fbpx
GORGO

108 for Memorie Urbane 2017

Con quest’ultima pittura realizzata da 108, continuiamo a seguire con interesse gli sviluppi della nuova edizione del Memorie Urbane Festival.
L’immaginario dell’artista vede la natura come principale influenza e leva emotiva, raccontata attraverso un essenzialità pittorica in costante mutamento ed evoluzione. 108 ha saputo rinnovarsi ciclicamente, sviluppando forme inaspettate, mutandone l’equilibrio e l’aspetto in funzione di influenze e sviluppi differenti. Le forme nere dell’interprete sono figlie di una pittura automatica, in divenire, in costante cambiamento. È la materia che si apre e si chiude, si allunga e restringe, un corpo fluido costantemente influenzato dalle percezioni del grande artista Italiano.
L’intervento rappresenta un ritorno vero e proprio dell’arista, già al lavoro per il festival sulla facciata esterna della Pinacoteca di Arte Contemporanea di Gaeta nel 2015 (Covered). Realizzato a Fondi, quest’ultimo lavoro ha visto l’interprete trasformare completamente l’aspetto di una torretta dell’Enel.
Al lavoro sulle tre facciate della struttura, 108 ne cambia la percezione andando a dipingere due nuove grandi forme, e lavorando infine ad una composizione caratterizzata dalla presenta di figure differenti, ognuna per ogni differente lato della torretta.
Dopo il salto una ricchissima galleria di scatti con le fasi del making of e le immagini dell’intervento realizzato. Presto nuovi e succosi aggiornamenti sul lavoro del grande artista Italiano e sugli interventi realizzati per la rassegna.

Thanks to The Festival for The Pics
Pics by Flavia Fiengo

108 for Memorie Urbane 2017

Con quest’ultima pittura realizzata da 108, continuiamo a seguire con interesse gli sviluppi della nuova edizione del Memorie Urbane Festival.
L’immaginario dell’artista vede la natura come principale influenza e leva emotiva, raccontata attraverso un essenzialità pittorica in costante mutamento ed evoluzione. 108 ha saputo rinnovarsi ciclicamente, sviluppando forme inaspettate, mutandone l’equilibrio e l’aspetto in funzione di influenze e sviluppi differenti. Le forme nere dell’interprete sono figlie di una pittura automatica, in divenire, in costante cambiamento. È la materia che si apre e si chiude, si allunga e restringe, un corpo fluido costantemente influenzato dalle percezioni del grande artista Italiano.
L’intervento rappresenta un ritorno vero e proprio dell’arista, già al lavoro per il festival sulla facciata esterna della Pinacoteca di Arte Contemporanea di Gaeta nel 2015 (Covered). Realizzato a Fondi, quest’ultimo lavoro ha visto l’interprete trasformare completamente l’aspetto di una torretta dell’Enel.
Al lavoro sulle tre facciate della struttura, 108 ne cambia la percezione andando a dipingere due nuove grandi forme, e lavorando infine ad una composizione caratterizzata dalla presenta di figure differenti, ognuna per ogni differente lato della torretta.
Dopo il salto una ricchissima galleria di scatti con le fasi del making of e le immagini dell’intervento realizzato. Presto nuovi e succosi aggiornamenti sul lavoro del grande artista Italiano e sugli interventi realizzati per la rassegna.

Thanks to The Festival for The Pics
Pics by Flavia Fiengo