fbpx
GORGO

Archive for ottobre, 2012

108 – “Seventeen Dens” Exhibition at Ego Gallery | Teaser

31/10/2012

108 -

Di 108 seguiamo sempre molto volentieri gli sviluppi artistici e le nuove strade che l’artista intraprende, dove aver avuto modo di conoscerlo e farvelo conoscere affondo con lo speciale Eyes On, abbiamo scoperto con molto piacere che l’artista si trova in Svizzera per preparare la sua prossima esibizione dal titolo “Seventeen Dens” presso la Ego Gallery di Lugano.

Ego gallery is preparing for the arrival of winter, welcoming an artist who has found his balance amid the snow and fog.The Seventeen dens exhibition offers the public the opportunity to slip into the unusual imagery of 108, inside which everyone can find shelter.

There are 108 earthly temptations one must overcome to achieve Nirvana; according to Buddhists and Hindus, mantras should be repeated 108 times; 108° is the angle of the Pentagon – one of the most important angles that comprise the golden ratio. 108 is also a fascinating number for Guido Bisagni (Alexandria, 1978) who has chosen this number as his pseudonym for quite some time now. This figure intrigues the creator both due to its poetic and esoteric connotations as well as for its formal appearance: stripping the number 108 down to the bone leaves us with only a line and three circles. At the end of the 90s, following contemporary artists such as Stak, Guido Bisagni began a new personal quest to become one of the first artists of the Post-European graffiti to leave lettering, so as to focus on this mysterious sequence of numbers.

L’esibizione aprirà le porte il 7 Novembre, per chi fosse in zona un’opportunità di unica di entrare nel incredibile immaginario del grande artista italiano, per tutti gli altri a suo tempo consueto recap con le immagini dell’apertura.

Ego Gallery
Via Luigi Canonica 9
6900 Lugano Svizzera

108 -

Shepard Fairey x The Simpsons – “DOPE” Poster

31/10/2012

Shepard Fairey x The Simpsons -

Shepard Fairey all’inizio di quest’anno aveva collaborato con Matt Groening per dar vita ad un episodio della nuova stagione dei Simpsons incentrato sulla Street Art. La puntata intitolata “Exit Through The Kwik-E-Mart”, chiaro riferimento al film di Banksy, vedeva Bart nella sua incarnazione urbana El Barto, venire a contatto con la comunità di street artist di Spriengfield tra cui lo stesso Fairey, , Robbie Conal, Kenny Scharf e Ron English. Durante l’episodio c’era stata la simpatica riproposizione del celebre poster “Hope” di Shepard Fairey, però con il faccione di Homer e la scritta “Dope”.
Ora a distanza di parecchio tempo Mr. Obey ha deciso dare vita propria alla stampa che ora è disponibile attraverso Urban Outfitters a soli 24 Dollari, qui.

Remi Rough – “In the Presence of Angels” Exhibition at Soze Gallery | Recap

31/10/2012

Remi Rough -

Remi Rough ha finalmente aperto la sua personale “In the Presence of Angels” presso la Soze Gallery di Los Angeles.

There are few artists whose recent works could be described as “painting visual haikus” without the reader needing to roll their eyes, but Remi Rough is one of them. South London born and bred, Remi has been breaking boundaries with the aid of a spray can and a paintbrush for over 26 years. Transcending the traditional and somewhat idealised vision of a graffiti writer, he is passionate and unforgiving in his creative progression.

L’esibizione ha rappresentato l’ennesimo processo evolutivo che ha visto Rough partitire come writer nel Sud di Londra per poi passare ad un approccio più sofisticato e matura.
Nel corpo dell’esibizione Rough ha presentato una serie di nuovi dipinti e sculture elaborate il suo personalissimo stile post-graffiti-astratto.
Dopo il salto tutte le immagini dell’apertura.

Pics by Soze Gallery

JADE – “Cadàver” New Mural in Huaraz

31/10/2012

JADE –

JADE si trova ancora a Huarez e dopo aver terminato lo splendido pezzo che vi abbiamo mostrato ieri (qui) ha da poco completato il secondo prima di tornare nuovamente nella sua Lima.

Segundo muro en Huaraz, un trabajo de 7 horas con Lluvia, Granizo, Frío y sin foto de día, pues a veces toca darle en cualquier clima y circunstancia. El muro lo termine a las 8 pm y a las 10 pm regresaba a Lima.

JADE nonostante le difficili condizioni climatiche che hanno visto l’artista lavorare 7 ore sotto pioggia, grandine e freddo, ha portato a termine questa splendida opera intitolata “Cadàver”.

Pics by The Artist

Elevate South Broad Mural Projects in Atlanta

31/10/2012

Elevate South Broad Mural Projects in Atlanta

Elevate South Broad Mural Projects è un progetto lanciato dalla città di Atlanta per dare un nuovo aspetto e riqualificare la zona South Broad Street tra MLK Boulevard e Mitchell Street.

The City of Atlanta Office of Cultural Affairs presents an arts‐place making mural project located at South Broad Street between MLK Boulevard and Mitchell Street. Artists, Hense, Tilt, Sever, Born and Push will work throughout the week of October 21 – 27 to produce murals along this long time overlooked block in downtown Atlanta.

Each mural is designed to enliven each building and in some cases, the business within.

Collectively these murals will improve the overall built environment and simultaneously solve aesthetic, economic and quality of live issues within the Atlanta community.

La città di Atlanta si dimostra ancora una volta molto sensibile ad iniziative artistiche e per l’Elevate South Broad Mural Project ha chiamato cinque tra i migliori rappresentanti della scena statunitense e non, Hense, TILT, Sever, Born e Push. Ognuno dotato di uno stile proprio ed ognuno con un proprio spazio, si sono dati da fare durante i giorni dal 21 al 27 ottobre proponendo delle opere epiche.
Born ed Hense si sono occupati di cambiare completamente l’aspetto a due edifici proponendo, il primo un incredibile e vivace mix astratto il secondo utilizzando il consueto campionario di forme astratte, texture, e colorazioni pastello.
Sever ha saggiamente occupato una serie di edifici con una delle sue irriverenti scritte, Tilt invece si è divertito a proporre una gigantesca bandiera USA completamente disegnata da lettere, infine PUSH che ha proposto un gigantesca facciata completamente composta dalle sue colorate grigle triangolari.
Tutti i dettagli in gallery.

Via

Bumblebee x Zio Ziegler – “The Guardian” New Mural in Canver City

31/10/2012

Bumblebee x Zio Ziegler -

Bumblebee è uno di quegli artisti che meglio rappresentano la scena di Los Angeles, qui e non solo lo Street Artist è conosciuto e rispettato grazie ad uno stile personale realistico e molto stimolante. I suoi stencil iper realistici mostrano spesso bambini riprodotti in formato gigante e spesso vestiti con una t-shirt gialla a righe nere oppure per le bambine i classici capi a fiori. Le opere di Bumblebee sono estremamente evocative, ci ricordano i tempi passati e la spensieratezza che caratterizza l’esistenza di ogni bambino.
Recentemente l’artista ha ultimato uno splendido lavoro in combo con Zio Ziegler, uno splendido lavoro visibile su una facciata di edificio a Canver City. Il gigantesco pezzo mostra una bambina con alle spalle uno dei personaggi intricati di Zio Ziegler, quest’ultimo adotta uno stile completamente diverso dal primo. Se Bumblebee pittura con un tocco soave ed estremamente delicato il secondo si lascia ammirare in tutto il suo stile intricato e costruito con una serie di dettagli incredibili e prendono ampio spunto da culture antiche come quelle pre-colombiane.
L’opera, intitolata “The Guardian” risulta estremamente efficace e visivamente molto godibile.

Pics by The Artists

Kid Acne – “Damn Straight” Exhibition at Inoperable Gallery | Recap

30/10/2012

Kid Acne – “Damn Straight” Exhibition at Inoperable Gallery | Recap

Kid Acne attorno alla sua ultima esibizione “Damn Straight” presso gli spazi della Inoperable Gallery di Vienna ha creato veramente molta attesa, un attesa che è stata ben riposta visto lo spettacolo offerto dal grande artista.
Dopo avervi mostrato alcune immagini del work in progress possiamo ora finalmente dare uno sguardo agli scatti dell’apertura dello scorso giovedì 25 Ottobre.
Kid Acne si è divertito ad occupare il muro adiacente all’ingresso della galleria proponendo, in versione gigante, una delle sue iconiche Stabby Women, all’interno invece ha proposto una serie di illustrazioni, pitture, fotografie, collage e lavori sul legno andando a pescare dal suo vastissimo immaginario.
Bellissime le cans con sopra le Stabbies, ma anche incredibilmente scenico il muro interamente occupato con le foglie verdi dall’artista. Ultima chicca, sembra che all’interno fosse stata lasciata una delle spade appartenenti alle guerriere dell’artista, fedelmente riprodotta in cartone è stata oggetto di una serie di divertenti scatti.
Dopo il salto potete trovare l’ampissima gallery con le pics del vernissage, per chi si trovasse in zona lo show rimarrà aperto fino al 24 di Novembre.

Inoperable Gallery
Burggasse 24
1070 Vienna, Austria

Pics by Inoperable Gallery and The Artist

Zilda – Metropolis Arte Video Interview

30/10/2012

Zilda - Metropolis Arte Video Interview

Di Zilda vi abbiamo mostrato non molto tempo fa gli ultimi splendidi lavori a Napoli, una città che lo Street Artist porta nel cuore e che visita spesso in cerca di nuovi spot da coprire.
Recentemente Zilda è stato fermato dalle telecamere del canale digitale ARTE che hanno avuto il piacere di passare alcuni giorni in sua compagnia a Napoli. Un bellissimo viaggio dove lo Street Artist si racconta e spiega il suo personalissimo approccio con l’arte, le caratteristiche contraddistinguono le sue splendide opere e tutte le lunghe fasi di preparazione che portano agli incredibili e realistici risultati finali.
Vi consigliamo caldamente di dargli un occhiata, capita veramente rare volte di poter vedere da vicino il lavoro di uno degli esponenti migliori del panorama internazionale, quindi mettetevi comodi e schiacciate play.

JADE – “Buscando” New Mural in Huaraz

30/10/2012

JADE -

JADE si trova ancora in Perù dove sta continuando a sfornare un lavoro dietro l’altro, ultimo questo nella cittadina di Huaraz, la città che durante gli anni ’70 è stato un centro di un terremoto trai più disastrosi del Sud America.

En 1970 La ciudad de Huaraz sufrió uno de los mas violentos sismos en la historia de Perú dejando a la ciudad en escombros, las pocas calles y casas que se mantenían en pie fueron derribadas por completo por el gobierno de ese entonces para levantar una ciudad nueva de ladrillo y concreto, si bien es cierto la ciudad ahora es mas solida, segura y “moderna”, queda casi nada de lo que era la ciudad antes del 70 y con la modernidad mal encaminada muchos jóvenes buscan identidad…Gracias a “Los Luchos” por la invitación y felicito su iniciativa de hacer algo por cambiar el paisaje de ladrillo.

JADE spiega che ha voluto così lanciare un messaggio circa la condizione sociale e urbana del posto, il terremoto infatti aveva lasciato in piedi pochissime abitazioni e massacrato tutto il panorama urbano, la città quindi è stata rasa al suolo e costruita da zero, mattone per mattone. A distanza di quaranta anni però quello che prima era nuovo è ora spaventosamente vecchio e i cittadini e specialmente i giovani cercano la modernità in ambiti e situazioni totalmente sbagliate.
Lo splendido pezzo dello Street Artist è intitolato “Buscando” e ritrae uno dei suoi personaggi cercare qualcosa all’interno di quello che sembra essere un cappello, dopo il salto le immagini nel dettaglio, tornate a trovarci presto per altri lavori by JADE.

Pics by The Artist

Reka – “Clean vs Raw” New Mural in Friedrichshain

30/10/2012

Reka -

Reka ha avuto modo di fermarsi a Berlino per completare un incredibile pezzo adiacente alla Skalitzers Gallery.

The last wall I completed in Berlin before hopping on a plane back to foggy London town. Located in Friedrichshain on the side of Skalitzers Gallery. This wall was a real experiment for me. My focus was on playing with texture and layering block colours in a raw messy style.I have made a few discoveries out of this piece that I am confident that I can use in future works. For me trial and error is a very important part of my practice as an artist. Please enjoy.

L’artista ha voluto continuare il suo percorso di sperimentazioni cercando di proporre lontano da sguardi indiscreti una nuova tecnica, molto distante da suoi canonici lavori, più intensa e istintiva che ha dato vita a questo splendido lavoro intitolato “Clean vs Raw”.
Fiducioso di poter continuare su questa strada Reka a poi abbandonato Berlino alla volta di Londra. Dopo il salto tutte le immagini del dettaglio del nuovo pezzo, tornate a trovarci per altri lavori dell’artista.

Pics by The Artist

Moneyless – New Mural in Torino

30/10/2012

Moneyless - New Mural in Torino

Di Moneyless avevamo avuto il piacere di ammirare la partecipazione nella splendida combo di qualche giorno fa a Milano che ha visto il noto Street Artist collaborare con 2501, Ozmo e Basik per dar vita ad uno splendido muro (qui). Ora Teo si trova da poco a Torino dove si è messo già al lavoro.
Lo Street Artist ha iniziato a lavorare ad una nuova opera per le strade della città, occupando un lunghissimo muro propone questo pezzo mozzafiato, all’interno è possibile notare tutti i tratti distintivi che caratterizzano le opere di Moneyless, quindi innanzitutto tema astratto il tutto dominato da due cerchi giganteschi con all’interno altri ancora più piccoli e di altri colori, il tutto arricchito da incredibili dettagli visivi tramite un saggio utilizzo di cans, se volete darci un occhiata da vicino l’opera si trova in Via Rosmini.
Great Wall.

Pics by The Artist

Luca Barcellona – “Take Your Pleasure Seriously” Book

29/10/2012

Luca Barcellona -

Luca Barcellona si appresta a lanciare il suo prossimo libro, “Take Your Pleasure Seriously”, il book edito da Lazy Dog trova la sua collocazione all’interno dell’immaginario del noto artista.
L’artista è famosa per la sua integrazione con un background da graffiti artist con quella da calligrafo, in un continuo evolversi che l’ha portato a collaborare con brand e marchi importanti tra cui Dolce & Gabbana, Carhartt, Nike, Red Bull e molte altre.

For Luca Barcellona, Italian graphic designer and calligrapher, letters are the building blocks of his creations. From Carolingian to tags, from the quill to the spray can, Barcellona takes the age-old
craft of lettering to new heights with the inventiveness and talent of a contemporary virtuoso. His striking, expressive, and original letterforms and compositions open onto uncharted territory, laying
the foundations of a new writing style.
Take Your Pleasure Seriously (a quote by the designers Charles and Ray Eames) serves as a leitmotif for Barcellona who turned his passion into a way of life, first as a graffiti artist and then as a professional calligrapher. His production spans a broad spectrum from the reproduction of a world globe from 1569 to brand identities, book covers, ad campaigns, and performances.
This beautifully designed artist book features hundreds of drawings made over the last decade including commissioned work (Carhartt, Dolce & Gabbana, Nike, Red Bull, Universal, etc.), personal projects, performances, and many never-seen-beforework.
The book will fascinate and inspire anybody who works with letters or is interested in how they look.

Con 224 pagine all’interno tutte le immagini dei lavori di Luca nel corso degli ultimi dieci anni, tra cui l’ultima che ha visto l’artista occuparsi dell’artwork per i festeggiamenti di Graffitishop, noto store online italiano.
Se siete interessati il book è disponibile in pre-order direttamente sul sito di Lazy Dog, per 68 Euro, qui.

Pics by Spectrum and The Artist

On Providermag

Luca Barcellona -

Niels Shoe Meulman – New Mural In Amsterdam

29/10/2012

Niels Shoe Meulman - New Mural In Amsterdam

Niels Shoe Meulman dopo aver partecipato al Moniker Art Fair di quest’anno proponendo tra l’altro lo splendido muro di cui vi abbiamo mostrato le immagini qualche giorno fa (qui), è da poco rientrato nella sua base ad Amsterdam.
L’artista è stato invitato a partecipare al progetto no-profit Made Creative che ha come scopo quello di promuovere ed esplorare nuove e coraggiose idee creative proponendo lavori ed installazioni di artisti famosi e non. Per questo progetto Niels Shoe Meulman ha dovuto misurarsi con un grande muro ed ovviamente il risultato è stupefacente.
Shoe utilizzando il suo inconfondibile stile di calli graffiti ha coperto l’intera superficie con una serie ripetuta di lettere in argento vivo per poi proseguire completando il tutto con l’aggiunta di schizzi d’argento, bianco ed oro.
Amazing.

Pics by Nicole Blommers

Via

Hyuro – New Wall in Valencia

29/10/2012

Hyuro - New Wall in Valencia

Hyuro è tornata a colpire e lo fà in grande stile ed ancora una volta nella sua Valencia.
La Street Artist dopo il bellissimo pezzo di qualche giorno fa (qui) a distanza di una settimana ci stupisce con un altro dei suoi lavori profondi ed estremamente taglienti.
Hyuro ha occupato il nuovo muro proponendo l’ennesimo argomento scottante disegnando una serie di riflettori puntati su due cervi distesi morti.
Il pezzo sembrerebbe essere una sorta di critica verso la caccia o comunque l’abbattimento sanguinario di animali e come consuetudine per la street artist presente un livello di dettaglio incredibile.
Stay Tuned per altri lavori di Hyuro.

Pics by The Artist

Martina Merlini – “LEBE An Anthology of African Gods” Exhibition | Recap

29/10/2012

Martina Merlini – “LEBE An Anthology of African Gods” Exhibition | Recap

Martina Merlini lo scorso venerdì ha finalmente aperto la sua personale “LEBE An Anthology of African Gods” presso il RAM Hotel di Bologna, e nonostante una fastidiosa piogga lo show ha avuto un ottimo riscontro.
Il corpo dell’esibizione prende spunto da la storia antica e mitologica africana e nelle specifico quella legata alla divinità della popolazione dei Dogon, Lebe. I Dogon sono una popolazione africana del Mali, da questi Martina Merlini ha preso spunto per presentare una serie di lavoro ispirati alla cultura Dogon, e specialmente alle maschere che caratterizzano questa misteriosa popolazione, ma non solo.
Martina inserisce una serie di disegni raffiguranti felini in diverse pose tra cui quello site specific con il movimento step-by-step incredibilmente realistico.
Per chi si fosse perso l’inaugurazione ricordiamo che la mostra sarà aperto fino al 18 Novembre, nel frattempo dopo il salto vi mostriamo alcune immagini del vernissage.

RAM Hotel
Via San Valentino 1F
40122 Bologna (BO)

Thanks to The Artist for the pics

Crisa – Live Painting Video and Interview by Lollove Mag

29/10/2012

Crisa - Live Painting Video and Interview by Lollove Mag

Di Crisa vi abbiamo parlato qualche giorno fa quando lo Street Artist aveva collaborato insieme a Tellas e Ciredz per una serie di lavori nell’entroterra della Sardegna (qui). Siamo rimasti parecchio affascinati dal suo stile e come noi anche gli amici di Lollove Mag, i ragazzi hanno raggiunto l’artista nel suo studio e hanno avuto il piacere di scambiarci due chiacchere e soprattutto filmarlo in azione per la loro rubrica Unofficial People.
Unofficial People è una rubrica mensile arricchita con video e testo, nata nell’ottobre 2012, dalla collaborazione tra Enrico Lixia, ideatore del progetto, e il video maker Giado Atzeni.
Il protagonista della prima puntata è Crisa, writer/street artist cagliaritano sulla scena dal 1996 e famoso in tutta l’isola. I soggetti dei suoi graffiti, nel corso degli anni, sono variati molto: occhi, blatte, lavatrici, piante, balene, gocce, mani, città, barche, uomini con un solo occhio al posto della testa.

“Sono un comune mortale che ha preso la sua strada verso un mondo ignoto dove i protagonisti hanno un occhio al posto della testa”. Crisa esordisce così, attribuendosi i tratti di una delle sue ultime creature stradali con poche parole, attraverso una metafora che deriva da un immaginario ricco di figure e simbolismo.

Quello di Federico è uno sguardo autentico sul mondo: spontaneo, a tratti infantile. Cattura immagini, colori, suoni e li converte in forme povere, naturali e primitive. Le linee delle sue bombolette spray inventano uomini con un occhio al posto della testa che vagano per la città trascinandone i resti, persone senza identità, apolidi che navigano su mari di cemento.

Nel video lo vedete prodigarsi in un bel live painting, noi vi abbiamo proposto un’interessante stralcio ma vi consigliamo caldamente di leggere tutto il testo a supporto presente qui.

Weekly Overview 6 | 22-10 to 28-10

28/10/2012

Weekly Overview è l’appuntamento del fine settimana dove vi presentiamo una selezione delle migliori news settimanali sul GORGO.

Escif – New Mural in Czech Republic

Ericailcane – New Murals at Le 4eme Mur Festival

Hense – New Mural in Washington D.C.

Moneyless x 2501 x Ozmo x Basik – New Mural in Milano

Centina x SeaCreative x Kraser x Vine x James Kalinda – New Mural in Milan

Tellas x Ciredz x Crisa – New Mural in Sardinia

Moniker Art Fair 2012 – Complete Recap

Medicom Toy – “This is Andy” Vinyl Collectible Dolls – Release

Ever – “Libertad Y Revolucion” at Los Muros Hablan Festival

Ron English – “Crucial Fiction” Solo Exhibition at Opera Gallery | Teaser

27/10/2012

Ron English -

Ron English si appresta ad aprire la sua prossima esibizione “Crucial Fiction” presso la Opera Gallery di New York.
Dopo un anno di attesa il grande Ron English metterà in mostra uno spettacolo ricco di tele, disegni e dipinti ad olio prodotti durante gli ultimi 12 mesi.

The work address a fantastical question: What might happen if a 50 year old man at the height of his powers as fine artist and painter, could finally animate the elaborate visions constructed by his 8-year-old self, that boy who dug holes to China in the backyard while imagining every blade of grass as a green army soldier laid low by the advancing plastic hordes of cowboys, indians and assorted disposable heroes? What might result from the combustible alchemy of imagination and experience, of mastery and abandon? In “Crucial Fiction” Ron answers this question.

Lo show si presentà già come un must-view per coloro che amamano l’eccentricità e lo stile inconfondibile del grande artista americano.
Se siete in zona la mostra aprirà le porta a partire dal 2 Novembre fino al 23 dello stesso mese, a suo tempo le immagini del vernissage.

Opera Gallery NYC
115 Spring Street
New York, NY 10012

See No Evil Festival in Bristol – Video-Depth

27/10/2012

See No Evil Festival in Bristol – Video-Depth

See No Evil Festival è un delle rassegne urbane più importanti in ambito europeo, innanzitutto per la grandezza dello spazio messo a disposizione dalla cittadina inglese ma sopratutto per l’incredibile line-up che contraddistingue la kermesse ogni anno.

From 13th -19th August 2012, See No Evil saw top street artists present their work to the world on Nelson Street, Bristol. See No Evil is the UK’s most ambitious and diverse permanent street art project featuring some of the biggest names in the industry including New York based legendary artist Mark Bode, Nychos, Conor Harrington, and Bristol’s own Inkie and Nick Walker.

Red Bull offer a unique chance for the next generation of street artists to take inspiration from the project and have their art featured alongside their heroes at See No Evil 2013 by submitting a single piece of artwork to impress judges, the See No Evil Curators.

Il video che trovate dopo il salto è un bellissimo approfondimento della edizione di quest’anno che da qualche mese si è conclusa. All’interno abbiamo la possibilità di sentire le voci dei curatori e sopratutto quelle degli artisti all’interno dei loro studi (come Conor Harrington) che spiegano cosa significa per loro lavorare ad una rassegna così importante.
Red Bull, sponsor e realizzatore del video, ha deciso di dare la possibilità agli artisti emergenti di partecipare all’edizione del prossimo anno, basta mandare alcuni artwork per impressionare i giudici e venire scelti per lavorare ad un proprio pezzo all’interno della rassegna.
Il consiglio è quello di mettersi comodi e schiacciare il tasto play.

Vhils – New Mural in Rio de Janeiro Part III

27/10/2012

Vhils – New Mural in Rio de Janeiro Part III

Vhils continua incessante il suo lavoro per le strade di Rio de Janeiro in Brasile. Lo Street Artist portoghese con l’aiuto della sua crew sta sfornando una serie di lavori sulle pareti esterne delle abitazioni.
Vhils ha avviato un progetto di riqualificazione urbana, del quale si è fatto carico da solo, all’interno delle favelas di Rio regalando agli abitanti la propria arte e così dopo il primo ritratto raffigurante il prete Edinho (qui) ed l’altro bellissimo raffigurate una donna con il proprio figlio (qui), che vi abbiamo mostrato nel giro di una settimana, ecco il terzo.
Il ritratto come sempre scolpito direttamente sulla superficie della abitazione raffigura un uomo, Elias, stay tuned per altri lavori dal Brasile del grande street artist.

Pic by the Artist

Pixel Pancho – New Mural for Baltimore Articulate Part II

27/10/2012

Pixel Pancho – New Mural for Baltimore Articulate Part II

Pixel Pancho ha da poco terminato la sua seconda murata per il Baltimore Articulate, la rassegna artistica di Baltimora negli States.
Il festival si pone come obbiettivo quello di riqualificare alcune zone della cittadina statunitense e sopratutto creare un dialogo tra la gente del posto ed il tessuto urbano.
Come consuetudine per le opere di Pixel Pancho sono visibili tutti i tratti caratteristici del suo immaginario e così dopo il bellissimo flash di qualche giorno fa (qui), lo Street Artist si è divertito ha tirare fuori dal suo immaginario questa versione robotica della mascotte del Mc Donald’s.

Pics by The Artist

Pixel Pancho – New Mural for Baltimore Articulate Part II

THE BOOST – Matteo Perazzoli

27/10/2012

theboost-matteo-perazzoli

THE BOOST nasce dalla voglia di raccontarvi quella che è la grande scena artistica italiana, in questa rubrica cercheremo di proporvi artisti dotati ma poco conosciuti al grande pubblico. Uno spazio che vogliamo dedicare a coloro che ci hanno colpito per capacità e stile personale, andando poi seguirne l’evoluzione nel corso del tempo.

Primo appuntamento con MATTEO PERAZZOLI

Si avete letto bene c’è scritto DREAM MERDA, abbiamo voluto aprire così questa rubrica, una semplice frase ma dalla forza netta ed esplosiva nella sua semplicità.
DREAM MERDA, può essere intesa come una frase di augurio in un esistenza felice e spensierata, oppure un ironico e tagliente messaggio che si pone in netto contrasto con il consumismo sfrenato e il possesso che caratterizza la società moderna, o semplicemente quello c’è scritto, sognare merda, niente di più niente di meno.
Matteo Perazzoli non si nasconde dietro troppi giri di parole, la sua concezione di fare arte deriva da un concetto molto semplice “Le persone artisticamente più brave sono le persone più semplici”, questo suo pensiero è chiaro e fruibile in quello che propone, semplice, diretto e lineare, arriva subito al sodo dicendo quello che ha da dire.
Che si tratti di una figura o di frasi non importa, non ci sono ghirigori da dover interpretare ma piuttosto una spiazzate verità da osservare cosi come è.
Matteo parte da un background di graffiti artist nei primi anni ’90, era l’esplosione del movimento in Italia, e lui, nella sua Verona, prende possesso di muri e spazi con il suo tag Intro.

Come spesso accade, un mezzo così sovradimensionato spesso può portare ad un cambiamento netto e totale, Matteo non si rispecchia nei graffiti e così arrivano le prime sperimentazioni con l’idea di ridurre il più possibile il medium scritto al fine di arrivare ad una semplicità che possa però esprimere qualcosa. Non si pone limiti utilizza praticamente qualsiasi strumento andando a sperimentare diversi stili ed utilizzando diversi medium, si passa dalle bombolette, pennelli, rulli, stencil, paste-up.

Ed ecco quindi ad un approdo più maturo, un punto d’arrivo in cui l’artista inizia ad utilizzare forme ed immagini per trasmettere sensazioni e stati d’animo. In questo contesto a farla da padroni sono le forme stilizzate dei volti umani oppure i cuori anche essi stilizzati, le immagini sembrano disegnate da qualche dispettoso ragazzo che si è divertito con la bomboletta, ma risultano facilmente interpretabili da chi le osserva. Lo spettatore si ritrova in quelle linee semplici e dense di significato.

Il background da graffiti artist, la ricerca costante di un mezzo semplice e con un impatto con il quale veicolare la propria arte hanno portato al passo successivo.
Matteo passa quindi ad un approccio più illustrativo, tenendo comunque la strada come forte fonte d’ispirazione.
I lavori successivi sono caratterizzati da un disegno estremamente pulito, affiancato da un intelligente uso di colori, le lettere trovano ancora una volta il proprio posto andando a rafforzare il disegno o diventandone spesso corpo interno.

Quello che ci ha colpiti quando abbiamo avuto il piacere di conoscere Matteo è l’incredibile capacità di trovarsi a proprio agio con qualsiasi medium, l’artista che si tratti di pareti, carta, magliette dimostra di saperci fare e molto bene anche.
Il suo immaginario si fonde prepotentemente con gli anni passati in strada creando un mix semplice ed alla portata di chiunque abbia il piacere di trovarcisi di fronte.
Matteo attualmente vive e lavora a Verona dove ha aperto un proprio studio, qui collabora con agenzie, riviste e case editrici curandone ovviamente l’aspetto grafico ed artistico.

www.matteoperazzoli.com

The London Police – “For Dogs Sake” Exhibition at Corey Helford Gallery | Recap

26/10/2012

The London Police -

The London Police hanno da poco aperto la loro personale “For Dogs Sake” presso la Corey Helford Gallery di Los Angeles.
The London Police è un collettivo inglese attivo fin dagli anni ’90, il gruppo era partito con la semplice idea di viaggiare nel mondo e coprire quanti più spot possibili. Il marchio di fabbrica degli artisti consiste innanzitutto con un approccio al disegno interamente attraverso pennarelli ed adesivi, ma sopratutto per l’utilizzo di ambientazioni e personaggi surreali, i Lads. Con i loro character i The London Police hanno viaggiato in lungo e largo creandosi una certa fama, i loro lavori si dimostrano infatti estremamente particolareggiati e profondi.
L’esibizione rappresenta un omaggio al miglior amico dell’uomo con disegni, illustrazioni e sculture che ritraggono cani in situazioni molto divertenti ed al limite del grottesco, ovviamente il tutto condito con lo stile e l’ironia del gruppo inglese.
Se vi trovate in zona sarà possibile visitare la mostra fino al 3 di Novembre.

Corey Helford Gallery
8522 Washington Blvd
Culver City, Los Angeles

Pics by Birdman

Shida x Fintan Magee – “The Kiss” New Mural in Australia

26/10/2012

Shida x Fintan Magee -

Shida è uno dei maggiori esponenti della street art made in Australia, lo Street Artist si fà apprezzare per i suoi intricati e bellissimi lavori, spesso in grande scala, con i quali continua a coprire il continente.
Le opere di Shida rappresentano l’ideale intermezzo fra attrattismo e figurazione con l’artista che propone dinamici pezzi attingendo da un immaginario mistico e terribilmente evocativo e adoperando un ampissima scala di colori.
Recentemente l’artista ha collaborato con un altro big della scena Fintan Magee per questo fantastico muro sulla Gold Coast Australiana. A differenza di Shida, Magee utilizza un tratto più familiare, proponendo personaggi ed ambientazioni dal forte sapore illustrativo, il tutto unito con un sapore ironico e tagliente.
L’opera dal titolo “The Kiss” unisce magistralmente gli astrattismi di Shida con la stile di Magee, con un risultato finale che si fà apprezzare per profondità e significato.
Great Wall.

Pics by The Artists

Escif – New Mural in Czech Republic

26/10/2012

Escif - New Mural in Czech Republic

Escif ci aveva dato un assaggio di un cambio netto dal suo consueto stile durante la rassegna francese Le 4eme Mur di Niort (qui). Ora lo Street Artist spagnolo propone un altro pezzo su larga scala insistendo su un maggiore cura nei dettagli e una riproduzione più verosimile di persone ed oggetti.
Il lavoro in questione è stato dipinto da Escif a Praga in Repubblica Ceca e porta la dicitura “Pomoc” in alto che nella lingua del posto significa aiuto.
Questa nuova evoluzione di Escif ci piace molto e speriamo che l’artista continui a sperimentare e proporre queste incredibili figure perciò stay tuned per altri lavori del genio spagnolo.

Escif - New Mural in Czech Republic

Borondo – “Isterofimìa” Solo Show at 999Conteporary Gallery

26/10/2012

Borondo -

Con Borondo è stato amore a prima vista, quando lo Street Artist spagnolo con base a Roma ha preso parte all’Urban Outdoor Festival (qui) di quest’anno siamo rimasti folgorati dai lavori proposti e dall’incredibile stile. Non siamo quindi rimasti sorpresi quando lo stesso curatore della rassegna, Simone Pallotta, ha voluto proporre il lavoro di Borondo anche in galleria.
L’esibizione che aprirà le porte questo sabato 27 Ottobre fino al 24 Novembre presso la 999Contemporary Gallery di Roma si annuncia quindi come una delle più interessanti ed elettrizzanti.

Credetemi, saper dialogare con la gente prescinde dallo spazio in cui avviene, è la gente che fa la differenza, voi che assorbite i gesti, i segni e i significati che l’opera propone, mettiamola così. Vediamoci a ground zero, ricominciamo dagli artisti. La profondità del lavoro di Borondo illumina questa mostra con la stessa luce della strada, ma soprattutto illumina il ragionamento sulle rinnovate potenzialità di interrogare l’arte.

Sto parlando di un ventiduenne che attraverso le pratiche di arte urbana contemporanea, ci parla dall’interno del regime d’incontro intensivo elevato a potenza di regola del nostro contemporaneo. Non credo di essermi spiegato, ma d’altronde non avete visto il lavoro, io si. Fidatevi.

Quello che mi ha sorpreso di Borondo é che il suo lavoro si basa su un’estetica classica espressa attraverso un linguaggio ultra-contemporaneo ma allo stesso tempo antico, anzi primordiale. Borondo graffia e non è un eufemismo, in qualche modo Borondo mi fa venire in mente Basquiat, non il lavoro di Basquiat, ma lui, l’artista e non è una cosa che si scrive con leggerezza.

L’esibizione quindi rappresenterà un ponte ideale tra strada e galleria in cui l’artista si muoverà proponendo una serie di lavori diversi, troveremo senza dubbio tele e disegni ma anche le incredibili opere create attraverso un processo in cui lo spagnolo graffia la superficie fino a far venire fuori l’immagine desiderata.
Se siete in zona l’evento è assolutamente da non perdere.

999Contemporary
via Alessandro Volta 48
00153 Testaccio, Roma

Ericailcane – New Murals at Le 4eme Mur Festival

26/10/2012

Ericailcane dopo averci deliziato con la splendida mostra “Potente di Fuoco” di cui vi abbiamo parlato nelle settimane scorse (qui), si trova a Niort in Francia dove ha da poco ultimato due splendide murate per Le 4eme Mur Festival.
Come vi avevamo anticipato la rassegna francese, organizzata dalla Winterlong Gallery, ha chiamato a sé un nutrito gruppo di artisti offrendo loro la possibilità di esprimersi attraverso esibizioni ed opere su muro. In attesa di Vhils abbiamo potuto vedere la splendida combo 108 x Tellas (qui), quella di Escif (qui) ed infine l’incredibile mostra di Mr. Jago (qui), ora Ericailcane completa la sua partecipazione con due lavori in strada.
Se il primo mette in mostra tutto il talento del noto Street Artist italiano con una facciata incredibile e ricca di dettagli, il secondo ne esalta la capacità di adattamento essendo stato dipinto sopra un ex bunker della seconda guerra mondiale.
Dopo il salto trovate tutte le immagini nel dettaglio, stay tuned per i lavori che concluderanno la kermesse.

Thanks to Winterlong Gallery for the pics

Gary Baseman “Nightmares of Halloween Past” Exhibition at KK Gallery | Recap

25/10/2012

Gary Baseman

Gary Baseman è il primo nome ad inaugurare la nuova KK Gallery a Chinatown, Los Angeles.
La galleria è nata dall’esigenza di donare agli artisti una spazio dove potersi esibire liberamente, dove poter esplorare nuovi medium artistici senza alcun vincolo o limitazione offerta dalle galleria più ‘commerciali’.
Gary Baseman è senza dubbio uno degli artisti più prolifici di Los Angeles, si divide tra illustrazioni, toy designer ed animazioni, un artista a 360 gradi ma anche un personaggio eclettico e molto particolare.
Baseman per il suo show decide di aprire il suo deposito di oltre 1500 fotografie di Halloween risalenti al 1915, da qui l’ispirazione per ‘Nightmares of Halloween Past’.
Il corpo della mostra è formato da una serie di inquietanti dipinti originali, stampe in edizione limitata installazione e video, un lavoro ad ampio respiro che prende spunto proprie dalle vecchie foto riportate alla luce. L’esibizione poi è stata arricchita dalla performance live dei Nightmare and The Cat.
Date uno sguarda alla gallery dove potete trovare tutti gli scatti della mostra.

KK Gallery
963 Chung King Road,
Chinatown, Los Angeles, CA 90012

On Providermag

Via

Sam3 – New Mural at Arte Urbana Festival

25/10/2012

Sam3 - New Mural at The Urbana Festival

Sam3 ha partecipato alla rassegna Arte Urbana di quest’anno, la kermesse che si svolge a Lugano in Svizzera ha come primo scopo quello di mettere il relazione il pubblico con lo spazio urbano che lo circonda attraverso opere artistiche emergenti e non. L’idea è quella di proporre un festival che possa abbracciare più forme d’arte con installazioni, mostre, fotografie e lavori su muro, per questa edizione è stato chiamato uno nome di spicco come quello dello Street Artist spagnolo.
Sam3 ha potuto lavorare su una grande superficie proponendo uno dei suoi lavori più riusciti, la scelt non poteva che cadere sulla consueta figura nera questa volta però arricchita da una serie di lacrime colorate che si vanno a perdere nell’acqua.
Se vi trovate in zona, il lavoro può essere visto nello stabile di Via Ferri 2 a Lugano, nel frattempo dopo il salto tutti i dettagli della splendida opera.

Pics Via

Vhils – New Mural in Rio de Janeiro Part II

25/10/2012

Vhils – New Mural in Rio de Janeiro Part II

Vhils insieme alla sua crew si trova ancora in Brasile a Rio, dove ha da poco terminato un’altro splendido muro.
Lo Street Artist portoghese dopo lo splendido ritratto del prete Edinho di qualche giorno fà (qui), continua la sua attività produttiva questa volta spostandosi nella Favela Morro Da Providência.
Vhils sta portando avanti questo incredibile progetto personale che lo vede coinvolto per le strade delle Favelas della metropoli brasiliana. Armato con gli inseparabili scalpelli ha scolpito l’ennesimo incredibile e iper realistico ritratto raffigurante una donna ed un bambino piccolo, restate con noi se volete vedere gli altri lavori dell’artista portoghese.

Pics by The Artist

Vhils – New Mural in Rio de Janeiro Part II

EMA – “Gold Black Blue Orange” New Mural in Bruxelles

25/10/2012

EMA -

EMA è una Street Artist francese tra le più importanti, rappresentante del mondo dei graffiti al femminile fin dai primi anni ’90, si è in seguito trasferita a New York sua base attuale dove ha iniziato a sperimentare nuove forme e interpretazioni artistiche.
Il repertorio di EMA è vastissimo è spazia dai suoi canonici volti a goccia dalla forte estrazione illustrativa fino ad arrivare ad un approccio più astratto con l’utilizzo di diversi medium ad affiancare alle canoniche cans e vernici.
Recentemente la Street Artist ha ultimato questo splendido collage a Bruxelles, l’opera rimarrà esposta fino a fine Dicembre e se per caso vi trovate in zona potete dargli un occhiata da vicino in Rue Keyenveld, 49 proprio vicino la casa di Audrey Hepburn.

Pics by The Artist

JR – INSIDE/OUT Project in Italy

25/10/2012

JR - INSIDE/OUT Project in Italy

JR è senza dubbio uno degli artisti più famosi in ambito internazionale, lo Street Artist francese continua a girare il globo proponendo le sue fantastiche fotografie su larga scala attraverso due distinti progetti personali, Wrinkles in The City ed INSIDE/OUT.
Il primo vede JR prenderne parte in modo attivo, fotografando ed incollando personalmente le gigantesche immagini in tutto il globo, il secondo invece è più articolato.
INSIDE/OUT è partito nel 2011 ed ha registrato una partecipazione incredibile grazie alla possibilità che vi può partecipare chiunque, basta semplicemente inviare come gruppo o come singoli le fotografie digitali al laboratorio di JR. I poster successivamente saranno reinviati ai proprietari che potranno decidere di collocarli ovunque vogliano.
Qui vi mostriamo le immagini degli scatti a Reggio Emilia, Firenze, Milano, Trieste, che sono state coordinate a prendere parte ai lavori, stay tuned per le altre quattro città coinvolte.

Via

Hense – New Mural in Washington D.C.

25/10/2012

Hense - New Mural in Washington D.C.

Con Hense andiamo su un altro livello, lo Street Artist è sulla scena fin dagli anni ’90, partito come consuetudine come graffiti artist presto ha abbracciato una forma più personale ed astratta di arte urbana. Hense ha base ad Atlanta negli States ma durante gli ultimi decenni ha avuto modo di lavorare ed esporre le proprie opere praticamente ovunque dall’Europa all’Asia, cimentandosi di volta in volta con nuove superficii e forme artistiche diverse. Il suo stile è un connubio di forme astratte, texture, elaborate con un intensivo uso di colorazioni pastello.
L’artista dopo aver da poco aperto la sua ultima personale dal titolo “Spray” presso la Sandler Hudson Gallery di Atlanta, si è spostato verso la capitale Washington DC dove gli è stato commissionato un nuovo pezzo.
La sfida è stata molto dura, coprire la bellezza di 20.000 mq di una chiesa, con l’idea di una sorta di connubio tra arte ed architettura. L’intera superficie è stata quindi colorata da Hense attraverso vernice di lattice utilizzando colori, forme e linee che attingono direttamente dal suo background di graffiti artist con un risultato finale mozzafiato.
Non possiamo non immaginare come una delle nostre chiese rielaborata in questo modo turberebbe non poche coscienze, in negativo purtroppo.

Pics by Miguel “M.i.G” Martinez

Via

Moneyless x 2501 x Ozmo x Basik – New Mural in Milano

25/10/2012

Moneyless x 2501 x Ozmo x Basik - New Mural in Milano

Con Moneyless, 2501, Ozmo e Basik al lavoro su un unico muro lo spettacolo non poteva che essere garantito, il gruppo si è dato appuntamento a Milano per lavorare a questa Big Combo.
Occupando questo muro esterno di un abitazione il quartetto ha dato sfoggio del grande valore personale ma anche della incredibile capacità di riuscire a unire stili e influenze estetiche diverse in un’unica opera. Come è possibile notare Moneyless si è occupato di proporre le sue intricate e perfette geometrie che vanno ad congiungersi perfettamente con la grande mano nera proposta da Basik. 2501 invece ha optato per alcune forme tondeggianti che gravitano intorno alla parte centrale con l’aggiunta di una linea centrale parzialmente coperta, il tutto ovviamente creato attraverso le sue classiche linee sinuose, infine Ozmo che si è occupato del incredibile ritratto in basso a sinistra andando poi a completare l’opera con la scirtta “Cineri Gloria, Sero Venit”, che tradotto significa La gloria giunge tardi alle ceneri, un riferimento in latino di come la gloria sia vana se giunge dopo la morte.
BOMBA.

Pics by Mr. Sfrevol and The Artist

Ironmould – New Mural at Cantinando Wine&Art Festival

24/10/2012

Ironmould - New Mural at Cantinando Wine&Art

Ironmould ha da poco completato questo splendido lavoro per il Cantinando Wine&Art Festival di Barile, in provincia di Potenza.
La kermesse, organizzata dalla Associazione Culturale Sisma, è l’incontro tra più discipline artistiche e gastronomiche, offrendo la possibilità di assaggiare e degustare varie qualità dell’eccellenza dei vini del posto.
Come ogni anno ad affiancare l’evento c’è un schiera di Street Artist chiamati ad occupare alcune murate offerte dal comune, quest’anno oltre ad Ironmould sono presenti, Alice Pasquini e Krayon.
Per la rassegna l’artista si è divertito ad occupare questo muro con il suo consueto e distintivo tratto illustrativo, dopo il salto tutte le immagini nel dettaglio dell’opera.

Pics by The Artist

PUSH – “In Other Words” Exhibition at Known Gallery | Recap

24/10/2012

PUSH -

PUSH ha impiegato un anno nella preparazione e realizzazione di “In Other Words” la sua ultima personale da poco aperta presso la Known Gallery di Los Angeles.

Push who heralds from Los Angeles has been doing his art across all-terrain, for the past seventeen years. He has traveled to Japan, Italy, Australia, Spain, Taiwan, Korea and across the United States to make and show work. Push’s design-based practice has enabled him to slip into such roles as a designer for The Seventh Letter, as well as enabling him to branch into ceramic sculpture.

Il corpo della mostra è composto da una serie di nuovi lavori su tela, legno e carta dove quest’ultima superficie rappresenta una novità per l’artista. In ogni opera è presente in tratto distintivo che ha reso PUSH celebre, quelle grigle triangolari colorate attraverso colori accesi e vivaci tutte in contrasto e creando dettagli mozzafiato.
Una preparazione così lunga è dovuta perlopiù alla lunga e difficoltosa realizzazione di ogni singola opera dove con lavoro esclusivamente manuale PUSH costruisce ogni singola parte dei mosaici.
Il risultato però è una esibizione spettacolare per complessità ed energia espressa.
Dopo il salto tutte gli scatti all’interno della mostra.

Known Gallery
441 North Fairfax Avenue
Los Angeles, CA 90036

Pics via Known Gallery

La Pandilla – New Mural at Los Muros Hablan Festival

24/10/2012

La Pandilla - New Mural at Los Muros Hablan Festival

La Pandilla svelano finalmente il loro lavoro per Los Muros Hablan Festival.
La rassegna di Porto Rico, organizzata dal duo, ci sta regalando incredibili lavori grazie alla spaventosa line-up proposta per l’edizione di quest’anno.
La Pandilla oltre ad aver organizzato il tutto, aveva anche promesso un incredibile opera finale, ed ora dopo un lungo lavoro possiamo finalmente dare una sguardo a quanto proposto.
Il pezzo è stato dipinto sulla facciata del Museo Arte Contemporáneo de Puerto Rico, , i due artisti hanno optato per un lavoro faticoso e lento ma estremamente dettagliato, come consuetudine infatti si sono serviti di inchiostro di china lavorando con piccole e precise pennellate al fine di creare l’incredibile effetto realistico e di profondità che caratterizza le loro opere.
Bellissimo.

Pics by The Artists

La Pandilla - New Mural at Los Muros Hablan Festival

Sten & Lex – New Stencil Poster in Paris

24/10/2012

Sten & Lex - New Mural in Paris

Di Sten & Lex vi abbiamo da poco mostrato le splendide immagini della loro attesissima personale presso la Magda Danyz Gallery di Parigi (qui), il duo ora è sceso in strada per dedicarsi ad un nuovo pezzo.
Ancora una volta Sten & Lex propongono un altro dei loro incredibili stencil poster, dove dopo aver incollato e dipinto lo stencil sul muro dallo stesso viene distrutta la matrice andando a creare quel bellissimo effetto di erosione che caratterizza le loro opere.
In gallery alcuni scatti del making of ed il risultato finale

Via

Centina x SeaCreative x Kraser x Vine x James Kalinda – New Mural in Milan

24/10/2012

Centina x SeaCreative x Kraser x Vine x James Kalinda - New Mural in Milan

Centina, SeaCreative, Kraser, Vine e James Kalinda si sono dati appuntamento a Milano per collaborare ad un unico grande pezzo in combo.
Quando abbiamo a che fare con lavori del genere rimaniamo sempre molto sorpresi di come artisti con background e stili diversi riescano comunque ad combinarsi in modo egregio e dar vita a opere magnifiche e dal forte impatto visivo.
Partendo dall’utilizzo di unica tonalità di colore con la sola aggiunta del bianco e del nero e relative scale cromatiche, i ragazzi si sono divertiti a proporre i loro personaggi caratteristici ad eccezione di Vine che si è occupato del lavoro astratto.
Il risultato finale offre un opera dall’estrema emotività, i volti sgraziati e straziati dei personaggi e le geometrie proposte, il riccorente tema dell’occulto e del male, incutono un senso di paura e disagio.
Great Wall.

Pics by The Artists

Tellas x Ciredz x Crisa – New Mural in Sardinia

24/10/2012

Tellas x Ciredz x Crisa - New Mural in Sardinia

Tellas, Ciredz e Crisa si sono avventurati nell’entroterra della Sardegna dove poter lavorare indisturbati ad alcune opere in combo, i tre hanno cercato alcuni spot da coprire tentando amalgamare al meglio i loro personali stili.
Il trio si è dato parecchio da fare andando ad occupare un serie di vecchi ruderi e strutture varie, la collaborazione infatti ha fruttato un bellissimo pezzo al di sotto di quello che sembra essere un ponte ed inoltre diversi lavori in singolo sparsi nella zona.
L’opera finale è bellissima, il primo fa sfoggio della consueta forma tondeggiante arricchendone i dettagli con le sue pennellate morbide, Ciredz nella parte centrale propone invece un triangolo con l’immancabile scala di colori si passa da una profondità di nero fino al bianco, infine Crisa sulla destra ha optato per questa lavoro a goccia con all’interno un paesaggio formato da una serie di strutture e ramificazioni varie.
I tre, come detto, si sono poi concessi una serie di splendidi lavori in singolo, andiamo con ordine.
Tellas ha optato per i due lavori sul muro rosso e la forma bianca che sembra scivolare sopra la pietra per poi concludere con un’altra, molto più grande, sul lato esterno di un vecchio rudere.
Sempre sullo stesso Ciredz ha preso possesso della facciata grande andando anche a giocare con l’architettura stessa della struttura e disegnando un’altra intricata e profonda scala di colori.
Last but not least, Crisa che ci delizia disegnando un’altra forma delle sue con all’interno paesaggio cittadino sopra il muro di un altro edificio.
Se la combinazione Tellas x Ciredz ci aveva piacevolmente colpito con l’aggiunta di un altro interprete come Crisa non possiamo che rimanere ancora di più impressionati, dopo il salto consueto video del making of e tutte le immagini nel dettaglio.

Thanks to The Artists for the pics

Kid Acne – “Damn Straight” Exhibition at Inoperable Gallery | Preview

23/10/2012

Kid Acne – “Damn Straight” Exhibition at Inoperable Gallery | Preview

Kid Acne continua il suo lavoro di preparazione per l’apertura della sua prossima personale “Damn Straight” presso la Inoperable Gallery di Vienna.

An exhibition of new works on wood and paper incorporating illustration, painting, collage and printmaking – exploring themes of mythology, folklore and witchcraft – adding to his ongoing body of work, which celebrates the heritage and legacy of his euphoric Stabby Women.

L’apertura è prevista per questo giovedì 25 Ottobre ed il corpo della mostra sarà composto da una serie di nuovi lavori su legno e carta, ma anche illustrazioni, disegni e collage con l’immancabile stile dell’artista, ovviamente anche le sua famosissime StabbY Women.
Kid Acne non mancherà di stupirci con le consuete installazioni all’interno della galleria quindi stay tuned per un approfondito recap.

Inoperable Gallery
Burggasse 24
1070 Vienna, Austria

Pics by The Artist

Conor Harrington – “A Whole lot of Trouble for a Little bit of Win” Video

23/10/2012

Conor Harrington - “A Whole lot of Trouble for a Little bit of Win” Video

Conor Harrington è un artista piuttosto atipico, i suoi lavori sono sospesi in un immaginario appartenente ai mondi passati, l’artisa lavora su muro come se fosse una gigantesca tela offrendo quelli che sembrano veri e propri dipinti usciti da chissà quale reggia ottocentesca. I lavori sono arricchiti da uno stile al limite del sognante che rende l’opera ancora più in bilico tra passato e il presente.
Il complesso lavoro parte in studio dove Conor Harrington si serve di scenografie ed attori per creare e poi dipingere le sue opere che risultano quindi vere ed incredibilmente profonde.
Harrington ha da poco rilasciato questo video, un interessante making of di una delle sue prossime opere dal titolo “A Whole lot of Trouble for a Little bit of Win”.

A Whole lot of Trouble for a Little bit of Win is a new body of work I’ve been concentrating on over the summer. It’s based on my 2nd big photo shoot. Two of the paintings are currently on show at the Lazarides Bedlam exhibition, I’ll have 1 more big piece at the Rathbone later this month and finally I’ll be having a show of drawings and studies at The Outsiders early next year.

Hip hop nerds among you might recognize the title from a recent El P track and I thought it was the perfect sentiment to sum up the ideas in my work over the last few years. Big thanks to Joao Retorta for the behind the scenes film above, Alex De Souza and of course to photographer Eoghan Brennan and models Jaffar, Alan, Louis and Cody.

Non capita spesso di poter dare un occhiata così da vicino alle fasi che accompagnano un artista verso la realizzazione di un opera, quindi vi consigliamo caldamente di darci uno sguardo.

Moniker Art Fair 2012 – Complete Recap

23/10/2012

Moniker Art Fair 2012 - Complete Recap

Il Moniker Art Fair di quest’anno ha chiuso le sue porte, nelle nostra pagine noi abbiamo cercato di raccontarvi da vicino la rassegna proponendovi le installazioni degli artisti che ci hanno più colpito con le opere di C215, Jorge Rodriguez-Gerada e quelle di Remi Rough.
Il Moniker Art Fair quest’anno ha proposto una serie di spazi su cui gli artisti hanno collocato le proprie opere, concepita come una fiera, lo show ha dato massima libertà agli interpreti ed i risultati sono stati stupefacenti.
L’esibizione però è stata talmente ricca che non ce la siamo sentita di tagliare fuori i lavori di quelli che comunque hanno offerto uno spettacolo incredibile, ancora una volta grandi nomi a dimostrare la bontà del progetto e della realizzazione.
Nella immensa gallery dopo il salto vi diamo la possibilità di salutare con un ultima occhiata i lavori di artisti quali: Jorge Rodriguez-Gerada, Ludo, Hush, Niels ‘Shoe’ Meulman, Penny, C215, Remi Rough, Pakpoom Silaphan, Nancy Fouts, Pam Glew, Luke Cheuh, Mark McClure, Amanda Marie, Casey Gray, Vermibus, tutti rigorosamente in ordine di apparizione.
Il consiglio quindi è quello di mettersi comodi e schiacciare play sulla prima immagine, lo spettacolo offerto infatti è senza dubbio tra i migliori.
Enjoy It.

Pics by Miram Jc Preston

2501 – New “Key” Piece in Milano

23/10/2012

2501 - New

2501 abbiamo avuto modo di conoscerlo in modo approfondito attraverso la nostra rubrica Eyes On e quindi lo seguiamo sempre con molto piacere in tutti i suoi spostamenti.
Giusto qualche giorno fà vi abbiamo mostrato la bellissima installazione presso l’Archaeological Museum di Como (qui) ora lo Street Artist è da poco rientrato a Milano dove si è dato subito da fare proponendo un’altro bellissimo lavoro.
Utilizzando il suo inconfondibile stile di linee sinuose, 2501 ha occupato egregiamente il muro dipingendo una delle sue splendide chiavi.
Prossima tappa a Baltimora negli Stati Uniti quindi tornate a trovarci per i suoi prossimi lavori.

2501 - New

Via

ROTI – New Mural in Ithaca New York Part. II

23/10/2012

ROTI – New Mural in Ithaca New York Part. II

Che ROTI ci abbia colpito in positivo è fuori discussione, i suoi lavori sono estremamente complicati ed intricati con una spaventosa ricchezza di dettagli proposti, il suo surreale immaginario dominato da uomini straziati, e il tratto distintivo ci hanno letteralmente rapito. Ogni volta quindi che lo Street Artist propone qualche nuovo pezzo ci fa sicuramente balzare dalla sedia.
ROTI dopo l’incursione di qualche settimana fa (qui) si trova ancora ad Ithaca nelle vicinanze di New York dove ha da poco ultimato un altro splendido muro.
L’artista ha occupato questa parete esterna di un abitazione con un incredibile lavoro dove sono visibili tutti i tratti caratteristici che tanto ci hanno fatto perdere la testa.
Dopo il salto alcuni scatti dettagliati del pezzo.

Pics by The Artist

Pixel Pancho – New Mural for Baltimore Articulate

23/10/2012

Pixel Pancho - New Mural for Baltimore Articulate

Pixel Pancho è da poco sbarcato negli States dove ha iniziato un tour che lo porterà tra le altre cose a partecipare anche al Painted Desert Project.
Lo Street Artist italiano è di tappa a Baltimora dove si è potuto concentrare su questa grande murata per il Baltimore Articulate.
La rassegna partorita dalle mente di Stefan Hauswald e Jesse James, è nata per riqualificare alcune zone cittadine attivando un integrazione tra gli edifici, le persone e la cultura trasformando con l’apporto di diversi artisti le aree lungo la North Howard all’interno del Bromo Tower Arts & Entertainment District.
Pixel Pancho per l’evento propone quindi questa splendida rivisitazione di flash in chiava robotica, stay tuned per i lavori di 2501.

Pics by The Artist

Pixel Pancho - New Mural for Baltimore Articulate

Hyuro – New Mural in Valencia

22/10/2012

Hyuro - New Mural in Valencia

Hyuro dopo aver lavorato per le strade di Besancon, in Francia, nel corso del Bien Urban Festival (qui), è rientrata a casa a Valencia dove ha da poco ultimato questo bellissimo muro.
Ancora una volta Hyuro ci mostra la parte più eclettica e criptica dei suoi lavori proponendo l’ennesimo pezzo dove a farla da padrona sono le sue donne.
La Street Artist è sempre molto sensibile ai problemi legati al sesso femminile e con questa nuova murata sembrerebbe rimarcare ancora una volta lo stato di alienazione in cui versano le donne. Nel dipinto è possibile vedere come le stesse siano sommerse e nascoste all’interno di una serie di case, un probabile riferimento allo stereotipo ancora persistente che vuole la donna in casa con i propri figli.
Great Wall!

Pics by The Artist

Hyuro - New Mural in Valencia

Niels Shoe Meulman – New Mural at Moniker Art Fair 2012

22/10/2012

Niels Shoe Meulman - New Mural at Moniker Art Fair 2012

A Niels Shoe Meulman non servono presentazioni sulla scena da più di 30 anni ha iniziato il suo lavoro con il suo tag Shoe nei primi anni ’80 per poi proseguire il suo percorso artistico elaborando la sua particolare tecnica di Calligraffiti.
Il suo stile calligrafico è frutta di una lunga elaborazione con l’intersecarsi di diverse discipline che l’hanno portato ad entrare e lavorare in campi diversi come l’illustratore, come graphic designer e art director vantando anche collaborazioni anche con marchi e brand prestigiosi.
L’artista con base ad Amsterdam ha preso parte al Moniker Art Fair di Londra dove si è occupato di questo grande muro all’esterno dell’esibizione. Sfondo nero e una serie di lettere ripetute all’infinito per il pezzo proposto che come sempre mostra un forte uso di caratteri in stile tipografico.
Dopo il salto tutti gli scatti del making of e del risultato finale.

Pics by Myriam JC Preston

Ever – “Libertad Y Revolucion” at Los Muros Hablan Festival

22/10/2012

Ever –

Ever ha da poco completato il suo lavoro per Los Muros Hablan Festival di Porto Rico. L’argentino è l’ultimo ad aggiungersi alla fitta schiera di artisti di primissimo ordine che hanno occupato i muri della cittadina.

Explanation of how freedom in the female form and revolution meet to create a liberated Puerto Rico.

Il pezzo si intitola “Libertad Y Revolucion” ed è un inno alla libertà delle donne e la conseguente libertà della stessa Porto Rico, come ben spiega lo stesso Ever. Il lavoro dipinto sopra una gigantesca facciata mette in mostra quelle che sono le caratteristiche uniche dei pezzi dello Street Artist, immagini colorate che strizzano l’occhio ad un mondo psichedelico, con fasci di colore che partono dagli occhi della donna e del volto dell’uomo e vanno a riempire l’ombra stessa della donna, un opera bellissima.
Infine cresce l’attesa per il muro che proporrà il duo La Pandilla, organizzatore e promotore dell’intera rassegna perciò rimanete con noi per un ultimo sguardo al festival caraibico.

Pics by 1Day Robot

Escif – “Educación y Cultura” New Mural in Valencia

22/10/2012

Escif -

Escif dopo l’incredibile murata dipinta per Le 4eme Mur Festival è tornato da poco nella sua Valencia dopo si è dato subito da fare.
Lo Street Artist ha spasso per le strade della città ha ritrovato una delle sue vecchie opere disegnata sopra una vecchia serranda di un negozio. Il pezzo risalente addirittura al 2001 si discosta molto da quello che è lo stile odierno dello spagnolo che comunque ha voluto rendere omaggio andando ad occupare un piccolo spazio alla sinistra della vecchia opera.
Il nuovo lavoro si intitola “Educación y Cultura” e trattasi di un disegno piuttosto eloquente che mostra una secchio posto sopra una porta nel più classico degli scherzi.
Molto interessante vedere l’evoluzione artistica di uno dei grandi del panorama internazionale, stay tuned per altri lavori by Escif.

Pics by The Artist

Sten & Lex – Solo Show at Magda Danysz Gallery | Recap

22/10/2012

Sten & Lex – Solo Show at Magda Danysz Gallery | Recap

Sten & Lex hanno creato una mostruosa attesa per il loro solo show presso la Magda Danysz Gallery.
Il duo di artisti tutto romano si è cimentato di una esposizione corposa e complessa andando ad attingere da tutto il loro incredibile repertorio artistico.
Sten & Lex sono tra più importanti rappresentanti del movimento italiano, i due sono pionieri di una nuova forma di intendere l’arte grazie al loro inconfondibile stile definito “Hole School” un particolare tecnica manuale che grazie all’uso combinato di software e stencil su più livelli, permetteva al duo di creare opere con un incredibile profondità ed impatto scenico. Il passo successivo però è stato quello di concentrarsi su schizzi e disegni cercando di renderli il più simili possibili alla tecnica originale cercando però di eliminare la lavorazione digitale.
Il risultato è un nuovo e caratteristico stile, più incisivo più forte nelle linee e sopratutto più impulsivo e senza dubbio rappresenta il nuovo punto di partenza del duo.
Per la loro esibizione Sten & Lex hanno quindi deciso di portare in galleria sia i lavori passati sia quelli nuovi offrendo una panoramica generale sulla loro arte vecchia e nuova.
Ricordiamo per chi fosse interessato che lo show rimarrà aperto fino al 10 di Novembre, nel frattempo dopo il salto potete dare un occhiata ad alcuni scatti all’interno della splendida mostra.

Magda Danysz Gallery
78, Rue Amelot ,
Paris 11, France

Pics by Fernanda Hinke and The Artists

Weekly Overview 5 | 15-10 to 21-10

21/10/2012

Weekly Overview è l’appuntamento del fine settimana dove vi presentiamo una selezione delle migliori news settimanali sul GORGO.

ROA – New Mural at Los Muros Hablan Festival

Augustine Kofie – “Futurino” New Mural at PicTurin Festival

Jorge Rodriguez Gerada – Portraits at Moniker Art Fair 2012

Medicom Toy x Karimoku x Yoshida & Co – Wood Be@rbrick 400%

C215 – New Installations at Moniker Art Fair 2012

Mr Jago – Mural and Exhibition at le 4eme Mur Festival

Zilda – “Angel” New Piece in Napoli

Escif – “Sauvetage” at Le 4eme Mur Festival

2501 – New Installation at Archaeological Museum Como

André Saraiva – New Exhibition At Anonymous Gallery | Preview

20/10/2012

André Saraiva – New Exhibition At Anonymous Gallery | Preview

André Saraiva aka André ha da poco aperto la la sua esibizione presso la Anonymous Gallery di Mexico City.
Lo Street Artist francese è stato uno dei pionieri del movimento ed è conosciuto in tutto il mondo per il suo canonica Tag con il quale ha occupato uno spaventoso numero di muri durante la fine degli anni ’90.
Appartenente quindi alla ristretta cerchia dei big André Saraiva ha iniziato un percorso che l’ha portato ad esibirsi in diverse gallerie internazionale, ultima l’Anonymous che ha anche uno spazio proprio a New York.
Come vi avevamo promesso nel piccolo teaser di qualche giorno fà (qui) ecco alcuni scatti della mostra da poco aperta con tele e illustrazioni raffiguranti il suo celebre Mr A, se vi trovate in zona il consiglio è di farci un salto, l’esibizione sarà aperta fino al 10 Novembre.

Anonymous Gallery
173 Zacatecas
Col. Roma Norte, Cuauhtémoc
Mexico City Mexico 06700

Via

JADE – New Mural for “El señor de los Milagros”

20/10/2012

JADE - New Mural for

JADE ha da poco ultimato a Lima un altro dei suo bellissimi pezzi, questa volta lo Street Artist ha voluto celebrare una ricorrenza importante per i popoli del sud-america.
Sono diversi secoli che nelle regioni dell’america latina ogni anno il 28 ottobre si svolge una processione religiosa in onore del “El señor de los Milagros”. La storia narra di uno schiavo che dipinse un cristo nero in una capanna nella piantagione di Pachamilla, il disegno nonostante diversi secoli, intemperie e catastrofi climatica che hanno distrutto tutto, è rimasto lì senza subire alcun danno. Facile quindi immaginare come le popolazioni latine estremamente religiose ne abbiano subito fatto un oggetto di culto.
JADE quindi ha voluto onorare la festività dipingendo questo pezzo raffigurante una sezione di un viso.
Nice Wall.

Pics by The Artist

Vhils – New Mural in Rio de Janeiro

20/10/2012

Vhils - New Mural in Rio de Janeiro

Vhils si trova in Brasile dove sta partecipando insieme alla sua crew ad un progetto artistico che lo vede impegnato a lavorare su diverse facciate nella zona di Comunidade do Morro da Providência.
Lo Street Artist portoghese ha da poco terminato questo splendido ritratto del Prete Edinho, il pezzo è stato direttamente scolpito sulla parete dell’abitazione nella quale il prete ha vissuto negli ultimi 50 anni. Edinho si è occupato di trasformare le favelas di Rio in una zona un pochino più sicura e quindi è una grande figura per la gente del posto.

We did several walls. This one is Sr. Edinho carved on the same place where he used to live for more than 50 years. Before the process of transformation that some of the favelas in Rio. I will post more about all this project in the next days.

Tornate a trovarci nei prossimi giorni dove vi mostreremo i prossimi lavori di Vhils.

Pics by The Artist

Vhils - New Mural in Rio de Janeiro

ROA – New Mural at Los Muros Hablan Festival

20/10/2012

ROA - New Mural at Los Muros Hablan Festival

Con ROA si alza ancora di più il livello del Los Muros Hablan Festival di Porto Rico. Giusto ieri vi abbiamo mostrato l’opera compiuta da un’altro big Aryz (qui), ora è il turno dello Street Artist belga.
La rassegna di Porto Rico è organizzata dagli artisti locali Celso Gonzalez e Alexis Diaz de La Pandilla e rappresenta la più grande dei caraibi.
ROA dipinge quello che probabilmente è uno dei suo pezzi più riusciti per intensità e livello di dettaglio proposto andando a disegnare un gigantesco iguana che tiene in mano un Coqui, una piccola specie di rana nativa della zona.
La scelta dell’iguana non è stata a casa infatti l’animale rappresenta un grande problema per la popolazione del posto che per combatterne l’eccessiva presenza ha dovuto adottare diverse misure urbane ed economiche.
DOPE.

Pics by 1dayrobot

ROA - New Mural at Los Muros Hablan Festival

Mike Giant – “Eternal” Book Release

19/10/2012

Mike Giant -

Mike Giant il prossimo Gennaio rilascerà il suo prossimo libro dal titolo “Eternal”.
All’interno delle 320 pagine del book si viaggerà tra disegni e fotografie che mostreranno una selezione di opere vecchie e nuove del grande artista e tatuatore di San Francisco.

International icon of black ink, artist Michael (GIANT) LeSage incorporates a broad swathe of influences and skills in the creation of a singular, unmistakable aesthetic. Mike’s central practice, drawing, is informed by his training in architectural drafting, his illustrious career as a tattooist and worldwide exploits writing on walls. Within his latest and most complete monograph, the reader will enjoy photos of perfectly executed tattoos, page after page of Mike’s inscrutable tattoo flash, hand lettering nonpareil, and of course tons of drawings, graffiti pieces and action shots. GIANT’s worldwide travels – inking people, places and finer drawing paper around the world from Amsterdam to London, Thailand, Toronto, New York and back home to San Francisco are also given due prominence. Buddhism, track bikes, designing for apparel brand Rebel8, and painting fill Lesage’s hours, but at the end of the day, it all comes full circle, back to his unwaveringly mindful solid black lines.

Il Libro edito da Gingko Press è disponbile in Pre-Order qui a circa 27 Dollari.
Must-Have.

Via

Shepard Fairey – “Sound and Vision” Exhibition | Recap

19/10/2012

Shepard Fairey -

Finalmente Shepard Fairey ha aperto la sua mostra “Sound and Vision” presso la StolenSpace Gallery di Londra.
Lo Street Artist dopo i raid per le strade londinesi di cui vi abbiamo mostrato le immagini nei giorni scorsi (qui) presenta un corpo dell’esibizione estremamente grande, sono presenti diverse opere su tela, serigrafie su legno, metallo e carta, stencil nuovi e vecchi e insieme all’aiuto dell’amico e collaboratore Z-Trip un installazione di registrazione ambientale creata con un giradischi d’epoca.
La mostra rappresenta il primo step di un progetto partito quest’anno che vedrà Mr Obey coinvolto nelle strade di Londra per cinque anni coniugare le due sue più grandi ispirazione l’arte e la musica.
Dopo il salto ampissima gallery.

Pics by Smart Hype

Aryz – New Mural at Los Muros Hablan Festival

19/10/2012

Aryz -

Anche Aryz ha partecipato al Los Muros Hablan Festival, il lavoro dello Street Artist spagnolo si aggiunge così a quelli di Sego (qui) e JAZ (qui) che vi abbiamo già mostrato nei giorni scorsi, la la rassegna di Porto Rico quindi continua la sua marcia proponendo di giorno in giorno le opere concluse di artisti di caratura internazionale.
Aryz decisamente a suo agio con le superfici grandi ha magnificamente coperto questa facciata sulla De Diego Avenue proponendo uno dei suo incredibili personaggi.
Lo spagnolo ci delizia ancora con il suo inconfondibile stile fatto di colori tenui e giochi di trasparenza.
Stay Tuned per altri aggiornamenti dal Festival.

Pic by The Artist

Damien Hirst – “Verity” Statue in Ilfracombe

19/10/2012

Damien Hirst -

Damien Hirst e la sua follia, l’ironia tagliente, e la spettacolarità sono tutte riunite nel suo ultimo progetto.
L’artista inglese tira fuori dal cilindro un progetto mastodontico, una statua di ben 66 metri in bronzo raffigurante una giovane donna incinta in piedi su un basamento di libri che solleva una spada in fibra di vetro, che fà già discutere.
Dopo un tira e molla durato diversi mesi le autorità locali hanno così dato il via ai lavori, la statua è chiamata “Verity” e fà parte della serie “Vergine Madre” di Hirst. Ci sono voluti 40 getti diversi ed un unico pezzo d’acciao che unisce tutte le 3 singole sezioni che compongono la statua per dare vita ad un progetto del genere.
Nelle immagini alcuni scatti della lavorazione e l’installazione finale nella cittadina di Ilfracombe sulla costa ovest dell’Inghilterra.
Imponente.

Via

On Providermag

Augustine Kofie – “Futurino” New Mural at PicTurin Festival

19/10/2012

Augustine Kofie -

Augustine Kofie ha da poco completato il suo bellissimo pezzo per la rassegna Picturin Festival di Torino.
Il Festival mira a creare un rinnovamento urbano attraverso l’apporto di diverse figure della Street Art torinese, nostrana ed internazionale. Per queste edizione la location scelta è il Parco Dora ovvero il cuore della grande trasformazione dell’area di Spina 3. Il parco infatti è il polmone della città e grazie alla contrapposizione tra natura e antichi insediamenti industriali rappresenta un luogo unico.
Al Festival prenderanno parte più di 30 Artisti che trasformeranno Torino in un grande museo all’aperto tra cui. Zoer & Velvet (CSX crew – Francia), Erase & Arsek (Bulgaria), Graphic Surgery (Olanda), Bue The Warrior e Chase (Belgio), Escif e tra gli italiani, 2051, Galo, Thoms, Verbo, CT, Pixel Pancho, Zork, Spek, Truly Design, ADC, KNZ, SMK e TOTS Crew.
Augustine Kofie rappresenta senza dubbio uno dei personaggi di spicco di quest’edizione e per il festival si è dato da fare lavorando a grandi altezza grazie all’utilizzo di appositi ponteggi montati sulla facciata dell’edificio.
L’opera, dal titolo “Futurino”, come di consueto è a tema astratto e Kofie si è divertito ad utilizzare unicamente una tavolozza di colori che rappresentasse al meglio i colori della città piemontese con un risultato finale sbalorditivo.
Dopo il salto ampissima gallery con tutti i dettagli della splendida murata.

Pics Riccardo Lanfranco

Nawer x Cruel – New Mural in Poland

19/10/2012

Nawer è da poco in Polonia dove ha avuto modo di collaborare con un vecchio amico per dipingere questo nuovo muro.
Cruel è uno street artist polacco profondamente legato alla scena graffiti della sua terra, attualmente l’artista vive in Australia dove occupa il suo tempo dipingendo e scolpendo.
La collabo tra Nawer e Cezary “Cruel” Stulgis è una incredibile miscela di stile, il pezzo mette in mostra lo stile geometrico del primo combinato con una rappresentazione delle pene o trattamenti crudeli di Cruel. Ulteriore tocco di classe di Nawer che si è occupato anche di dipingere la ringhiera stante al muro in modo da donare ancora più profondità all’opera.
Bellissimo.

Via

Alessandro Zuek Simonetti – “VCE” Zine

18/10/2012

Alessandro Zuek Simonetti -

Alessandro Zuek Simonetti è un fotografo italiano, il suo lavoro una volta trasferitosi a New York gli ha fruttato diversi riconoscimenti e plausi e la sua ultima pubblicazione “Il Clan del Wu”, con gli scatti della reunion romana dei Wu Tang Clan, non è stata da meno.
Ora Zuek in collaborazione con i ragazzi di BE QUIET, PLEASE presenta la sua ultima fatica, “VCE”.

VCE is the international code for Venice’s Marco Polo Airport: it means “home” on every airport screen between New York and Italy. This is exactly what VCE tells: what coming back home tastes like.

Il nome quindi non è scelto a caso ma identifica la sigla dell’aeroporto di Venezia, casa quindi, ed è proprio questo il tema centrale della zine che si interroga sulla nuova prospettiva di chi lontano da casa per anni torna finalmente nella propria terra.

After coming back home do you have a different perspective on what used to be familiar? Does being used to being far away let you see everyday things as completely different? Are they really different? Would your glance still be the same if you had not left? And how did you use to see things before?

Un viaggio diverso attraverso gli scatti di un Alessandro più maturo e con un occhio diverso intento a catturare una realtà che in un certo senso sembra nuova vista dalla sguardo di chi per tanto tempo è stato via.
La zine verrà presentata all’interno della rassegna ARTVERONA dal 18 al 22 di Ottobre presso gli spazio di INDEPENDENTS e viene stampata dai trevigiani di Polako Polako.
Disponibile in sole 100 copie ad un prezzo di 34 Euro qui a partire dal 18 Ottobre.

Alessandro Zuek Simonetti -

Sego – New Mural at Los Muros Hablan Festival

18/10/2012

Sego – New Mural at Los Muros Hablan Festival

Anche Sego ha partecipato al festival Los Muros Hablan a San Juan, Porto Rico.
Lo Street Artist messicano ha occupato una facciata sulla Manuel Fernandez Juncos Avenue andando a proporre uno dei suoi ricercatissimi pezzi.
Sego infatti è conosciuto per la grande passione per insetti e piante che puntualmente riversa nelle proprie opere andando a proporre riproduzioni fedeli delle vegetazione e dettagliatissimi insetti. Questa sua caratteristica unica insieme con il personalissimo stile artistico fatto di tinte tenui e colori caldi con una forte e radicata influenza messicana, ne fanno senza dubbio uno degli artisti da tenere maggiormente d’occhio.
Per il Festival ha occupato egregiamente questa murata proponendo un rana insieme ad alcuni elementi naturali combinati con i consueti dettagliatissimi insetti.
Tornate a trovarci per altri lavori dello street artist.

Via

Vhils – New Mural in Exeter on Urban Outfitters

18/10/2012

Vhils dopo il bellissimi lavori per il FAME Festival di Grottaglie di quest’anno (qui) si è spostato a Exeter in Inghilterra per lavorare ad una nuova parete, questa volta sotto commissione.
Lo Street Artist portoghese è stato contattato dal noto store inglese Urban Outfitters per occupare la parete esterna dello store di Exeter. Vhils con una spazio così imponente ha potuto lavorare offrendo il consueto spettacolo grandioso, la superficie prima è stata dipinta e poi grattata via facendo apparire il volto designato, insomma il solito lavoro certosino dell’artista portoghese con un risultato finale mozzafiato.
Se volete dare un occhio all’opera, nel dettaglio dopo il salto trovate tutte le immagini.

Pics by Fatcap

JR – “I’Am a Man” New Mural in Washington D.C.

18/10/2012

JR -

JR continua la sua campagna artistica questa volta si è fermato per la prima volta a Washington D.C.
Lo Street Artist francese insieme alla sue crew si è dedicato a coprire questo edificio sulla 1401 T Street NW andando a pescare le immagini del famoso sciopero degli operatori igienico-sanitari d Memphis del 1968. Le fotografie utilizzate sono quelle di Ernest Wither e ritraggono una dozzina di lavoratori neri in sciopero con in mano i cartelli con scritto “I’Am a Man”, frase poi scelta come titolo del pezzo.
Lo sciopero è famoso per essere diventato uno dei simboli dei movimenti attivisti americani durante i tumulti degli anni sessantottini, un simbolo quindi di libertà e di lotta per i propri diritti e per l’abbattimento delle barriere razziali.

This says it all, I’am a man, they created such a strong and powerful image that still resonates today, but in another context. Still people say, I’am a man, but they care less about the color. It’s we are humans, we are here, we want to exist. And I like that, I think that’s pretty powerful.

Dopo il salto potete ammirare il risultato finale ed alcuni scatti del making of.

Pics by Washington Post

RETNA – New Mural on Luis Vuitton Store in Miami

18/10/2012

RETNA - New Mural on Luis Vuitton Store in Miami

RETNA si trova nel Design District di Miami per dare il suo personalissimo apporto all’apertura del temporary store di Louis Vuitton.
Lo store che aprirà il 19 di Ottobre sulla 170 NE 40 St, ha voluto affidare al grande artista la facciata esterna del negozio, RETNA ha potuto così lavorare indisturbato proponendo uno dei suoi pezzi calligrafici che tanto ci piacciono.
Interessante vedere come l’artista continui a proporre nuove pallette di colori e nuove superfici su cui lavorare, per lo store ha deciso di optare su due colori e relative variazioni cromatiche il rosa e il celeste, per un risultato finale estremamente soddisfacente a vedersi.
Dopo il salto le immagini del making of, stay tuned perchè sembra esserci anche un video del making of realizzato da Gopro.

Pics by MoreThanSunshine

Jorge Rodriguez Gerada – Portraits at Moniker Art Fair 2012

18/10/2012

Jorge Rodriguez Gerada - Portraits at Moniker Art Fair 2012

Di Jorge Rodriguez Gerada non abbiamo mai parlato, l’artista originario di Cuba con base a New York appartiene ad una ristretta cerchi di street artist che utilizzano persone vere, gente comune per i propri lavori. Quello che però caratterizza Jorge Rodriguez Gerada è lo strumento attraverso il quale occupa muri e facciate, infatti l’artista anziché affidarsi a stencil o paste-up crea le sue opere esclusivamente a mano libero insieme ad un utilizzo minore di cans. Niente poster e niente lavori riprodotti in serie, le sue opere sono uniche, singole e hanno un potenza visiva incredibile frutto di una tecnica personale spaventosa, la riproduzione di questi giganteschi visi è a dir poco reale.
Gerada recentemente ha partecipato al Moniker Art Fair 2012 di Londra, qui ha avuto modo di lavorare a due pezzi, il primo è un piccolo ritratto su un muretto a mattoncini il secondo invece è un gigantesco intervento che ha visto come soggetto d’eccezione Christian Guémy aka C215.
Dopo il salto nel dettaglio tutte le immagini.

Pics by Miriam JC Preston and The Artists

Martina Merlini – “LEBE An Anthology of African Gods” Exhibition | Teaser

17/10/2012

Martina Merlini - LEBE An Anthology of African Gods Exhibition | Teaser

Martina Merlini si appresta ad aprire la sua prossima personale presso lo spazio espositivo RAM Hotel di Bologna.
Lo spazio RAM Hotel è ospitato presso lo studio grafico RAM e negli scorsi hanno è stato un punto di riferimento per la promozione e valorizzazione delle opere di autori del romanzo disegnato, la sua posizione centrale, le opere e le iniziative proposte accompagnate dalla forte caratterizzazione che hanno fatto di Bologna la città del fumetto ne hanno decretato il successo.
Martina Merlini approda così in questo spazio proponendo LEBE An Anthology of African Gods. La show prende spunto da un antica e mitologica storia africana incentrata sulla divinità della terra dei Dogon, popolazione africana del Mali, Lebe appunto.
La storia è incentrata sulla creazione dal punto di vista di questa antica popolazione africana, Lebe viene scelto da Dio per sacrificarsi, seguendo le sue istruzioni si finge morto per poi poter essere divorato da un serpente, questo in seguito vomiterà delle pietre che andranno a formare un disegno, quello del corpo umano.
L’artista presenterà un corpo dell’esibizione costituito da una serie di maschere, caratteristica del popolo Dogon, collages geometrici, disegni ed animazioni hand made.
Se vi trovate in zona l’appuntamento è quindi d’obbligo.

RAM Hotel
Via San Valentino 1F
40122 Bologna (BO)

Shepard Fairey – New Mural In London Part. II

17/10/2012

Shepard Fairey – New Mural In London Part II

Shepard Fairey continua la sua marcia di avvicinamento verso l’apertura della sua prossima esibizione “Sound & Vision” presso la StolenSpace Gallery di Londra.
Lo Street Artist ha deciso di passare parecchio tempo per le strade londinesi durante il tempo che lo separa al 20 Ottobre giorno dell’apertura, dedicandosi come avevamo immaginato ad una serie di nuovi pezzi. Oltre al già visto “Shoplifters Welcome” della scorsa settimana (qui), ecco spuntare altri due lavori dunque. Il primo è intitolato “Hi-Fi Stereo” ed è stato dipinto sulla Old Truman Brewery direttamente di fronte alla StolenSpace Gallery, il secondo invece senza titolo può essere visto sulla Bateman’s Row.
Se siete a Londra in questi giorni consigliamo di andare a dare un occhiata sia alle opere sia al mostra.

STOLENSPACE GALLERY
Dray Walk, The Old Truman Brewery
91 Brick Lane
London E1 6QL

Via

ABOVE X JUST – New Mural in Germany Part II

17/10/2012

ABOVE al lavoro ancora una volta con JUST, i due infatti si trovano in Germania e dopo lo splendido lavoro in combo eseguito per The Urban Spree Project di qualche giorno fa (qui), tornano a lavorare assieme.
I due artisti sono stati chiamati da Wedding Walls per disegnare su questa costruzione in cima ad un palazzo di Berlino.
Come per l’opera precedente hanno optato per una scritta utilizzando i propri personalissimi stili e font creando l’ennesimo JUST ABOVE.
Lo Street artist ha poi completato l’opera con una delle sue canoniche frecce all’in sù, date uno sguardo alla gallery dove potete osservare nel dettaglio il pezzo completato e qualche scatto del making of.

Via

Etam Cru – New Mural for All You Can Paint Festival

17/10/2012

Etam Cru - New Mural for All You Can Paint Festival

Etam Cru è il nome che si nasconde dietro i due Street Artists polacchi Sainer e Betz, i due oltre a lavorare in proprio hanno dato vita al progetto Etam Cru dove si trovano a lavorare in combo e sopratutto a proporre pezzi di prim’ordine.
La grande abilità di lavoro traspare in ogni opera, disegni con un sapore illustrativo dove emergono bizzarri e grotteschi personaggi che allo stesso tempo risultano estremamente realistici. I lavori si collocano in un immaginario fumettistico e sono accompagnati da incredibili effetti scenografici e da un uso intensivo di colori accesi e vibranti ricchi sfumature.
Recentemente hanno partecipato all’All You Can Paint Festival di Halle in Germania proponendo questo bellissimo lavoro dal titolo “Makao”, la rassegna dopo lo splendido lavoro di Mr. DiMaggio (qui) si arricchisce quindi di un altra perla.

Pics by The Artists

Etam Cru - New Mural for All You Can Paint Festival

C215 – New Installations at Moniker Art Fair 2012

17/10/2012

C215 – New Installations at Moniker Art Fair 2012

Con C215 continuiamo il nostro viaggio all’interno del Moniker Art Fair 2012. Dopo aver dato uno sguardo ieri hai lavori di Remi Rough (qui) passiamo ora ad uno degli artisti di maggior spessore che compongo la line-up della rassegna.
C215 ha messo in mostra uno spettacolo incredibile proponendo diversi stencil su superficie differenti, si passa da materiale di scarto a vere e proprie lastre di metallo per completare il tutto con alcuni post-box gialli, vera chicca presente.
Le opere proposte sono un campionario dei suoi stencil più riusciti nel corso degli anni, come quello alla figlia Nina tanto per citarne uno, e rappresentano tutto l’incredibile repertorio dello Street Artist francese con una moltitudine di dettagli e variazioni cromatiche che creano quell’effetto estremamente realistico già apprezzato in tutti i lavori di Guémy.
Dopo il salto trovate la succosa gallery per darvi la possibilità vedere da vicino i lavori proposti.

Pics by TheUrbansnap

TrustoCorp – “International Bank of TrustoCorp” Exhibition | Recap

16/10/2012

Di TrustoCorp si sà relativamente poco, innanzitutto non si hanno informazioni certe se si tratta di un collettivo di un unico elemento che si cela dietro questo nome, quello che però si sa è che i lavori proposti da questo artista newyorkese sono incentrati nel mettere in evidenza l’ipocrisia e i controsensi del comportamento umano il tutto attraverso un forte utilizzo di immagini a forte carattere satirico e sarcastico.
Ora TrustoCorp approda fuori dagli Stati Uniti dove presso la galleria Outsiders di Newcastle inaugura “The International Bank of TrustoCorp”, sua prima personale al di fuori degli States.

We’re exploring the power of money in our lives on a local and international level” a TrustoCorp spokesperson explains. “From the high power gambling of Wall Street to the broken dreams of Main Street USA, money is simultaneously the root of all evil and the solution to all problems. This show is our take on the global effect of greed and the need for money.

L’esibizione raccoglie tutto il variegato e sfaccettato lavoro dell’artista quindi un linguaggio visivo facilmente associabile ai media ed a icone legale alla società moderna, un continuo prendersi gioco di slogan e personaggi, il tutto attraverso immagini ed illustrazioni a carattere pubblicitario o addirittura contraffazioni di prodotti che mettano in evidenza il potere che ha il denaro sull’uomo.

Pics Via

Remi Rough – New Installation at Moniker Art Fair 2012

16/10/2012

Remi Rough - New Installation at Moniker Art Fair 2012

Remi Rough ha partecipato al Moniker Art Fair 2012 da poco terminato a Shoreditch, Londra.
La fiera quest’anno si è concentrata una serie di installazioni site-specific proposte dagli artisti coinvolti tra i quali Niels Meulman, Ludo, Jorge Rodríguez-Gerada, C215, Ben Slow, Penny e appunto Remi Rough.
Lo Street Artist inglese si è dedicato a questa gigantesca installazione raffigurante una delle classiche case a schiera inglesi andando però a dare il proprio colorato e personalissimo tocco estetico.
Rough, insieme al team di team di G-Shock che l’ha aiutato a portare a termine l’impresa, si è dapprima dedicato a montare e completare ogni pezzo dell’installazione per poi passare alla fase realizzativa vera e propria andando a lavorare sulla superficie ed utilizzando il suo consueto stile astratto e molto colorato qui inoltre sembrerebbe che abbiano dato anche un piccolo contributo anche Shok1 e Steve More.
Nei prossimi giorni le immagini degli altri lavori proposti.

Pics by The Artist

±MaisMenos± – “Upside Down” Murals in Portugal

16/10/2012

±MaisMenos± -

±MaisMenos±, torna a far parlare di sé l’intelligente progetto nato per sensibilizzare la collettività attraverso interventi artistici mirati e dal forte impatto visivo.
Dietro ogni lavoro dello Street Artist, per quanto possa sembrare semplice, si nasconde una forte critica sociale ed economica sulla società moderna. Con un piglio virale la creatività del progetto si esprime attraverso semplici contrapposizioni, più e mono, bianco e nero, positivo e negativo.
L’ultimo pezzo s’intitola “Upside Down” è una critica all’imperdonabile errore del Presidente della Repubblica Portoghese Aníbal Cavaco Silva che durante i festeggiamenti del 5 Ottobre ha issato la bandiera nazionale completamente capovolta, agitando l’opinione pubblica già fortemente provata dai problemi economici e sociali che affliggono il paese.
±MaisMenos± ha deciso quindi di dire la propria proponendo attraverso un trittico di lavori per le strade della capitale, una divertente ed ironica critica al gesto.

Via

Mr Jago – Mural and Exhibition at le 4eme Mur Festival

16/10/2012

Mr Jago - Mural and Exhibition at le 4eme Mur Festival

Con Mr Jago contiuniamo a dare uno sguardo al 4eme Mur Festival che si sta svolgendo in questi giorni a Niort.
La rassegna francese ci sta regalando grandi lavori, dopo avervi mostrato le spettacolari opere di 108 e Tellas (qui) e ultima giusto ieri di Escif (qui), passiamo ora alla prima delle due esibizioni in programma durante il Festival.
Mr Jago è uno degli esponenti di spicco della street art inglese, con base a Bristol, Duncan, questo il suo vero nome, ha seguito un percorso personale che l’ha portato ad un approccio artistico totalmente astratto. Mr Jago esce dall’accademia, ma diversamente dalle figure di spicco internazionali non ha delle basi da graffiti artist e quindi non ha seguito una evoluzione dai tag all’arte astratta, ma piuttosto questo è il suo unico approccio spontaneo ed estremamente viscerale distaccandosi dai canoni e principi propri del genere.
Per la rassegna francese l’artista ha avuto modo dapprima di occupare con questo bellissimo pezzo una parete per poi concentrare tutti i suoi sforzi in questa esibizione dal titolo “Human Fossils” della quale potete vedere le splendide immagini in galleria.
Tornate a trovarci per altri aggiornamenti sul Festival.

Pics by Winterlong Gallerie

JAZ – New Mural at Los Muros Hablan Festival

16/10/2012

JAZ - New Mural at Los Muros Hablan Festival

JAZ aka Franco Fasoli, non ha bisogno di presentazioni, ha iniziato a lavorare negli anni ’90 come writer ma presto la sua evoluzione artistica l’ha portato a staccarsi dal lettering e a lavorare su pezzi figurativi.
Sperimentatore di tecniche nuove, come l’utilizzo di benzina e vernice asfaltica, ha da poco completato questo bellissimo pezzo per il Festival Los Muros Hablan di Porto Rico.
La rassegna organizzata dagli artisti locali Celso Gonzalez e Alexis Diaz de La Pandilla, insieme a Emil Medina di Buena Vibra, Los Muros Hablan è il più grande festival urbano dei Caraibi. Nel roster chiamato ad occupare le pareti del quartiere di San Juan Santurce figurano Aryz, ROA, La Pandilla, Ever, Sego, insieme ad una selezione di talentuosi artisti locali.
L’opera di JAZ rappresenta l’essenza di ciò che oggi è l’artista, consueto disegno a specchio che raffigura animali e situazioni diverse, brevi messaggi, e temi con un pizzico di critica.
Stay tuned per altri aggiornamenti dalla rassegna.

JAZ - New Mural at Los Muros Hablan Festival

Zilda – “Angel” New Piece in Napoli

16/10/2012

Zilda – “Angel” New Piece in Napoli

Zilda ci aveva piacevolmente incantati quando avevamo scoperto il bellissimo lavoro “Lilith” nelle strade di Napoli (qui), l’artista francese si trova ancora nella città partenopea, con quale ha un legame profondissimo, dove ha da poco terminato l’ennesima spettacolare opera.
Questo nuovo paste-up dal titolo “Angel” è stato incollato in una viuzza a San Giovanni in Porta ancora a Napoli, l’immagine come sempre creata attraverso colori acrili ed olio ritrae appunto un angelo.
Ancora una volta Zilda attinge pienamente dal proprio immaginario rinascimentale proponendo l’ennesima visione decadente dell’arte, un altro personaggio fuori contesto, fin troppo aulico che cozza terribilmente con il grigiore cittadino e con la vita moderna.
Ancora una volta ci troviamo spiazzati dalla complessità del progetto che non manca certamente di farci rimanere sbalorditi.

Pics by The Artist

JADE – “Un Gigante en El Barrio” New Mural in Lima

15/10/2012

JADE -

JADE continua la sua produzione artistica dividendosi tra stampe, illustrazioni e sopratutto con gli splendidi lavori su muro.
Lo Street Artist peruviano ha da poco terminato un altro bellissimo lavoro per le strade di Lima dal titolo “El gigante”.

Hoy termine este nuevo muro y los mas felices fueron los niños del barrio, tanto asombro y admiración que fueron los mismos niños que bautizaron al muro como “El gigante”.

JADE ha dipinto su questo piccolo muro uno dei suoi canonici personaggi che scruta l’orizzonte attraverso alcune bandierine. I bambini del posto, entusiasti dell’opera, hanno partecipato attivamente ribattezzando l’opera appunto El Gigante.
Tornate a trovarci per altri lavori dell’artista peruviano.

Pics by The Artist

SatOne – “Inner Path” Mural in Munich

15/10/2012

SatOne -

SatOne è da poco rientrato nella sua Monaco di Baviera dove ha da poco terminato questo bellissimo lavoro.
Lo Street Artist tedesco dopo aver partecipato all’esibizione Futurism 2.0 e dopo aver lavoro in combo con Roid su questa splendida murata (qui) torna in Germania dove propone “Inner Path”.
Il pezzo dipinto coprendo l’intera superficie di questo muro è stata commissionato da qualche fortunato amante dell’arte urbana e soprattutto dei lavori di SatOne.
Come consueto sono presenti tutti i tratti caratteristici dell’artista, sempre di primissimo ordine il pezzo è un connubio tra astrattismo basato su una texture combinata con utilizzo di un’unica scala di colore.
Big Up!

Pics by The Artist

Gaia – Edmund Bacon Portrait in Philadelphia

15/10/2012

Gaia - Edmund Bacon Portrait in Philadelphia

Gaia si trova a Philadelphia dove ha da poco terminato questo bellissimo pezzo, rendendo omaggio a Edmund Bacon con questo gigantesco ritratto.
Edmund Bacon è considerato il padre della moderna Philadelphia avendone ispirato il progresso urbanistico durante il suo mandato ventennale di direttore esecutivo della pianificazione urbana.

Finally finished. A portrait of Edmund Bacon, the Executive Director of the Philadelphia Planning Commission from 1949 to 1970, on his last day in the position. The face is flanked by a model of Society Hill and of Center City with the design of the Vine Street Expressway in the background from his book The Design of Cities.
Many thanks to MuralArts, Goldman Properties, Lisa Murch and Mike Reali and many many more

Gaia ha scelto di ritrarre il volto del famoso architetto affiancandolo alla silhouette della città con l’aggiunta dell’immagine della Vine Street Expressway ripresa direttamente dal libro Design of The City di Bacon.

Pics by The Artist

Phlegm – New Mural in Doncaster

15/10/2012

Phlegm - New Mural in Doncaster

Phlegm ha da poco terminato un altro dei bellissimi pezzi questa volta a Doncaster in Inghilterra.
Lo Street Artist per dipingere questa facciata si è dovuto servire di una fune attaccata alla canna fumaria e dopo una settimana di intenso lavoro è riuscito a completare un altra epica opera.
Come di consueto per le opere di Phlegm ci troviamo di fronte all’intricato immaginario illustrativo dell’artista di Sheffield, con uno dei suoi personaggi questa volta alle prese con arco e frecce.
Dopo il salto tutte le immagini del lavoro nel dettaglio, tornate a trovarci per altri lavori dell’inglese.

Pics by The Artist

Escif – “Sauvetage” at Le 4eme Mur Festival

15/10/2012

Escif -

Escif è il secondo a mostrare il proprio operato per Le 4eme Mur Festival che si sta svolgendo in questi giorni a Nior, in Francia.
Dopo il bellissimo pezzo in combo di 108 e Tellas (qui), scende in pista il grande artista spagnolo che ha preso possesso di questo muro per dipingere un pezzo atipico rispetto ai suoi soliti standard.
Se infatti l’argomento socio-politico anche in questo caso è il tema centrale, con un chiaro riferimento al tentativo di salvare l’euro da parte dei potenti rappresentanti delle nazioni europee, dall’altro lo stile inconfondibile del valenciano fatto di pochi dettagli, un disegno stilizzato e pulti con colori a tinte tenui, viene meno. Escif per quest’opera dal titolo “Sauvetage” sceglie un tratto molto più dettagliato dimostrando ancora una volta tutto il suo valore.
Dopo il salto le immagini dell’opera, stay tuned per altri aggiornamenti sulla rassegna.

Pics by Winterlong Gallery

2501 – New Installation at Archaeological Museum Como

15/10/2012

2501 - New Installation at Archaeological Museum Como

2501 ha da poco terminato un’incredibile installazione presso l’Archaeological Museum di Como.
Dal titolo “In cammino per trasformarsi nell’istante presente”, la scultura è stata concepita sul posto osservando come i reperti archeologici presenti fossero si scolpiti dalle mani dell’uomo ma successivamente siano stati “lavorati” dal tempo e dalla natura stessa.
2501 partendo da questo concetto ha voluto creare una scultura che potesse rappresentare al meglio l’idea del cambiamento e di come il tempo possa agire sulla materia. Attraverso l’utilizzo di radici e tronchi morti modificati dagli anni e dalle intemperie e senza l’ausilio di colla, chiodi, fili o quant’altro, l’artista ha incastrato ogni singolo pezzo raccolto nei boschi per dar vita a questo maestoso Memento Mori ed inserendone all’interno dei gusci di cicala a simboleggiare il cambiamento.
Dopo il salto tutte le immagini nel dettaglio.

Pics by Alice Shillaci

On Providermag

Weekly Overview 4 | 08-10 to 14-10

14/10/2012

Weekly Overview è l’appuntamento del fine settimana dove vi presentiamo una selezione delle migliori news settimanali sul GORGO.

Interesni Kazki – New Mural in Germany

Moneyless and Roman Minin at ATTACK Festival Change Lab

108 x Tellas – New Mural at Le 4eme Mur Festival

Ozmo – “Voi Valete più di Molti Passeri” Mural at MACRO Museum

Lobster – “LBSTR” Littorina Train Money Box

Medicom Toy x Special Project Consulting – Be@rbrick Peanuts Series

Jeremyville – Community Service Announcements Exhibition at Slam Jam | Recap

MOMO – New Mural at Five Points in Brooklyn

Roti – New Mural for Living Walls Concepts

VNA Magazine – VNA Issue n. 20

12/10/2012

VNA Magazine - VNA Issue n. 20

VNA Magazine è una rivista indipendente trimestrale che presenta interviste con alcuni tra i migliori esponenti dell’arte urbana nel mondo ma anche fotografi ed illustratori. Lanciata nel lontano 2006 la rivista è diventata in breve tempo uno dei punti di riferimento della scena proponendo oltre ad interviste anche coverage e news su spettacoli ed eventi legati a questo mondo.
Tra gli artisti che sono finito sono la lente di ingrandimento della rivista possiamo trovare Shepard Fairey, Invader, Eine, Sickboy, ROA, Insa, Anthony Lister, Conor Harrington, The London Police, D * Face e Kid Acne, insomma mica gli ultimi arrivati.
Esce ora a distribuzione globale l’ultimo numero il 20 e per fare le cose in grande questa volta in copertina ci finisce il grande RETNA.

Very Nearly Almost is proud to release its twentieth issue. After six years and hundreds of artists featured, issue 20 is brought to you with an extra 32 pages, bigger and better than ever. This 164-page beast is brimming with features and beautiful images from some of the most talented artists in the world and the cover is graced by a living legend; the one and only Retna.

Questa edizione presenta oltre all’intervista al grande graffiti artist, un extra di 32 pagine ed all’interno alcuni featured artist come Greg Simkins, Neckface, Smash 137, Guy Mckinley, Josh Keyes, Ben Frost, DeeDee Kid, Ozmo, Above, Will Robson-Scott
VNA Magazine è disponibile in pre-order qui, oppure se siete fortunati presso uno dei tanti rivenditori specializzati.

VNA Magazine - VNA Issue n. 20

VNA Magazine - VNA Issue n. 20

Mural-Ist Festival – Recap Video

12/10/2012

Mural-Ist Festival - Recap Video

Il Mural-Ist Festival ha concluso l’edizione di quest’anno, noi abbiamo seguito passo per passo la rassegna mostrandovi di volta in volta le opere degli artisti partecipanti.
Abbiamo iniziato il nostro cammino con il primo lavoro di Pixel Pancho (qui) per poi proseguire con il secondo lavoro dell’italiano (qui), siamo poi passati alle murate di DOME (qui), Claudio Ethos (qui) ed infine abbiamo concluso con il pezzo di AMOSE (qui), ora però dagli organizzatori arriva una gradita sorpresa.
Durante la realizzazione dei muri gli Street Artist sono stati filmati al fine di poter creare un Recap video bello succoso e soprattutto offrire la possibilità di vivere a 360° la rassegna di Istanbul attraverso gli occhi dei fortunati passati e della gente del posto che hanno avuto la fortuna di poter assistere ai lavori in corsi.
Schiacciate play e gustatevi lo spettacolo.

Interesni Kazki – New Mural in Germany

12/10/2012

Interesni Kazki - New Mural in Germany

Interesni Kazki si trovano in Germania dove hanno partecipato al Heaven Meets Earth Festival, qui a St. Ottilien hanno da poco terminato la loro facciata.
Dopo Nychos (qui) quindi è la volta del duo ucraino che dopo gli splendidi lavori a Mosca (qui) e per il FAME Festival (qui) di AEC si presenta in formazione tipo grazie al ritorno di WAONE.
I due per la rassegna hanno occupato questa palazzina proponendo la consueta opera pregna di rimandi alla cosmologia, alla numerologia, e a tutta una serie di situazioni e personaggi bizzarri e grotteschi che prendono ampio spunto dal background dei due fortemente influenzato dall’illustrazione ed in particolare dal grande fumettista Moebius.
Dopo il salto le immagini nel dettaglio.

Pics by The Artists

Tellas x Ciredz – New Mural in Milano

12/10/2012

Tellas x Ciredz - New Mural in Milano

Tellas e Ciredz abbiamo avuto modo di apprezzarli nel corso dell’ATTACK Festival dove in combo si erano esibiti in una interpretazione fantastica (qui) ora i due tornato a collaborare, questa volta nella strade di Milano.
La forte simbiosi che lega i due conterranei è senza dubbio evidente nelle opere che esprimono, i due si trovano a condividere la stessa tavolozza di colori preferendo una scala di tinte vicine al nero al grigio ed al bianco, pur avendo stili diversi quindi i loro lavori risultano ben amalgamati.
Il primo come abbiamo avuto modo di vedere predilige forme tondeggianti arricchite da dettagliatissime pennellate di colore per un effetto che si fa apprezzare per il movimento espresso, Ciredz invece si trova più a suo agio con disegni geometrici andando a giocare con la scala di colore proposta, donando densità e profondità alle proprie opere.
Dopo il salto la gallery per farvi apprezzare a pieno tutto il bellissimo lavoro.

Tellas x Ciredz - New Mural in Milano

Thanks to The Artists for The Pics

Moneyless and Roman Minin at ATTACK Festival Change Lab

12/10/2012

Moneyless and Roman Minin at ATTACK Festival Change Lab

Moneyless ha partecipato all’ATTACK Festival di Foligno, lo street artist ha preso parte insieme a Roman Minin al progetto Change Lab presso il Palazzo Cantagalli della cittadina umbria.
Il Festival non ha semplicemente messo a disposizione in mostra soltanto una serie di lavori su muro, ma ha cercato attraverso progetti paralleli di creare un evento con più sfaccettature, proponendo esibizioni come la bellissima “CHANGE Revolution start in the street” di cui vi abbiamo parlato ieri (qui) e come in questo caso, un percorso unico nel suo genere.

Change Lab è il laboratorio della rassegna costituito da un percorso visivo all’interno del palazzo settecentesco Cantagalli, qui gli spettatori vengono muniti di torce ed incoraggiati a perdersi attraverso le stanze buie. Qui avranno modo di scoprire le installazioni geometriche di Moneyless e la mostra ”Piano di fuga dalla regione di Donetsk” di Roman Minin.
I partecipanti addentrandosi nel palazzo dopo essere rimasti folgorati dalla emozionanti installazioni dello Street Artist italiano vengono riportati alla realtà attraverso la mostra dell’artista ucraino. Minim infatti attraverso i propri lavori denuncia la situazione dei minatori ucraini di Donetsk. La regione è famosa per i suoi giacimenti ed è abitata quasi esclusivamente da famiglie di minatori, da qui Minim è fuggito intraprendendo un percorso creativo di denuncia attraverso dipinti, disegni e fotografie, testi scritti in un linguaggio segreto per ostacolarne la censura, il tutto completamente ispirato alla iconografia cristiana.

Un concept nuovo quindi che possa ampliare le emozioni trasmesse dalle opere unendo all’effetto visivo anche uno stato d’animo diverso in modo da assaporare le opere sotto un punto di vista del tutto estraneo.
Dopo il video gustatevi l’ampia gallery.

Pics by The Festival

MOMO – “In 74 Pieces” Book Release

11/10/2012

Momo - Momo in 74 Pieces Book

Di MOMO vi abbiamo appena mostrato la bellissima murata coperta ai Five Points di Brooklyn giusto qualche giorno fa (qui), spostiamo l’attenzione adesso su un altro progetto del grande artista americano.
MOMO infatti ha da poco rilasciato il suo ultimo libro dal titolo “In 74 Pieces”, il libro, prodotto da Angelo Milano e Studiocromie, è stato concepito come una specie di diario fotografico contente una selezione di manifesti, muri, installazioni e disegni prodotti in giro per il mondo durante gli ultimi 5 anni di duro lavoro.
Stampato in due edizioni, di cui una più limitata contenente tre serigrafie dell’artista, 160 pagine con le immagini di 74 pezzi selezionati, il tutto è disponibile direttamente sul di Studiocromie qui a soli 24 Euro.
Hurry Up!

ATTACK Festival – “CHANGE Revolution starts in the street” Exhibition at Palazzo Candiotti | Recap

11/10/2012

ATTACK Festival Exhibition at Palazzo Candiotti | Recap

ATTACK Festival continua la sua programmazione, dopo aver dato un occhiata alle opere su muro con i lavori di Ever (qui), Sten & Lex (qui) e Tellas in combo con Ciredz (qui), diamo un occhiata all’esibizione “Revolution Start in The Street”.
Con “Revolution Start in The Street” la rassegna entra prepotentemente all’interno del Palazzo Candiotti per proporre un forte contrasto da arte passata con quella nuovo urbane che sempre di più sta ottenendo consensi.
All’interno della mostra oltre alla bellissima istallazione di Martina Merlini e Tellas “Asylum” di cui vi abbiamo già parlato (qui), sono presenti diverse installazioni, tele ed opere di diversi artisti, alcuni già al lavoro sul tessuto urbano come il duo romano Sten & Lex, altri hanno partecipato attivamente offrendo il loro contributo come Alice Pasquini, Ozmo, Mario Consiglio e molti altri.
Dopo il salto ampio recap per darvi la possibilità di ammirare lo spettacolo proposto.
Stay Tuned per le altre programmazioni dell’ATTACK Festival.

Pics by The Festival

ROTI – New Mural in Ithaca New York

11/10/2012

ROTI - New Mural in Ithaca USA

ROTI si trova ancora negli Stati Uniti e dopo aver completato il bellissimo pezzo per il Living Walls Concept di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa (qui), si è spostato verso New York fermandosi nella cittadina di Ithaca.
ROTI qui ha da poco completato il lavoro occupando la facciata laterale di un vecchio magazzino, lo Street Artist francese ha iniziato a dipingere proponendo il consueto disegno iper-dettagliato e riversando all’interno tutto il suo bizzarro immaginario.
Tutti i dettagli in gallery.

Pics by The Artist

Shepard Fairey – “Shoplifters Welcome” New Mural In London

11/10/2012

Shepard Fairey -

Shepard Fairey e la sua crew si trovano a Londra per l’apertura della prossima mostra di Mr. Obey “Sound & Vision” presso la StolenSpace Gallery, l’occasione era ghiotta e così appena arrivati si sono subito messi al lavoro su un enorme facciata.
Lo Street Artist per coprire questo muro a Ebor Street ha deciso di riproporre come spesso accade una delle sue famigerate stampe, l’illustrazione scelta prende il nome di “Shoplifters Welcome” e trattasi di un irriverente presa in giro ai taccheggiatori.
Ovviamente immancabile lo stile distintivo di Shepard Fairey che mostra tutti i tratti illustrativo che hanno portato fortuna all’artista.
Visto il tempo a disposizione siamo sicuri che Fairey si dedicherà ad altre murate durante il tempo che lo separa dall’esibizione, per chi fosse interessato la mostra aprirà i battenti dal 20 Ottobre fino al 4 di Novembre.
Stay Tuned per altri aggiornamenti.

STOLENSPACE GALLERY
Dray Walk, The Old Truman Brewery
91 Brick Lane
London E1 6QL

Shepard Fairey -

Via

108 x Tellas – New Mural at Le 4eme Mur Festival

11/10/2012

108 x Tellas - New Mural at Le 4eme Mur Festival

108 e Tellas sono i primi a mostrare i loro lavori per Le 4eme Mur Festival, la rassegna di Niort non poteva aprire meglio coinvolgendo due tra le migliori figure di spicco della Street Art nostrana.
Il Festival arrivato alla 3^ edizione quest’anno presenta una line-up invidiabile, oltre ai due sopracitati parteciperanno Mr. Jago, Escif, 777Army, Ericailcane e Vhils che si daranno il cambio fino al 3 di Novembre.
Per la parete messagli a disposizione i nostri hanno deciso di tirare fuori gli attributi, i due fortemente influenzati dalla natura sono riusciti a ben amalgamare i rispettivi stili. Se 108 ha optato per una delle sue forme total black che abbiamo imparato ad apprezzare, Tellas risponde con l’immancabile forma tondeggiante, bianca ed astratta composta da una serie di minuscole pennellate andando a giocare con una palette di colori sul grigio ed il nero.
Il risultato finale offre un impatto emotivo incredibile, una contrapposizione forte tra due tonalità opposte di colore, si ha l’impressione di perdercisi dentro.
Bellissimo.

Thanks to The Artists for the Pics

André Saraiva – New Exhibition At Anonymous Gallery

10/10/2012

André Saraiva - New Exhibition At Anonymous Gallery

André Saraiva aka André è uno dei più famosi artisti a livello internazionale nonché direttore creativo della rivista di moda maschile L’Officiel Hommes. Il famoso Graffiti Artist sta per aprire la sua prossima esibizione presso l’ Anonymous Gallery di Mexico City.
La mostra dal titolo André Saraiva presenterà sia nuovi che vecchi lavori tra cui sicuramente non mancherà di fare la sua comparsa il suo leggendario personaggio Mr A.
L’esibizione aprirà le porte questo giovedi 11 Ottobre fino al 10 Novembre, stay Tuned per il consueto recap.

Anonymous Gallery
173 Zacatecas
Col. Roma Norte, Cuauhtémoc
Mexico City Mexico 06700

Via

FAME Festival 2012 – The Murals | Recap

10/10/2012

FAME Festival 2012 - The Murals | Recap

Il FAME Festival di quest’anno ha da poco chiuso le porte, una rassegna di primissimo ordine questa del 2012 che ha visto oltre alla partecipazione di una Line Up di artisti di altissimo livello, anche un esibizione dove gli stessi hanno potuto mostrare su altre superficii tutto il loro talento, confrontandosi anche con l’altro vanto delle cittadina ossia la produzione di ceramiche artigianali.
Dopo avervi mostrato quindi le immagini delle mostra (qui) e quelle di alcune opere, abbiamo la possibilità di farvi dare uno sguardo ai massicci interventi degli artisti partecipanti tra cui Ericailcane, Aec (Interesni Kazki), Conor Harrington, Lucy McLauchlan, Moneyless, Vhils, MOMO, giusto per citarne alcuni.
Dopo il salto ampissima gallery.

AMOSE – New Mural for Mural-Ist Festival

10/10/2012

AMOSE – New Mural for Mural-Ist Festival

Con AMOSE chiudiamo il cerchio sugli artisti che si sono esibiti al Mural-Ist Festival di Istanbul di quest’anno.
Vi abbiamo parlato della rassegna mostrandovi i due lavori di Pixel Pancho (qui), quello bellissimo di DOME (qui) e infine quello super tecnico di Claudio Ethos (qui), il Festival prendendo esempio dalle diverse kermesse in giro per il mondo ha cerecato di proporre in questa prima edizione una line-up di artisti diversi che si sono cimentati nel coprire le facciate all’interno del quartiere di Kadıköy, in ultimo ecco il lavoro dello Street Artist francese.
AMOSE su questa facciata di un hotel ha proposto uno dei suoi bellissimi e caratteristici personaggi, come consueto l’artista ha utilizzato un vasto assortimento di colori insieme alla sua particolarissima tecnica astratta di disegno.
In gallery potete vedere il risultato finale e alcuni scatti del making of.

Pics by The Artist and The Festival

Ozmo – “Voi Valete più di Molti Passeri” Mural at MACRO Museum

10/10/2012

Ozmo – “Voi Valete più di Molti Passeri” Mural at MACRO Museum

Ozmo finalmente ha terminato la sua incredibile opera per il MACRO di Roma.
Dopo avervi mostrato il teaser (qui), e il video del making of (qui) possiamo quindi finalmente dare un occhiata a “Voi Valete più di Molti Passeri”.
Ozmo ha disegnato sulla facciata della terrazza nel ambito del progetto Urban Arena lanciato dalla galleria con lo scopo di valorizzare il movimento artistico ed urbano italiano ed offrire ai cittadini della capitale opere epiche e di spessore su cui potersi confrontare e riflettere.

Nello schema che ho pensato per il muro del museo Macro di Roma, tratto da una stampa satirica dell’ottocento, vediamo invece una moltitudine di persone schiacciate sotto la piramide del potere alimentata solamente dal valore economico.

La scritta “In Art We Trust” riprende l’epiteto sulla banconota da 1 dollaro statunitense, dove in questo caso Art sostituisce God.
Lo schema della stampa ottocentesca riprende esattamente lo schema politico e sociale piramidale della civiltà egizia, al cui vertice, al posto del dio denaro, era seduto il dio incarnato in terra, il Faraone.

Grazie all’Arte esiste un Valore altro che possiamo fruire scollegato da quello economico?
L’interpretazione del dipinto, come la domanda precedente, è lasciata sospesa.
L’osservatore, attraverso un sistema di rimandi, citazioni e simboli grafici, dovrà proiettare se stesso, le proprie aspettative, pregiudizi, desideri e paure, dentro l’opera.

Lo Street Artist con questo lavoro sferra una feroce e potente critica verso la società moderna, ed in particolare quella italiana, dipingendo nel dettaglio una piramide del potere sorretta dal popolo. Ogni gradino rappresenta un male, troviamo quindi i ricchi, le forze di polizia, le religioni, il calcio, fino ad arrivare alla cima dove vediamo i politici ed i potenti sovrastati dal dio denaro raffigurato con il famoso omino del monopoli, il tutto sovrastato dalla scritta “In Art We Trust”, chiaro riferimento alla banconota da un dollaro americano come ci spiega lo stesso Ozmo.
Impressionante.