fbpx
GORGO

108, Alberonero, CT, Mattia Lullini Marco Schiavone at Galerie Slika (Recap)

Diamo finalmente uno sguardo a “Toujours Béton”, nuovo group show con le opere di 108, Alberonero, CT e Mattia Lullini e Marco Schiavone ospitato negli spazi della Galerie Slika di Lione.
Accomunati da una predilezione per il lavoro astratto e da una costante ricerca sulla forma, 108, Alberonero, CT, Mattia Lullini e Marco Schiavone portano avanti ricerche pittoriche personali e assolutamente differenti tra loro, caratterizzate da una profonda connessione con l’idea di processo e ricerca costantemente mutabili.
Aldilà degli aspetti prettamente pittorici, lo show mette in relazione questi cinque nomi della scena Italiana, attraverso una riflessione sullo spazio e sulle influenze a cui gli stessi sono stati sottoposti. Lo stesso titolo dello show si riferisce al cemento, alla grande distesa di calcestruzzo e architetture urbane che caratterizza il paesaggio post-industriale Lombardo e Piemontese. Da questo ambiente gli autori hanno raccolto stimoli e spunti, senza scendere in una banale polemica visiva, quanto piuttosto più vicino a quanto fatto da alcuni scrittori o pittori romantici che hanno osservato le rovine romane e greche, traendo ispirazione dalle stesse per generare composizioni poetiche e pittoriche.
Allo stesso modo il quintetto esercita, attraverso influenze e fascinazioni differenti, tutta l’intensità della propria visione. Nel lavoro di 108 vediamo forme nere riconducibili ad un riavvicinamento con la natura, in quello di CT il rigore geometrico diviene una sorta risposta a quello architettonico, l’utilizzo del colore nelle opere di Alberonero come eccellente catalizzatore di emozioni e stimoli differenti a contrasto con il grigio asettico dei palazzoni. Mattia Lullini con le sue forme colorate, irregolari e grezze, figlie di un processo in divenire e senza limitazioni ed in contrasto con i piani di urbanizzazione e distruzione del paesaggio. Ed infine Marco Schiavone, attraverso le sue fotografie, capaci di raccogliere l’intensità, l’impatto emotivo e tutta la poesia, di ambienti e paesaggi abbandonati a se stessi.
Dopo il salto alcuni scatti con i dettagli dell’allestimento proposto, dateci un occhiata e se vi trovate in zona, c’è tempo fino al prossimo 26 di Giugno per andare a darci un occhiata di persona. Presto nuovi aggiornamenti sul lavoro degli artisti, stay tuned!

Galerie Slika
37 Rue des Remparts d’Ainay
69002 Lyon

Pics by Marco Schiavone

108, Alberonero, CT, Mattia Lullini Marco Schiavone at Galerie Slika (Recap)

Diamo finalmente uno sguardo a “Toujours Béton”, nuovo group show con le opere di 108, Alberonero, CT e Mattia Lullini e Marco Schiavone ospitato negli spazi della Galerie Slika di Lione.
Accomunati da una predilezione per il lavoro astratto e da una costante ricerca sulla forma, 108, Alberonero, CT, Mattia Lullini e Marco Schiavone portano avanti ricerche pittoriche personali e assolutamente differenti tra loro, caratterizzate da una profonda connessione con l’idea di processo e ricerca costantemente mutabili.
Aldilà degli aspetti prettamente pittorici, lo show mette in relazione questi cinque nomi della scena Italiana, attraverso una riflessione sullo spazio e sulle influenze a cui gli stessi sono stati sottoposti. Lo stesso titolo dello show si riferisce al cemento, alla grande distesa di calcestruzzo e architetture urbane che caratterizza il paesaggio post-industriale Lombardo e Piemontese. Da questo ambiente gli autori hanno raccolto stimoli e spunti, senza scendere in una banale polemica visiva, quanto piuttosto più vicino a quanto fatto da alcuni scrittori o pittori romantici che hanno osservato le rovine romane e greche, traendo ispirazione dalle stesse per generare composizioni poetiche e pittoriche.
Allo stesso modo il quintetto esercita, attraverso influenze e fascinazioni differenti, tutta l’intensità della propria visione. Nel lavoro di 108 vediamo forme nere riconducibili ad un riavvicinamento con la natura, in quello di CT il rigore geometrico diviene una sorta risposta a quello architettonico, l’utilizzo del colore nelle opere di Alberonero come eccellente catalizzatore di emozioni e stimoli differenti a contrasto con il grigio asettico dei palazzoni. Mattia Lullini con le sue forme colorate, irregolari e grezze, figlie di un processo in divenire e senza limitazioni ed in contrasto con i piani di urbanizzazione e distruzione del paesaggio. Ed infine Marco Schiavone, attraverso le sue fotografie, capaci di raccogliere l’intensità, l’impatto emotivo e tutta la poesia, di ambienti e paesaggi abbandonati a se stessi.
Dopo il salto alcuni scatti con i dettagli dell’allestimento proposto, dateci un occhiata e se vi trovate in zona, c’è tempo fino al prossimo 26 di Giugno per andare a darci un occhiata di persona. Presto nuovi aggiornamenti sul lavoro degli artisti, stay tuned!

Galerie Slika
37 Rue des Remparts d’Ainay
69002 Lyon

Pics by Marco Schiavone