GORGO

Archive for novembre, 2012

ROA on MoCAtv “Art in the Streets” Series

30/11/2012

ROA on MoCAtv “Art in the Streets” Series

Aspettando l’imminente apertura della sua Carrion presso la Backwoods Gallery, MoCAtv per la sua serie “Art in The Streets” punta i fari sul grande ROA.

ROA travels the globe studying the relationship between human beings and animals. This video showcases the process of methods that went into his recent exhibition in San Francisco of the same name, and also features walls that were painted in Miami, South Africa, Puerto Rico and across the United States.

Il lavoro dello Street Artist belga viene analizzato interamente dal noto canale tematico, proponendo immagini inedite e contributi ripresi durante l’ultima esibizione “Dominant Species” presso gli spazi della 941 Geary Gallery di San Francisco.
Il consiglio come sempre è quello di mettersi comodi e schiacciare play.

The Mammoth Book of Street Art

30/11/2012

The Mammoth Book of Street Art

The Mammoth Book of Street Art ci sentiamo proprio di consigliarvelo, di libri sulla street art ce ne sono parecchi, forse anche troppi, il fenomeno sta diventando sempre di maggiore portata con i suoi pro e contro, ma di libri pensati e prodotti da appassionati con materiale personale un po’ se ne sente la mancanza ecco perché questo diventa un acquisto obbligatorio.

This outstanding selection of masterpieces of street art—always eye-catching, often amusing—is straight from both the editor’s personal archive and the world’s best street artists. Stencils, murals, dubs (or tags) on walls, shutters, billboards, cars and trucks, as well as mosaics in cities worldwide show a wide range of styles.

The Mammoth Book of Street Art è pensato da JAKe che ha messo a disposizione il personale archivio fotografico incredibile e viene pubblicato da Constable & Robinson. Se siete interessati è da poco disponibile su Amazon per solo 12 Euro circa, qui, affrettarsi.

Gaia x Nanook – New Mural at MOS 2012 in Buenos Aires

30/11/2012

Gaia x Nanook - New Mural at MOS 2012 in Buenos Aires

Gaia e Nanook si sono dati appuntamento in quel di Buenos Aires per partecipare all’edizione di quest’anno del Meeting of Styles. I due Street Artist hanno avuto modo di coprire assieme questa enorme facciata di una fabbrica di gelati nella zona di Barracas.
I due hanno deciso di dividere equamente lo spazio a disposizione così a sinistra il primo si è divertito a riprodurre una serie di coppette alla panna mentre sulla parte destra Nanook ha avuto modo di disegnare le sue canoniche mani questa volta proposte in catena fino a formare il simbolo dell’infinito. Lo spot scelto è molto importante infatti la Fabbrica GHELCO rappresenta uno di quegli stabili recuperati durante la crisi economica che ha colpito l’Argentina nel 2001, completamente gestita dai lavoratori che prima l’hanno occupata ed in seguito hanno fatto ripartire la produzione grazia alla fondazione della Cooperativa de Trabajo Vieytes Ltda.
Se i gelati dipinti rappresentano la produzione e ogni singolo operaio dell’azienda, la catena di mani invece è stata scelta poichè la fabbrica è stata una delle prima ad attuare questo meccanismo dando vita e accendendo la scintilla ad altre realtà analoghe.
Dopo il salto tutte le splendide immagini del lavoro in dettaglio.

Pics by BAsa

Niels Shoe Meulman – New Mural at Eurobest Festival

30/11/2012

Niels Shoe Meulman – New Mural at Eurobest Festival

Torniamo a parlare del grande Niels Shoe Meulman, l’artista dove aver lavorato ad una splendida facciata in quel di Amsterdam (qui), si è spostato in Portogallo per partecipare all’Eurobest Festival.
La rassegna che quest’anno si è svolta Lisbona compie con questa edizione il venticinquesimo anniversario, ed è stata creata per premiare l’eccellenza creativa in tutta l’Europa.
Il grande ‘Shoe’ ha avuto quindi a disposizione ancora una volta un gigantesco muro, qui l’artista olandese ha dipinto l’intera facciata prima di nero per poi passare alle consuete lettere in grigio metallizzato, per completare il tutto e come ultima chicca una bella scritta al centro con il sua canonico tag.
Tornate a trovarci per altri lavori by Niels Shoe Meulman.

Pics by The Artist

Vhils – New Mural at The Old Truman Brewery

30/11/2012

Vhils - New Mural at The Old Truman Brewery

Ancora Vhils che continua il suo raid per le strade Londinesi, dopo il lavoro di qualche giorno fa a Shoreditch (qui) l’artista e la sua crew ha da poco terminato quest’altro splendido pezzo sul The Old Truman Brewery.
Lo Street Artist portoghese continua la sua campagna di sensibilizzazione in attesa di aprire la sua Devoid presso The Lazarides Gallery, Vhils ci propone ancora una volta un ritratto arricchito questa volta da dettagli scenografici già visti nei lavori più recenti.
Tornate a trovarci preso per le immagini dell’apertura dello show.

Pics by The Artist

Vhils - New Mural at The Old Truman Brewery

Ciredz x Aris x G.Loois – New Mural in Bologna

30/11/2012

Ciredz x Aris x G.Loois - New Mural in Bologna

Ciredz dopo la splendida combo in compagnia di Alberonero è tornato nei pressi di Bologna per lavorare ad un altro muro, questa volta in compagnia di Aris e G.Loois.
Quello che cerchiamo di proporvi qui è dimostrare come la scena italiana non abbia nulla da invidiare alle altre e che anzi sia una delle più variegate ed importanti, perciò quando ho avuto modo di vedere cos’hanno combinato questi tre insieme non posso negare di essere rimasto a bocca aperta.
Di Ciredz ci siamo occupati con piacere spesso è volentieri, l’artista si confronta con una serie di forme presentandole di volta in volta in diverse tonalità di grigi, i suoi colori hanno contagiato l’opera che viene interamente proposta con le tonalità tanto care all’artista.
Della parte centrale si è occupato Aris, l’artista si è divertito a proporre le sue iconiche figure celate una nell’altra, volti e personaggi fluttanti che si muovono sospesi nel muro, le due forme agli angoli invece appartengono a G.Loois, l’artista le ha dipinte interamente ricoperte da due membrane una completamente fatta di linee mentre e la seconda bucherellata, queste si aprono e dalle stesse prendono vita ed escono fuori le due scale di grigi appartenenti a Ciredz.
La combinazione è seriamente complessa, un susseguirsi di eventi e tocchi di classe, ogni volta che si osserva il lavoro si possono notare dettagli nuovi che ad un primo sguardo erano sfuggiti, perciò fiondatevi in gallery per apprezzare al meglio quanto fatto.
BOMB!

Thanks to the artists for the pics

Herakut – The Giant Story Book Project Video-Trailer

29/11/2012

Herakut - The Giant Story Book Project Video-Trailer

Continuiamo a seguire il bel progetto del duo tedesco Herakut, The Giant Story Book Project è la naturale evoluzione del desiderio dei due artisti di creare un libro per bambini. L’approccio è differente le storie vengono raccontante con gigantesche immagini dipinti sui muri in giro per il mondo.

The Giant Storybook Project chronicles the creation of a (yet-unnamed) new children’s book being created by the internationally-renowned street artist duo Herakut. Launched in September 2012 and continuing through winter 2013, the project follows the artists as they introduce the story’s characters on murals that they are painting around the world.

If you’re in one of the cities where we’re painting, come on by! If not, follow the progress through this page. Either way, get to know Lily, Jay, the giants, and the other interesting characters as they reveal more of themselves over the coming months!

Gli Herakut hanno deciso di utilizzare ‘pagine’ le gigantesche facciate che gli venivano proposte di dipingere, così di volta in volta la storia dei due giganti protagonisti Lily e Jay ha iniziato a prendere vita. Esce ora un bellissimo video-recap nel quale possiamo ammirare tutti i lavori fin qui ultimati, nell’attesa del prossimo splendido pezzo di Miami, mettetevi comodi e schiacciate play.
Enjoy It.

EME – “One man´s rag another man´s flag” New Mural in Barcelona

29/11/2012

Eme -

Dopo la sua ultima incursione presso il Bunker di Torino (qui), Eme è tornata in spagna, precisamente a Barcellona per partecipare al Festival de Murales de La Escocesa.
Questa prima edizione della rassegna ha visto coinvolti grandi nomi della scena spagnola, oltre alla stessa Street Artist, sono stati chiamati infatti Aryz, Liqen e Miss Van.
Eme si è occupata dell’intera facciata di queste edificio fatiscente, qui ha proposto il consueto lavoro fatto di scritte con caratteri tipografici unite ad uno dei suoi personaggi proveniente dal vasto immaginario.
Stay tuned per altri aggiornamenti dalla kermesse spagnola.

Pics by The Artist

Hyuro – New Criptic Piece in Valencia

29/11/2012

Hyuro - New Criptic Piece in Valencia

A quanto pare sembra che Hyuro sia tornata nella sua Valencia, la Street Artist dopo lo splendido lavoro della scorsa settimana a Praga (qui), ha da poco completato un’altra splendida opera.
Come spesso abbiamo avuto modo spesso di vedere Hyuro prende possesso di una piccola porzione di muro, qui si è dedicata a coprine la superficie con uno dei suoi criptici pezzi. Ancora una volta è il mondo femminile il tema centrale dell’opera, dipinto con i consueti colori tenui tendenti al grigio, in questa nuova facciata vediamo una donna di spalle che osserva un piccolo manichino impiccato.
Tornate a trovarci per altri aggiornamenti sull’artista spagnola.

Pics by The Artist

Hyuro - New Criptic Piece in Valencia

JADE x WESR – New Mural in Lima

29/11/2012

JADE x WESR - New Mural in Lima

Nuovo lavoro per JADE che è tornato a colpire nelle strade del distretto di Chorillos a Lima, lo Street Artist peruviano questa volta però decide di collaborare con WESR proponendo un approccio molto diverso dal solito.

Muro pintado para el festival de Batuke Changó con mi hermano WESR en el distrito de Chorrillos, casualmente la procesión del Señor de los Milagros (de Chorrillos) paso cuando pintábamos el muro, suelen hacerlo en Octubre pero salio igual en este mes.

L’opera è stata dipinta in occasione della processione del Signore dei Miracoli di Chorillos e se JADE si è divertito a proporre una serie di figure come, uccelli e volti principalmente visibili con la pittura bianca, WESR invece si è impegnato a proporre una fondale tipicamente astratto con un risultato finale estremamente godibile e ben amalgamato.

Pics by The Artist

Liqen and AEC Collaboration Drawings

29/11/2012

Liqen and AEC Collaboration Drawings

Recentemente vi abbiamo fatto vedere l’ultimo lavoro di Liqen Kalashinikov Brush che l’artista spagnolo ha dipinto in Ucraina durante la sua ultima visita ad AEC degli Interesni Kazki. I due hanno avuto modo di passare diverso tempo insieme, proponendo anche uno splendido lavoro in combo (qui), ma quello che vi mostriamo oggi è il frutto dei viaggi in treno andata e ritorno da Kiev a Simfiropol.
I due piuttosto che rimanere mani in mano si sono messi a scarabocchiare alcuni disegni su carta, ed il risultato è incredibile. I due stili personali si combinano perfettamente insieme, la smisurata fantasia che contraddistingue le opere sia di Liqen che AEC è visibile in ogni dettaglio, la mente viene completamente rapita dai mostri ed i volti approssimativi degli uomini, le tecnologie steam punk, le invenzioni, gli animali e i corpi surreali, c’è veramente un piccolo mini-mondo da vedere, scoprire e da trovare in ogni singola tavola.
Siamo rimasti seriamente impressionati da quanto proposto, sarà che siamo grandi fan sia dello spagnolo che dell’ucraino, ma non possiamo fare altre che guardare e riguardare le immagini e sperare che uno di questi schizzi diventi presto un opera vera e propria su muro.
Pazzesco.

Pics by The Artists

2501 – New Amazing Piece in San Paolo

29/11/2012

2501 - New Amazing Piece in San Paolo

Dopo le scorribande in territorio statunitense 2501 è sceso in Sudamerica, l’artista è voluto tornare in Brasile, paese con il quale ha un profondo affetto e dove diversi anni addietro l’aveva portato il suo percorso artistico, come abbiamo avuto modo di scoprire sull’EYES ON a lui dedicato.
L’artista appena arrivato a San Paolo si è dato subito da fare, ed il risultato è incredibile, 2501 ci delizia occupando questa superficie proponendo un mezzo cerchio completamente d’oro dal quale esce un maestoso cavallo pitturato con le canoniche sinuose linee, a completare lo splendido pezzo dettagli spaventosi come il piccolo minotauro dotato di un arco d’oro ed i due cerchi viola ed ora sulla parte sinistra della parete.
DOPE.

Thanks to The Artist for the pics

Augustine Kofie and Jaybo Monk – “Conversations” Exhibition at Soze Gallery

28/11/2012

Augustine Kofie and Jaybo Monk - “Conversations” Exhibition at Soze Gallery

Quello che hanno messo in piedi Augustine Kofie e Jaybo Monk presso i nuovi spazi della Soze Gallery di Los Angeles è stato uno spettacolo incredibile.
Kofie e Monk hanno segretamente lavorato ad un nuova mostra per celebrare al meglio i nuovi spazi della nota galleria losangelina, lo show prende il titolo di “Conversations” e non poteva essere altrimenti, infatti il corpo della mostra mette in scena le recenti sessioni in studio che coivolgono insieme entrambi gli artisti.
Un categorico silenzio stampa e gli spazi della Galleria, che si è dimostrata capace quindi di ospitare un esibizione riportando l’arte ed il suo processo creativo al centro di tutto, hanno fatto da cornice al lavoro di coppia. La sfida è stata quella di combinare gli astrattismi e le forme di Augustine Kofie con i corpi e gli intrecci fisici di Monk, il risultato non poteva che essere sorprendente.
Date un occhiata alla gallery ed allo splendido video per tutti i dettagli.

Crack and Shine International – Detroit Video

28/11/2012

Crack and Shine International – Detroit Video

Fuori da poco il nuovo episodio di Crack and Shine, il racconto a puntate che ci offre l’opportunità di vedere da vicino la scena graffiti internazionale. L’ultima puntata era dedicata alle strade di Parigi (qui) ora attraversiamo l’oceano per arrivare direttamente a Detroit.
La città nel corso degli ultimi anni è diventata uno dei poli più importanti per la graffiti culture, che qui hanno modo di esprimersi al meglio in mezzo agli edifici abbandonati e fatiscenti che miseramente avvolgono la città statunitense.
In questa nuova puntata fari puntati sulla MSK con le telecamere di Will Robson Scott che seguono gli spostamenti dei vari Zes, Nekst, Risk, Vizie, Revok, Ces, and Dmote, giusto per citarne alcuni.
Enjoy It.

Reka – New Mural at Wynwood Miami for Art Basel 2012 Part II

28/11/2012

Reka – New Mural at Wynwood Miami for Art Basel 2012 Part II

Neanche il tempo finire di ammirare il suo ultimo pezzo, la splendida ragazza gitana di qualche giorno fa (qui), che Reka si è subito rimesso al lavoro su un altro muro sempre per le strade di Miami.
Il grande street artist australiano ancora una volta dipinge uno dei suoi intricati personaggi, una donna sulla sinistra che tiene in sospeso una testa di un altra sulla destra, il tutto dipinto utilizzando il suo stile astratto, quelle linee ondulate e quei cerchi sovrapposti, consueti marchi di fabbrica, che tanto ci piacciono.
Tornate a trovarci per altri aggiornamenti da Reka e dalla rassegna di Miami.

Pics by The Artist

Saner – “Árbol de la Sabiduría” New Mural in Colombia

28/11/2012

Saner - “Árbol de la Sabiduría

L’ultima volta che vi abbiamo parlato di Saner è stato quando l’artista ha aperto la sua Catharsis presso gli spazi della New Image Art Gallery di Los Angeles, ora finalmente lo Street Artist messicano ci regala un’altra delle sue splendide opere su muro.
Invitato in Colombia dare il suo contributo alla Biennale di Cali, curata da Fundibearte e Street Skills Cali, Saner ha dipinto questa splendida murata intitolata “Árbol de la Sabiduría”.
L’artista con il pezzo cerca di mettere in evidenza l’importanza dell’educazione proponendo un parallelo fra un albero e i suoi frutti, intesi come frutti dell’educazione, per nutrire anima e spirito.
L’opera è indirizzata ad un pubblico giovane con lo scopo di accentuare l’importanza che una popolazione istruita ha in una società moderna, dopo il salto date un occhiata e tutte le immagini dello splendido pezzo.

Pics by The Artist

DALeast – “7:01” and “Eclipse Of The Halo” New Murals in Miami

28/11/2012

DALeast -

Constatiamo con piacere un super attivissimo DALeast che negli ultimi tempi si sta dando parecchio da fare, l’artista cinese dopo lo splendido lavori di Cape Town (qui) atterra a Miami per partecipare all’edizione di quest’anno dell’Art Basel.
Nella splendida città americana lo street artist si è dato subito da fare proponendo due lavori a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro, “7:01” ed “Eclipse Of The Halo”.
Il primo pezzo mostra una macchina schiantata sul bordo sinistro della parate, con relativi detriti e parti che schizzano via nell’impatto, nel secondo lavoro invece l’artista si diverte a dipingere la scissione di un cerbiatto.
Entrambe le opere mettono in mostra l’incredibile stile che contraddistingue tutte le produzione targate DALeast, i filamenti metallici che costituiscono il corpo degli oggetti e degli animali donando una incredibile profondità e degli splendidi dettagli.

Pics by SAT

Vhils – New Mural in Shoreditch London

28/11/2012

Vhils - New Mural in Shoreditch London

Come vi abbiamo annunciato qualche giorno fa con un piccolo teaser, Vhils sta per aprire la sua prossima esibizione Devoid presso The Lazarides Gallery di Londra.
Accade spesso che in occasione di appuntamenti del genere, gli artisti si dedichino ad un po’ di raid in giro per le strade prima di togliere il velo sopra il proprio show, ovviamente Vhils non è stato da meno.
L’artista portoghese insieme alla sue crew ha da poco completato questo splendido ritratto nella zona di Shoreditch, l’opera come sempre mette in mostra l’incredibile lavoro di scavo che porta l’artista a far emergere letteralmente i suoi ritratti dalle pareti.
Stay tuned per gli aggiornamenti dei prossimi giorni.

Pics by The Artist

Anthony Lister – “Unslung Heroes” at The Outsiders (London)

27/11/2012

Anthony Lister -

Dopo aver bombardato le strade di Londra (qui) e Newcastle(qui) con i suoi splendidi lavori, l’eclettico Anthony Lister ha finalmente tolto il sipario sulle sue due mostre simultanee presso gli entrambi gli spazi della galleria The Outsiders.
Una serie di nuovi dipinti e sculture sono stati raccolti all’interno di “Unslung Heroes”, il corpo dell’esibizione mette in evidenza nuovi ritratti raffiguranti personaggi in after-party, un ambientazione tanto cara all’artista Australiano.
Come di conseuto per Lister una serie di giochi di colore, e dettagli visivi incredibili che potete apprezzare al meglio insieme ad alcuni scatti del making of, dopo il salto, in gallery.

Pics by Ian Cox\Wallcandy

Sickboy – Carafanzine #3 Release

27/11/2012

Sickboy - Carafanzine #3 Release

Interessante progetto di Sickboy che continua a documentare la suo ossessione per le roulotte con questa terza uscita della sua fanzine “Carafanzine”.
Per chi non lo conosce, Sickboy rappresenta uno degli esponenti più importanti della graffiti culture londinese, l’artista di Bristol proprio qui ha dato il via alla sua campagna Save the Youth e sempre qui ha innovato il movimento proponendo piuttosto che un tag, l’utilizzo di logo.

Continuing to document his obsessive caravan painting, Sickboy brings out the latest instalment in his Carafanzine series – a unique hand-finished publication that sits somewhere between an original artwork and a print.

Come per le uscite precedenti, all’interno della zine una serie di scatti che documentano la pittura dell’artista e i viaggi in caravan, auto-prodotta su carta ricilata esce in edizione super limitata di sole 75 copie, 52 pagine rifinite a mano che rendono ogni copia diversa dall’altra.
Se siete interessati, è disponibile il pre-order per 55 Sterline, qui.

Pics by The Artist

Pener – New Mural in Poland for Galeria Urban Forms

27/11/2012

Pener - New Mural in Poland for Galeria Urban Forms

Spostiamo l’attenzione in Polonia dove dobbiamo aggiungere un’altra perla al ricchissimo repertorio del Festival Galeria Urban Forms di Lodz. Pener è l’ultimo artista chiamato ad arricchire una delle rassegne tra le più importanti in ambito europeo.
Grazie ad un comune tollerante ed alla fondazione Urban Forms, Lodz rappresenta una delle galleria di arte urbana a cielo aperto più rappresentative, i muri messi a disposizione sono il più delle volte di grandi dimensioni, il che permette agli artisti di potersi esprimere al meglio ed allo spettatore di poter ammirare i dipinti nel modo migliore.
Quest’anno si sono susseguiti giusto per citarne alcuni INTI (qui), Aryz (qui), Os Gemeos con Aryz (qui), grandi nomi della scena internazionale che hanno alzato notevolmente il livello proposto, Pener non si è fatto intimorire però e propone uno dei suoi bellissimi disegni astratti.
Dopo il salto tutte le immagini dell’opera nel dettaglio.

Pics by The Festival

ROA – New Murals In Healesville, Australia

27/11/2012

ROA - New Murals In Healesville, Australia

In vista dell’apertura della sua prossima esibizione “Carrion” presso la Backwoods Gallery, ROA si è stabilito in Australia per studiare al meglio la fauna locale.
L’artista Belga famoso per i suoi lavori dove dipinge animali iper-realistici, è sceso in strada dove ha avuto modo di dipingere alcuni splendidi pezzi.
ROA dapprima si è divertito a dipingere un piccolo Oppossum successivamente è salito in alto dove ha pitturato questo gigantesco Ornitorinco, a queste due nuove opere crediamo che ne faranno seguito altre che non mancheranno di aumentare l’hype intorno alla sua esibizione.
Stay tuned per i prossimi aggiornamenti.

Pics via SAN

Pixel Pancho – New Mural for Sarasota Chalk Festival

27/11/2012

Pixel Pancho - New Mural for Sarasota Chalk Festival

Anche Pixel Pancho continua il suo viaggio negli States, recentemente ha l’artista ha partecipato al Sarasota Chalk Festival, la rassegna che ci ha già offerto lo splendido lavoro di 2501 (qui) si arricchisce quindi con un altro big della scena nostrana ed internazionale.
Lo street artist si è occupato di questa piccola parete proponendo un incredibile Mickey Mouse in versione scheletrica che cavalca un fenicottero arrugginito, il tutto ovviamente con il consueto stile robotico che contraddistingue i lavori di Pixel Pancho.
Prossima tappa un sempre più ricco Art Basel di Miami.

Pics by Elisabetta Riccio

Alberonero x Ciredz – New Pieces in Abandoned Factory

27/11/2012

Alberonero x Ciredz - New Pieces in Abandoned Factory near Ferrara

Nuova super combo che vede questa volta coinvolti Alberonero e Ciredz, i due si sono dati appuntamento nella campagne in provincia di Ferrara, e qui, hanno preso possesso di una fabbrica abbandonata e distrutta dal recente terribile terremoto.
Siamo sempre molto entusiasti di potervi mostrare le immagini di alcune collaborazioni tra i grandi nomi del panorama italiano, ma questa volta lo siamo ancora di più visti i risultati raggiunti.
Come ben sappiamo i due artisti utilizzano stili simili ma diametralmente opposti per l’utilizzo di colori, se il primo fa delle tinte accese la sua arma in più, Ciredz si diverte a proporre intricati lavori dove le sue scale di neri e grigi costituiscono la parte visiva di maggior impatto. I due hanno cercato di amalgamare al meglio i propri stili personali ed il risultato è a dir poco entusiasmante, ogni singola opera tra quelle proposte invece di risultare disunita e sfilacciata nella sua diversità, assume piuttosto ancora più forza, i due stili si arricchiscono a vicenda e hanno insieme un maggiore impatto piuttosto che visti singolarmente.
Bellissimo.

Thanks to the artists for the pics

Escif – “Seguridad” at Avant-Garde Urbano Festival

27/11/2012

Escif -

Sembra che Escif dopo i lavori in serie in quel di Valencia, si sia spostato a Tudela, sempre in Spagna, città e casa dell’Avant-Garde Urbano Festival.
La kermesse mira ad una riqualificazione urbana attraverso l’apporto di grandi esponenti della street art a livello internazionale, quest’anno ci ha già regalato lo splendido pezzo di un altro big come C215 (qui) è ora il turno dell’artista spagnolo.
Escif per quest’opera decide di ispirarsi alla murata coperta da BLU lo scorso anno, una serie di teste incatenate l’una con l’altra, e propone “Seguridad”, un divertente dipinto dove due lucchetti si chiudono a vicenda.
Tornate a trovarci per altri splendidi lavori by Escif.

Pics by The Artist

Lucamaleonte – “Archivio Contemporaneo” Exhibition at Teatro Palladium | Recap

26/11/2012

Lucamaleonte – “Archivio Contemporaneo” Exhibition at Teatro Palladium | Recap

Dopo la piccola preview finalmente diamo uno sguardo alle immagini dell’apertura di “Archivio Contemporaneo” nuova esibizione di Lucamaleonte presso il Teatro Palladium di Roma.
Con questo show Lucamaleonte mette un rilievo la sua ricerca sulla mitologia, concentrandosi in particolare sulle statue classiche con l’intento di restituire alle stesse quella forza e magnificenza persa nei secoli.
Un incredibile serie di lavori interamente che potete ammirare nel dettaglio dopo il salto in gallery con tutte le splendide opere proposte e l’incredibile lavoro site-specific realizzato dal grande artista romano.

Teatro Palladium
Piazza Bartolomeo Romano, 8
00154 Roma (RM)

Pics by Fabio Trifoni

Invader – Invasion Guide 05 Mission Miami Book

26/11/2012

Invader – Invasion Guide 05 Mission Miami Book

Del grande Invader vi abbiamo mostrato un po’ di tempo fa l’ultima invasione, quando armato di pallone aerostatico aveva spedito in orbita una delle sue famose mattonelle (qui).
Ora Dopo Parigi, Los Angeles, Londra e Roma, l’artista francese fa uscire un nuovo libro dove racconta l’invasione prima delle strade di Miami e la conseguente esperienza che ha portato Invader ad inviare nello spazio una delle sue opere.
All’interno del libro una serie di testi e fotografie delle strade attaccate insieme ad altre che mostrano il mosaico nelle diverse fasi della sua spedizione in orbita.
Se siete interessati all’acquisto è da poco disponibile da colette per 35 Euro, qui.

Invader – Invasion Guide 05 Mission Miami Book

Via

Anthony Lister – New Murals in London Part II

26/11/2012

Anthony Lister – New Murals in London Part II

Come sappiamo Anthony Lister si trova in Inghilterra per l’apertura in contemporanea delle sue due mostre presso entrambe le The Outsiders Gallery, rispettivamente di Londra e Newcastle.
Lo street artist australiano non si è però girato i pollici, anzi per aumentare l’hype intorno a questi due eventi e sceso in strada per occuparsi di alcune nuove facciata. Dopo un primo approccio per le strade di Londra (qui) ed un altro in quelle di Newcastle (qui), Lister torna a Londra per concludere il suo raid proponendo una serie di nuovi ed incredibili pezzi.
Tutti i lavori presentano lo stile inconfondibile di Anthony Lister, tornate a trovarci nei prossimi giorni con gli scatti dell’apertura della mostra londinese.

Via

DALeast – “Moon Hallucinogen” New Mural In Cape Town

26/11/2012

DALeast -

Nuova incredibile opera per DALeast, lo street artist cinese non finisce di stupirci grazie ad uno stile unico e incredibilmente scenico.
DALeast attraverso la sua pittura crea animali interamente composti di filamenti metallici, questi riprodotti in movimento, risultano incredibilmente realistici e soprattutto dotati di una profondità unica. L’artista prima di passare alla sua prossima tappa a Miami per partecipare all’Art Basel di quest’anno, si è dedicato a questo splendido lavoro per le strade di Cape Town, l’opera dal titolo “Moon Hallucinogen” mette in mostra tutto il talento del grande artista asiatico.
Tornate a trovarci per altri lavori by DALeast.

Via

Liqen – “Kalashnikov Brush” New Piece in Ukraine

26/11/2012

Liqen -

Piccolo aggiornamento per Liqen che durante la sua vacanza in Ucraina ospitato dal duo Interesni Kazki, con il quale ha avuto modo di eseguire una splendida combo (qui), ha avuto il tempo di dedicarsi ad una murata per conto proprio.
La location sembra essere una zona deserta vicino ad un piccolo paese a pochi kilometri dal confine con la Russia, qui Liqen si è impossessato di un vecchio fabbricato dove una volta sorgeva una fabrica di cereali.

I think it was Sunday, Nov. 4, using the little painting he had and unconditional permission communities of farmers and ranchers, I can not say the same for the low temperature, I decided to paint a wall that we had perused, with industrial load , a former warehouse cereal dispenser. Finally in a few hours was done.
For nothing is on the street, was a deserted area in I can not remember the name of the village, northeast of Ukraine, near the border of Russia, all to follow and support the idea of art is still our best weapon.
Many Thanks to Julia, his parents fabulous!, AEC (Interesni kazki) for all time shared.

L’artista ha avuto modo di lavorare indisturbato grazie all’appoggio di agricoltori ed allevatori della zona e nonostante il freddo pungente ha terminato in poco tempo quest’opera dal titolo “Kalashnikov Brush”.
Il concetto è molto semplice, si tratta di sostenere l’idea che l’arte è ancora la nostra arma migliore.
DOPE.

Pics by The Artist

2501 – New Mural for Sarasota Chalk Festival

26/11/2012

2501 - New Mural for Sarasota Chalk Festival

Vi stiamo documentando passo per passo tutti gli spostamenti del nostro amico 2501 negli states, l’artista italiano sta continuando a produrre una serie di incredibili lavori, giusto per far capire di che pasta è fatto, ultima tappa al Chalk Festival di Sarasota

The 2012 Sarasota Chalk Festival is a ten-day cultural event celebrating the performance art form of street painting when artists use the pavement as their canvas and pastel chalk as their medium. The public are invited to participate, attend, and interact with the artists as they go about their work. The festival is as raw as it gets to feeling and seeing an Outdoor Museum in Motion as fine artists take to their hands and knees for days, recreating old master paintings, original works of art and 3D compositions right before our eyes

Il festival quest’anno ha come fonte d’ispirazione il mondo del circo, proponendo una serie di artisti ce si sono cimentati in incredibili opere a due e tre dimensioni, 2501 ha avuto modo di eleborare, con il suo consueto stile, questo splendido pezzo andando ad interagire direttamente con il paesaggio circostante, bellissimo.

Thanks to the artist for the pics

Weekly Overview 10 | 19-11 to 25-11

25/11/2012

Weekly Overview è l’appuntamento del fine settimana dove vi presentiamo una selezione delle migliori news settimanali sul GORGO.

Tellas x Crisa – New Mural in Cagliari

RUN – New Pieces in Clapton, London

Shok 1 x Remi Rough – “Communication Accomodation Theory” New Mural in London

A Day With: Tellas

JAZ – New Mural at Polanco Graffestival

KIDULT Hits Maison Martin Margiela in Bruxelles

Escif – “Gentrification” New Piece in Valencia

El Mac – New Mural at The Adobe Campus (Utah)

Alberonero – New Pieces in Abandoned Factory near Lodi

Vhils – “Devoid” Solo Show at Lazarides Gallery | Teaser

24/11/2012

Vhils -

A quanto pare Vhils dopo le scorribande in sud-america ha deciso di fermarsi e presentare il suo prossimo show, all’interno degli spazi della Lazarides Gallery di Londra il giovane Street Artist presenta “Devoid” la prima e più completa esibizione sui lavori del grande interprete portoghese.

The artist’s latest body of work will focus on the individual in relation to the overpowering force of urban environments. Working with the city as the prime material, Vhils has used what the urban environment offers in its most derelict spaces as both a location and as a source for materials from wood scraps to rusty metal, discarded billboards and other debris produced by its inhabitants:

Per ora solo un piccolo teaser, non mancheremo però di mostrarvi immagini in preview e un approfondito recap in vista dell’apertura del prossimo 30 Novembre.

Lazarides Gallery
11 Rathbone Place
London W1

akaCorleone – “It all Falls” New Mural for Galeria de Arte Urbana

24/11/2012

akaCorleone -

akaCorleone non è propriamente uno artista urbano, il suo background è principalmente composto da forti influenze illustrative, dal mondo dei fumetti e del graphic design dove lavora tutt’ora.
L’artista si trova a Lisbona per partecipare al BD Amadora, festival internazionale del fumetto, qui gli organizzatori hanno voluto puntare i fari sulla manifestazione proponendo un opera su muro alla Galeria de Arte Urbana, il festival di street art organizzato sempre nella capitale portoghese.

The organization of the Festival Amadora BD launched the challenge to GAU, for this 2012 edition, join the figures that inhabit the universe of comics and characters who attend the expressions of street art. This link appears to be a reality that also begins to set in Portugal, so we searched to materialize it through the authors AkaCorleone and Richard Câmara at this collaboration which we consider quite fruitful.

L’idea è semplice far lavorare nel campo dell’altro un esponente dell’arte urbana ed uno dei fumetti, akaCorleone per GAU propone quindi questo bellissimo pezzo dal titolo “It all Falls”.
Dettagli al massimo e colori vivaci e tutto l’immaginario dell’illustratore portoghese come potete vedere in dettaglio nella gallery, se vi trovate a Lisbona fate un salto presso Forum Luis de Camões, Amadora per poter vedere lo splendido pezzo dal vivo.

Pics by GAU and Stick2Target

Reka – New Mural at Wynwood Miami for Art Basel 2012

24/11/2012

Reka - New Mural at Wynwood Miami

A quanto pare è Reka ad aprire le danze per l’Art Basel di quest’anno, la rassegna di Miami è una delle più importanti negli States e a livello internazionale.

Founded by gallerists in 1970, Art Basel stages the world’s premier art shows for modern and contemporary works, sited in Basel, Miami Beach and Hong Kong. Defined by its host city and region, each show is unique, which is reflected in its participating galleries, the artworks on display and the parallel content programming produced in collaboration with the local institutions. In addition to ambitious stands featuring leading galleries from around the globe, each show’s singular exhibition sectors and artistic events spotlight the latest developments in the visual arts, offering visitors new ideas, new inspiration and new contacts in the artworld.

Lo street artist australiano dopo gli splendidi lavori dei giorni scorsi in quel di New York (qui) si è dato parecchio da fare proponendo uno dei suoi intricati e particolarissimi personaggi, stay tuned per altri aggiornamenti da Miami.

Pics by The Artist

Kid Acne – Color Me Bad Vol. 2 Release

24/11/2012

Kid Acne - Color Me Bad Vol. 2 Release

Finalmente Kid Acne ha terminato il lavoro di ricerca e può ora finalmente regalarci la secondo uscita di Color Me Bad la divertente zine con tutto l’immaginario dello stravagante artista.

I’ve been digging deep in the Acne Archives™ to unearth more illustrated capers for the COLOUR ME BAD series and am pleased to say I’ve discovered a myriad of party scenes, ghost MCs, gambing canines, snorkling monkies and a bunch of female barbarians to boot.
After some heafty editing, Colour Me Bad – Volume 2 is finally

Stampata in 200 copie, se siete interessanti, il prezzo è irrisorio, solo 10 Euro per portarvi a casa questa divertente zine, attenzione però bisogna affrettarsi perché la prima uscita andò sold-out in un solo giorno, quindi andate qui.

Pics by The Artist

Kid Acne - Color Me Bad Vol. 2 Release

THE BOOST – DissensoCognitivo

24/11/2012

theboost-dissensocognitivo

THE BOOST nasce dalla voglia di raccontarvi quella che è la grande scena artistica italiana, in questa rubrica cercheremo di proporvi artisti dotati ma poco conosciuti al grande pubblico. Uno spazio che vogliamo dedicare a coloro che ci hanno colpito per capacità e stile personale, andando poi seguirne l’evoluzione nel corso del tempo.

In questo nuovo appuntamento fari puntati sul duo DissensoCognitivo

DissensoCognitivo

Stavo cercando una scossa, un approccio diverso dal solito proporre personaggi ed immaginari canonici, avevo voglia di perdermi in un mondo diverso, un mondo che potesse trasmettermi emozioni e stati d’animo inusuali, avevo voglia di figure bieche e grigie, di personaggi che non fossero i soliti stereotipi visti e rivisti, ma piuttosto delle forme avviluppate su stesse striscianti e danzanti sulle pareti che contaminassero la mia percezione visiva. Quando mi sono imbattuto nel Dissenso Cognitivo mi si è aperto un mondo.
Il duo si differenzia da parecchi esponenti, piuttosto che partire da un background fatto di graffiti e bombing, Mirko e Martin provengono dal mondo della pittura su tela, un ambito diverso che fà da base per lo slancio successivo con l’approdo ad un forma d’arte decisamente più urbana.
La non contaminazione con elementi soliti alla cultura street fà si che i due crescano con un stile totalmente diverso, un influenza più poetica, più ricercata fatta di ricche contaminazioni illustrative.
Il primo approccio è meno diretto, i due si concedono alcuni medium come manifesti e mattonelle di ceramica andando ad utilizzare frasi sovversive, ispirate a Nick Holtzer, slogan, poesie farneticanti e volutamente sgrammaticate o collage tagliuzzati e reincollati di riviste di moda, questa passo però non soddisfa la creatività dei due, è arte effimera, in poco tempo i manifesti vengono strappati e grattati con le chiavi, analoga fine per le mattonelle che risultano frantumate e nei peggiori casi asportate direttamente.

DissensoCognitivo

Nasce così l’esigenza di produrre qualcosa che possa durare e che possa accogliere al meglio lo stile e il passato dei due, una nuova sfida che vede il duo iniziare a lavorare su alcune facciate per capire al meglio come sfruttare la diversa superficie, nasce così il DissensoCognitivo.
La scelta del nome non è affatto casuale, i ci si imbattano all’interno di un libro di fantascienza di Bruce Sterling, “Artificial Kid” e scatta il colpo di fulmine. I due si sentono talmente legati al nome che decidono di farlo proprio ma non prima di aver chiesto, dopo una lunga e dura ricerca, all’autore la sua opinione al riguardo, la risposta è stata un approvazione ed un consiglio a don’t get arrested.

DissensoCognitivo

Il successivo passo è la naturale esplosione dell’immaginario dei due, fortemente influenzati dalla letteratura science-fiction che offre spunti e riflessioni interessanti circa il futuro sulla Post-Umanità, li porta a porsi alcune domande quali, riusciremo a sopravvivere a noi stessi? Quale specie prenderà il nostro posto?
La cornice è fornita dalla presenza di un massiccio complesso petrolchimico a Ravenna che compone quasi una città gemella con torri di raffreddamento, enormi serbatoi, tubazioni, i racconti dei vecchi operai sui rischi sfiorati in cinquant’anni di attività industriale che hanno stimolato un’angoscia costante e riflessioni sui problemi ambientali. Se l’inquinamento superasse un certo limite, le creature che disegnano sui muri non sarebbero così “aliene”, ma perfettamente adattate alle nuove condizioni.
Da queste tematiche emergono i loro character, queste figure hanno sembianze distorte, quasi approssimazioni di essere viventi ormai adattati ad un ambiente ostile dove le barriere tra organico ed artificiale sono, con il tempo, definitivamente crollate. Svolgono azioni incomprensibili in un domani remoto ed oscuro, l’uomo non abita più queste lande ma piuttosto quello che ne rimane striscia e si porta avanti in futuro incerto e cupo. Interessante l’utilizzo di vignette nere, ancora una volta a rimarcare la totale incapacità di questi esseri, non parlano, non comunicano ma piuttosto si lasciano osservare in tutto il loro abominio fisico.
DissensoCognitivo per arrivare alla creazione di questi personaggi inizia una approfondita ricerca, si dedica all’anatomia, dalla materia impara la disposizione delle ossa e dei legamenti, solo così è possibile metterla da parte e stravolgerne le basi e le leggi. Un approccio scientifico inevitabile se si vuole provare ad immaginare le forme prossime di un umanità modificata, cablata ed integrata con parti artificiali. I risultati sono essere spaventosi a cui rimane ben poco di muscoli e parti umane, è una continua evoluzione, uomini animali vengono integrati,le parti meccaniche non risparmiano nessuno. Nei lavori emergono dettagli incredibili come muscoli ed articolazioni che ridondano e fanno si che quanto proposto possa avere un impatto ed una credibilità maggiore.

DissensoCognitivo

Il fine e la poetica che il DissensoCognitivo vuole trasmettere dalle proprie pitture è quella di modificare la realtà, donare spunti per cervelli pigri, interrogare lo spettatore sui rischi ambientali, sul degrado e sull’eccessivo abuso di tecnologie, gli strumenti sono essenzialmente il bianco e nero e relative scale di colore. La scelta non è banale ma serve per rafforzare i concetti espressi, per donare un maggiore forza alle opere, se le forme vengono disegnate utilizzando i grigi ed i neri le stesse vengono fatte staccare dalla parete attraverso l’utilizzo del bianco, quest’ultimo serve per donare un senso di isolamento e solitudine intorno alla creature.
Il duo utilizza pennelli vecchi perchè ognuno ha un segno particolare e diverso dagli altri il che permette ai due di donare tocchi e sfumature diverse ed irripetibili, gli spazi utilizzati sono muri vecchi e degradati, dove macchie e muffe diventano parte integrante delle opere fornendo un colore sbiadito e rovinato, ancora una volta per rafforzare i propri concetti e per donare maggiore profondità emotiva a quanto proposto.
Quello che colpisce è sicuramente la capacità di approfondimento che il duo trasmette dalle proprie opere, non si tratta di semplici disegni, dietro si nascondono domande e risposte. Lo spettatore rimane immobilizzato cercando di capire la logica delle creature, si interroga su come sia possibile arrivare ad abitare un corpo del genere e ne rimane spiazzato dalla verità che potrebbe celarsi dietro tali mostruosità. Un senso di cupo e tristezza che avviluppa chi osserva, queste figure si sollevano, fissano ed invadono il cervello imponendo un idea malsana, un senso di frustrazione che si insidia nella mente, e se fosse tutto vero?

Dissenso Cognitivo

Urban Masters Exhibition in Shoreditch | Recap

23/11/2012

Urban Masters Exhibition in Shoreditch | Recap

Con un po’ di ritardo finalmente siamo in grado di mostrarvi le immagini di Urban Masters, l’esibizione organizzata dalla Opera Gallery di Londra che in una location segreta ha ospitate le opere di artisti del calibro di C215, ROA, Shepard Fairey, Nick Walker, Mentalgassi, Nick Gentry, Blek le Rat, El Mac, Seen, Remi Rough, MAC1, Zezao, David Shillinglaw, Lek, Sixeart, Sweet Toof, Joe Black, Hyuro, Da Mental Vaporz, Risk, The London Police, Alexandros Vasmoulakis, Ian Strange e Kid Zoom, Rone, Ron English e Stinkfish.

Urban Masters is a show asking street artists to pay tribute to the masters who inspired them and re-visit some classics. For example some artists have been inspired by Klimt, by Picasso, but also adding their own twist to the pieces and using their own techniques and tools, so the result is breathtaking.

All’interno della Factory 7, gli artisti si sono cimentati e confrontati con i grandi capolavori del passato, rendendo omaggio alle opere più importanti della storia dell’arte.
Dopo il salto, come promesso, tutte le immagini dell’incredibile group-show.

Factory 7
13 Hearn Street
London EC2A 3LS

Pics by FatCap

Nils Mueller – “5 Minutes With” Video

23/11/2012

Nils Mueller

Nils Mueller è un fotografo piuttosto conosciuto nel panorama urbano europeo, Mueller infatti è ben noto per la sua passione per i graffiti che lo ha portato dapprima ad approcciarsi al movimento come artista ed in seguito a documentarne il mondo seguendo altri artisti durante le loro scorribande notturne alla ricerca dello spot perfetto.

Nils Müller is an artist of many talents. He started his career by “train writing.” This form of art is ephemeral, since the works are produced on railway cars and are erased by time and by the authorities. Soon, photography allows Nils Müller to immortalize these works. However, it puts more emphasis on the action itself and transcribes by his photographs an incredible atmosphere, evidence of emotional tension. When we met Nils Müller for the first time in 2009, he had published his first book “BLÜTEZEIT” (flowering). So we met him again for 5 minutes in Cologne and have followed him to assist his actions in France and Belgium. Here is the result.

Le sue foto rappresentano uno spaccato sulla scena Europea, ed un occasione unica per “vivere” da vicino questa cultura, Nils Mueller è stato chiamato dal team di ilovegraffiti.de per un intenso video all’interno della rubrica del noto magazine 5 Minutes, il fotografo si racconta davanti alle telecamere dei ragazzi tedeschi, offrendoci la possibilità di capire le grandi motivazioni dietro al suo lavoro, l’adrenalina dietro ad ogni scatto e soprattutto i suoi ideali artistici.
Dopo il salto potete dare un occhiata ad alcuni scatti che hanno reso celebre Mueller, mentre per dare un occhiata al video bisogna andare qui.
Enjoy It.

Pics by The Artist

JADE – “La Cosecha” New Mural on The Institute of Visual Arts

23/11/2012

JADE -

Ancora JADE, attivissimo negli ultimi tempi lo Street Artist peruviano continua il suo raid per le strade di Lima.
Dopo il lavoro di giusto qualche giorno fa dove si è divertito a coprire un piccolo spazio nell’attività di un amico (qui), questa volta lo spot è decisamente più importante. JADE si è occupato della parete esterna dell’Istituto di Arti Visive Edith Sachs, nel quartiere di Barranco.
Il lavoro in questione si intitola “La Cosecha” e mette sotto i riflettori come sempre uno dei suoi canonici character.
Dopo il salto potete dare uno sguardo a tutti i dettagli con le immagini in gallery.

Pics by The Artist

Dhear One – New Mural at Polanco Graffestival

23/11/2012

Dhear One – New Mural at Polanco Graffestival

Una delle piacevoli sorprese del Polanco Graffestival di Valparaíso è stata senza dubbio Dhear One.
La rassegna cilena ha messo in campo un incredibile line-up costituita per lo più da artisti nazionali, dimostrando di fatto la bontà della scena cilena ed in generale di quella sud-americana.
Dhear One fà parte del esiguo ma importante roster composto dagli interpreti internazionali, lo street artist di origine messicana ha portato per la kermesse tutto il suo inconfondibile stile.
Il suo lavoro dal titolo “Leaving things behind” ha catturato immediatamente la nostra attenzione, pittura leggera con colori caldi, un immaginario surreale con personaggi bizzarri e scenografie mozzafiato, queste le armi a disposizione dell’artista.
A noi a colpito parecchio, stay tuned quindi per altri aggiornamenti .

Pic by The Artist

JAZ x Elian – New Mural in Cordoba, Argentina

23/11/2012

JAZ x Elian - New Mural in Cordoba, Argentina

Sembra che il maestro JAZ dopo lo splendido lavoro in Cile di qualche giorno fà (qui) si sia spostato in Argentina per coprire un nuovo muro, questa volta però in collaborazione con Elian.
I due argentini si sono dati da fare su questa grande facciata a Cordoba, dove sono riusciti in modo egregio ad amalgamare i loro personalissimi stili artistici.
Se JAZ ha optato per uno dei suoi bellissimi lavori figurativi, Elian si è dedicato a compattare il tutto con le sue canoniche composizioni geometriche.
Dopo il salto tutti gli splendidi dettagli di questa incredibile collabo, great wall!

Pics by The Artist

Tellas x Crisa – New Mural in Cagliari

23/11/2012

Tellas x Crisa - New Mural in Cagliari

Tellas dopo lo splendido lavoro di Fossalta di Portogruaro (qui) è tornato in Sardegna dove non ha perso tempo e si è messo subito al lavoro questa volta in compagnia di Crisa.
La location è il muro su uno dei ponti all uscita della città che danno sul mare e possiamo dire che mai scelta fù più azzecca, i due si sono divertiti ad amalgamare al meglio i propri stili infatti il pezzo vede una delle figure di Crisa attraversare letteralmente quella di Tellas, dettagli spaventosi come le costruzioni e le gocce del primo, o le pennellate e i cambi di scala di colore del secondo a completare il tutto.
Se questi due grandi interpreti decidono di lavorare insieme la bomba è assicurata, quindi occhio alle mascelle e scorrete tutte le splendide immagini in gallery.
D.O.P.E.

Thanks to the Artists for the pics

Le MUR de l’Art Exhibition | Recap

22/11/2012

Le MUR de l'Art Exhibition | Recap

Le MUR de l’Art è la naturale conseguenza del progetto curato dall’Association Le M.U.R., vi abbiamo illustrato diverse volte i lavori sul famoso muro di Parigi, sul quale diversi artisti internazionali ciclicamente hanno potuto lavorare, ora l’associazione si è fermata e per festeggiare a dovere il proprio quinto compleanno ha dato vita ad un incredibile group-show.
L’esibizione è stata impostata come una fiera, dove ogni artista ha avuto modo di lavorare sul proprio spazio-stand proponendo installazioni site specific, opere su muro, o semplicemente un esposizione dei propri lavori. Gli artisti coinvolti sono alcuni di che quelli che si sono succeduti nella realizzazione della famosa parete e rappresentano nel loro insieme una bella fetta della scena francese e non.
Per questa seconda edizione sono stati chiamati, Alber, Astro, Babou, Bustart, Chanoir, Colorz, Dominique Larrivaz, Ella & Pitr, Ever, Fancie, FKDL, Gérard Zlotykamien, Gilbert, Göla Hundun, H101, Jana & Js, Jean Faucheur, Jean Moderne/RCF1, Jérôme Mesnager, Kashink, Katre, Keflione, Kenor, Kouka, Le Cyklop, Mardi Noir, Macay, Michaël Beerens, Missy, MoDuLe De Zeer, Mosko & Associés, Nasty, Nicogermain, No Rules Corp, Ox, Paella Chimicos, Rensone, Rero, Rue meurt d’art, Paul Santoleri, Shaka, Sixo, Smash 137, Smole, Speedy Graphito, Stoul, Surfil, Tanc, Tarek Benaoum, Thom Thom, YZ, Zosen. Lo spettacolo offerto è stato incredibile e noi vi offriamo la possibilità di darci uno sguardo attraverso l’ampissima gallery e il breve video-recap, enjoy it.

Pics Via

Barry McGee Retrospective Book by BAM/PFA

22/11/2012

Barry McGee Retrospective Book by BAM/PFA

Barry McGee dopo l’incredibile ed enorme muro proposto in quel di Brooklyn (qui), in occasione dell’apertura del suo show presso il Berkeley Art Museum & Pacific Film Archive, è ancora fonte di ispirazione per il noto museo che ora si appresta a lanciare ora un libro sulla carriera del grande artista.

This volume revisits McGee’s most influential installations in art spaces, and considers the evolution of his aesthetic within institutional settings. Previously unseen photographs by Craig Costello document the artist’s work on the streets of San Francisco in the early 90s, highlighting the contributions of his friends and mentors. Also included are images from the artist’s famous slide lecture, compiled and refined over the past 20 years, and an oral history of the Bay Area’s Mission School by McGee’s friends, mentors and collaborators. Featuring 450 images, including many never before published, the book is designed by the artist in collaboration with Conny Purtill.

Il book ripercorre tutta vita di McGee viene presentato in copertina rigida illustrata dallo stesso artista californiano all’interno 400 pagine con testi e più di 400 immagini, alcune esclusive.
Se siete interessati è ora disponibile nelle migliori librerie ed oniline qui.

Barry McGee Retrospective Book by BAM/PFA

Via

ROA – “Carrion” Solo Show at Backwoods Gallery | Preview

22/11/2012

ROA -

Quel genio di ROA dopo la splendida “Dominant Species” presso la 941 Geary Gallery di San Francisco si appresta ad aprire la sua prossima esibizione “Carrion” presso la Backwoods Gallery dall’altra parte del globo, in Australia.

His artwork has taken him across the world, and his massive and haunting murals featuring native fauna have made him one of this decade’s leading street artists.

ROA is an artist but at heart he’s also a zoologist and an explorer. His passion is derived from the study and the understanding of the animals he encounters.

ROA may be seen as the poetic conclusion to the nineteenth century explosion of scientific discovery – a time when Linnaeus, Darwin, et al entertained intellectual Europe with zoological discoveries, pristine environments and unimagined animals.

However, in the twenty first century, the message is a somber one. ROA’s work documents the tenuous cohabitation of animal and man within the new environment left in the the wake of discovery.
With subtle naivety, elegance and a style reminiscent of early natural history illustrations, ROA superimposes massive depictions of indigenous animals on walls, each one being a story of death and survival. Creatures perhaps acting as martyrs for the worlds which lay long forgotten at the foundations of our cities.
This friction between man, animal, civilisation and nature is the focal point for ROA’s latest exhibition at Backwoods Gallery titled; “Carrion”.

Lo show aprirà le porte il 30 di Novembre fino al 16 di Dicembre, a suo tempo come di consueto tutte le immagini dell’apertura.

Backwoods Gallery,
25 Easey Street Collingwood
Collingwood Victoria, Australia

The Street Art Museum in Torino | Video Recap

22/11/2012

The Street Art Museum in Torino | Video Recap

The Street Art Museum (SAM) è un progetto di riqualificazione urbana degli spazi del Parco Ignazio Michelotti, già Ex-zoo comunale, attraverso l’apporto di artisti. Il progetto è promosso dall’Associazione Culturale BorderGate e fa parte della manifestazione picTurin, con la quale vengono offerte una serie di muri legali sui quali potersi esprimere all’interno della Città di Torino.
Se le premesse sono state piuttosto solide, la realizzazione lo è ancora di più, l’idea è quella di creare un gigantesco museo di Street Art, gli artisti potranno lavorare in tranquillità all’interno della zona ed i visitatori possono attraversare il percorso ammirando un incredibile spazio espositivo a cielo aperto.
Il risultato è stato incredibile, la zona che si trova nel centro cittadino, dopo gli abbandoni degli anni passati ha visto una rinascita ed una nuova vita, alimentata dalla linfa artistica proposta dai numerosi street artist partecipanti.
Esce ore a distanza di tempo, un video-recap dell’evento dove abbiamo la possibilità di effettuare un tour interattivo all’interno del parco, mettetevi comodi e schiacciate play.

Know Hope – “The tones and shades of dependence” New Piece in Tel Aviv

22/11/2012

Know Hope -

Più di tutti legato alla propria terra, e più di tutti segnato dagli avvenimenti di questi giorni e del passato, Know Hope direttamente dalle strade di Tel Aviv presenta il suo ultimo lavoro.
Molti artisti si sono mobilitati con opere e pitture a sostegno della difficile situazione mediorientale, l’artista dopo il successo della sua “The Weight” presso la Known Gallery di Los Angeles, è tornato in Israele ed direttamente per le strade di Tel Aviv presenta “The tones and shades of dependence”.
Il lavoro è di una delicatezza e profondità disarmante, non serve aggiungere altro.

Pic by The Artist

RUN – New Pieces in Clapton, London

22/11/2012

RUN - New Pieces in Clapton, London

Il nostro amico RUN ha da poco terminato un doppio lavoro per le strade di Londra, lo Street Artist ancora una volta mette mano a questi 2 muri, parte del proprio progetto nella zona di Clapton che lo vede impegnato ad occuparsi di queste due cornici di cemento dove diversi anni fa all’interno venivano posti alcuni messaggi pubblicitari di business o di alcune attività, rigorosamente fatti a mano.
RUN ciclicamente prende possesso di questi due spazi proponendo opere diverse, un filo diretto con l’uso passato delle due cornici ed un modo per valorizzare alcune pareti in disuso.
Questa volta l’artista si è divertito a dipingere con il suo stile una serie di volti e mani colorate, l’effetto finale come sempre è stupendo.
Date uno sguardo in gallery per tutti i dettagli.

Thanks to The Artist for the pics

KIDULT – The “Your Luxury Is Our Misery” T-Shirts

21/11/2012

KIDULT - The “Your Luxury Is Our Misery” T-Shirts

Giusto ieri mi abbiamo mostrato l’ultimo attacco di KIDULT ai danni della Maison Martin Margiela a Bruxelles (qui), dopo il bombing lo street artist francese ha ben pensato di far uscire una delle sue famigerate tee.
Continuando a diffondere il suo messaggio contro i grandi marchi di lusso, rei di sfruttare impropriamente il mondo della street art per fini puramente economici, KIDULT lancia questa nuova t-shirt dal titolo “Your Luxury Is Our Misery”, chiari riferimento sia all’ultimo attacco che al famoso video Visual Dictatorship.
La maglia esce in due colorazione, black and white, sul colletto porta i simboli di chanel mentre nella parte bassa presenta la scritta dalla quale prende il nome insieme alla firma dell’artista.
Rimanendo comunque sconcertati da questa propaganda aggressiva, a titolo informativo la tee è disponibile direttamente sulla pagine del francese per 29 Euro, qui.

Pics by The Artist

KIDULT - The “Your Luxury Is Our Misery” T-Shirts

Reka – New Mural at 5 Points Bushwick, NYC Part. II

21/11/2012

Reka – New Mural at 5 Points Bushwick, NYC Part. II

Vi avevamo annunciato che Reka si trovava a New York per dipingere alcune facciate nei 5 Points a Bushwick di Brooklyn, ora dopo il primo splendido lavoro (qui) possiamo finalmente dare un occhiata agli altri due pezzi proposti.
Come per il precedente Reka sceglie di dipingere questi ultimi due lavori incentrati sul recente e distruttivo passaggio dell’uragano Sandy. I personaggi disegnati quindi sono ancora una volta due donne proposte con l’incredibile ed estremamente effetto in movimento che contraddistingue i lavori dello street artist australiano.
In gallery trovate tutte le immagini dove potete apprezzare al meglio i dettagli proposti, tornate a trovarci per altri lavori by Reka.

Pics by BSA

Gaia – “Portrait of Black” New Mural in Baltimore

21/11/2012

Gaia -

A quanto pare Gaia, dopo il viaggio in Indonesia con relativo splendido muro completato per l’ Indonesian Street Art Database di qualche tempo fà (qui), è da poco rientrato a casa nella sua Baltimora, qui il giovane Street Artist ha avuto modo di lavorare subito ad una nuova opera sopra una vecchia billboard.
Il pezzo si intitola “Portrait of Black” e se da una parte continua il lavoro di sperimentazione di ritratti intrapreso dall’artista che sta passando sempre di più ad un utilizzo di tonalità nere e grigie, dall’altra constatiamo con piacere come Gaia abbia utilizzato uno dei suoi disegni e di come sia riuscito facilmente a riprodurre con la stessa resa l’opera.
Tornate a trovarci per altri suoi lavori.

Pics by The Artist

Gaia -

Shok 1 x Remi Rough – “Communication Accomodation Theory” New Mural in London

21/11/2012

Shok 1 x Remi Rough -

Avevamo avuto già modo di parlare di Shok 1 e Remi Rough quando i due insieme a Joker avevano dato vita ad una incredibile combo nei giorni seguenti all’apertura della splendida Futurism 2.0, uno sguardo qui.
Sembra che questo primo approccio abbia fatto scattare una scintilla tra i due che, a settimane di distanza, propongono un altra interessante collaborazione ancora per le vie di Londra.
Il pezzo in questione si intitola “Communication Accomodation Theory” ed è un incredibile fusione tra lo stile a raggi x di Shok-1 con le figure,linee e motivi astratti di Rough.
Ancora una volta il duo ci dimostra che non servono parole ma tutta la pittura è linguaggio universale.
DOPE.

Pics by The Artist

Shok 1 x Remi Rough -

A Day With: Tellas

21/11/2012

A Day With Tellas

Mattina fredda, zaino in spalla, beanie in testa e via, sono partito alla volta di Fossalta di Portogruaro, carico di adrenalina che pompava sangue in tutto il corpo, ho sfidato il freddo e mi sono affidato alla nostra beneamata rete ferroviaria nazionale per raggiungere uno di quegli artisti di cui mi piace tanto parlarvi.
RIZOO è un’associazione culturale con base a Portogruaro, i suoi membri sono professionisti in diversi settori, dall’architettura, all’arte, alla comunicazione, l’obiettivo principale che si pone è quello di discutere e proporre l’attuale panorama artistico-culturale attraverso interventi multidisciplinari, mostre, esibizioni offrendo una fruizione unica che possa valorizzare l’arte in tutte le sue forme. I ragazzi sanno il fatto loro, nonostante si trovino in una piccola realtà cittadina hanno messo in piedi un progetto ben curato, hanno avuto l’intelligenza di porsi in un modo sincero ed onesto e soprattuto si sono rivelati molto disponibili.

Tellas è stato invitato dall’Associazione per una esibizione e sopratutto per coprire un gigantesco muro all’interno del centro cittadino, e io c’ero, un paio di settimane prima l’avevo sentito e ci siamo messi d’accordo e non nascondo che l’emozione è stata grande.
Durante il viaggio la mia mente ha iniziato a volare, è stata la prima volta che potevo osservare da vicino quello che mi piace e di cui sono solito parlarvi. Arrivato sul posto, mi sono trovato davanti un opera in fase di creazione, la gigantesca facciata era stata coperta nei giorni precedenti con alcune tinte, e già si intravedevano le pennellate canoniche dell’artista. Mi aspettavo un’enorme forma bianca ed invece ho trovato un continuo cambio di colori che si muovevano armonicamente verso la parte centrale, cambiando tonalità, addolcendosi e offrendo una maestosa profondità, la realizzazione di un idea in testa, da brividi.
Il senso di disorientamento iniziale, e sopratutto un certo timore reverenziale mi hanno giocato un brutto scherzo, con un atteggiamento parecchio legnoso ho fatto la conoscenza di Tellas che invece si è dimostrato fin da subito, e con mio grande stupore, estremamente cordiale ed aperto il che ha facilitato il mio successivo trovarmi a mio agio. Ci si aspetta la grande star davanti a certi nomi e invece l’uomo dietro lo pseudonimo mi ha colpito innanzitutto per la grande umiltà e semplicità, ho avuto modo di conoscere innanzitutto una persona ed era quello, in parte l’intento.
Non volendo intromettermi troppo nel lavoro mi sono limitato ad osservare in silenzio tutto il processo creativo, Tellas armato di pennello è salito sul camion con cestello e si è alzato sul muro per iniziare la seconda e delicatissima fase, concedendomi anche un gitarella in alto insieme a lui.
Una serie di movimenti su e giù, destra e sinistra per arricchire il pezzo con le canoniche foglie, da destra a sinistra prima più piccole fino all’esplosione nella parte centrale per poi ritornare a rimpicciolirsi verso l’angolo opposto il tutto per donare profondità e rotondità all’opera nel suo insieme.

Il concetto che vuole esprimere Tellas è di un profondo attaccamento con la natura, le foglie, i sassi, da cui deriva il suo stesso nome, rappresentano il vastissimo immaginario che l’artista fa esplodere nei suoi lavori, gli stessi colori scelti non sono a caso ma rappresentano senza dubbio l’ennesimo filo invisibile e viscerale. La sensazione che ho avuto è che il disegno sia estremamente spesso, non si limita ad un piattume ma si addentra, esattamente come se fossimo all’interno di un bosco, nelle remote percezioni, l’occhio viene catturato da ogni singola linea e ne ricerca la fine per poi trovarne un altra e via così fino ad avere in testa l’immagine nel suo insieme, una scossa percettiva continua che viene in parte trasmessa dalle immagini in calce.
Ho avuto il piacere di poterlo ammirare all’opera quasi in trance mentre dipingeva una per una ogni singola foglia, dove quando terminata una piccola parte scendeva a controllare da lontano il lavoro, ho visto il realizzarsi di un idea, di un concetto in testa ed è stato incredibilmente appagante ed emozionante.
Le chiacchierate che mi si offrivano durante un intervallo ed un altro mi hanno fatto approfondire una realtà parallela dove ho capito che il concetto di strada non si ferma ad una semplice pintata ma piuttosto si tratta di incontrare persone, condividere emozioni ed esperienze, aprirsi all’altro e creare dei legami che vanno al di là di un nome o di un opera in se.

A Day With Tellas

Pics by Gorgo and Eva Ligas

Rodeo Drawing Night at Antonio Colombo Gallery | Recap

20/11/2012

Rodeo Drawing Night at Antonio Colombo Gallery | Recap

La Rodeo Drawing Night è stata davvero un successo, l’evento, curato da Elena Rapa, all’interno degli spazi della Galleria Antonio Colombo ha visto una incredibile roster di figure artistiche italiane cimentarsi in una sessione di disegno live, come nella migliore tradizione americana.
I partecipanti presenti, 108, Alfano, Akab, Dario Arcidiacono, Dast, Dr Pira, Dem, El Gato Chimney, Massimo Giacon, Matteo Guarnaccia, Ivan Manupelli, Martina Merlini, Elena Rapa, Squaz, Arianna Vairo, Stefano Zattera, Elena Xausa, si sono ritrovati a creare di fronte al pubblico che poi ha avuto modo di acquistare le stesse opere fino ad un massimo prezzo fissato di 200 Euro.
Per chi ha partecipato è stata un’occasione unica per conoscere e vedere in azione grandi nomi della scena italiana ed avere la possibilità di portarsi a casa alcune splendide opere, per tutti gli altri vi proponiamo alcuni scatti della serata, aspettando l’edizione del prossimo anno con l’uscita della fanzine con all’interno i lavori di quella appena conclusa.

Pics by Federico Stanzani

SHOES-UP – Issue #36 “Street Art”

20/11/2012

SHOES-UP - Issue #36 “Street Art”

Interessante uscita per SHOES-UP, il magazine parigino con questa 36^ issue si è concentrato sugli artisti andando ad interessarsi ad alcuni grandi dibattiti come la questione della massificazione dell’arte di strada ed il progressivo allontanarsi dalla strada per arrivare in galleria.
Ultimamente sempre più marchi e brand si affidano alla street art per promuovere un proprio prodotto, richiedendo la collaborazione di artisti e esponenti del movimento, proprio questa una delle ragione della massificazione che ha visto come prima conseguenza lo svuotarsi di significato dello stesso termine street-art, ormai spoglio della carica che contraddistingueva il movimento nei suoi inizi.
La rivista con un piglio oggettivo ha esplorato le città del Brasile, Argentina, Russia, Ucraina Messico, Egitto, Senegal, Palestina, Francia, Italia alla ricerca degli artisti e delle loro opere il tutto documentato in questa uscita.
La conclusione che emerge dalle pagine è che un un opera in un galleria non avrà mai lo stesso impatto sulle persone e sul mondo quanto opera in strada, se siete interessati alla lettura bisogna andare qui.

“Graffuturism” Group Exhibition at Soze Gallery

20/11/2012

Graffuturism è un noto webzine incentrato essenzialmente una nuova forma di arte urbana, meno figurativa ma più vicina al mondo dei graffiti, constatando e documentando day by day l’evoluzione di un movimento verso uno stile più astratto.

We have kept this exhibition relatively quiet the past 6 months and now wish to share with you our upcoming exhibition. We have been working hand in hand with Soze Gallery on our first curated exhibition self titled “Graffuturism”. The exhibit will take place in Los Angeles Dec 14th. We will be releasing more information leading up to the event including features from the participating artists essays, and interviews. It has been almost 2 and half years in the making since the creation of the site, and we felt it was finally time to exhibit a cohesive exhibition completely curated by graffuturism.com. Although there have been sister exhibitions such as Rudimentary Perfection and more recently Futurism 2.0, that were curated by others and had similar but different aims. We thank them, and anyone else who has been along for the ride, we appreciate all the support we have had over the past 2 and half years. Graffuturism has grown into many things over the last couple years, with this exhibition and the supporting documentation we hope to shed some light on our aims and answer some questions about “Graffuturism”.

La naturale conseguenza è stata dunque quella di mettere all’interno di una esibizione tutti quegli artisti che quotidianamente riempiono le pagine del magazine. Due anni e mezzo di preparazione che sfoceranno in una esibizione dal titolo “Graffuturism” che si terrà all’interno degli spazi della Soze Gallery di Los Angeles.
Lo show aprirà le porte il 14 di Dicembre, stay tuned per aggiornamenti ed ulteriori info sullo spettacolo.

Soze Gallery
652 Mateo St # 107
Los Angeles, CA. 90021

JAZ – New Mural at Polanco Graffestival

20/11/2012

JAZ - New Mural at Polanco Graffestival

Franco Fasoli aka JAZ ha da poco terminato uno dei suoi splendidi pezzi per il Polanco Graffestival di Valparaíso.
La rassegna cilena è il primo festival sull’arte urbana che si tiene in Cile e ha offerto nel primo week-end del mese 30 facciate all’interno delle viuzze della cittadina ad un roster di 77 artisti diversi, provenienti da tutto il sud-america. L’obiettivo principale è quello di una rivalutazione degli spazi pubblici offrendo gli stessi ad artisti che si cimenteranno in alcune opere sulle difficili facciate a loro assegnate
JAZ si è cimentato in una doppia facciata ad angolo proponendo uno dei suoi bellissimi lavori a specchio, tornate a trovarci per altri muri del grande artista, nel frattempo date uno sguardo agli scatti in gallery.

Pics by SAT

KIDULT Hits Maison Martin Margiela in Bruxelles

20/11/2012

KIDULT Hits Maison Martin Margiela in Bruxelles

KIDULT continua la sua intesa campagna\guerra al mondo della moda, lo Street Artist francese fa seguito al suo “Visual Dictatorship”, il video dove l’artista si racconta e spiega le motivazioni che spingono la sua battaglia personale, per andare a colpire l’ultima casa di moda, rea di aver sfruttato la scena artistica urbane per i propri scopi commerciali.

All these retail outlets have once used graffiti as a commercial tool to get more money and be “cool” without knowing anything about the culture. I didn’t simply say “hello” to them. If they really like graffiti, I just gave them what they love.

L’ultimo lavoro riguarda la Maison Martin Margiela di Bruxelles colpita magistralmente dal francese, interessante vedere come ci sia stata una evoluzione nel tratto proposto, anziché spruzzare il proprio nome o una scritta in rosa, KIDULT propone un cuore gigante insieme alla parole LOVE, il tutto arricchito da alcuni teschi e dalla scritta Our Misery, Not Yours!.

Pics by SAB

Escif – “Gentrification” New Piece in Valencia

20/11/2012

Escif -

Escif ancora una volta emerge dal semplice contesto dell’opera in sè, ma piuttosto propone lavori con forte significato politico e sociale. Lo Street Artist con un tratto semplice e pulito arriva diretto al punto, descrive una situazione, uno stato d’animo un azione, forte e deciso come uno schiaffo in faccia, i suoi lavori ridondano in testa, con dubbi e domande. Ancora una volta la cornice è Valencia, qui Escif propone “Gentrification”, Il lavoro, come ormai consuetudine, offre diverse letture e spunti ai fruitori.
Noi come sempre proponiamo ogni nuova creazione del collettivo che si cela dietro questo nome, perciò tornate a trovarci per altre dosi.

Pics by The Artist

Escif -

Ron English – “Crucial Fiction” Solo Exhibition at Opera Gallery

19/11/2012

Ron English – “Crucial Fiction” Solo Exhibition at Opera Gallery | Recap

Ron English un pò in ritardo, causa uragano Sandy, ha finalmente aperto il suo ultimo show “Crucial Fiction” presso l’Opera Gallery di New York.
Il grande Ron ha riversato un incredibile quantità di lavori in questo corpo espositivo, elemento centrale ancora una volta è la sua Popaganda, termine da lui stesso coniato, in cui l’artista scaglia una dura critica alla cultura pop distruggendone gli elementi e le icone, mescolandone le sembianze e rigettando personaggi strambi e completamente fuori dagli schemi. Eroi, cow-boy, e totem del mondo pop completamente rivisti da Ron English come un sogno di un bambino sovraesposto al bombardato dei media,
Se siete in zona la mostra sarà visibile fino al 29 di Novembre, nel frattempo ampia gallery per farvi apprezzare appieno tutto il lavoro esposto.

Opera Gallery NYC
115 Spring Street
New York, NY 10012

Via

JR and José Parlá – “The Wrinkles of the City Havana Cuba” Book

19/11/2012

JR and José Parlá -

JR e José Parlá nella primavera di quest’anno hanno partecipato alla Biennale dell’Havana, a Cuba. L’artista ha portato nell’isola il suo progetto “The Wrinkles in The City” ma questa volta i suoi giganteschi poster sono stati accompagnati dalle incredibili scritte calligrafiche disegnate da José Parlá con un risultato finale mozzafiato. Ora diversi mesi dopo esce questo libro intitolato “The Wrinkles of the City Havana Cuba” che ripercorre le gesta dei due big.

In May 2012, JR collaborates with American artist José Parlá on the latest iteration of The Wrinkles of the City: a huge mural installation in Havana, undertaken for the Havana Biennale, for which JR and Parlá photographed and recorded 25 senior citizens who had lived through the Cuban revolution, creating portraits which Parlá, who is of Cuban descent, interlaced with palimpsestic calligraphic writings and paintings. Parlá’s markings echo the distressed surfaces of the walls he inscribes, and offer commentary on the lives of Cuba’s elders; together, JR and Parlá’s murals marvelously animate a city whose walls are otherwise adorned only by images of its leaders. This volume features the portraits, short biographies of their subjects and photographs of their mural collaborations painted around Havana. A film documenting the project appears in 2013.

Il libro documenta, attraverso le sue 160 pagine rilegate in una copertina rigida, da vicino il duro lavoro dei due artisti, la scelta dei volti, ed il processo che ha portato alla realizzazione di queste splendide opere.
Se siete interessati il book è disponibile online qui per 50 Dollari circa.

JR and José Parlá -

Via

On Providermag

NUART Festival 2012 – Showtime Video Recap

19/11/2012

NUART Festival 2012 - Showtime Video Recap

Il Nuart Festival di quest’anno ha da poco chiuso i battenti, come sempre la rassegna di Stavanger ha unito incredibili opere su muro in giro per la città insieme ad una corposa esibizione indoor dove gli artista hanno potuto lavorare indisturbati creando opere incredibili ed uniche.

The Nuart exhibition closes today after 7 weeks of being open 7 days a week, a show that has seen over 6000 through the doors plus 3252 of the regions youth in our education project. Over 3000 on the street art tours.. the list goes on.

So as one chapter closes, another one opens. The event lives on in this film, shot on the fly during the set up of this years Nuart.

A huge thank you to Saft films and everyone else who made this year such a memorable event.

Esce ora subito dopo la chiusura dell’esibizione un incredibile video-recap intitolato “Showtime”, nel video potete vedere il work in progress di tutte le opere presenti nell’edizione di quest’anno e sopratutto potete rivivere le emozioni di uno dei festival più importanti del panorama Europeo.
Enjoy It.

El Mac – New Mural at The Adobe Campus (Utah)

19/11/2012

El Mac - New Mural at The Adobe Campus (Utah)

El Mac dopo lo splendido lavoro in combo con Kofie di diverso tempo fà (qui), dalla sua Los Angeles è di nuovo tornato nella parte sud-ovest degli States per lavorare ad alcuni nuovi pezzi. Prima tappa nello Utah, precisamene a sud di Salt Lake City, dove all’interno del campus della nota azienda americana Adobe, quella che fornisce Photoshop e Flash Player per capirci, ha completato questa splendida opera.
Il risultato finale è incredibile, come potete apprezzare al meglio degli scatti in gallery dove tutto il canonico stile di El Mac viene proposto da vicino.
Stay tuned per altri lavori del grande artista.

Pics via AM

Conor Harrington – New Mural in Mexico City

19/11/2012

Conor Harrington - New Mural in Mexico City

Un ispiratissimo Conor Harrington dopo tutti i tram tram legati a festival ed eventi ai quali ha partecipato durante gli ultimi mesi, sia in vacanza a Città del Messico.
Lo Street Artist con base a Londra ha voluto concedersi un piccolo stacco dalla routine quotidiana, trovando però comunque il tempo di dipingere un piccolo muro per le strade della capitale messicana.
Ancora una volta Conor Harrington mostra le sue incredibili capacità, dipingendo con uno stile unico uno dei suoi duellanti che sembrano usciti da una gigantesca tela appartenente a chissà quale epoca passata.

Pics by Mamut

Alberonero – New Pieces in Abandoned Factory near Lodi

19/11/2012

Alberonero - New Pieces in Abandoned Factory near Lodi

Di Alberonero aspettavo con ansia il prossimo lavoro, dopo aver avuto il piacere di parlarvi di questo giovane artista, se ve lo siete perso potete leggere tutto sul THE BOOST a lui dedicato, attendevo che terminasse il prossimo pezzo per parlarvene nuovamente.
Recentemente l’artista si è spostato in una fabbrica abbandonata nei pressi di Lodi, uno di quelle location solitarie e tranquille dove poter sperimentare e far uscire fuori tutto il proprio talento nonchè uno dei suoi luoghi preferiti.
L’idea alla base di questa serie di lavori è quella di creare elementi sensoriali che possano essere in stretto legame tra loro, ci spiega, un legame invisibile che possa spiazzare il fruitore. I lavori, due su muro ed un altro su tela, risultano in forte simbiosi l’uno con l’altro, andando a creare un unica opera, specialmente per i primi due, che si muove si sposta, provocando un gioco di prospettive e un senso di profondità unico.
Ancora una volta il tratto distintivo di Alberonero è facilmente apprezzabile, tratto acceso e colori primari, dipinto come se fosse stato partorito dalla mente di un bambino, il lavoro offre una riflessione sugli spazi e sul modo unico di concepire l’arte.

Thanks to the artist for the pics

Weekly Overview 9 | 12-11 to 18-11

18/11/2012

Weekly Overview è l’appuntamento del fine settimana dove vi presentiamo una selezione delle migliori news settimanali sul GORGO.

Moneyless – New Installation for The Others Fair

New York in Black: A Photo Series of the City in the Wake of Hurricane Sandy

E1000 – New Works Inside of an Abandoned House

Isaac Cordal – “Prestige” Exhibition at Harlan Levey Project | Recap

JonOne – “A Beautiful Madness” Exhibition at Fabien Castanier Gallery | Recap

RUN – “The Storyteller” New Print

Conor Harrington – “Old Norse” Video about Komafest

Coarse Toys x Rotofugi – “Dark Sorrows” Toy Lottery Release

2501 and Pixel Pancho for The Painted Desert Project Part. II

Escif – “Secret Agent Man” New Mural in Valencia

17/11/2012

Escif -

Diciamo che ce lo aspettavamo, dopo i tumulti dei giorni scorsi e conoscendo il personaggio, sapevamo che Escif avrebbe commentato ancora una volta la difficile situazione sociale ed economica, che ha visto negli ultimi giorni la popolazione, specialmente gli studenti, scontrarsi con le forze dell’ordine.
Escif propone quindi “Secret Agent Man” incendiario che prende direttamente di mira la polizia e specialmente quegli agenti in tenuta anti-sommossa, principali protagonisti degli scontri. Con l’immancabile ironia tagliente, l’artista spagnolo dipinge questo divertente lavoro dopo proprio uno dei poliziotti viene disegnato mentre si nasconde dietro una pianta, ciliegina sulla torna gli occhi che vengono fuori tra le foglie.
Niente da dire.

Pics by The Artist

Escif -

JADE – “A La Mitad del Dìa” New Mural in Lima

17/11/2012

JADE -

Sempre molto attenti a documentarne gli spostamenti notiamo con piacere una piccola pausa per JADE che dopo le fatiche degli ultimi lavori a carattere politico-sociale, se ne concede uno un po’ più friendly.

Nuevo muro pintado en la entrada de “LA PINTA RESTO ART” en Miraflores. El nuevo negocio de un muy buen amigo.

L’artista peruviano ha dipinto questa opere dal titolo “A La Mitad del Dìa” direttamente sull’ingresso di un negozio di un suo buon amico a Miraflores, Lima. L’opera mostra uno dei personaggi di JADE direttamente immerso all’interno di una ciotola e da qui emergere con la testa.

Pics by The Artist

Hyuro – New Incredible Mural in Prague

17/11/2012

Hyuro - New Incredible Mural in Prague

Sembrerebbe che dopo gli splendidi lavori consecutivi nelle strade di Valencia Hyuro abbia lasciato la città per dirigersi verso il freddo di Praga.
La Street Artist qui nella capitale della Repubblica Ceca si è messa subito al lavoro elaborando uno dei suoi bellissimi pezzi, se ormai siamo abituati nel veder trattare dall’artista temi scottanti attraverso i suoi disegni e le sue donne, questa volta rimaniamo stupiti di come Hyuro ha prodotto questa opera. Andando ad interagire direttamente con il muro già scrostato, la spagnola ricava le forme di un orso sul quale poi decide di far sedere una donna con un fucile.
Il risultato è un incredibile connubio di inventiva e fantasia.

Pics by The Artist

Hyuro - New Incredible Mural in Prague

Know Hope – “The Weight” Exhibition at Known Gallery | Recap

16/11/2012

Know Hope – “The Weight” Exhibition at Known Gallery | Recap

Know Hope ha generato un bel hype intorno alla sua prima mostra dal 2009 in terra statunitense, lo street artist israeliano ha finalmente aperto la sua “The Weight” presso la Know Gallery di Los Angeles.
Per questo nuovo show Know Hope continua il suo lavoro di ricerca affiancando opere a testi scritti, questa volta sul “peso”. La mostra si fa carico di ritrarre il peso si visivamente che simbolicamente attraverso alcune interpretazioni su ciò che pesa sulla collettività. Know Hope affianca la sua idea di peso al patriottismo proponendo una serie di interessanti spunti legati si al simbolo della bandiera, ma anche completamente slegati dall’idea politica, ma piuttosto cercando di addentrarsi in un contesto emotivo andando a ricercare la collocazione del patriottismo come un sopperire ad uno spazio vuoto che ognuno di noi sente.
L’enfasi mostrata dall’artista nel condurre questa ricerca portando questi risultati in mostra parte chiaramente dal luogo di nascita dello stesso, dove come ben sappiamo l’ideologia della propria nazione viene imposta senza alcuna discussione.
L’esibizione mette in scena una splendida installazione site-specific, ma anche tele e disegni riprodotti su diversi supporti.
Come vi abbiamo promesso dopo il salto un ampissimo recap con tutti gli scatti dello splendido lavoro proposto, enjoy it.

Known Gallery / Main Room
441 North Fairfax Avenue
Los Angeles, CA 90036

Pics Via

Lucamaleonte – “Archivio Contemporaneo” Exhibition at Teatro Palladium | Preview

16/11/2012

Lucamaleonte -

Lucamaleonte si appresta ad aprire il prossimo 19 Novembre presso il Teatro Palladium di Roma, la sua nuova esibizione dal titolo “Archivio Contemporaneo”.
La mostra, curata da Antonella Di Lullo, rappresenta il primo show interamente dedicato all’artista, ed è incentrata sulla ricerca operata nelle sue opere dallo stesso circa la mitologia.
Lucamaleonte è uno degli artisti più rappresentativi del panorama italiano, famoso per la sua tecnica di stencil su più strati e soprattutto per i personaggi che l’artista sceglie di rappresentare, sacri, onirici appartenenti ad un epoca classica in netto contrasto con il presente, si appoggiano sui muri e destano scalpore colpendo chi li osserva.
Per questo suo show Lucamaleonte proporrà una serie di nuovi lavori frutto del suo studio su alcune statue classice, l’intento principale è quello di restituire alle stesse quell’aurea di forza e magnificenza persa nei secoli.
In occasione della mostra l’artista realizzerà inoltre un pezzo all’interno del Palladium, 4 metri dedicati interamente alla figura di Meleagro raffigurato in un sarcofago oggi conservato ai Musei Capitolini.
Vi proponiamo alcuni immagini in preview, restate con noi per gli scatti dell’apertura e dell’opera completa.

Teatro Palladium
Piazza Bartolomeo Romano, 8
00154 Roma (RM)

Pics by The Artist

Crack and Shine International – Paris Video

16/11/2012

Crack and Shine International - Paris Video

Crack and Shine è il progetto curato da Fred Forsyth e Will Robson-Scott, i due hanno documentato attraverso foto ed interviste la scena graffiti in quel di Londra raccogliendo il tutto successivamente all’interno di un curatissimo libro. Il passo successivo è stato quello di uscire dalla realtà Londinese per raccontare quello che succede in Europa e negli States, e grazie alla collaborazione con Vans ecco che nasce la serie video Crack and Shine.

Crack & Shine will follow the lives of some of the leading figures in the graffiti world – showing the lengths they go through to practice their art & seeing what motivates them to do it.

Ancora una volta lo scopo è quello di documentare I protagonisti, le correnti e lo stile che caratterizza una derminata zona, un occasione unica qundi di poter vedere da vicino la strada.
In questa puntata Parigi, enjoy it.

Nychos – “Dissection of an Alligator” Mural in Vitry sur Seine

16/11/2012

Nychos - “Dissection of an alligator” Mural in Vitry sur Seine

Sembra che Nychos durante i primi mesi dell’anno sia stato invitato direttamente da C215 a Vitry sur Seine per lavorare ad alcuni pezzi.

Earlier this year C215 invited me to Vitry sur Seine. Not far outside paris. apparently a pretty ruff place to be. The first piece i started was the Dissection of an Alligator.

Nychos in seguito all’invito ha trascorso due settimane nella zona impegnandosi in diversi lavori, il primo che vi mostriamo si chiama “Dissection of an Alligator”.
Disegnato con l’incredibile ed unico stile dell’artista austriaco, il pezzo mostra un lunghissimo aligatore fatto a sezione con tanto di parte centrale con scheletro e membra in bella vista.
In attesa degli altri lavori, godetevi i dettagli e qualche scatto del making of in gallery.
Nice One!

Pics by The Artist

Anthony Lister – New Murals in Newscastle

16/11/2012

Anthony Lister - New Murals in Newscastle

Anthony Lister continua la sua tappa di avvicinamento per “Unslung Heroes” la doppia mostra presso le due sedi della Lazarides Gallery| The Outsiders, a Londra e Newcastle. Lo Street Artist dopo gli splendidi pezzi di Londra (qui) è da poco arrivato a Newcastle dove si è dato da fare in giro per le strade della citta inglese.
Con il favore della notte Lister ancora una volta ha utilizzato al meglio gli spazi cittadini proponendo una serie di volti disegnati con il suo incredibile stile personale e che richiamano le opere che saranno presenti alla stessa mostra.
Tornate a trovarci nei prossimi giorni per un dettagliatissimo recap, nel frattempo uno sguardo in gallery per gli splendidi lavori.

Pics by Ian Cox / Wallkandy and The Artist

Moneyless – New Installation for The Others Fair

16/11/2012

Moneyless - New Installation for The Others Fair

Moneyless ha partecipato a The Others Fair, un progetto espositivo internazionale da poco conclusosi a Torino.
The Others è interamente dedicato all’arte contemporanea emergente, il progetto offre uno spazio a alle realtà italiane e non con l’obiettivo di creare un unico e grande evento dove il pubblico possa osservare da vicino i nuovi sviluppo di un mondo in constante evoluzione. L’ammissione è riservata esclusivamente alle gallerie aperto dopo il 1 gennaio 2009 ma anche a artists-run-spaces e collettivi di artisti associati, centri non-profit, associazioni, fondazioni, premi per l’arte, residenze d’artista, scuole d’arte e accademie, ed in generale tutti gli operatori che presentano un programma continuativo dedicato agli artisti emergenti.
Moneyless, rappresentato dalla Galleria Numero38 di Lucca, per la rassegna si è armato di filo da pesca, cotone e fascette auto stringenti dando vita ancora una volta ad una incredibile installazione in tre dimensioni.
La splendida opera dimostra tutta la capacità dell’artista di ampliare le sensazioni relative al paesaggio dove viene posta, la cornice scenica questa volta è la parte centrale del teatro dell’ex carcere, sede dell’evento, il risultato finale lo potete ammirare in gallery.

JR in Japan for INSIDE/OUT Project Tour

15/11/2012

JR in Japan for Inside Out Project Tour

JR con Inside Out continua ad attraversare il globo da una parte all’altra, l’ultima tappa aveva visto l’artista francese a Washington (qui) ed in Italia (qui), un paese però in particolare mancava alla lista, il Giappone.
Inside Out ha differenza di The Wrinkles in The City, vede la partecipazione attività di fan e persone comuni che da una parte prestano il proprio volto per le gigantesche fotografie, dall’altra loro stesse appendono le stampe in giro per la propria città. L’artista e fotografo francese, aiutato dalla sua crew e da alcuni volontari, si è diretto in Giappone a bordo del simpatico furgone-studio pimpato per l’occasione, ed ha iniziato un tour per le strade nipponiche con una particolare attenzione per le zone colpite dalla tsunami che non sembrano ancora totalmente essersi riprese dopo oltre un anno.
Gustatevi dopo il salto la galleria con alcuni bellissimi scatti.

Via

Vhils – “Faces aux Murs” Video by Mediapart

15/11/2012

Vhils -

Di Vhils siamo grandi fans, lo Street Artist portoghese continua a girare il mondo proponendo i suoi incredibili ritratti scolpiti nella roccia, ora abbiamo l’occasione di conoscere ed osservare meglio il processo produttivo che si nasconde dietro queste opere dettagliatissime.

Le jeune artiste portugais Alexandre Farto (VHILS) sculpte des visages anonymes et acides au burin, défonce les paysages urbains à coups de marteau piqueur et dissèque l’histoire des villes. Mediapart était à ses cotés lors de sa virée parisienne, à l’occasion de son exposition chez Magda Danysz.

Le telecamere di Medipart hanno ripreso ed intervista l’artista portoghese durante il suo ultimo viaggio in Francia durante il quale l’artista ha aperto la sua ultima esibizione presso la Magda Danysz Gallery.
Mettetevi comodi e schiacciate play.


Vhils, faces aux murs di Mediapart

Rodeo Drawing Night at Antonio Colombo Gallery

15/11/2012

Rodeo Drawing Night at Antonio Colombo Gallery

Se stasera siete a Milano Rodeo Drawing Night è la risposta per svoltare la serata, curato da Elena Rapa l’evento vede una incredibile line-up di artisti italiani intenti in una sessione di disegno live.
Con una performance tipicamente americana e legata perlopiù al mondo del fumetto, Antonio Colombo ha voluto portare nella propria galleria questo evento per stimolare gli spettatori facendoli entrare in contatto con la realtà artistica italiana, per mostrare loro il lavoro da vicino di artisti e personaggi importanti della scena italiana.
108, Alfano, Akab, Dario Arcidiacono, Dast, Dr Pira, Dem, El Gato Chimney, Massimo Giacon, Matteo Guarnaccia, Ivan Manupelli, Martina Merlini, Elena Rapa, Squaz, Arianna Vairo, Stefano Zattera, Elena Xausa sono stati selezionati per questo primo appuntamento, gli stessi avranno la possibilità di vendere le proprie opere partendo da un minimo di 1 Euro fino ad arrivare ad un massimo di 200 Euro, il tutto senza alcun tipo di intromissione da parte della galleria, la contrattazione infatti avverrà esclusivamente tra pubblico ed artista.
Alcuni personaggi sono noti per aver già collaborato con la galleria, altri sono esterni che si esibiscono qui per la prima volta, tutti però sono accomunati da un ambito artistico che li vede rappresentanti dell’illustrazione, del fumetto e dell’arte urbana made in Italy.
L’evento termina alle 22.30 con l’esposizione delle opere completate, in seguito le stesse verranno poi raccolte in una fanzine dal forte stile autoproduttivo, stampata con toner in bianco e nero, verrà presentata al Rodeo successivo ad un prezzo irrisorio.
Siete ancora qui?

Antonio Colombo Gallery
Via Solferino 44
20121 Milano (MI)

Pixel Pancho x 2501 – New Mural in Los Angeles

15/11/2012

Pixel Pancho x 2501 - New Mural in Los Angeles

Continua il viaggio di Pixel Pancho e 2501 negli Stati Uniti, il duo di artisti italiani dopo aver fatto tappa a Baltimora per la rassegna Baltimore Articulate (qui), con relativa fermata in quel di New York (qui), dopo aver partecipato al The Painted Desert Project (qui), è ora di tappa a Los Angeles.
Nella città degli angeli i due non hanno di certo perso tempo e appena arrivati si sono subito messi al lavoro sull’ennesimo pezzo in combo.
Pixel Pancho propone un testa arrugginita e semi distrutta di Topolino, 2501 invece ci delizia con il consueto campionario di linee astratta, forme e colori, il risultato finale come sempre è spettacolare.
Stay Tuned per altri aggiornamenti.

Pics by The Artists

Pixel Pancho x 2501 - New Mural in Los Angeles

E1000 – New Works Inside of an Abandoned House

15/11/2012

E1000 - New Works Inside of an Abandoned House

Di E1000 abbiamo parlato qualche giorno fà quando vi abbiamo mostrato il lavoro in combo con Nanook ed Ecy (qui), ora lo Street Artist spagnolo è tornato a lavorare in solitario.
E1000 ha preso possesso di una vecchia abitazione, dove non ci è dato sapere, per continuare il suo continuo lavoro di sperimentazioni tra forme e colori, l’artista è ben noto per i suoi lavori geometrici dove attraverso un abile uso della prospettiva inganna lo spettatore proponendo delle figure astratte apparentemente in rilievo od in profondità, ogni suo lavoro rappresenta un inganno per il cervello che viene soggiogato da ciò vede, la mente reagisce seguendo la forme tentando di scoprirne la vera prospettiva.
E1000 disegna due opere la prima, con la solita scala di colori dal giallo al nero, la seconda interamente in nero e grigio è quella che desta maggiore interesse, due semplici foto scattate da due angolazioni diverse fanno capire tutto il complicato e dettagliato lavoro dell’artista spagnolo.
Tornate a trovarci per altri suoi lavori.

Pics by Alberto De Pedro

CYRCLE. – “Organized Chaos” Solo Show | Teaser

14/11/2012

CYRCLE. -

Il dinamico collettivo CYRCLE. dopo 6 duri mesi di lavoro si appresta finalmente ad aprirà la loro seconda esibizione dal titolo “Organized Chaos”, e lo spettacolo è garantito.
Prodotto da Fatima Robinson e Rea Scott, in associazione con Black Dog Films, lo show si basa sulla concezione artistica personale del collettivo Losangelino sfidando le consuetudini degli spettacoli in gallerie andando a creare una similitudine tra la relazione tra le api e i fiori con l’arte con la società.
Le opere si preannunciano interattive e gli spettatori saranno incoraggiati a partecipare attivamente, il tutto al grido di Without Order Nothing Exist! Without Chaos Nothing can Evolve!
Dalle poche informazioni sembrerebbe uno show interamente concepito in strada, come poi al solito il duo ha fatto le cose in grande stile, perciò dopo il salto date un occhiate al breve video-teaser, a suo tempo tutte le immagini dell’apertura.

6608 Lexington Avenue
Los Angeles CA 90038

Isaac Cordal – “Prestige” Exhibition at Harlan Levey Project | Recap

14/11/2012

Isaac Cordal - “Prestige” Exhibition at Harlan Levey Project | Recap

Isaac Cordal ha da pochissimo aperto la sua ultima personale “Prestige” presso l’Harlan Levey Project di Bruxelles.

There is no authority without Prestige even once it’s sunk. Tens years after The Prestige polluted more than 1000 beaches, Isaac Cordal (Spain, 1974) presents new works and a full look at his project, ‘Cement Eclipses: Small Interventions in the Big City.’ The project has been exhibited in both public locations and art spaces in Brussels, London, Riga, Zagreb, Malaga, Vienna, Barcelona and recently in De Panne as part of the Beaufort 04 Triennale.

Ancora una volta Isaac Cordal mette in mostra tutto il suo campionario di famosi personaggi di cemento, il corpo della mostra infatti è costituito da una installazione site-specific, alcuni bellissimi scatti ed altre opere appositamente preparate per l’esibizione, ma non solo.
Cordal ci stupisce proponendo all’interno dello show due nuove ed incredibili sculture, la prima una riproduzione fedelissima di una ventriquatrore tanto cara ai suoi personaggi, la seconda un imponente materasso con rifiniture mozzafiato, ambedue riprodotte con una realisticità sorprendente.
Se siete in zona vi consigliamo caldamente di farci un salto, l’esibizione rimarrà aperta fino al 16 di Dicembre ed è un occasione unica di vedere uno degli artisti più interessanti a livello internazionale.

Harlan Levey Project
37 Rue Léon Lepagestraat
1000 Brussels, Belgium

Pics by LSD and Cristovao Verstraeten

EME – “Butterflies” New Piece for Bunker Project

14/11/2012

EME -

Eme è arrivata a Torino dove ha da poco terminato uno splendido lavoro per il progetto Bunker.
Quello della Street Artist spagnola è uno stile inconfondibile che unisce lettering e disegni in opere uniche, Eme infatti sulle sue superficii è solita disegnare scritte a caratteri tipografici affiancandole poi con personaggi dissacranti ed pungenti, concepiti da un immaginario fortemente legato al mondo delle favole.
L’artista si è occupata di questa facciata proponendo un misto di lettering con un collage di 400 farfalle di carta fatte a mano, l’opera dal titolo “Butterflies” ha un duplice significato, la sincerità e il nascondere le bugie, due chiare metafore espresse attraverso la creazione stessa dell’opera.

Pics by The Artist

INSA – New Piece for Luxembourg City Centre Subway

14/11/2012

INSA - New Piece for Luxembourg City Centre Subway

Il grande INSA è stato invitato dalla città di Luxembourg, capitale del Lussemburgo, ha lavorare su gli interni di uno dei passaggi pedonali della metropolita, il tutto come parte di un progetto di arte urbana lanciato dalle istituzioni della città.
Lo Street Artist con base a Londra torna a colpire dopo la splendida mostra di Montreal di qualche tempo fa (qui) si è occupato quindi di questo grande muro, comprendolo interamente con una delle sue vivaci e coloratissime texture.
Tutti i dettagli dello splendido lavori di INSA in gallery.

Pics by The Artist

Escif – “Silencio” New Mural in Valencia

14/11/2012

Escif -

Ennesima trovata da parte di Escif, tornato a colpire nelle strade della sua Valencia, lo Street Artist spagnolo dopo l’enigmatico lavoro di qualche giorno fa (qui) propone un altro pezzo criptico.
L’opera dal titolo “Silencio” ha visto Escif dipingere il volto di un uomo emergere dall’asfalto ed il suo copricapo distanziato sulla parte superiore della parete, il tutto sovrastato dalla scritta Silencio posta tra una e l’altra figura.
Ancora una volta l’artista ci lascia spiazzati sull’effettivo significato del suo ultimo lavoro, dando ampia libertà di interpretazione agli spettatori, a noi non rimane altro che un sorriso e constatare una continua evoluzione nello suo stile personale.
WORD.

Pics by The Artist

Escif -

JonOne – “A Beautiful Madness” Exhibition at Fabien Castanier Gallery | Recap

13/11/2012

JonOne - “A Beautiful Madness” Exhibition at Fabien Castanier Gallery | Recap

JonOne ha da poco aperto “A Beautiful Madness” la sua prima personale negli Stati Uniti presso la Fabien Castanier Gallery di Los Angeles. Nonostante sia nato a New York, JonOne ha vissuto a Parigi dove si è affermato come artista in una carriera che lo ha visto protagonista sulla scena per oltre un ventennio dove si è imposto come una delle figure storiche nel mondo dei graffiti prima, e in seguito uno dei pionieri nel fortunato processo di transizione dalla strada alla galleria.

Partito con i primi lettering per le strade di Harlem negli anni ‘80, l’artista si è sempre fatto riconoscere per un approccio pittorico, utilizzando pennelli piuttosto che le canoniche bombolette per bombardare i treni. La successiva evoluzione ha portato l’artista a confrontarsi con tele e quadri dove il suo espressionismo astratto è esploso in tutta la sua forza, i suoi lavori hanno un irruenza unica che viene rafforzata da un uso intensivo di colori e dall’unione di diversi approcci dove lo stile libero, unendosi ad alcune pennellate precise, dona una dinamicità visiva e un senso di movimento unico ed incredibile.

Fabien Castanier Gallery is proud to present A Beautiful Madness, the first solo exhibition in the USA by JonOne
JonOne’s paintings represent a new era of contemporary artists who have moved beyond their roots as graffiti writers to establish themselves as painters. Recognized internationally for his urban contemporary paintings, JonOne has stayed true to his artistic vision. From Paris to Shanghai, Casablanca to Hong-Kong, he has exhibited in galleries and art fairs around the world, resulting in a tremendous response from both the public and collectors as well as at auction.

Il corpo dell’esibizione espone una serie di nuovi lavori dell’artista, mentre nel video vengono descritte alcune storie circa l’ispirazione avuta per lo spettacolo.
Se vi trovate in zona lo show rimarrà aperto fino al 2 Dicembre, nel frattempo dopo il salto le immagini dell’apertura ed il bellissimo video, enjoy them.

FABIEN CASTANIER GALLERY
12196 Ventura Blvd
Studio City CA, 91604

Pics by Carlos Gonzalez

Via

Miss Van x Boris Hoppek x Rimon Guimarães – “Ménage à trois” New Mural

13/11/2012

Miss Van x Boris Hoppek x Rimon Guimarães -

Miss Van è da poco tornata per le strade di Barcellona, precisamente nel quartiere di Poblenou dove si è messa al lavoro ad un nuovo pezzo in collaborazione con Boris Hoppek e Guimarães Rimon.

Il nome Miss Van è tra i più importanti della prima scena urbana francese, l’artista è solita disegnare esclusivamente personaggi femminili impreziosendone l’aspetto con una serie di dettagli ed accessori, il tutto liberamente ispirato al mondo dei cartoni animati mediorientali e soprattutto dalle pin-up degli anni 50’, le sue character si dimostrano quindi ironiche, sensuali e taglienti.

Quest’opera prende il nome di “Ménage à trois” e mette insieme i canonici personaggi di ogni artista, in un unico dipinto troviamo quindi al centro la donna di Miss Van, attorniata a sinistra da uno dei personaggi neri di Boris Hoppek e a destra da una delle figure nere di Guimarães.
Nice combo.

Pics by Miss Van

JADE – “Sagrado Corazòn” New Mural in Alto Perú

13/11/2012

JADE -

Ancora JADE che instancabilmente continua a proporre nuovi lavori praticamente ogni settimana, lo Street Artist peruviano proseguo il suo viaggio nelle zone più difficili del Perù, ed in particolare quelle vicine alla capitale Lima, dove contribuisce a regalare colore e sorrisi attraverso le proprie bellissime opere.

Por sobre toda cosa guardada, guarda tu corazón”…en el 80% de las casas y hogares peruanos podrás encontrar un Corazón de Jesús, pero en la calle la imagen cobra mas poder, porque es para todos. Esto esta pintado en Alto Perú en un barrio donde el muro cobró mucho significado para sus habitantes, ya que por mas pobreza y circunstancias difíciles, los mueve la Fe. Gracias a Iván por motivarme a pintar su muro.

L’ultimo lavoro è stato dipinto a Alto Perú, una zona molto povera dove gli abitanti vivono in circostanze difficili, qui JADE propone “Sagrado Corazòn”, una riproduzione gigantesca di un cuore.
Il simbolo si rifà all’importante componente religiosa peruviana che vuole che in ogni casa sia presente un Corazón de Jesús, un cuore che simboleggia quello di Gesù.
Stay tuned per nuovi lavori dell’artista sudamericano.

Pics by The Artist

RUN – “The Storyteller” New Print

13/11/2012

RUN -

Il nostro amico RUN ha da poco rilasciato una nuova incredibile stampa dal titolo “The Storyteller”. Il disegno proviene direttamente dallo sketch book dell’artista con base a Londra e trattasi di un immagine dolce e sognante che solletica la fantasia di grandi e più piccoli.
Stampata in modo analogico da Mula Printing in quattro varianti di colore, blu, rosso, verde, giallo direttamente su carta Fabriano Rosaspina 300gsm senza l’utilizzo delle consuete stampanti Xerox per il tracciamento e la modifica dell’illustrazione, viene proposta in edizione limitatissima di 12 uniche copie per colore.
Se siete interessati la stampa e da pochissimo disponibile qui, a sole 65 Sterline, affrettarsi!!

Thanks to The Artist for the pics

DALeast – “Counterattack Company” New Mural In Johannesburg

13/11/2012

DALeast -

DALeast è uno di quegli artisti che è riuscito ad emergere ed a farsi un nome proponendo uno stile nuovo e bello fresco. Lo Street Artist cinese si è imposto grazie ai suoi incredibili ed intricati lavori dove propone animali, spesso in movimento, interamente composti da una serie di filamenti metallici. Le opere oltre a risultare incredibilmente realistiche, assumono una profondità incredibile e spesso per essere godute appieno vanno osservate da diverse prospettive.
Recentemente DALeast ha ultimato questo splendido pezzo dal titolo “Counterattack Company” dove si è divertito a dipingere step by step un cerbiatto in movimento sulla facciata di un palazzo a Johannesburg in Sud Africa.
Bellissimo.

Conor Harrington – “Old Norse” Video about Komafest

13/11/2012

conor harrington komafest video old norse

Conor Harrington quest’estate ha preso parte ad uno dei Festival più suggestivi ed interessanti che la bella stagione ha proposto, il Komafest di Vardø. Della splendida rassegna ai confini della Norvegia vi abbiamo mostrato un approfondito recap con tutte le immagini degli splendidi pezzi realizzati (qui), ora a distanza di mesi Conor Harrington punta di nuovo l’attenzione sulla kermesse proponendo uno dei suoi approfonditi video.

I was invited to the far reaches of Norway during the summer and I took the opportunity to make my 3rd film with film-maker supremo Andrew Telling. I think this is by far our best film. Pared back and super minimal he really captured the atmosphere of one of the most Northerly and isolated parts of Europe. This is one for the headphones,. Watch the film for the music alone, I guarentee it’s worth it.

Big thanks to Pøbel for inviting me to Komafest and also to everyone from Vardø who welcomed us with grace and warmth.

Girato con l’aiuto del film-maker Andrew Telling che si è occupato anche delle musiche componendole ed arrangiandole insieme a Lucinda Chua, il video, dal titolo “Old Norse”, è uno spettacolare spaccato di quello che è stato il Komafest, con i suoi luoghi, le sue atmosfere tenebrose che hanno contribuito al successo del Festival.
Mettetevi comodi e schiacciate play.

Futura 2000, Matta, Rammellzee and PHASE 2 – “Deep Space” Exhibition | Recap

12/11/2012

Futura 2000, Matta, Rammellzee and PHASE 2 -

Futura 2000, Matta, Rammellzee e PHASE 2 lo scorso fine settimana hanno aperto il loro group-show “Deep Space” presso la Joseph Nahmad Contemporary Gallery.
L’esibizione nasce come un esame sulla Street art più popolare andandone ad esaminare il rapporto e la capacità di comprensione del pubblico attraverso un focus su grandi nomi come quelli di Futura 2000, Matta, Rammellzee e PHASE 2. Il secondo intento è quello di analizzare le somiglianze tra i lavori dell’artista cileno Matta, spettacolari dipinti politicamente carichi con quelli dei tra tagger Newyorkesi Futura 2000, Rammellzee, PHASE2.
Il corpo dello show, curato da Nemo Librizzi e Giuseppe Nahmad, è costituito da una serie di impressionanti opere d’arte, con un illuminazione che ne arricchisce il contesto e la forza visiva, ed è assecondato da una pubblicazione con i saggi di Justin Spring e Nemo Librizzi, per chi fosse in zona lo spettacolo rimarrà aperto fino al 12 di Dicembre.

Joseph Nahmad Contemporary
201 Mulberry Street
New York, NY 10012
United States

Via

On Providermag

KAWS – Custom Train for Macy’s Thanksgiving Day Parade 2012

12/11/2012

KAWS - Custom Train for Macy’s Thanksgiving Day Parade 2012

KAWS è stato scelto come 5^ artista ad avere il proprio gigantesco pallone a forma di uno dei suoi iconici companion per la famosa parata del Thanksgiving Day nelle strade di New York, il suo nome va ad aggiungersi ad una lista di personaggi di tutto rispetto tra cui Takashi Murakami, Tim Burton, Tom Otterness e Jeff Koons.
L’artista questa volta è andato oltre e per pubblicizzare al meglio l’evento ha avuto la possibilità di customizzare alcuni treni della linea metropolitana. Le carozza MTA sono stata completamente trasformata per l’occasione, tutto questo fà sorridere se pensiamo che lo stesso KAWS nel suo passato aveva iniziato come graffiti artist e che proprio le carrozze dei treni fossero, come è naturale che sia, il suo palcoscenico ideale, ora a distanza di anni e con la maturazione e la trasformazione che l’ha portato nelle più importanti gallerie di tutto il mondo, KAWS ha avuto la possibilità di coprire ancora una volta con la sua arte le carrozze.

Via

DesOrdes Creativas – New Murals by Nas! & Del and TAYONE

12/11/2012

DesOrdes Creativas - New Murals by Nas! & Del and TAYONE

DesOrdes Creativas è il festival che senza dubbio ci ha più colpito, sia per gli artisti presenti sia perché gli stessi hanno proposto dei pezzi epici. La rassegna continua comunque il suo cammino regalandoci ancora una volta grandi emozioni e continuando a proporre opere di primissimo livello.
Dopo aver ammirato gli splendidi lavori di BLU ed Ericailcane (qui) e lo stupefacente lavoro di Liqen (qui) diamo adesso uno sguardo a quelli da poco conclusi di Nas! & Del e TAYONE.
Il duo spagnolo composto da Nas! & Del si è dato parecchio da fare proponendo un opera mozzafiato tutta da leggere nelle con le sue variegate sfaccettature e riferimenti. Ancora una volta l’argomento sembra essere la crisi sociale ed economica spagnola, simboleggiata qui con la passa di spazzatura, e l’incapacità dello stato di porvi rimedio, il gigantesco insetto, a discapito dei cittadini, i piccoli uomini che dipingono il gigantesco essere.
L’opera di TAYONE si discosta invece dal tema principale della rassegna andando a stuzzicare lo spettatore proponendo una semplice domanda, cosa accadrebbe se non essendoci più muri e tele da dipingere fossimo costretti a lavorare sopra la natura? Anche questo lavoro presenta una quantità incredibile di dettagli, colori vivaci e l’immancabile stile ironico dell’artista.
Dopo il salto le immagini delle due opere nel dettaglio, stay tuned per altri aggiornamenti da Ordes.

Pics by The Festival

Anthony Lister – New Murals in London

12/11/2012

Anthony Lister - New Murals in London

Anthony Lister il prossimo 16 Novembre aprirà “Unslung Heroes”, due mostre simultanee presso entrambe le due sedi delle Lazarides Gallery| The Outsiders, a Londra e Newcastle.

Anthony Lister rappresenta il maggior esponento dell’arte urbana made in Australia, i suoi lavori sono facilmente riconoscibili grazie ad uno stile personale unico fortemente influenzato dalla corrente artistica lowbrow. Le opere dell’australiano si fanno notare per le “pennellate” astratte e per l’uso di icone appartenenti al mondo pop, giganteschi volti e corpi sgraziati, deformi e straziati assumuno un nuovo valore attraverso l’immaginario dell’artista.

La gigantesca mostra è la seconda esibizione ad occupare entrambi gli spazi dopo quella di debutto nel Regno Unito di David Choe nel 2008 e sarà caratterizzata da una serie di ritratti dominati da una tavolozza di colori bianco, nero e rosso, una raffinata opera scultura il tutto dominato dall’incredibile stile a tema lowbrow dell’artista Australiano dove si incrociano la strada e l’arte pittorica classica.
Lister ha approfitato del tempo che lo separa dall’apertura per passare un pò di tempo a Londra dove come antipasto per le due esibizioni, ha voluto occupare alcune pareti proponendo questi splendidi lavori.
Tutti i dettagli in gallery, tornate a trovarci presto per gli scatti dello show.

The Outsiders London
8 Greek Street
Soho- London

The Outsiders Newcastle
77 Quayside
Newcastle-Upon-Tyne

Pics by Ian Cox / Wallkandy.

2501 and Pixel Pancho for The Painted Desert Project Part. II

12/11/2012

2501 and Pixel Pancho for The Painted Desert Project Part. II

2501 e Pixel Pancho invitati da Jetsonorama, si trovano nel deserto dell’Arizona negli States per partecipare al bellissimo The Painted Desert Project.
Il progetto nasce con il triplice intento di aumentare le interazioni tra i viaggiatori e la popolazione locale sostenendone quindi l’economia ma anche quella di far avvicinare la gente del posto, specialmente i giovani, all’arte facendoli partecipare attivamente alla creazione dei lavori ed infine quello di cambiare l’aspetto di uno tanti tratti desertici dell’autostrada nell’Arizona del nord.
Vi abbiamo mostrato solo pochi giorno fa i primi pezzi (qui) ora possiamo dare uno sguarda ad altri splendidi lavori by 2501 e Pixel Pancho.
Tutti gli splendidi dettagli in gallery.

Pics by Elisabetta Riccio and James Q. Martin
Video by James Q. Martin

Weekly Overview 8 | 05-11 to 11-11

11/11/2012

Weekly Overview è l’appuntamento del fine settimana dove vi presentiamo una selezione delle migliori news settimanali sul GORGO.

BLU x Ericailcane – New Mural in Bari

C215 – New Amazing Pieces in Lisbona

RETNA on MoCAtv “Art in the Streets” Series

Herakut – “When we can let go of our fears, We are Safe” Mural in San Francisco

INTI – “Our Utopia is Their Future” New Mural in Paris

SeaCreative x Vine – New Mural In Varese

Saner – “Catharsis” Solo Show at New Image Art Gallery | Recap

2501 – “The Perfect Storm” New Mural for Baltimore Articulate

Nanook x E1000 x Ecy – New Collabo

JADE – “Viceversa” New Mural in Lima

10/11/2012

JADE -

Di JADE vi parliamo spesso, è uno degli Street Artist che più ci interessano, per stile e caratterizzazione l’artista e le sue opere infatti sono facilmente riconoscibili.
JADE è solito lavorare su superficie di dimensioni importanti dove i suo character con geniali trovate, si divertono ad interagire con l’architettura del muro attraverso intelligenti giochi di inserimento, questa volta però l’artista peruviano sperimenta una nuova tecnica.

A veces no es necesario hacerlo tan grande…lo ideal es pintar!!!

Jade armato di pennelli disegna uno dei suo personaggi questa in versione minuscola intento ad osservare con il binocolo, lo spettatore. Una simpatica e nuova proposta dell’artista, vedremo se l’idea porterà a nuove ed interessanti progetti.
Stay Tuned.

Pics by The Artist

La Pandilla – New Mural in Santurce, Puerto Rico

10/11/2012

La Pandilla - New Mural in Santurce, Puerto Rico

La Pandilla dopo le fatiche del festival Los Muros Hablan, hanno da poco terminato un altro dei loro splendidi pezzi.
Juan Fernandez e Alexis Diaz da Porto Rico formano il famoso duo, i due sono ammirati e rispettati oltre che agli splendidi pezzi che propongono sopratutto grazie al loro particolare modo di lavorare. La Pandilla sono soliti occupare le pareti attraverso china e l’uso di minuscoli pennelli, questo se da una parte comporta un incredibile dispendio di tempo dall’altra assicura un quantità di dettagli incredibili, profondità e una resa quasi fotografica all’opera, un duro lavoro che viene totalmente ripagato dall’incredibile risultato finale.
Quest’ultimo pezzo è stato dipinto a Santurce, Porto Rico e mette in mostra ancora una volta tutto il faticoso lavoro dei due che propongono una delle loro tipiche forme in cui più animali vengono fusi assieme per creare un effetto intricato, contorto e bizzarro.
Stay tuned per altri lavori dal duo portoricano.

Pics by The Artist