fbpx
GORGO

Archive for luglio, 2012

Phlegm – “Two Quick Walls”

31/07/2012

Nuovo aggiornamento per Phlegm, l’artista pubblica le foto di due muri veloci appunti “Two Quick Walls“.
Il primo in combo con Barberfith nella parte sud di Londra, il secondo in solitario in un garage abbandonato somewhere in Shieffield.

Toby Barnes – “The Sidekick Lounge” Print for FOE Store and Gallery

31/07/2012

Influenzato profondamente dalla cultura otaku e dall’arte pop, Toby Barnes si è divertito a disegnare questa stampa dal nome “The Sidekick Lounge” che riprende le pose di una vecchia foto dei Beatles e ne rielabora gli interpreti che ora sembrano usciti da chissà quale tankobon.
La stampa prodotta da Evolv Fine Art Printing, esce in edizione limitata e numerata per la FOE Store and Gallery, ad un prezzo di 75 Dollari. Disponibile qui.

±MaisMenos± – “Silêncio” Wall and Video

31/07/2012

±MaisMenos± è tornato al lavoro con un altro brillante pezzo. Il progetto ±MaisMenos± mira a sensibilizzare attraverso interventi artistici di diversa natura le persona circa il modello di organizzazione politica, sociale ed economico delle società attuale. Virale, incisivo e diretto questi sono i tre aggettivi che più si addicono al progetto che nato nel 2005 e che si esprime attraverso semplici contrapposizioni, più / meno, positivo / negativo, nero / bianco.
Ovviamente la grave crisi economica della penisola iberica non poteva non essere affrontata ed ecco “Silêncio” un accuso ai governi dell’austerity e del silenzio. Oltre al brillante dipinto è stato preparato anche un semplice ma significativo video della durata di un minuto, inquadratura fissa sulla scritta e un minuto di tempo per riflettere.

Via

Sten & Lex at ATTACK Festival

31/07/2012

ATTACK è una associazione cultura di Foligno, il collettivo artistico dell’associazione ha dato vita all’omonimo festival con l’intento di sviluppare anche in una piccola realtà come la cittadina dell’umbria, il concetto di arte urbana aprendo quindi un dialogo con i cittadini.
Il duo romano Sten & Lex fà parte degli artisti chiamati per l’edizione di quest’anno e dopo Ever, ha da poco ultimato questo muro, come sempre la loro tecnica stencil è impressionate e il risultato finale è stupefacente.

Pics by The Festival

Jorge Canedo Estrada – “We Are Giant Ant” Video

31/07/2012

L’artista boliviano Jorge Canedo Estrada ha da poco ultimato il suo ultimo video, tal titolo “We Are Giant Ant” il video è stato creato per pubblicizzare l’apertura del nuovo sito Giant Ant.

Moneyless – “Per Aspera ad Astra” at Soze Gallery preview

31/07/2012

A quanto pare l’italianissimo Moneyless sbarca negli Stati Uniti con questa mostra personale presso la Soze Gallery di Los Angeles. “Per Aspera ad Astra” questo il nome scelto, e già mi piace. Per ora soltano due immagini preview e una data: il 18 Agosto, con tanto di font creato per l’occasione da Martina Merlini.
Che dire, Big Up Teo!

Andrew Bell – Mahākāla Toy Prints

31/07/2012

Vi avevo mostrato l’anteprima dell’uscita del nuovo Dunny di Kidrobot personalizzato da Andrew Bell, bene l’artista ora rilascia queste Mahākāla Prints. Soltanto 150 pezzi, tutti firmati su carta 12×12 ad un prezzo di 50 dollari, di cui 60 saranno vendute direttamente dall’artista nel corso del suo tour per l’uscita del toy, le rimanenti invece le trovate qui.

Laguna – New Wall for Kazan Festival

30/07/2012

Lo spagnolo Laguna con questo pezzo guadagna massimo rispetto, il muro coperto a Kazan per il Kazan Festival è stupefacente, sia per il colpo d’occhio sia per l’incredibile livello artistico raggiunto. L’artista occupa ben nove piani d’altezza per questo disegno mostrando a tutti le sue qualità, il suo stile surreale ed onirico. Well Done.

Via

FriendsWithYou – “Happy Rainbow” in Hong Kong

30/07/2012

L’idea prima su carta prende vita ed accoglie i visitatori, per la loro prima personale ad Hong Kong, il collettivo FriendsWithYou trasforma in realtà “Happy Rainbow”.

Designed to envelope the visitors and transcend them into a higher state of self awareness, “Happy Rainbow,” is a journey into yourself

Come sempre tanto colore, colore e ancora colore, strutture gonfiali di 40 piedi, sculture in resina, peluche, per un installazione multimediale che raccoglie tutti i colori dell’arcobaleno.
Magia pura.

Via

Luzinterruptus – “Plastic garbage guarding the museum” Installation at Gewerbemuseum

30/07/2012

Interessante progetto del collettivo madrileno Luzinterruptus, il gruppo attraverso installazioni site-specific, cerca di sensibilizzare le persone sulle problematiche legale al vivere in città.
Per la mostra “Oh, Plastiksack” presso il Gewerbemuseum, ha chiesto aiuto ai cittadini che in cambio di ingressi al museo hanno barattato i loro sacconi della spazzatura, questi poi sono stati gonfiati e all’interno sono state inserite delle luci. In tutto 5000 sacchi stipati in due giganteschi bidoni dumbster all’ingresso dell’edificio, per creare “Plastic garbage guarding the museum“.
Figata.

Via

CYRCLE. – “Never Die” at Branded Arts Project

30/07/2012

CYRCLE. è uno dei tag più chiacchierati del momento, dietro il nome si nascondono un collettivo di giovani street-artist di Los Angeles.
In brevissimo tempo sono saliti alla ribalta, vantando già una collaborazione con il grande JR, grazie ad una propaganda aggressiva fatta di sticker, slogan, ma sopratutto muri di prim’ordine. I loro lavori combinano stencil e pittura a mano, elaborato su più livelli, il disegno di base viene ‘nascosto’ da scritte e accompagnato da texture vivaci e profonde, si divertono ad interagire sia con la superficie sia con lo spettatore trovando escamotage visivi, che catturano l’occhio di chi osserva.
Questo loro ultimo lavoro, dal titolo “We Never Die” per Culver City Branded Arts Project.

text on Providermag

Ever @ Le M.U.R. Paris

30/07/2012

Ever dopo lo splendido pezzo di Foligno, è atterrato a Parigi dove si è messo subito al lavoro per l’associazione Le M.u.r..

Le peuple marchait, enthousiate, quand apparut le capital dans le regard du soldat communiste.

Ancora riferimenti al soldato comunista in questo lo stupefacente risultato finale.

108 x CORPOC – T-Shirt

29/07/2012

Ultimamente mi sono parecchio appassionato a 108, ho avuto modo di farci una chiacchierata per l’uscita del suo libro. L’artista collabora con CORPOC che utilizza questa stampa per forgiare una tee di tutto rispetto, 75 pezzi in edizione limitata e se siete interessati è disponibile qui a solo 25 euro.
Soldi ben spesi.

Escif – “A Few of Everything” in Naples

29/07/2012

Ancora Escif nelle strade di Napoli, nuovo muro dal titolo “A Few of Everything”, lo stesso artista ci spiega il significato.

The owner of this house is a man that works a few on everything, but not really on something. Naples is something like that!

Tutto chiaro insomma.

2501 – “See You On The Other Side” for ParisFreeWalls Part II

28/07/2012

Il buon 2501 ha terminato il suo secondo pezzo per i francesi di Paris Free Walls, dopo il camioncino pimpato ecco il lavoro su muro per la seconda parte di “See You On The Other Side”. Nice.

Olafur Eliasson – “Little Sun” for Tate Modern

28/07/2012

Olafur Eliasson dopo due anni di lavoro porta un nuovo progetto per Tate Modern, dal titolo “Little Sun“.
L’opera d’arte è incentrata sull’uso dell’energia solare, sulla luce e l’importanza che la stessa ha per la vita.
Interessante sarà la possibilità che avranno i visitatori di poter creare graffiti e disegni di luce, come potete vedere nel video preview.

108 – “Nel bosco ho trovato questa cosa” Book

28/07/2012

Riuscire a catturare l’essenza di un artista come 108, non è affatto semplice, un evoluzione totale e continua la sua che lo ha portato ora ad essere uno degli artisti più interessanti e rispettati del panorama italiano.
108 si affaccia alla street art con un primo approccio al mondo del lettering e dei tag, ma questo universo trabsbordante di interpreti non lo sente suo, non si sente rappresentato, il suo è un mondo mistico fatto di arti figurative, primitive, arcaiche e con un fortissimo legame con la natura.
L’immersione nei boschi dell’appennino parmense quando era poco più che un bambino accendono in lui la fantasia, in questo universo scopre ed elabora il proprio credo artistico, le forme e le textures e materie che saranno parte poi dei suoi lavori futuri qui hanno la loro provenienza. Essenziale in questo, il ritrovamento di quello che sarà il tema centrale dei suoi lavori, un “palla” di legno, una delle escrescenze che crescono sugli alberi di faggio che, secondo i detti popolari, si possono trovare in prossimità di luoghi frequentati dalle streghe. Le opere a partire dal 2008 sono basate su questo oggetto, l’artista osserva e rielabora attraverso la propria fantasia e la propria idea la forma della palla, è un viaggio all’interno di se stesso, sempre diverso e con risultati opposti in base al momento, allo stato emotivo e sensazionale sfruttando la tecnica del ‘disegno automatico’ 108 disegna di impulso, lascia vagare la sua mente e libera la fantasia.
I suoi lavori sono forme grezze e semplici e facilmente distinguibili dal forte uso del colore nero, dopo un primo periodo in cui l’artista utilizzava quasi esclusivamente il colore giallo, arriva la svolta, il nero diventa quasi l’unico colore. La scelta non è casuale il colore risulta perfettamente a suo agio con le forme disegnate ne aumenta l’impatto e la potenza e allo stesso tempo ne amplifica la drammaticità.

Dopo ben due anni di preparazione ed in collaborazione con Obliqua esce ora ‘Nel bosco ho trovato questa cosa’, il libro, stampato in sole 100 copie, contiene una serie di disegni a china preparati dall’artista a cavallo tra il 2009 e il 2010.
L’uscita è prevista a fine Agosto in concomitanza con TULPA mostra personale dell’artista presso lo spazio ARCA di Bassano del Grappa. L’esibizione aprirà le porte il 29 Agosto fino al 9 settembre e conterrà sia disegni che lavori su tela alcuni dei quali presenti nel libro, un esperienza unica e per chi fosse interessato consigliamo caldamente di farci un salto.

Spazio ARCA
Via Colomba 20,
Bassano del Grappa (VI)

For Providermag

JADE – “Evoluciòn?” in Huarez

28/07/2012

Nuovo lavoro per Jade nelle strade di Huarez, l’artista peruviano firma quest’opera con l’aiuto di Tupac Elliot.
Dal titolo “Evoluciòn?” è un chiaro attacco all’industrializzazione selvaggia a discapito delle piccole produzioni artigianali.

Pics via: The Artist

DesOrdes Creativas – BLU and Ericailcane Walls

27/07/2012

Scendono in campo i big al Festival di arte urbana DesOrdes Creativas 2012 organizzato ad Ordes in Spagna.
La rassegna, giunta alla quarta edizione, quest’anno propone una line-up di tutto rispetto, al lavoro per le strade della cittadina galiziana, BLU, Ericailcane, Sam3 e Liqen, giusto per citare i big.
Da poco ultimati i due nuovi lavori firmati dagli italianissimi BLU ed Ericailcane, il primo propone un gigantesco frullatore pronto a fare carneficina dei vegetali adoranti che lo circondano, nel dettaglio possiamo notare come lo street artist abbia cambiato la levetta della velocità con la scelta del conio, probabilmente un attacco alla difficile situazione economica spagnola.
Ericailcane non va per il sottile e punta diretto agli sfarzi della corona e dei potenti contro gli indifesi ed i più poveri in una similitudine grafica che vede rane e topi con i forconi contrapporsi al Re uccello.
Ampia gallery per questi due bellissimi muri.

Pics via: The Festival

INFART 6 – Art, Culture and Music Festival

27/07/2012

Primo teaserino per la sesta edizione dell’Infart Festival, organizzato dal collettivo artistico Infart la rassegna di preannuncia già un bomba, e io conto di andarci.

Infart Festival
Art, Music & Culture Festival
Dal 29 Agosto al 2 Settembre
Bassano del Grappa (VI)
Spazio Arca, Musei Civici, Csc San Bonaventura, Parcheggio Le Piazze

DALeast “Discount Evolution” Rochester (USA)

27/07/2012

Probabilmente uno degli street artist più intriganti del momento, DALeast mi piace proprio.
I famosi fili metallici dipinti dall’artista cinese prendono possesso di questo muro A Rochester (USA).

Ever – “Apparition Physique de l’ouvrier Communiste face au progrès” in Foligno

26/07/2012

Ever approda in Italia dove ha da poco ultimato questa grande murata per le strade di Foligno per l’ATTACK Festival.
L’argentino prende spunto da una sua stampa dal titolo “Apparition Physique de l’ouvrier Communiste face au progrès”, si tratta di un ritratto di un operaio comunista con ovviamente l’aggiunta della firma della street artist, i famosi “occhi laser”.
Prossima tappa Parigi.

Escif – “Ri-Torno Subito” in Naples

26/07/2012

A quanto pare sembra che Escif durante il periodo passato in Italia per la rassegna Memorie Urbane, abbia fatto un salto a Napoli dove, nel quartiere spagnolo a realizzato quest’opera dal titolo “Ri-torno Subito”.

Phlegm – “Elaborate Hammer” in Shieffield

26/07/2012

Phlegm è ben noto per i suoi fumetti pubblicati in proprio, Street Artist anomalo, ha iniziato come illustratore per poi avvicinarsi al mondo dei muri.
Bianco e nero, una cura dei dettagli maniacale e uno stile personale intrigante dove crea personaggi e luoghi con un influenza medievale, spesso attingendo dai suoi stessi characters, sono le sue armi.
L’artista come consuetudine attraverso il suo blog, pubblica gli scatti dell’ultimo pezzo, dal titolo “Elaborate Hammer” è stato creato su un rudere abbandonato a Shieffield.
Tutto il divertente immaginario dell’artista, con i suoi personaggi e suoi mondi di fantasia nelle immagini.

Pixel Pancho in Varsavia

26/07/2012

Pixel Pancho lavora e vive a Torino dove ha il proprio studio, ed è senza dubbio uno degli artisti più quotati del momento, facilmente riconoscibili sono le sue opere, dove giganteschi robot umanoidi coprono enormi facciate di edifici.
La personificazione del Robot è al centro del suo credo artistico, diversamente dalla concezione canonica di eroe invincibile ed indistruttibile, i suoi personaggi sono vivi, li vediamo in azioni, espressioni ed atteggiamenti tipicamente umani, soffrono, trasmettono messaggi ed emozioni, vivono attraverso l’occhio di chi li guarda. Ma non solo, i robot vengono utilizzati anche come veicolo per arrivare alle coscienze delle persone, penetrano andando a richiamare i ricordi di bambino, criticano e apostrofano un determinato comportamento od atteggiamento.
Qui l’ultimo lavoro eseguito a Varsavia.

Outdoor Urban Art Festival 2012

26/07/2012

Guarda in alto, questo è il grido con cui si è aperto l’Outdoor Urban Art Festival, la rassegna ci ha regalato grandi emozioni negli scorsi anni ha proponendo importanti firme che hanno messo mano al panorama della capitale, Sten & Lex, Kid Acne, Zedz, C215, Agostino Iacurci, Herbert Baglione, solo per citarne alcuni.
Outdoor nasce dall’esigenza e la voglia di lasciare una segno nelle aree urbane, i lavori degli artisti per valorizzare il panorama e cambiare l’impronta cittadina delle persone che lo abitano, non è un unico evento fine a sé stesso ma piuttosto un percorso artistico continuo, di anno in anno gli artisti si impossessano della zona Ostiense ne cambiano il volto attraverso il proprio credo.

L’edizione di quest’anno, curata da Simone Pallotta con la collaborazione di NUfactory e Walls, è divisa in due fasi la prima a cavallo tra Luglio ed Agosto, la seconda ed ultima a Settembre.
I primi ad intervenire saranno lo spagnolo Sam3, abile video maker è sopratutto famoso per i suoi enormi muri coperti da forme umane nere senza volto ma pregne di significati, l’americano Momo che padroneggia una tecnica più astratta fatta di colori vivaci e giochi di luce, interagisce con la superficie dove lavora dividendosi fra installazioni, sculture ed opere su muro, e infine il sorprendente Borondo, il giovane artista spagnolo con base a Roma, è dotato di uno stile personale unico, padroneggia qualsiasi tecnica, i suoi lavori sono delle vere e proprie tele a cielo aperto, i suoi ritratti trasmettono allo spettatore un livello di emotività altissimo.
Tre personalità diverse, con stili e modalità artistiche differenti che interverranno ognuno in una propria grande superficie messagli a disposizione.
In seguito a Settembre altri due artisti animeranno il festival, il writer romano Brus e una Special Guest di cui sappiamo solo la provenienza inglese.

on Providermag

See No Evil Festival – “36 Hours on Nelson Street” Video

25/07/2012

Il SeeNoEvil è un festival internazionale di street art che si tiene ogni anno a Bristol, la rassegna a carattere permanente oltre a richiamare artisti tra i migliori in assoluto del panorama mondiale è anche la più grande del Regno Unito.
Il girato copre 36 ore su Nelson Street, che nel corso degli anni è stata trasformata da oltre 70 artisti tra cui El Mac, Aryz, Nick Walker, Sick Boy, Tats Cru, Inkie, Damo, Epok One and China Mike, tanto per citarne alcuni.
Mettetevi comodi e cliccate play.

2501 – “See You On The Other Side” for ParisFreeWalls

25/07/2012

2501 è sicuramente uno di quegli artisti che seguo di più, mi piace il suo stile astratto e ricercato, mi stupisce sempre per i lavori che propone, per i character che porta su muro e sopratutto per la complessità del lavoro che fà intendere una grande pazienza di tratto.
Le linee ondulate che si intrecciano andando a formare dei disegni astratti in negativo, sono il suo marchio di fabbrica, qui le immagini dell’ultimo lavoro “See You On The Other Side” eseguito sul un furgone parcheggiato in Francia per la rassegna artistica ParisFreeWalls.

Pics By ParisFreeWalls.

Montana WHITE – 11 New Colors

24/07/2012


Le bombolette Montana WHITE possono essere benissimo chiamate le sorelle minori della linea BLACK di Montana Cans, spray ad alta pressione con vernice lucida, alta copertura e rapida asciugatura e ovviamente utilizzabili su qualsiasi superficie.
La linea si arricchisce con nuove 11 colorazioni, i nuovi colori proposti solo una ricca gamma di tonalità brillanti e vivaci come l’arancione brillante, rosso chili, color semi di girasole e molte altre. Alle nuove cans è stata anche aggiunta una copertura differente per una migliore usabilità, per vedere i risultati date un occhio in gallery alla prova su strada di Sweet Uno, presto nei migliori shop.

Il GORGO | The Beginning

17/07/2012

Parte qui, quello che vuole essere un progetto personale di espressione delle proprie passioni. Ho voluto dare un nome alla voglia di conoscere, approfondire, di ricercare e condividere tutti quegli spunti artistici che mi trasmettono impressioni, sentimenti e stati d’animo.