Hyuro

Hyuro - "Contradiction" New Mural in Madrid

Il 1 Febbraio 1945 in Italia viene introdotto il suffragio Universale, per la prima volta quindi anche le donne possono votare. Dalle ceneri della guerra, il paese cercava di ripartire, tentando di dimenticare il passato, e proiettandosi verso il futuro con uno slancio in grado di rimettere in sesto valori e società. Quella che all’epoca poteva apparire come una battaglia vinta, certificata dal primo referendum costituzionale in cui anche le donne votarono, oggi è un ricordo sbiadito. Uno status quo che appare normalissimo e fa riflettere sul valore di certe proteste sull’uguaglianza e parità, che tanto stanno interessando e scuotendo il paese in questo periodo.

L’uguaglianza tra uomo e donna appare ad oggi, più un concetto morale. Un tema su cui aggrapparsi ma che, in verità, è lontano da essere effettivamente applicato, sostenuto e portato avanti dalla stessa società moderna. È una società che in parte rinnega, lascia briciole e ‘contentini’ ma che, nella realtà delle cose, continua ad essere aggrappata a certi concetti e modi di pensare. La donna continua ad essere vittima di stereotipi e meccanismi etici e morali del tutto contraddittori. Lentamente ed a fatica si sta davvero arrivando ad una effettiva parità dei sessi?

Continua a leggere

Loading Articles...