appassiti e raggrinziti in quest’ultimo animale, un orso simbolo di forza e potenza fisica qui ridotto ad un cumulo di grasso intervallato da scampoli di muscoli, zero espressività, un ombra che si aggira sulla parete.
Un occhiata alle immagini dopo il salto è d’obbligo perciò godetevi i dettagli e restate sintonizzati per nuovi lavori firmati dall’artista.

Pics by San

jaz-new-mural-in-shoreditch-london-02

Vhils Video Interview by Vna Magazine

22/04/2013

I ragazzi di Vna Magazine sanno come coccolarci e farci salire l’hype, per la loro ultima pubblicazione cartacea sono andati a trovare Alexandro Farto aka Vhils, cover artist della loro prossima uscita.
Dopo Miss Van (qui) e Alex FaKso (qui) il team ha portato le proprie telecamere faccia a faccia con un altro grande esponente della scena urbana internazionale. Come sempre un lavoro di tutto rispetto per il noto magazine, al grande artista portoghese è stata fatto un intervista, qui nel video vediamo una piccola anteprima, il resto sarà leggibile sul prossimo numero, che dire nell’attesa di leggere meglio quanto detto noi ci gustiamo il breve video, dove abbiamo l’opportunità di conoscere Vhils e vedere alcune immagini dello stesso al lavoro.
Clicca play e gustati il breve seppure intenso spettacolo.

vhils-video-interview-vna-magazine-01

Etnik – Exhibition at Studio D’Ars Recap

22/04/2013

etnik-exhibition-at-studio-dars-recap-01

Etnik è il secondo nome scelto dallo Studio D’Ars per continuare a dare linfa al proprio progetto Street D’Ars, come annunciatovi l’artista apre finalmente il suo personale show ed il risultato non poteva che essere di primissimo livello.
Il corpo della mostra è costituito da una serie di tavole composte da diversi materiali di recupero tutti dipinti con l’utilizzo di colori acrilici e marker, presente anche una bella scultura posta nella parte finale della sala.
Il tema ricorrente in questo nuovo spettacolo di Etnik sono come sempre le prospettive urbane, un lavoro che l’artista porta avanti utilizzando diversi medium, le opere risultano profondissime grazie alla tridimensionalità offerta e all’utilizzo oculato di diverse colorazioni, pezzi in movimento che si spingono intorno ad una costruzione centrale, c’è da rimanere attoniti di fronte alla ricercatezza del dettaglio, all’evoluzioni delle componenti ed alla velocità impressa alle stesse.
Se siete interessati e vi trovate a Milano, lo show rimarrà aperto fino al 30 di Aprile, per farvi salire l’acquolina in bocca nel frattempo date un occhiata ad alcuni scatti dell’allestimento interno alla galleria.

STUDIO D’ARS
Via Sant’Agnese 12/8
20213 Milano

Thanks to The Artist for The Pics

etnik-exhibition-at-studio-dars-recap-05

A.Dub – New Mural at 5 Pointz New York City

22/04/2013

a-dub-new-mural-at-5-pointz-06

Con A.Dub è stato colpo di fulmine, l’artista è stato uno degli interpreti di cui vi abbiamo parlato all’interno del nostro focus sulla street art in Sud Africa (qui), la passiamo c’ha talmente travolto che abbiamo deciso di seguirne gli spostamenti.
L’artista dopo la bella parete dipinta a Cape Town (qui) si è spostato a New York negli States per andare a lavorare su uno dei posti più significativi della grande mela ma sopratutto del movimento internazionale.
I 5Pointz rappresentano un baluardo dell’arte urbana, una mecce per i graffiti artist, da qui sono passati tutti da qualsiasi parte del mondo per dare il proprio contributo e lavorare indisturbati sulle facciate presenti, un posto al limite del sacro nel quale A.Dub si inserisce andando a dipingere questo emozionante pezzo su uno dei tetti della zona.
Ancora le tre dimensioni per A.Dub che sceglie qui di utilizzare un vivace rosso come base per questo suo nuovo lavoro, la scenografia è a dir poco mozzafiato con tutte le linee delle case e dei grattacieli, i due nuovi character, ognuno per facciata, danzano sulla parete, accartocciandosi ed allungandosi su tutta la superficie a disposizione, ancora una volta trafitti da una figura geometrica sono lì fermi nel paesaggio urbano a sorvegliare i tetti ed ad ergersi come ultimo baluardo.
Bellissimo.

Thanks to The Artist for The Pics

a-dub-new-mural-at-5-pointz-07

2501 – New Piece at Fabbrica del Vapore, Milano

22/04/2013

2501-piece-at-fabbrica-del-vapore-01

Dopo la gigantesca tenaglia (qui), 2501 si trova ancora a Milano dove ha da poco portato a termine un nuovo lavoro su una porzione della grande vetrata della Fabbrica del Vapore.
Cultura e produzione insieme queste le basi per il progetto Fabbrica del Vapore che nasce dalla volontà di donare alla città di Milano un centro culturale giovanile con l’intento di creare uno spazio dove gli stessi possano essere sia i protagonisti che i fruitori delle attività proposte. Un progetto a lungo termine che ha visto e che vedrà la ristrutturazione di diversi edifici di una zona storica per Milano, sede per molti anni della famosa azienda Carminati, specializzata nel settore ferroviario, e che dopo la chiusura della stessa ha visto il passaggio ad altre imprese che ne hanno però profondamente mutato l’aspetto fino ad un abbandono vero e proprio del sito a fine anni ’90.
2501 per la settimana del Design è stato quindi invitato a mettere la firma su una delle storiche vetrate, pennello alla mano l’artista si è divertito a proporre uno dei suoi canonici dipinti, linee nere a contrasto con il bianco ed intervallate da alcune forme di colore viola, come sempre d’effetto.

Thanks to The Artist for The Pics

2501-piece-at-fabbrica-del-vapore-00

Domenico Romeo – New Piece at Memorie Urbane Festival

22/04/2013

domenico-romeo-at-memorie-urbane-26

In attesa di mettere gli occhi sulla sua “Clausura” all’interno della 999Contemporary Gallery, apriamo il nostro focus su Memorie Urbane con Domenico Romeo.
Il primo artista a scendere in strada per la kermesse, Romeo si è occupato di dipingere interamente tutte le facciate di questa torretta nella città di Terracina. Il lavoro ruota intorno a tre combinazioni di colore, il bianco, il nero ed il colore oro, i primi due rappresentano un opposizione cromatica mentre il luccichio dell’ora esalta le forme, le linee e le lettere proposte. Si, come sempre risultano presenti le lettere o meglio l’alfabeto elaborato dall’artista, un codice criptico che si erge qui come un antica stele difficile da decifrare e che scuote per dolcezza stilistica ed impatto scenico.
Un lavoro certosino questo di Domenico Romeo, figure astratte e lettere si aprono davanti ai nostri occhi dandoci l’imbarazzo di poter scegliere la nostra personalissima chiave di interpretazioni e lasciandoci sornioni in balia della nostra fantasia.
Per apprezzare al meglio il bel lavoro portato a termine dall’artista per la rassegna vi lasciamo al bel video edito dai ragazzi di The Blind Eye Factory ed all’ampissima gallery con tutte le fasi del making of ed infine il risultato finale, ma restate con noi per nuovi aggiornamenti dal Festival.

Pics by Arianna Barone

Thanks to The Festival for The Pics

Moneyless – “Struttura Over 011” New Installation in Rome

22/04/2013

Moneyless-Struttura Over 011-1

Moneyless torna a Roma per lavorare ad una nuova installazione direttamente all’interno del centro storico della Capitale, Via della Vite cambia aspetto e si esalta grazie allo splendido lavoro portato a termine dall’artista.
Gli stessi commercianti della strada, con il contributo di Banco Desio e le collaborazioni con le sempre sensibili 999Contemporay Gallery e l’Associazione Walls, hanno lanciato l’input per l’inizio dei lavori infine patrocinati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Municipio Roma Centro Storico.
Il pezzo intitolato “Struttura Over 011” è un imponente lavoro che si erge, evolve ed avvolge tutta la lunghissima superficie dell’edificio che ospita la sede del Segretariato Generale della Presidenza del Consiglio. Trattasi di un reticolo di fili con materiali leggeri, lana e cotone, che si propaga su tutta la parete fino a sganciarsi in un ipotetico balzo nel vuoto, uno slancio visivo che può essere visto attraverso diverse chiavi di lettura, un salto nel vuoto e nell’incertezza che stanno caratterizzando questi tempi, un ancoraggio alle tradizioni, caratteristica dell’Italiano stesso. A noi piace pensare che con questo lavoro Moneyless voglia parlare dell’emergere, uscire dalla agglomerato sociale, alzarsi in piedi come le strutture proposte, e prendere la propria strada attraverso le nostre stesse decisioni, nell’incertezza e nel vuoto ma con la consapevolezza della personale arbitrarietà, nel bene o nel male.
Ampissima gallery per apprezzare al meglio la splendida opera portata a termine, prossima tappa per il globetrotter, Londra, stay tuned.

Pics by Simone Coletta

Moneyless-Struttura Over 011-10

Weekly Overview 31 | 15-04 to 21-04

21/04/2013

Weekly Overview-31-post

Weekly Overview è l’appuntamento del Week-End dove vi presentiamo una selezione delle migliori news settimanali sul GORGO.

peter-fuss-mural-at-katowice-festival-01

Peter Fuss – New Mural at Katowice Street Art Festival

escif-tellas-new-mural-in-valencia-02

Escif x Tellas – “Natura Morta” New Mural in Valencia

canemorto-series-of-murals-part3-03

CANEMORTO – New Series of Murals around Italy Part III

interesni-kazki-glad-tidings-mural-04

Interesni Kazki – “Glad Tidings” New Mural Vodnjan, Croatia

jr-the-wrinkles-in-the-city-in-berlin2-01

JR – “The Wrinkles in The City” in Berlin Part II

gaia-new-murals-in-london-06

Gaia – A Series of New Murals around London

vinz-la-marca-espana-the-espain-brand-mural-02

VinZ – “La marca €spaña / The €Spain Brand” New Mural

axel-void-life-mural-in-palermo-01

Axel Void – “LIFE” New Mural in Palermo

les-bains-douches-project-paris-01

Les Bains Douches Project in Paris

dissensocognitivo-in-spiratore-new-mural-01

DissensoCognitivo – “In-Spiratore” New Mural

basik-goatse-new-amazing-mural-01

Basik – “Goatse” New Amazing Mural

fra-biancoshock-the-cleaner-video-01

Fra Biancoshock – “The Cleaner – A True Story” Video

Peter Fuss – New Mural at Katowice Street Art Festival

21/04/2013

peter-fuss-mural-at-katowice-festival-01

Squilli di tromba! è ripartito uno dei festival più interessanti di tutta la scena Europea, a Katowice in Polonia hanno capito come organizzare una delle kermesse più importanti. Offrendo ampissimi spazi, grazie alle particolari caratteristiche urbane tipiche dell’Europa dell’Est, invitando artisti dotatissimi e magari poco conosciuti insieme ad affermate superstar internazionali, il tutto affiancato un organizzazione pressoché perfetta ed una serie di interessanti eventi collaterali, al fine ultimo di creare il mix più adatto per stupire, far conoscere e soprattutto ridare colore alla città completamente invasa da cemento e calcestruzzo.
Si chiama “Don’t think, don’t ask, pay tax, vote for us” ed è con questa opera che apriamo il nostro focus sul Katowice Festival, il lavoro è stato creato dall’artista polacco Peter Fuss.
Il lavoro mostra una serie di business man, addirittura una sessantina, con il volto coperto da una serie di scritte che si rifanno proprio al titolo del pezzo. Un lavoro di protesta e chiaramente critico verso una classe sociale ed in generale verso chi continua ad assoggettarsi, temi non nuovi ma bensì ricorrenti nei lavori proposti da Peter Fuss, che attraverso una serie di immagini attaccate sui muri attacca senza troppi giri di parole i fulcri nevralgici del potere, tra cui la chiesa e la religione vero e proprio bersaglio preferito.
Ampissima gallery per apprezzare al meglio tutto il lavoro portato a termine dall’artista, ma restate con noi per tutti gli aggiornamenti, noi seguiremo tutto il Katowice Street Art Festival da vicino documentando e mostrandovi i migliori lavori di questa ricchissima edizione.

Pics by The Artist

peter-fuss-mural-at-katowice-festival-06

Sobekcis – New Amazing Street Piece

21/04/2013

sobekcis-new-amazing-street-piece-02

Dopo averne apprezzato le opere all’interno del neonato Rabbiteye Movement Artspace per il loro solo show (qui), li duo serbo Sobekcis torna in strada e lo fa con un bel ritorno allo stile più duro e selvaggio.
I due artisti si muovono tra street art e graffiti, contaminando l’una e l’altra disciplina a vicenda, uno stile unico e facilmente riconoscibile fatto di colori accesi, figure psichedeliche ed intricate che si uniscono ad immagini e tematiche diverse dalla realtà al sogno ed alla follia.
In quest’ultimo pezzo i Sobekcis si impegnano su questa facciata disegnando uno dei loro graffiti pregno del bello stile personale che li caratterizza, tutto il talento degli artisti in questi scatti evocativi ma stay tuned per nuovi aggiornamenti.

Pics by The Artists

sobekcis-new-amazing-street-piece-03

Seth – New Mural In Kharkiv, Ukraine

21/04/2013

seth-new-mural-in-kharkiv-ukraine-01

Tra gli artisti partecipanti al bel Les Bains Douches Project di Parigi non vi sarà certamente sfuggito il bel lavoro di Julien Malland aka Seth, l’artista francese infatti è uno dei nomi noti che hanno partecipato ai lavori all’interno dell’edificio abbandonato della capitale francese.
Ora Seth grazie al suo lavoro di documentarista che gli permette di girare il mondo come un globtrotter, si trova a Kharkiv in Ucraina dove ha avuto modi di terminare questo pezzo su questa grande facciata.
L’immaginario dell’artista è una culla di culture, sensazioni e impulsi che si muovono di pari passo con il luogo dove le opere vengono dipinte, sono grandi sogni che lui vuole condividere attraverso i suoi personaggi, spesso bambini attraverso i quali instaura un dialogo con i fruitori ed i passanti.
Lavorando insieme al collettivo KU-2, Seth porta a termine questo gigantesco pezzo dove vediamo il corpo di una bambino, con gli abiti tipici del posto, tenere in mano il suo stesso volto.
Un pezzo epico che potete apprezzare al meglio attraverso gli scatti in gallery, ma restate sintonizzati qui su Gorgo per nuovi aggiornamenti e sui prossimi spostamenti dell’interprete francese.

Pics by San

seth-new-mural-in-kharkiv-ukraine-02

ROTI – New Mural in Atlanta, USA

20/04/2013

roti-new-mural-in-atlanta-usa-01

Giusto il tempo di digerire l’uscita del Living Walls Volumes che lo riguarda da vicino che ROTI torna in pista e dopo diversi mesi di silenzio ci regala la sua ultima fatica.
E’ proprio la città di Atlanta, con la quale ROTI ha un rapporto molto particolare, a segnare il ritorno dell’artista francese, che va ad dipingere direttamente su questa abitazione uno dei suoi intricatissimi pezzi. Il colore scelto è ancora una volta il blu con relative tonalità, la fantasia ovviamente vola con una serie di figure, segni e simboli incastrati alla perfezione dallo street artist francese, troviamo mani, architetture cittadine, fiamme, e perfino un cigno, veramente assurdo.
Date un occhiata alla gallery per apprezzare al meglio l’opera nel suo dettaglio e rimanete sintonizzati per nuovi aggiornamenti.

Pics by The Artist

roti-new-mural-in-atlanta-usa-05

Truly Design – “Seems True | A Ten Year Journey” Full Documentary

20/04/2013

Dopo averci ingolosito con un bel trailer, il collettivo Truly Design, composto da Rems182, Mauro149, Mach505, Ninja1, esce finalmente con il bel “Seems True | A Ten Year Journey”.
Il documentario creato insieme ai ragazzi di Trickle Production che rappresenta uno sguardo profondo sul bel lavoro portato avanti dai ragazzi torinesi, in particolare la telecamere indugia sull’ultimo viaggio in Austria nella città di Klangenfurt.
Le parole le immagini, lo stupore e la sincerità di uno dei collettivi più interessanti della nostra scena visto con un piglio più umano piuttosto che prettamente tecnico.
In attesa di ricevere aggiornamenti sui Truly Design, poltrona il prima fila, belli comodi, schiacciate play e gustatevi il video, dai tanto in tv non c’è nulla.

Seems True – A ten year journey” is not only a documentary. It is the story of a decennial itinerary which has led four Italian artists to take on walls and galleries across the world. From today, April 18th 2013, it will be published on Truly Design’s Youtube channel.

Twenty minutes saturated with passion and emotion, in which Truly Design Collective talks about itself in front of Trickle Production’s electronic eye. The documentary’s first preview took place last April 5th in Torino, home to the four artists. The soundtrack, crafted by Toys and Brandumize, harmonizes the emotional narration with alternative rock and electronic music.

“Seems True – A ten year journey”, after a world première and online publication, will be on tour. The upcoming months will feature a caravan of events presenting the documentary with the participation of its main actors.

Etam Cru – New Mural in Warsaw, Poland

20/04/2013

Etam Cru - New Mural in Warsaw, Poland

Etam Cru è il nome che si nasconde dietro l’ispiratissimo sodalizio che vede Sainer e Bezt lavorare insieme, i due artisti originari di Łódź in Polonia, oltre a portare avanti il proprio personale uniscono le forze creando uno dei collettivi più solidi ed interessanti a livello internazionale.
Le abilità tecniche dei due si impongono sulle pareti attraverso uno stile illustrativo dove ridondanti personaggi fanno la loro comparsa, sono sogni ad occhi aperti che si riflettono sulla parete e che ne loro impatto finale risultano assolutamente realistici.
In quest’ultimo lavoro dipinto dagli Etam Cru a Varsavia nel corso dell’ultima settimana, emergono tutti i tratti distintivi del duo, la ricchezza dei dettagli e lo stile inconfondibile necessitano un occhiata attenta, perciò tuffatevi nella galleria che trovate dopo il salto per godere pienamente dell’incredibile risultato finale.

Pics by Ernest Drachal

Etam Cru - New Mural in Warsaw, Poland

Via

Jessica Stewart – “Street Art Stories Rome” Book

19/04/2013

jessica-stewart-street-art-stories-rome-book-01

Siamo soliti mostrarvi pubblicazioni di riviste estere alcune volte anche difficili da ottenere questa volta invece vi diamo la seria opportunità di mettere le mani su una piccola perla proveniente dal nostro panorama.
Jessica Stewart originaria degli States si trasferisce in Italia a Roma per la precisione, qui viene rapita dalla scena capitolina, una di quelle più intricate e camaleontiche, culla di artisti del calibro di Sten & Lex, Lucamaleonte, JB Rock, Diamond, Hogre e molti, molti altri. Jessica inizia a documentare quello che accade per la strada, scatta foto a ripetizione e coglie gli instanti in cui anche le star internazionali passano di lì a lasciare il proprio segno, Invader, C215 sono solo alcuni degli esponenti catturati dalla lente della fotografa.
Street Art Stories Rome è la naturale conseguenza di tutto il lavoro portato avanti, uno spaccato generazionale della scena romana, dei suoi interpreti e delle sue contraddizioni e le polemiche sui muri legali e non, quattro anni di racconti e storie di vita attraverso oltre 100 foto a colori ed intervallato da osservazioni e narrazioni in inglese e italiano, una cristallizzazione di un periodo unico di arte urbana romana.

Se siete interessati alla pubblicazione questa sera ci sarà un bel evento di presentazione all’interno degli spazi della Mondo Bizzarro Gallery, se proprio non ce la fate invece non vi resta che aggiudicarvi la vostra copia direttamente sullo store della galleria per soli 14 Euro, qui.

Mondo Bizzarro Gallery
Via Sicilia 251
00187 Roma (RM)

Pics by Romephotoblog

jessica-stewart-street-art-stories-rome-book-05

Massimo Sirelli – “Draft – In-Solite Facce” Project

19/04/2013

massimo-sirelli-handmade-drawings-project-01

Sarà capitato a chiunque di voi di prendere in mano pennarelli e penne ed iniziare a scarabocchiare pagine e copertine di riviste e giornali, una pratica di relax con la quale far emergere la propria fantasia e trasformare quello che gli occhi vedono in quello che la mente ha elaborato attraverso la propria immaginazione. Massimo Sirelli nel suo ultimo progetto parte da questo semplice concetto portando su un piano più profondo e donandogli quindi una veste nuova, l’intento di “Draft – In-Solite Facce”, questo il nome della sua creatura, è quello di stravolgere la connessione tra brand, le pagine, ed il target, il fruitore, è un ribellarsi all’idea dell’immagine patinata e confezionata per essere digerita da inconsapevoli fruitori. Attraverso le proprie trasformazione vengono stravolti i canoni di bellezza e la chiave di lettura della rappresentazione stessa che va ora ruotando sempre su tre concetti base, sesso, religione e cultura popolare.
Pagine e pagine dalle quali invece di modelle sottili ed avvenenti fanno la loro comparsa suore insanguinate, personaggi pop, un batman grassoccio, personaggi a cui è stata tolta la maschera che la società gli ha affibbiato, sono l’altra metà quella che non viene raccontata e vista, sono gli impulsi che emergono, il lato oscuro di ogni essere umano qui viene finalmente visto senza pregiudizi e senza stereotipi.
Massimo Sirelli ci fà entrare quindi nell’altra società quella degli impulsi sessuali frenati, quella degli outsider come baluardo sociologico, un rifiuto delle categorie precostituite attraverso la provocazione, il divertimento ma anche un flebile nota di riflessione che pervade il suo lavoro.

Pics by The Artist

massimo-sirelli-handmade-drawings-project-04

Water Jam: SeaCreative and ReFRESHink New Pieces in Milano

19/04/2013

seacreative-refreshink-piece-water-jam-01

Forse siamo l’unico blog che non ha parlato del Fuorisalone di Milano, e ci sta, l’evento però ha raccolto una serie di iniziative parallele che tra cui la più interessante è la Water Jam nella bella zona dei Navigli Milanesi, ma prima riavvolgiamo un attimo il nastro.
Torniamo nel 2006 con Scripta Manent uno degli eventi scatenanti della street art italiana, la manifestazione ha raccolto qualcosa come cinquanta partecipanti da tutta la penisola per dipingere live per 2 notti lungo tutto il corso dei Navigli, effetto dirompente con clamore mediatico, lavori rubati, ed infine la mostra “Street Art, Sweet Art” che rappresenta un monolite della scena urbana italiana.
Torniamo al presente, gli stessi organizzatori di allora ci riprovano, riprendono il discorso interrotto con una delle zone più belle di Milano, proponendo proprio in occasione del Fuorisalone, Water Jam.
Tornano le idee lasciate in sospeso nel 2006 con più forza e soprattutto maturità, dieci artisti più uno si sono così esibiti a coppie su una chiatta con al centro un bel pannello a due lati, sui quali, in due intense giornate di lavoro, si sono succeduti tutti gli artisti partecipanti.
Qui vediamo da vicino le opere portate a termine da SeaCreative e ReFRESHink sui due lati della piattaforma, sguardo in gallery è d’obbligo per vedere da vicino tutti i dettagli del bel risultato finale portato a termine dai due interpreti.

Thanks to The Artists for The Pics

seacreative-refreshink-piece-water-jam-05

SBAGLIATO – A Series of New Pieces in Budapest

19/04/2013

sbagliato-new-pieces-in-budapest-01

Dopo un periodo di silenzio torniamo a parlare del collettivo SBAGLIATO, i ragazzi tornano in pista mostrandoci le immagini della loro ultima incursione in strada. Direttamente dalle strade di Budapest il gruppo ha avuto modo di lavorare ad alcune nuove installazioni architettoniche e come sempre c’è da rimanere a bocca aperta.
La nuova serie di inganni proposti nella capitale Ungherese è bella grassa, tornano le canoniche finestre, spettacolari quelle semi distrutte poste su un bel muro bianco, ma soprattutto notiamo come gli artisti stiamo man mano evolvendo i propri lavori, non si tratta solo di semplici immagini, notiamo come facciano capolino anche riflessi ed interessanti giochi a tre dimensioni oltre che le splendide porte semi aperte che offrono una realisticità pazzesca e soprattutto un inganno per la vista maggiore, il risultato finale è un aumento senza dubbio vertiginoso del coinvolgimento di passanti e curiosi.
Prossima tappa il bel festival Memorie Urbane perciò stay tuned per vedere da vicino i nuovi interventi che il collettivo SBAGLIATO porterà a termine, nel frattempo dopo il salto trovate tutte le immagini di quest’ultima loro incursione.

Thanks to The Artist for the pics

sbagliato-new-pieces-in-budapest-04

Escif x Tellas – “Natura Morta” New Mural in Valencia

19/04/2013

escif-tellas-new-mural-in-valencia-01

SI, avete letto bene Escif e Tellas sulla stessa parete ed ovviamente la cornice non poteva che essere che la città di Valencia e noi per poco non saltavamo dalla sedia visto l’amore per i due interpreti.
L’artista italiano si sposta in terra spagnola per coprire insieme allo spagnolo una delle tante piccola pareti prese d’assolto dalla scena valenciana, il risultato è “Natura Morta”.
Unendo la nota vena irriverente di Escif con gli astrattismi a tema naturale di Tellas, i due elaborano un divertente pezzo dove vediamo una figura al rovescio, armata di fionda e con la testa coperta da passamontagna, un manifestante/boy-scout, attorniata dalle figure canoniche a soggetto naturale del nostro.
Nient’altro da aggiungere.

Pics by The Artist

escif-tellas-new-mural-in-valencia-02

CANEMORTO – New Series of Murals around Italy Part III

19/04/2013

canemorto-series-of-murals-part3-03

Eccoci giunti all’ultima parte del nostro piccolo focus sui CANEMORTO, vi abbiamo mostrato la sequenza di lavori che il collettivo ha portato a termine nelle ultime settimane ponendo l’accento sulle collaborazioni e sul bello stile che i ragazzi stanno facendo emergere attraverso i loro dipinti. I personaggi arruffati e contorti che gli artisti disegnano rappresentano uno specchio visivo, un interessante lavoro in cui si cela le brutture e le ombre più profonde di ogni essere umano. Attraverso un tratto vibrante assistiamo alla rappresentazioni di mostri umanoidi segnati dalla vita e completamente slacciati da un involucro di carne rigido e di bell’aspetto, via la maschera per abbandonarsi ai propri istinti irrefrenabili, siamo così come siamo e questo è il modo in cui i CANEMORTO ce lo sbattono in faccia.
In quest’ultimo doppio di lavori i ragazzi prima hanno occupato la facciata di un vecchio edificio fatiscente per poi prodigarsi in una bella combo ancora una volta con EmaJons e con Cripsta sugli spazi di un sottopassaggio, date uno sguardo alle immagini per godere appieno dei bei risultati ma tornate a trovarci per nuovi e succosi aggiornamenti.

Thanks to The Artists for The Pics

canemorto-series-of-murals-part3-01

Martha Cooper – “Making an Appearance” Show at Spazio Via Dante

18/04/2013

martha-cooper-making-an-appearance-show-01

Da poco celebrati i settanta anni e con in regalo lo splendido dipinto eseguito da una serie di artisti ma soprattutto amici (qui) Martha Cooper approda a Milano dove il prossimo 24 Aprile aprirà all’interno del bel Spazio Via Dante la sua “Making an Appearance”. La leggendaria fotografa che documenta da quasi quaranta anni quello che succede in strada a distanza di due anni dalla mostra al MOCA di Los Angeles e ben quattro da quella presso la Fondazione Cartier di Parigi, l’ex Kodak Girl, dopo libri e pubblicazioni di primissimo livello e una documentazione con praticamente tutti i nomi più rappresentativi e di riferimento della street art internazionale, si appresta quindi a lasciare il proprio personalissimo segno anche a Milano.
Martha Cooper presenta quindi la mostra già vista ad Ibiza nell’estate dell’anno scorso in occasione della prima edizione del Bloop Festival, kermesse internazionale di cultura e arte alla quale la stessa a presenziato ed ovviamente documentato.
Un occasione imperdibile per vedere da vicino e conoscere una delle personalità più influenti ed importanti di tutta la scena.

Spazio Via Dante
Via Dante 14
Milano

martha-cooper-making-an-appearance-show-02

Via

Living Walls Volumes – First Issue

18/04/2013

Living Walls Volumes - First Issue

Il Living Walls di Atlanta è uno degli eventi più importanti e di riferimento a livello internazionale, attraverso un dialogo intrapreso con le pubbliche amministrazioni, gli artisti hanno la possibilità di cambiare i connotati della città statunitense, vero e proprio bacino di esponenti ed intrepreti, con progetti e spazi mirati. Living Walls abbraccia anche eventi collaterali come il Living Walls Concepts che ha visto al lavoro Christopher Derek Bruno e ROTI. Proprio il famoso ed enorme lavoro di ROTI ha destato parecchio scalpore, dopo che il francese aveva completato la sua opera e la stessa fu dapprima cancellata per via del contenuto per poi, con l’aiuto di una serie di volontari, essere nuovamente visibile.
Living Walls ora si ferma esce con la prima di una serie di interessanti uscite presentando Living Walls Volumes andando proprio a concentrarsi sull’esperienza e sul lavoro di ROTI con un bel approfondimento proprio sulla vicenda vissuta lo scorso anno e sulla sua personale storia, inoltre all’interno ci saranno immagini e storie scritte da addetti ai lavori di tutto rispetto come RJ Rushmore.
Se siete già lì che fremete per avere la vostra copia sappiate che per il momento è stato possibile l’acquisto solo durante il party di lancio, non appena ci saranno news al riguardo non mancheremo di comunicarvele.

Living Walls Volumes - First Issue

Via

M-City – New Mural In Valencia, Spain

18/04/2013

m-city-new-mural-in-valencia-spain-03

M-City continua il suo personalissimo rapporto con la città di Valencia, dopo aver aperto le danze con il re delle viuzze spagnole, Escif (qui), lo street artist polacco ha completato un’altra facciata.
Continuando il suo filone di ricerca architettonica, unendo i personali studi e l’attitudine street, M-City porta in strada il suo particolare modo di concepire e vedere il paesaggio urbano, i suoi sono lavori minuziosi di stencil conditi da una passione per la tridimensionalità e l’architettura appunto, all’interno degli stessi una sequenza di dettagli e fisionomie urbane che si susseguono, si innalzano e crollano su se stesse, un lavoro notevole che pone l’accento sull’eccessiva cementificazione ed urbanizzazione selvaggia che sta caratterizzando questi tempi moderni.
Sebbene il polacco dia il meglio di sé su spazi nettamente maggiori qui assistiamo ad un distacco totale dal verde che distingue le sue opere per far spazio piuttosto ad un rosso porpora, nella galleria dopo il salto trovate uno sguardo all’opera completa ed alcuni scatti del work in progress con tanto di copertura di un vecchio lavori di Sam3 forse? Ma siam certi che lo spagnolo non se la sarà di certo presa.

Pics by The Artist

m-city-new-mural-in-valencia-spain-01

C215 – A Series of New Pieces in Haiti

18/04/2013

c215-a-series-of-new-pieces-in-haiti-01

Sempre in moto perpetuo C215, il grande artista francese continua la sua lunga storia in strada spostandosi questa volta a Port Au Prince ad Haiti per un nuovo ed entusiasmante tour artistico.
Profondamente legato alla strada, alle sue sensazioni ed ai suoi abitanti, con i quali l’artista interagisce attraverso le proprie opere, i colori vibranti catturano l’attenzione dei passanti come anche le storie, gli sguardi, le urla che si nascondono dietro i volti impressi, uno spaccato vero della popolazione locale attraverso i suoi abitanti stessi, senza censura e senza filtri, nudo e crudo così come è.
Lo stencil artist si è immerso così all’interno delle viuzze caratteristiche di Haiti portando a termine, tra la curiosità della gente del posto, una bella serie di nuovi pezzi con i ritratti caratteristici di donne, bambini e uomini.
Vi lasciamo con la lunga sequenza di immagini per farvi apprezzare al meglio tutto il bel lavoro portato avanti da C215, prossima tappa Parigi perciò stay tuned.

Pics by The Artist

c215-a-series-of-new-pieces-in-haiti-15

Interesni Kazki – “Glad Tidings” New Mural Vodnjan, Croatia

18/04/2013

interesni-kazki-glad-tidings-mural-04

AEC degli Interesni Kazki dopo la bella residenza Sud Africa è tornato in Europa per partecipare all’interessante Boombarstick Festival di Vodnjan. La rassegna croata oltre ad offrire una bella serie di muri, rappresenta un pò un inedito per la zona ex jugoslava, la cittadina appartiene a quel territorio un tempo dominio di Venezia, dei Francese, del Regno d’Italia, l’Ex Jugoslavia ed infine insieme alla Croazia ha abbracciato l’Unione Europea, questa serie di cambiamenti ne hanno amplificato il mix di identità diverse facendo del posto e della zona una delle più sensibili ed aperte alle novità. Ad inaugurare questa prima edizione del festival è un bel roster di prima qualità, oltre agli Interesni Kazki ci saranno, Liqen, EME, Ludo, Remed, NeSpoon, Phlegm, Sam3, OKO, Emilio Cejalvo, Miron Milic ed infine a rappresentare i colori Italiani ci penseranno UfoCinque e Giorgio Bartocci ed Hitnes.
AEC per questa sua partecipazione dipinge “Glad Tidings”, una nuova storia disegnata con il consueto mix di colori caldi ed attraverso il sempre interessante immaginario illustrativo, ancora una volta si susseguono personaggi surreali, scenografie fantastiche che si intrecciano con oggetti e tematiche moderne ed a carattere sociale.
Nell’attesa di vedere cosa combineranno gli altri interpreti, vi lasciamo con una bella sequenza di scatti con i dettagli del pezzo dipinto dall’ucraino, ma restate con noi per un ampio ed approfondito recap sull’evento.

Pics by The Artist

interesni-kazki-glad-tidings-mural-10

JR – “The Wrinkles of The City” in Berlin Part II

18/04/2013

jr-the-wrinkles-in-the-city-in-berlin2-01

Dopo i primi lavori JR continua inesorabile a portare avanti il suo bel progetto The Wrinkles of The City nei muri sparsi in tutta la città di Berlino. L’artista francese si trova in città per aprire sua prossima personale all’interno degli spazi della Galerie Henrik Springmann ed ha colto l’occasione per portare il suo più evocativo progetto per le strade. Con oltre 20 facciate da occupare JR e la sua crew in questi giorni si stanno muovendo da un capo all’altro ridefinendo la fisionomia urbana della capitale tedesca con una serie di impressionanti, e giganteschi, lavori di paste-up.
Le fotografie selezionate dal francese rappresentano gente comune del posto, troviamo la vecchia ballerina si sessanta anni intenta a fare una piroetta, oppure volti e primi piani di lavoratori, anziani, donne e giovani. Fondamentale notare l’incredibile impatto scenico che i lavori dell’artista mettono in atto, gli stessi spot occupati non sono a caso ma piuttosto vengono selezionati sapientemente e con loro anche l’immagine utilizzata per cambiarne l’aspetto. Su tutti sicuramente i giganteschi occhi sono quelli che più ci hanno colpito, posti su una torre esattamente al centro dove si trova il quadrante di un orologio, donando un impatto mozzafiato ed un risultato bellissimo.
Scorrete le immagini in gallery per apprezzare al meglio tutti i lavori dell’artista, ma restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti.

Pics by The Artist

jr-the-wrinkles-in-the-city-in-berlin2-15

Nychos – “Pellis Os Omentum” Show at Galo Art Gallery

17/04/2013

nychos-pellis-os-omentum-show-recap-02

Dopo un lungo chiacchericcio mediatico e una forte dose di hype, Nychos ha finalmente aperto la sua personale “Pellis Os Omentum” all’interno della Galo Art Gallery di Torino.
L’artista austriaco rappresenta uno degli esponenti di rilievo della scena internazionale, presenza fissa nei più importanti festival internazionali, vantando anche collaborazione di rispetto (ricordate quella con Jeff Soto?) , grazie ad uno stile personale divertente e bello fresco dove assistiamo a dissezioni di animali e persone, il disegno risulta influenzato da un immaginario che prende spunto dalla cultura dei fumetti, quella splatter e dell’horror accompagnato da una ricerca ed un attrazione particolare per l’anatomia umana che diviene evidente nei dettagli proposti.
A distanza di tre anni dalla sua ultima mostra, fatta esclusione per quella messa in piedi presso il Rabbiteye Movement, Nychos, mette in piedi un nuovo show portando in dote una serie di tavole, disegni, e bozzetti ed anche un opera su uno dei muri della galleria, ben 200 mq occupati dal grande artista con il suo sconfinato immaginario.
Dopo il salto trovate un ampia selezione di foto dall’apertura, se vi trovate in zona o se siete interessati a vederlo da vicino, lo spettacolo rimarrà aperto fino al 18 Maggio.

Our next show opening on the the 13th of April 2013 will be a solo show, 200 square meters dedicated to Nychos only. If you have been following street art in the last few years I am sure you know who I am talking about… The last three years Nychos has been part of some of the most important art festivals around the world, collaborating with some of the most influential artists of the moment. He has, after 3 years decided to dedicate some time to show his art works in galleries. The Galo Art Gallery will host one of the fist shows he will be part of in 2013.

Galo Art Gallery
Via Saluzzo 11/g
10125 Torino (TO)

Pics by Stefano Guastella

nychos-pellis-os-omentum-show-recap-24

OBEY The Giant – The First Narrative Film about Shepard Fairey

17/04/2013

Odio ed Amore per Shepard Fairey aka OBEY, questo perché per molti l’artista ha dirottato la sua attenzione verso lidi più remunerativi, brand di abbigliamento in primis, per altri invece si tratta della giusta prosecuzione di un progetto nato e definito sempre come Propaganda, ma quest’oggi non vogliamo parlarvi di questo ce ne sarà il tempo ed il luogo adatto. Oggi vi presentiamo un progetto di lungo corso che finalmente ha visto la luce, Julian Marshall lo scorso anno aveva aperto una richiesta di finanziamento sul noto portale Kickstarter, l’obiettivo del giovane registra era quello di trovare i fondi per completare il suo cortometraggio sui primi anni di vita di Mr Obey, neanche a dirlo il clamore suscitato da un idea del genere ha visto i suoi frutti ed eccoci qua a vederne il risultato.
La storia ripercorre i primi anni di carriera di Shepard Fairey con la sfida lanciata al sindaco Cianci di Providence, l’inizio della sua enorme carriera, non vi diciamo nulla e vi lasciamo con il corto, schermo ampio e pop-corn, è tutto vostro.

Based on the true story of Shepard Fairey’s first act of street art, OBEY THE GIANT tells the story of a young skate punk challenging a big-city mayor and the powers-that-be at art school. Frustrated by his inability to gain respect within the confines of art school Shepard sets out to gain notoriety and acclaim by targeting the most powerful man in Providence, former Mayor Buddy Cianci. Risking expulsion and jail time Shepard plasters Andre the Giant’s face over the image of Cianci on a campaign billboard. As word of Shepard’s prank gets out, Shepard learns that art is a weapon and attention is both a blessing and a curse.

Gaia – A Series of New Murals around London

17/04/2013

gaia-new-murals-in-london-07

Gaia, dopo la scorpacciata di lavori qui in Italia, si è spostato in Inghilterra a Londra dove ha aperto la sua prima esibizione in terra Inglese “Show Of Hands”, la mostra organizzata da Nelly Duff è incentrata su una delle caratteristiche dei lavori dello statunitense il suo studio delle mani. Il corpo della mostra quindi è costituito dai lavori e la ricerca stilistica di Gaia sulle mani con disegni, sketch ed opere minori.
Gaia però non si è limitato ovviamente a mettere in scena il suo spettacolo ma, come spesso accade, ha colto l’occasione per lavorare su alcune facciate in giro per la capitale inglese.

Immancabili i lavori con le mani con “Hands Scratching Lottery” e “Junior Stacking Paper” ma quello che ci ha piacevolmente colpito è il bel lavoro eseguito dall’artista direttamente sulla parete della Dorset Estate sul lato della Ravenscroft Public House, sede stessa del suo show.
Un interessante dipinto con i ritratti di Berthold Lubetkin Romanovich, emigrato russo ed importante architetto che ha aperto la strada design modernista in Gran Bretagna ed insime a Skinner e Bailey ha progettato la Tenuta Dorset, vediamo poi quello di Harry che ha aiutato a creare il parco adiacente la residenza, ed infine un bel autoritratto sulla parte finale dell’opera, tre volti collegati tra di loro dal personale apporto che hanno offerto alla zona e alla bellezza della tenuta stessa.
Date un occhiata alle immagini e restate sintonizzati per un bel recap dello show.

Over the past 7 years, Gaia unique striking style has been showcased across large-scale urban walls worldwide.
Gaia has an artistic ability like very few, his work has aided positive social development, making an active impact on the surrounding area and the community who inhabit it.
Some of Gaia subjects are from his hometown of Baltimore, an area blighted by derelict homes and urban poverty. The work can highlight the anonymous struggle of local residents from whom he asks nothing, except the occasional photograph of their hands…‘
Show of Hands’ is an exhibition of original drawings, based upon Gaia’s ever-present fascination with the humble human hand. Each delicately rendered finger and sensitively shaded knuckle reveals a complex modern narrative, he depictions are comparable to the emotive anatomical etchings of past masters.

Pics by The Artist

gaia-new-murals-in-london-03

Conor Harrington – New Mural in London

17/04/2013

conor-harrington-new-mural-in-london-01

E’ sempre molto emozionante vedere al lavoro Conor Harrington, il grande artista torna in Inghilterra dopo aver partecipato alla Walls Ampia Vernice Jam di Maiorca (qui) e si mette subito al lavoro andando ad occupare questa piccola parete nella zona di East London.
Quello che ci piace dei lavori proposti da Harrington oltre alla grande sensazione fotografica delle sue opere ed ai personaggi proposti, è il particolare stile pittorico, i volti ed i corpi risultano evanescenti, sospesi in un limbo, come uno squarcio temporale dove appaiono da un passato remoto e stagnandosi sulle pareti, un concentrato di energia che ci lascia sempre a bocca aperta.
Quella che vediamo non è certamente una delle opere maggiori proposte da Conor Harrington ma nell’attesa di vederlo al lavoro su superfici decisamente più ampie ci gustiamo i dettagli di questa sua ultima fatica.

Pics by Hookedblog

conor-harrington-new-mural-in-london-02

Remi Rough x Shok 1 – “Life Imitating Art” New Mural

17/04/2013

remi-rough-shok-1-life-imitating-art-mural-01

Remi Rough e Shok 1 continuano il loro rapporto di sperimentazioni, i due grandi artisti hanno preso possesso di questa parete portando a compimento questo bel pezzo, due metà dello stesso concetto dipinte attraverso i propri personalissimi stili a rapporto.
Con “Life Imitating Art” i due artisti coprono due metà dello stesso pannello, nel dettaglio vediamo come nella parte sinistra Remi Rough disegna una delle sue astrazioni geometriche mentre dalla parte opposta Shok 1 propone lo stesso disegno attraverso il suo canonico stile a raggi x.
Aldilà della bellezza intrinseca del lavoro, quello che affascina è l’idea stessa del progetto, vedere come la stessa forma sia vista in modo totalmente diverso da ogni artista, osservare quindi con gli occhi e con l’immaginazione stessa dei due ed avere modo di fruire così di due diversi approcci stilistici messi qui a rapporto.
Per scoprire i dettagli del lavoro messo in piedi da Remi Rough e Shok 1 e farvi addentrare all’interno dei rispettivi mondi, vi lasciamo in compagnia di una serie di immagini con il pezzo nel dettaglio, enjoy it.

remi-rough-shok-1-life-imitating-art-mural-02

Via

VinZ – “La marca €spaña / The €Spain Brand” New Mural

17/04/2013

vinz-la-marca-espana-the-espain-brand-mural-01

Torniamo a parlare del grande VinZ, l’artista dopo un periodo di pausa artistica torna al lavoro e lo fa in grande stile proponendo una rivisitazione del famosa opere di Picasso “Guernica” rielaborandola attraverso i propri canonici personaggi, ma attenzione piuttosto che una mera rivisitazione di un opera così complessa ed importante, lo spagnolo elabora un intricato racconto dalle tematiche profonde ed articolate dal titolo “La marca €spaña / The €Spain Brand”.
La Guernica rappresenta una delle opere più famose del grande Pablo, VinZ oltre a rendere omaggio al grande artista nella sua riproposizione elabora una chiave di lettura moderna affidando ai suoi personaggi la volontà, la rabbia e le problematiche sociali ed economiche che affliggono il suo paese a differenza di Picasso che eleborò il quadro piuttosto come una protesta contro la distruzione e la violenza, con il bombardamento della citta omonima, i regimi totalitari e la guerra in generale.

Se in entrambi assistiamo un attacco alla società spagnola, VinZ ci dà uno spaccato di quella che la problematica situazione attuale, la donna uccello con il bambino rappresenta la fama e la miseria dei cittadini, il toro è il simbolo stesso della Spagna che tenta di ristabilire un paese attraverso le crepe, vediamo poi un uccello smembrato, il simbolo della pace che non c’è più per passare poi alla polizia in antisommossa che rappresenta le continue rivolte nelle strade causate dai tanti tagli pubblici, la freccia in giù, chiaro segnale di depressione, la Bomba Euro sta a significare l’economia europea che ha sfruttato la Spagna, il cavallo che rappresenta la rabbia di un intero paese, la migrazione di studenti e di manodopera a basso costo, gli sfratti con il dramma di diverse famiglie rimaste senza casa che si tolgono la vita. Personaggi principale dell’opera però è La Speranza rappresentata attraverso un ibrido che si avvicina con una candela al simbolo stesso dell’Euro.

VinZ ci lascia attoniti per la profondità ed intelligenza di un pezzo che può tranquillamente essere letto anche in chiave Italiana, un lavoro che rispecchia perfettamente il disagio di un paese in seria difficoltà e che fatica a rialzarsi, simboli potenti e ridondanti che però vengono intervallati da una figura luminosa, una speranza flebile che si erge contro una mare di problematiche.
Word.

Pics by The Artist

vinz-la-marca-espana-the-espain-brand-mural-02

BTOY and Uriginal – New Exhibition at Traffic Gallery

16/04/2013

btoy-uriginal-new-exhibition-at-traffic-gallery-01

La grande stencil artist spagnola Andrea Michaelsson aka BTOY si appresta ad aprire la sua seconda personale in Italia all’interno della Traffic Gallery di Bergamo.
Lo show ruoterà intorno al lavoro congiunto di BTOY ed di un altro artista spagnolo Uriginal, nel corpo della mostra saranno presentati una serie di lavori inediti, suddivisi in tele realizzate con tecniche miste di acrilico e stencil con l’aggiunta di alcune sculture tipiche dell’immaginario di Uriginal.

BTOY è uno dei nomi più importanti della scena artistica spagnola attraverso un eccellente lavoro di stencil che ha accompagnato la sua carriera in strada, la tipicità dei suoi lavori sta nell’influenza pop che invade e segna profondamente l’immaginario proposto. In questa nuova incarnazione assistiamo all’unione con un altro spagnolo Uriginal, anche esso legato ad un immaginario pop che porta avanti attraverso un uso massiccio di colorazioni accese e sature, ancora più interessante a parer nostro è forse il lavoro scultoreo dove lo stesso continua la sua influenza pop proponendo interessanti mash up colorati e tridimensionali.

All’interno della bella galleria quindi un bel dialogo a due con gli stili diversi di ogni singolo artista uniti insieme e non, l’appuntamento è per il 20 di Aprile, per i fortunati in zona consigliamo di fare un salto in galleria per tutti gli altri più distanti od impegnati l’appuntamento è per il consueto recap di approfondimento, nel frattempo vi lasciamo con due immagini esclusive delle opere che verranno esposte.

Traffic Gallery
Via San Tomaso, 92
24121 Bergamo

Info e Pics by The Gallery

btoy-uriginal-new-exhibition-at-traffic-gallery-02

Zio Ziegler – New Murals in San Juan, Puerto Rico

16/04/2013

zio-ziegler-new-murals-in-puerto-rico-01

Dopo averne apprezzato la tecnica in passato finalmente diamo uno sguardo più ravvicinato al lavoro di Zio Ziegler, l’artista statunitense si trova infatti a San Juan a Porto Rico dove ha da poco terminato una bella serie di nuovi pezzi.
L’artista statunitense si divide tra interessanti lavori in studio e sporadiche incursioni in strada, quello che cattura la nostra attenzione è il particolare stile che distingue le opere proposte dallo Zio. I suoi scoordinati personaggi avvolgono la parete offrendo una serie di minuziosissimi dettagli al loro interno, un lavoro certosino dove emergono rappresentazioni di uomini con le fattezze di animali, tutte con una forte influenza latino americana, quasi delle divinità che attraversano lo spazio e vengono collocate sui muri a guardia dell’uomo.
Con un bel trittico di nuovi pezzi per le strade Portoricane vi presentiamo al meglio il lavoro di Zio Ziegler, mostrandovi da vicino il particolare approccio che tanto ci piace, con la promessa che vi terremo informati di altri eventuali nuovi aggiornamenti.

Pics by Unurth

zio-ziegler-new-murals-in-puerto-rico-02

Invader – New Invasion in Paris, France Part II

16/04/2013

invader-invasion-in-paris-france-part2-01

Esattamente dove l’avevamo lasciato Invader dopo un periodo di silenzio torna a far parlare di sé con una nuova installazione per le strade di Parigi.
Nella capitale francese lo street artist c’aveva divertito con la bella invasione che aveva visto protagonista la pantera rosa (qui), ora è il turno di fare posto ad un altro personaggio appartenente all’immaginario collettivo, Spiderman.
Invader sale davvero in alto questa volta andando ad attaccare le sue canoniche piastrelle su questo altissimo edificio, bella anche la contrapposizione tra il ragno e Spiderman stesso ambedue in versione pixellosa.
Date uno sguardo alla galleria dopo il salto per vedere da vicino l’opera e se siete in procinto di partire per Parigi segnatevi di passare presso Avenue de L’Opera per vedere con i vostri occhi la bella installazione.

Pics by SAN

invader-invasion-in-paris-france-part2-03

Axel Void – “LIFE” New Mural in Palermo

16/04/2013

axel-void-life-mural-in-palermo-01

Uno degli artisti dal quale siamo maggiormente attratti è Axel Void, non siamo soliti affezionarci al lavoro di qualche artista ma il particolare approccio che Void offre nei suoi lavori, le tematiche ed il background che accompagna le opere stesse, ci hanno lasciato piuttosto interessati alle produzioni dell’artista.
Con base a Berlino Axel Void vive la sua esistenza diviso tra le differenti culture dalle quali è stato fortemente influenzato Haiti, Stati Uniti e la Spagna fino ad arrivare alla Germania dove tutt’ora vive, aldilà delle divere influenze culturali quello che colpisce nelle tematiche offerte è la durezza delle stesse, l’artista estrapola una visione immancabilmente malinconica, questo è il fulcro del suo lavoro che viene sviluppato attraverso una riproposizione di fotografie attraverso l’utilizzo di scale di colori spenti e cupi. Il grigio ed il nero per raccontare e rafforzare il concetto, per dare riverbero a scene, per urlare e prendere posizione con rabbia e brutalità, il tratto è accennato come un appannaggio della realtà con l’intento di offrire il più possibile il disagio che queste persone portano al loro interno e mostrano così direttamente allo spettatore.
In quest’ultimo lavoro Axel Void fa di nuovo visita a Palermo, dopo aver aperto negli scorsi anni una bella mostra personale, proponendoci “LIFE” un nuova istantanea di vita.

Pics by The Artist

axel-void-life-mural-in-palermo-02

Escif – New Murals in Valencia, Spain

16/04/2013

escif-new-murals-in-valencia-spain-01

Uno scatenato Escif ha sfruttato al meglio questo inizio di primavera per un altro dei suoi fruttuosi raid nella città Valencia, il grande artista spagnolo torna in strada e come sempre desta scalpore.
Probabilmente uno degli esponenti più sensibili ai problemi di natura economica e sociale che stanno caratterizzando i nostri tempi, Escif grazie ad uno stile senza troppi fronzoli, ed alcune volte ermetico, porta avanti un lavoro di denuncia vero e proprio. Attraverso una tagliente ironia dipinge sulle piccole porzioni di muro caratteristiche della città spagnola, lascia un segno, un tratto indelebile nella coscienza della persone, è forse questa la marcia in più, non si rimane indifferenti davanti a quello che l’artista propone, anzi ci si ritrova a confrontarsi, a guardare ed a sorridere con un pizzico di amarezza perchè volenti o nolenti Escif sà come arrivare dritto al punto e porvi l’accento.

Per questa nuova serie lo spagnolo propone tre nuovi disegni, “El discreto encanto de la burguesía” con il dipinto di una donna dotata di ben tre seni, “Jaque Mate” dove mediamo un pezzo degli scacchi sottoposto a scacco matto ed infine “Caniche” con un uomo intento a portare a spasso il proprio barboncino. Ora potrebbero sembrare dei lavori semplice ma analizzando bene i titoli ed il contesto emergono i singoli significati, per il primo lavoro il fascino discreto della borghesia del titolo viene contrapposto a quello di una donna dotata di tre seni, per scacco matto invece possiamo intendere come una partita in cui i cittadini sono pedoni di una scacchiera e le istituzioni il re e la regina, infine il più sottile, l’uomo con a spasso il cane è una fine metafora che vede coinvolta la popolazione al guinzagli e resa povera sempre dalle istituzioni impersonate dall’uomo stesso.
Insomma come spesso succede bisogna osservare bene e porsi le giuste domande per capire quello che viene dipinto, nell’attesa di vedere cosa combinerà il grande street artist con il suo nuovo progetto Malabrocca all’interno del Memorie Urbane Festival vi lasciamo con le immagini di quest’ultima sequenza di lavori eseguiti negli ultimi giorni.

Pics by The Artist

escif-new-murals-in-valencia-spain-03

Les Bains Douches Project in Paris

16/04/2013

les-bains-douches-project-paris-01

Del bel Les Bains Douches abbiamo avuto un assaggio quando vi abbiamo parlato della bella realizzazione di Katre (qui) è arrivato ora il momento di approfondire al meglio tutto il progetto.
La città di Parigi nasconde segreti e storie particolari, con come quella delle famose catacombe sotterranee nido di alcuni artisti, in Francia sembra apprezzare molto gli spazi augusti ed abbandonati, così da una idea della famosa Magda Danysz Gallery prende vita il Les Bains Douches Project. L’idea è quella di far utilizzare uno spazio prossimo alla demolizione dai migliori artisti in circolazione durante i quattro mesi precedenti alla distruzione dello stesso. Fino al 30 Aprile si sono susseguite di volta in volta diverse personalità della scena urbana internazionale, chiunque facesse tappa a Parigi ha avuto modo di lavorare all’interno degli oltre 3000 mq a disposizione.

Il risultato è un incredibile sequenza di opere di primissimo livello, con gli interventi di Futura, Space Invader, C215, Vhils, Sten Lex, Sowat, Lek, Dem189, Seth, Jacques Villegle, Philippe Baudelocque, Ludo, Jerome Mesnager, Ash, L’atlas, Sambre, Parole, Apotre, Gerard Zlotykamien, Katre, Psy, Nasty, SKKI, Popay, Tanc, Sandra Matamoros, Gilbert1, Ned, Jek45, Stephane Carricondo, Jeanne Susplugas, Legz, Zeer, Jean Francois Julian, Joachim Sauter, WXYZ, Yz, Thomas Canto, 9eme Parole, and Cedric Bernadotte, che attraverso i loro personalissimi stili hanno cambiato il volto dell’edificio. Un progetto dal sapore effimero, non è possibile accedervi, non sono ammessi visitatori, uno spazio per gli artisti ed agli artisti che al suo interno hanno potuto esprimersi liberamente e senza lo sguardo di occhi indiscreti, sperimentando e divertendosi ad interagire con tutta la desolazione che uno scenografia pittoresca come questa sà offrire. Un contenitore che sà di spaccato dell’attività artistica moderna, eterno per quello che ha lasciato agli artisti stessi e per l’arte racchiusa al proprio interno.

Vogliamo mettere l’accento su questa tipologia di progetti che si distaccato dal canonico utilizzo degli street artist, non vi è più un filo diretto con il fruitore ma bensì una culla personale nel quale ritrovarsi, condividere ed incanalare il proprio talento, uno spazio per loro, una perla che si perde nelle piaghe del tempo, questi sono i progetti che ci piacciono e sarebbe interessante ricreare una situazione del genere anche qui da noi, chissà magari c’è ed ancora non se ne sà nulla, nel dubbio comunque vi offriamo una bella gallery per approfondire nel dettagli le opere degli artisti partecipanti, enjoy it.

Pics by AM

les-bains-douches-project-paris-02

James Kalinda – “Squali in questo Mar” New Mural near Parma

15/04/2013

james-kalinda-squali-in-questo-mar-mural-01

Continuano il suo filone di opere oscure James Kalinda prosegue l’occupazione di spazi desolati nel territori vicino Parma. Dopo la combo pasquale che lo ha visto tra i protagonisti (qui), Mr Kalinda torna in solitaria proponendo “Squali in questo Mar” e sottraendosi un pochino dai suoi lavori caratteristici, scompaiono gli occhi a mo di fiore ed i dettagliati tratti del viso per far spazio ad una mutazione completa, una volto da squalo. La scelta non ci sembra casuale la nuova figura appare ancora più rabbiosa, più famelica e decisamente più oscura, aumenta il disagio visivo e con esso la stato di costante paura e perplessità, una nuova emersione per James Kalinda che potete vedere da vicino attraverso gli scatti presenti, rimanente sintonizzati per le prossime opere dell’artista.

Pics by San

james-kalinda-squali-in-questo-mar-mural-02

Memorie Urbane Street Art Festival

15/04/2013

memorie-urbane-street-art-festival-01

Per quella che è una delle difficoltà maggiori, Memorie Urbane rappresenta una piccola perla nell’organizzazione di eventi dedicati alla street art. La rassegna di Gaeta, e quest’anno anche Terracina, giunge alla seconda edizione e dopo le sensazioni positive della prima, nella sua seconda incarnazione ha deciso di fare le cose ancora più in grande chiamando sul litorale pontino ben 12 artisti, Domenico Romeo, Hyuro, Moneyless, Alice Pasquini, DALeast, Faith47, SAM3, Borondo, Lucamaleonte, Malabrocca, Sbagliato, Martina Merlini, un roster stellare quindi che comprende grandi realtà italiane e big internazionali.

La bottiglia come contenitore di vernice rossa ma anche come antico medium per portare un messaggio importante, la vernice al suo interno, viene scelta come simbolo massimo della kermesse. Memorie Urbane nasce da un idea di Davide Rossillo, presidente di Turismo Creativo, in collaborazione con Ziguline, Walls, 999contemporary, KOOK Artgency, Bucolica produzioni, con l’idea di contrapporre la storia antica, ben radicata nel paesaggio della riviera, ad un fenomeno così moderno come la street art con all’apporto di artisti che sappiano come vivacizzare, trasformare ed innestare il seme dell’arte urbana attraverso i propri differenti interventi, ed infine far conoscere e promuovere il fenomeno come elemento di crescita economica e sociale ma anche quello di offrire uno spaccato culturale.

Nell’arco di due mesi gli artisti si susseguiranno uno ad uno lavorando in totale armonia con il paesaggio e con la gente del posto ma non solo, Memorie Urbane amplia il suo raggio d’azione con l’organizzazione di uno workshop sulla Stencil Art curato da uno dei big di questa disciplina, Lucamaleonte, proiezioni video con i film “Exit Through The Gift Shop” di Banksy e “Woman Are Heroes” di JR, ed infine una conference con gli interventi di diversi addetti ai lavori incentrata sul fenomeno della street art vista da chi ne parla e ne mastica tutti i giorni, ci sarà Rom di StreetArtNews, Pia Povi Hassad curatrice della mostra Street Art. The New Generation, Sabina de Gregori autrice di diverse monografie sull’argomento, la passione della giornalista Mariangela Capozzi, Gianluca Marziani direttore di Palazzo Collicola Arti visiva del Museo di Spoleto e pensate un pò ci saremo anche noi a dire la nostra sulla scena italiana.

Insomma un portata ricca e per tutti i gusti che noi vi documenteremo minuziosamente con immagini, approfondimenti ed articoli mirati, see you there.

Memorie Urbane dal 20 Aprile al 30 Maggio 2013

DissensoCognitivo – “In-Spiratore” New Mural

15/04/2013

dissensocognitivo-in-spiratore-new-mural-01

Si susseguono senza sosta i nuovi lavori firmati dal DissensoCognitivo, il duo sta continuando a raccontarci la propria personale visione del mondo futuro attraverso una tematica ed un tratto oscuro. Con una forte dose immaginativa gli artisti elaborano così una serie di aberranti creazioni, lo straziante declino della razza umana attraverso una serie di innesti, fusioni animali e tecnologiche, raccapriccianti ibridi abitano così le pareti e noi assistiamo ad un annientamento cosciente e voluto di questi spaventosi esseri, uno stralcio di un futuro forse prossimo e suggestivo che ci fa riflettere su un eccessivo utilizzo delle tecnologie.
Qui vediamo una nuova schiacciate metamorfosi “In-Spiratore”, l’ultima creatura partorita dal DissensoCognitivo della quale potete apprezzare tutti i dettagli dando un occhiata da vicino ai bei scatti in gallery, ma rimanente sintonizzati per nuovi aggiornamenti.

Thanks to The Artist for The Pics

dissensocognitivo-in-spiratore-new-mural-02

Basik – “Goatse” New Amazing Mural

15/04/2013

basik-goatse-new-amazing-mural-01

Avevamo lasciato Basik a Milano in compagnia di 2501 e Gaia per una bella serie di lavori culminati con la combo finale da stropicciarsi gli occhi (qui), a distanza di tempo l’artista, approfittando delle belle giornate, torna a colpire con un nuovo pezzaccio.
Dal titolo “Goatse” il nuovo lavoro mostra le consuete caratteristiche dei lavori di Basik, troviamo ancora una volta le mani nere arricchite da alcuni tocchi dorati, intente ad tenere una forma geometrica bianca, a completare il tutto troviamo la solita bella scritta a caratteri fini ed eleganti.
I più scalcinati avranno certamente capito il riferimento con la famosa meme di internet qui riproposta con toni certamente più fruibili, per gli altri vi basta fare una ricerca su google, ma assicuratevi che nessuno vi stia guardando lo schermo, davvero.

Pics by The Artist

basik-goatse-new-amazing-mural-02

CANEMORTO – New Series of Murals around Italy Part II

15/04/2013

canemorto-series-of-murals-part2-07

Dopo la prima abbuffata continuiamo (qui) il nostro il piccolo focus sugli ultimi lavori del collettivo CANEMORTO, i ragazzi nelle ultime settimane hanno eseguito una bella serie di nuove opere con alcune collaborazione di tutto rispetto.
La location scelta è ancora Milano questa volta al gruppo si sono uniti Emajons e Sbafe per occupare l’intera facciata di un vecchio edificio fatiscente ed una piccola porzione di muro limitrofa. Del particolare approccio figurativo dei ragazzi abbiamo già disquisito ponendo l’accento sul particolare tratto e sulle canoniche rappresentazione di personaggi sconquassati, qui invece ci sentiamo di apprezzare la capacità dei CANEMORTO, Emajons e Sbafe di unire i rispettivi stili in un’unica grande rappresentazione.
Il particolare tratto di ognuno di loro è legato da un sottile approccio a dipingere personaggi e figure volutamente grezze, un interessante stile che nasconde tematiche decisamente più profonde e che può essere letto come la trasposizione delle brutture personali di ogni uomo e donna che anziché essere nascoste dall’effimera bellezza, traspare attraverso un vero e proprio specchio, il muro.

Thanks to The Artists for The Pics

canemorto-series-of-murals-part2-11

Fra Biancoshock – “The Cleaner – A True Story” Video

15/04/2013

Fra Biancoshock ci ha abituato a progetti folli conditi da una forte dose ironica, l’artista lancia la sua ultima provocazione, in collaborazione con i ragazzi di Milkshake studio ha da poco presentato “The Cleaner – A True Story” e se immaginate si tratti del solito video vi sbagliate di grosso.
Il video si apre con una semplice domanda: Credi che le cose in giro si puliscano da sole?, rimaniamo un pò spiazzati e siamo pronti per vedere il solito prodotto ludico dove si parla di spazzatura e sporcizia nelle strade, ma poi ci ricordiamo con chi abbiamo a che fare perciò continuiamo interessati. La scena indugia su alcuni rifiuti per poi passare il testimone alla voce ed al volto, rigorosamente coperto, dell’artista e qui iniziano le belle. Fra Biancoshock si racconta come se si trattasse di un intervista e spiega la sua ultima passione è quella di pulire le strade, renderle lucide e scintillanti, con un fare serioso seguiamo l’artista che, accompagnato da deliranti proclami di sfida gli altri a pulire meglio di lui, a mettersi in gioco in strada, ci mostra e racconta i frutti del suo operato, definendolo una scarica di adrenalina, il resto ve lo lasciamo immaginare.
Chiaramente una presa in giro, con quest’ultima produzione l’artista fa un pò il verso alla mondo degli artisti urbani in un divertente parallelo dove tag, disegni e bombardamenti vari vengono sostituiti da strofinacci, stracci e pulizia su treni e autobus cittadini, divertente, surreale ed assolutamente da vedere, mettetevi belli comodi e sparatevi tutta la storia.

Video by Milkshake Studio

fra-biancoshock-the-cleaner-video-01

Weekly Overview 30 | 08-04 to 14-04

14/04/2013

Weekly Overview-30

Weekly Overview è l’appuntamento del Week-End dove vi presentiamo una selezione delle migliori news settimanali sul GORGO.

jr-wrinkles-in-the-city-in-berlin-1-01

JR – “The Wrinkles in The City” in Berlin Part I

anthony-lister-painting-in-london-video-01

Anthony Lister on “Vapour Trail” Video Series

kislow-interesni-kazki-cheminance-festival-01

Kislow x Interesni Kazki – New Mural for Cheminance Festival

elian-new-mural-centro-cultural-espana-01

Elian – New Mural for The Centro Cultural España in Córdoba

aris-newpieces-freight-train-series-01

Aris – New Pieces for Freight Train Series

canemorto-series-of-murals-part-1-08

CANEMORTO – New Series of Murals around Italy Part I

felice-varini-new-pieces-paris-09

Felice Varini – New Pieces in Paris, France

blaqk-a-series-of-new-murals-greece-10

Blaqk – A Series of New Murals in Greece

saner-mura-mural-festival-cheminance-01

Saner – “The Conquest of the New World by the Spanish Conquistadors” New Mural

pixel-pancho-rusted-ideas-recap-03

Pixel Pancho – “Rusted Ideas” Exhibition at Pretty Portal Gallery

phlegm-new-mural-at-canal-mills-leeds-05

Phlegm – New Mural at Canal Mills in Leeds

alberonero-ciredz-new-mural-near-lodi-06

Alberonero x Ciredz – New Murals near Lodi

JR – “The Wrinkles of The City” in Berlin

14/04/2013

jr-wrinkles-in-the-city-in-berlin-1-01

Dopo la tappa Los Angelina, JR porta in suo emozionante progetto The Wrinkles of The City in Europa, Berlino è la città scelta per dare il via alla danze e diciamo subito miglior luogo non poteva essere scelto.
Con una forte tradizione di sensibilità verso l’arte urbana, Berlino ben si presta ad essere addobbata dal grande artista francese che per iniziare al meglio la sua avventura in terra germanica si dedica a questa immensa facciata.
La fotografia scelta è già stata utilizzata in precedenza, per i più smaliziati la particolare posa delle dita a W ricorderà certamente qualcosa, per i poco avvezzi vi diciamo che è il simbolo della West Coast Americana riproposto qui nella parte ovest della capitale.
Tutto l’amore per JR nell’ampia galleria presente, un pò di invidia ce la fanno i Berlinesi, quando anche le nostre istituzioni permetteranno al francese di lavorare su alcuni dei nostri palazzi attraverso il suo più significativo progetto o dovremmo accontentarci solo di questo?

Pics by Yuri Salvador

jr-wrinkles-in-the-city-in-berlin-1-12

Via

Anthony Lister on “Vapour Trail” Video Series

14/04/2013

Anthony Lister negli scorsi mesi aveva avuto modo di lavorare ad alcune facciate a Londra e Newcastle, la permanenza di Lister in terra inglese era sfociata nella splendida doppia esibizione dell’artista Unslung Heroes all’interno degli spazi delle due sedi della The Outsiders Gallery.
A distanza di parecchio tempo i ragazzi di EndOfTheLine escono ora con questo bel video che ci mostra l’artista alle prese con una delle facciate colpite, il video fà parte della serie Vapour Trail nel noto portale che mira a presentare quegli artisti che contribuiscono in maniera concreta allo sviluppo dell’arte in strada e che per un motivo o per un altro rappresentano la cultura urbana attuale.
Poche chiacchere vi lasciamo al video, ma se volete approfondire trovate tutte le immagini dei lavori dipinti dall’artista tra Londra e Newcastle qui, qui ed infine qui, enjoy it.

anthony-lister-painting-in-london-video-01

Nardstar – New Mural at Bushwick Collective in Brooklyn

14/04/2013

nardstar-new-mural-at-bushwick-brooklyn-01

Di Nardstar abbiamo avuto modo di parlarvi all’interno del nostro progetto FOCUS ON – Street Art in South Africa mostrandovi i lavori di uno dei maggiori interpreti della scena Sud Africana. L’artista ora sembra si sia spostato negli Stati Uniti dove ha da poco terminato un piccolo pezzo ai Bushiwick di Brooklyn.
Il particolare stile a mosaico dell’artista contagia questa piccola porzione metallica, Narstar dipinge uno dei suoi caratteristici animali, colori saturi con l’aggiunta di una serie di dettagli per ampliarne la tridimensionalità.
Un piccolo lavoro per inaugurare al meglio la permanenza dell’artista nella città di New York che vi mostriamo nel dettaglio attraverso la galleria, ma restate con noi per nuovi e succosi aggiornamenti.

Pics by Jamie Rojo

nardstar-new-mural-at-bushwick-brooklyn-02

Via

LNY x Celso Gonzalez – New Mural in Newark

13/04/2013

lny-celso-gonzalez-mural-in-newark-01

LNY e Celso Gonzalez si sono dati appuntamento a Newark negli States, qui all’interno di un vecchio edificio hanno dato il via ad una bella collaborazione.
Approfittando del lavoro portato avanti da Celso Gonzalez con i suoi animali dal impatto sacrale, i tondi rossi sul volto vi ricordano qualcosa vero? LNY appoggia il lavoro proponendo anche esso un bel volatile. La contrapposizione è data dall’efficacia nel disegno dei due, se Celso opta per approccio più simbolico, LNY dipinge l’animale con berretto e ghettoblaster al collo, pochi colori, tinte oscure e il risultato è fatto.
Dopo il salto trovate i dettagli dell’opera realizzata, con tanto di piccole finestre addobbate con due diversi volti, fate un giro in galleria e tornate a trovarci per nuovi aggiornamenti sul duo.

Pics by The Artist

lny-celso-gonzalez-mural-in-newark-08

Hendrik ECB Beikirch – “Transsib – Greyhound” New Mural in Cologne

13/04/2013

hendrik-ecb-beikirch-transsib-greyhound-mural-01

Hendrik ECB Beikirch dopo alcuni lavori in giro per il mondo torna nella sua Germania per aprire il prossimo 19 Maggio il suo nuovo personale show, aldilà dello spettacolo del quale ci occuperemo a tempo debito, l’artista come consuetudine in questi casi, per farci salire l’hype intorno allo show ha da poco terminato uno nuovo pezzo a Colonia.
Hendrik ECB Beikirch è ben conosciuto per la sua tecnica di pittura che immette con forza su pareti spesso di grandi dimensione, i ritratti proposti dal tedesco vengono eseguiti unicamente attraverso l’utilizzo di campionature monocromatiche, assistiamo quindi ad imponenti volti di gente comune ritratti esclusivamente in scala di grigi ed accompagnati da una scritta che da poi il titolo all’opera stessa.
Per farvi godere appieno di quest’ultimo lavoro intitolato “Transsib – Greyhound” vi mostriamo alcuni bei scatti e soprattutto un bel video del making of del pezzo. Se anche voi siete curiosi di vedere i prossimi lavori ECB restate sintonizzati per i prossimi aggiornamenti.

Pics by Nils Müller

Herakut – New Mural in Johannesburg for City of Gold

13/04/2013

City Of Gold Festival 2013

Gli Herakut continuano il loro vagare internazionale, questa volta il duo di artisti fà tappa a Johannesburg per la terza edizione del bel City of Gold Festival.
City of Gold nasce da un idea di Grayscale Concepts, l’intento della rassegna è quello di stabilire nella città Sud Africa una metà per i graffiti artist e street artist internazionale al fine di incrementare lo sviluppo delle discipline locali, più importante però è l’idea di mettere in luce gli aspetti positivi di queste pratiche creando un coinvolgimento con la comunità locale aumentandone l’apprezzamento e la consapevolezza generale ed andando a colpire le zone maggiormente in degrado della bella città.
Herakut per la kermesse propongono “You Can Not Catch Me So Just Let Me Be”, un nuovo pezzo dove vediamo un bambino con in testa il volto di una leonessa, ancora una volta ci sentiamo di porre l’accento sulla qualità del lavoro che i due interpreti hanno realizzato, l’eleganza del lavoro ma sopratutto lo stupefacente effetto degli occhi disegnati, ci fanno spellare le mani.
Anche REVOK sarà della festa perciò stay tuned per vedere cosa elaborerà il grande graf artist americano, nell’attesa ampia gallery per vedere i dettagli del bel lavoro ultimato dal duo tedesco.

Pics by The Festival

City Of Gold Festival 2013

FREDDY SAM – Street Art in South Africa

13/04/2013

FREDDY-SAM-streetart-in-southafrica-01

Siamo molto sensibili a tutto ciò che ci trasmette passione, fatica e sudore, giorno per giorno portiamo avanti un progetto che vede il nostro paese al centro di tutto, vogliamo raccontarvi quello che succede qui da noi, dietro l’angolo o nella città più vicina, al fine di far avvicinare e di trasmettere a più persone possibile questa nostra grande passione. Alcune volte però ci siamo chiesti come se la passano in altri paesi, in posti distanti, dove l’informazione arriva in parte e dove i nostri occhi difficilmente troveranno risposta, la voglia di scoprire quindi ancora una volta è la principale artefice di questo nuovo progetto.

Abbiamo raggiunto l’Africa ed in particolare il Sud Africa per voi, vogliamo raccontarvi un pò quella che è la sua scena, proponendovi gli artisti più rispettati, rappresentativi e poco conosciuti, in pure stile GORGO quindi vi presentiamo: FOCUS ON – Street Art in South Africa.

FREDDY-SAM-streetart-in-southafrica-02

Non potevamo non parlare di lui, in questo quarto appuntamento puntiamo i fari su Freddy Sam, l’artista rappresenta il concentrato tipico di un autore moderno, maturato da oltre 12 anni di esperienza in strada ha tenuto ben saldi i piedi per terra, con umiltà e grande rispetto verso l’arte e la pittura urbana Freddy ha iniziato ad impostare un proprio personale discorso. Freddy Sam ha fatto del dialogo con la gente del posto, con la comunità, del connettersi con le persone di tutti i ceti sociali il suo principale scopo, non più interessato ai risultati ma piuttosto al vivere esperienze diverse attraverso la strada. Lo pseudonimo scelto è dato dal nome dei suoi due nonni messi insieme, un alter-ego per sempre giovane che crede ancora in Peter Pan, con questo l’artista si muove tra i tessuto sociali Sudafricani proponendo ed organizzando eventi, ultimo lo splendido Acrylic Walls oppure offrendo una residenza mensile a grandi artisti internazionali all’interno dello spazio/studio /A Word of Art of Art. Una convinzione forte nell’applicare il lavoro di artisti, anche di diverse discipline, al fine di scrostare ed eliminare il grigiore dall’anima delle città.

Il lavoro di Freddy Sam passa attraverso una contestualizzazione della natura su parete, a fare la voce grossa sono gli animali che l’artista insidia all’interno dell’arredo urbano. Troviamo volatili, elefanti e bisonti ma sopratutto il cerbiatto, forse l’animale più rappresentativo per l’artista, delicato ed elegante viene ritratto su diverse pareti, come una figura solitaria che si aggira, danza e salta in strada, oppure intenta ad abbeverarsi, assistiamo ad istantanee di vita animale ritratte attraverso una realisticità sorprendente, uomo ed animale a confronto quindi.
Non solo, Freddy Sam ama anche dipingere volti e figure umane attraversate da alcuni elementi simbolici o tocchi astratti, il tutto accompagnato da scenografie mozzafiato, veri e propri giganteschi quadri dove emergono scorci di paesaggi naturali.
In gallery trovate un ampia selezione di scatti per comprendere meglio il lavoro che caratterizza l’artista, potente, concreto e profondamente legato al mondo naturale ed animale.

This project was made possible with the help and the pics by Klaus Warschkow

Diego Knore – Solo Show at Xlab Corrosive Art Farm

12/04/2013

diego-knore-show-at-xlab-corrosive-art-farm-09

Come annunciatovi Diego Knore vola Berlino per aprire il suo ultimo solo show negli spazi della Xlab Corrosive Art Farm.
Dopo mesi di lavoro con una produzione incredibile di tele ed illustrazioni, Knore approda all’interno del bel progetto lanciato da Paola Verde, lo spettacolo messo in mostra dall’artista spazia attraverso diversi medium, troviamo due bei dipinti uno sulla facciata esterna dello spazio, come da tradizione, ed un all’interno, ma anche disegni e fanzines come il BUBKA Zine.
Knore approfitta del luogo per espandere ovunque il suo stile, troviamo immagini forti, oscure, urli di rabbia che penetrano attraverso lo sguardo ed arrivano diritto al cervello, volti e faccie spettrali, quasi dei mostri poco umani e più sinistri.
Un lavoro ad ampio raggio che ci offre l’opportunità di comprendere ed osservare meglio il particolare approccio visivo di Diego Knore, date un occhiata alla gallery per le immagini dei dipinti, gli scatti di alcune opere e dell’apertura.

Xlab Corrosive Ar Farm
Skalitzer Straße 67
10997 Berlin

Pics by Paola Verde

diego-knore-show-at-xlab-corrosive-art-farm-10

OldWalls Graffiti in Milan from 90’s Project

12/04/2013

oldwalls-graffiti-in-milan-project-01

OldWalls è il bel progetto di Alberto Boldo che ritrova una serie di fotografie appartenenti al periodo quando armato di bicicletta e poco più che dodicenne si divertiva a scattare affascinato dai graffiti della sua Milano che con così tanto colore abbellivano e si imponevano come unico rimedio contro il grigiore cittadino. Dall’idea di ritrasmettere le sensazioni avute da bambino, dalla passione dall’idea di rendere un tributo a chi ha donato colore alla propria città nasce il bel progetto.
OldWalls è impostato come una grande pagina a caricamento continuo, Alberto torna sulle strade fotografate diversi anni prima, scatta un nuova foto dallo stesso punto di vista e poi le carica insieme per vedere un confronto. Alcune volte assistiamo alla totale scomparsa del pezzo, altre ad una completa cancellazione per far posto ad altri interpreti, i più belli però a nostro avviso sono quelli che nonostante gli anni e le intemperie sono ancora lì con colori sbiaditi a resistere al tempo a proclamare ancora il proprio spazio e a far ricordare al ragazzo/bambino le vecchie sensazioni provate.

Se volete potete darci un occhiata di persona qui, che dire, Chapeau.

oldwalls-graffiti-in-milan-project-02

oldwalls-graffiti-in-milan-project-03

oldwalls-graffiti-in-milan-project-04

Xuan Alyfe – “La Vita Nuova” New Mural

12/04/2013

xuan-alyfe-la-vita-nuova-new-mural-01

Sempre molto attenti nel seguire ed a mostrarvi da vicino le storie proposte dallo spagnolo Xuan Alyfe attraverso il proprio personale stile. Nel grande calderone di colori, tratti diversi e micro cosmi che l’artista dipinge su muro ci ritroviamo sempre rapiti all’interno, sospesi tra sogni e realtà i lavori dello street artist risultano sempre molto intensi, se da una parte troviamo il massiccio uso di colori vibranti a fare da scenografia, dall’altra all’interno dei suoi lavori lo spagnolo immette una serie infinita di dettagli tutti da ricercare, in un grande palcoscenico dove piccoli uomini, forme, alfabeti, costruzioni e geometrie si agitano offrendo uno spettacolo bellissimo tutto da vedere, ricercare ed affrontare.
Vi mostriamo le immagini dell’ultimo dipinto dell’artista, “La Vita Nuova” un piccolo omaggio a noi Italiani dopo la bella intervista concessaci, ma restate con noi per nuovi aggiornamenti firmati Xuan Alyfe.

Pics by The Artist

SONY DSC

Kislow x Interesni Kazki – New Mural for Cheminance Festival

12/04/2013

kislow-interesni-kazki-cheminance-festival-01

Anche Kislow e Waone del duo Interesni Kazki, si trovano a Fleury-les-Aubrais per partecipare al bel Cheminance Festival. Il festival si sta distinguendo per le immense facciate offerte ai partecipanti e così dopo l’imponente realizzazione di Saner (qui) rimaniamo letteralmente a bocca aperta di fronte alla spettacolo messo in mostra dal duo di artisti.
Waone e Kislow hanno elaborato su questa spaventosa facciata, un omaggio al famoso libro di Jules Verne, “20 000 Lieues sous Les Mers” è un lunghissimo dipinto dove assistiamo ad un bel mash-up tra i due differenti stili dei due artisti.
Di Waone seguiamo sempre volentieri le evoluzioni, insieme al suo socio AEC l’artista ucraino forma una dei collettivi più interessanti del panorama internazionale, facilmente riconoscibile per il suo stile fantastico e sognante con richiami ed influenze all’illustrazione tipica di Moebius.
Anche Kislow proviene dall’Ucraina e condivide con l’artista la passione per un tratto delicato e fantasioso, con una particolare predilezione ed accento sulle figure umane, uno stile fortemente influenzato dall’arte surrealista che abbinato ad una fantasia dilagante fa dello street artist uno di quelli senza dubbio da tenere d’occhio.
Ampia galleria per farvi apprezzare al meglio tutto il lavoro portato a termine dai due, restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti dalla cittadina francese.

Pics by The Artist

kislow-interesni-kazki-cheminance-festival-02

Phlegm – New Piece on Millennium Gallery Balcony Windows

12/04/2013

phlegm-new-piece-on-millennium-gallery-01

Se hai nella tua città uno come Phlegm puoi solo che esserne contento, deve aver pensato questo la Millenium Gallery di Sheffield che ha ben pensato di affidare al talento del proprio concittadino la vetrata della propria galleria.
Phlegm elabora così un nuovo disegno appositamente realizzato per coprire l’ampio spazio concesso, vediamo due dei suoi caratteristici personaggi ergersi per sostenere l’architettura stessa al posto delle colonne, sia dentro che fuori l’artista si è trovato a lavorare su l’inedita superficie di vetro, mostrando ancora una volta e se ce ne fosse bisogno tutto il suo talento.
Per celebrare al meglio l’evento la galleria stessa ha preparato un bel video del making of del disegno elaborato dal grande artista, regalandoci quindi l’opportunità di vederlo all’opera su carta. Le immagini del bel risultato finale le trovate dopo il salto, gustatevele e restate sintonizzati per nuovi e succosi aggiornamenti firmati Phlegm.

Pics by The Artist